Venezia

Una guida di Venezia con tutte le informazioni utili sulla città lagunare. Come arrivare, muoversi, cosa visitare, info pratiche e numeri di emergenza.

Venezia è la più inverosimile delle città“, recita una canzone di Vecchioni. Tutto, nella storia di questa città, contribuisce a renderla un luogo sfumato tra il sogno e la realtà, di cui si accetta la reale esistenza solo quando si mette piede a Venezia Santa Lucia e ci si dice: “Allora esiste davvero“. Forse la prima cosa che si cerca di capire, quando la si guarda da vicino, è come sia venuta agli uomini l’idea di costruire una città in un posto così inospitale. Piccole isolette, in totale balia delle maree e delle correnti, in cui anche i gesti più semplici (come camminare) possono diventare molto complicati. La domanda che segue, è: “Come ha fatto Venezia a restare in piedi per tutto questo tempo?“. Domanda normale, quando si guardano le fondamenta di palazzi e ponti, scavate da sotto da secoli di acqua e che sembra stiano per cadere da un momento all’altro. Da questo meraviglioso quanto assurdo progetto umano, sono nati capolavori storico-artistici di cui potete avere una panoramica nella nostra pagina 10 cose da fare e vedere a Venezia.

Venezia piena di bellezza e piena di turisti

Ma le domande su Venezia finiscono subito, sostituite dall’ansia di partire alla scoperta di una città così tanto raccontata da libri, cinema e persone. Per molto tempo Venezia è stato un luogo mitico, una specie di sogno della vita di molte persone. Oggi non è più così, per fortuna o purtroppo. A Venezia è facile arrivare, in aereo, treno e auto, come potete leggere nella pagina Come arrivare a Venezia. In effetti di gente ne arriva, pure troppa. Ogni giorno decine di migliaia di persone di tutto il mondo si riversano per campi, campielli e calli, battendo percorsi turistici quasi sempre decisi da altri.

Perdersi a Venezia per scoprirla meglio

Un consiglio prima di partire: se volete conoscere Venezia, non limitatevi a seguire il flusso di giapponesi che corre verso Piazza San Marco o a farsi una foto sul Ponte di Rialto o su quello dei Sospiri. Certo, visitate queste meraviglie, ma poi andate alla Galleria dell’Accademia e negli altri Musei civici. Prendete un vaporetto per Murano, Burano e Torcello. Quindi, leggete la nostra pagina Come muoversi a Venezia, ma poi ricordate di perdervi ogni tanto. Il vero fascino di Venezia si trova abbandonando il percorso segnato, entrando nei vicoletti che sono molte volte sporchi e puzzolenti, proprio come vogliono i luoghi comuni su questa città, ma almeno lì può capitare di incontrare un veneziano vero.

Una città cartolina

A Venezia, infatti, come è accaduto anche a Firenze, gli abitanti sono stati costretti ad andare via dal centro. Troppo alti i costi, che possono permettersi di sostenere solo bar, hotel e ristoranti. Quindi Venezia è inverosimile anche per questo, perché è ormai svuotata di veneziani e riempita di turisti. Ha un fascino evidente, turistico e svenduto, che tutti conoscono; ma ne ha anche uno segreto, che si svela solo a chi sa e vuole cercarlo. Abbandonare le vie più battute, come spesso accade, è l’unico modo per ritrovare la parte più autentica delle cose. Vale anche per le città.