10cose.it: la guida che ti consiglia le 10 cose

da fare e vedere nelle destinazioni più belle.

Budapest-Il Ponte delle Catene-Foto di Paul Mannix

Ultime destinazioni inserite

Varsavia

Varsavia in Polonia

Non fatevi ingannare dalla sagoma del Palazzo della Cultura e delle Scienza, lascito dell'architettura socialista. Anche se è la prima cosa che vedrete arrivando a Varsavia, non è rappresentativa della bellezza della città polacca. Non a caso gli abitanti della capitale lo chiamano "ll mostro". Un netto contrasto con la definizione di "Parigi del Nord" con cui era chiamata la capitale polacca prima che arrivasse la Seconda Guerra Mondiale a distruggerla. Il centro storico, perfettamente ricostruito, è un piccolo gioiello di facciate colorate, vicoli, lampioni a gas, piazzette nascoste. Due sono i luoghi fondamentali del centro: la Piazza del Mercato, con la Sirenetta simbolo della città e Piazza del Castello, luogo di origine di Varsavia. Appena fuori il centro, percorrendo l'antica "Strada reale", si raggiungono due parchi-palazzo: Wilanow e Lazienki, lascito di re, nobili e ricchi mercanti. Ma queste sono solo alcune tappe di Varsavia: scoprite con noi le 10 cose da vedere e fare assolutamente durante una visita a Varsavia.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Varsavia
Reykjavík

Reykjavik in Islanda

Che cosa vi viene in mente quando pensate a Reykjavík? Gli elfi, la cantante Bjork, vulcani dispettosi che coprono l’Europa di cenere? Giusto. Ma non basta.
Reykjavík, la “baia fumante” fondata dai vichinghi, è una capitale piccola e cosmopolita, bollente e ghiacciata al tempo stesso. Qui il fermento musicale e culturale di teatri, gallerie e design si stempera nelle acque calde delle piscine geotermiche pubbliche, che corrispondono un po’ al nostro caffè in piazza: gli islandesi vi si ritrovano per rilassarsi e raccontarsi gli ultimi pettegolezzi, felicemente a mollo nell’acqua calda dopo una giornata di lavoro.
I bianchi altipiani innevati che come una corona circondano la piana in cui sorge Reykjavík non riescono a raffreddare completamente clima e spirito della città. Nonostante che Reykjavík sia la capitale più a nord del mondo, le temperature invernali sono più alte di Oslo, Helsinki e Stoccolma, e la città offre mille cose da fare e da vedere, insospettabilmente affollata com’è lungo le vie del centro alla sera.
Ma è vero che fa freddo, e perciò case, negozi e hotel sono caldi e accoglienti, con grandi vetrate da cui si intravede il design islandese: essenziale, sinuoso, naturale e irresistibilmente cool.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Reykjavík
Creta

Creta in Grecia

Non è un caso se, secondo la mitologia classica, Zeus sia nato a Creta e diversi miti (Dedalo e Icaro, Arianna e il Minotauro) hanno le loro origini in questa terra. La più grande isola della Grecia è un luogo di straordinaria bellezza e una storia ancora visibile, nonostante l'invasione turistica. Offre molte cose da fare e vedere, e nello stesso giorno si può passare dalla visita al Palazzo di Cnosso o Festo, allo straordinario Museo Archeologico di Heraklion, ad un paesino sul mare o una spiaggia bianca con mare turchese. Creta è molto grande, quindi richiede almeno 4 giorni di visita per vedere Cnosso e Festo, i paesini di Hania, Rethimno e Agios Nikolaos, l'incantevole penisola di Balos e l'isola di Spinalonga. In questa pagina vi indichiamo le 10 cose da vedere assolutamente durante un visita a Creta.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Creta
Breslavia o Wroclaw

Breslavia in Polonia

Breslavia o Wroclaw (scegliete voi qual è più facile da pronunciare) è una bella cittadina polacca che per molti secoli è appartenuta alla Germania. Da questa combinazione non poteva che nascere qualcosa di interessante, tenendo conto che i due popoli non si sono mai amati tanto. Meta turistica semisconosciuta fino a qualche anno fa, con l'apertura di una rotta low cost di Ryanair è diventata una meta da fine settimana. Eppure bastano pochi passi nella Città Vecchia per accorgersi che qualche ora non basta per godersi l'armonia architettonica e l'atmosfera rilassata di Breslavia. La città è piccola e si gira tranquillamente a piedi, anche perché i monumenti turistici più importanti sono concentrati In pochi metri: Piazza del Mercato, il Municipio, la Cattedrale mentre bastano poche fermate di autobus per raggiungere la Sala dei Centenari, il Panorama di Raclawice e anche alcuni singolari attrazioni come il Monumento ai passanti. Con la seconda università più grande di Polonia, dopo quella di Cracovia, Wroclaw ha anche un'intensa vita sociale, grazie soprattutto a una popolazione giovane che si incontra nelle stradine a ogni ora del giorno e della notte. In questa pagina vi indichiamo le 10 cose da vedere assolutamente durante un visita a Breslavia. Se invece state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 170 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Breslavia
Orvieto

Orvieto in Umbria

Con una definizione molto suggestiva Orvieto è stata definita "la città alta e strana".  È facile capire perché, osservando dal basso la cittadina umbra in piedi sopra la rupe di tufo sottostante. Da lontano, soprattutto di notte, sembra sospesa nel cielo mentre di giorno, appare appena appoggiata alle nuvole. Piccolo scrigno di arte, è famosa nel mondo soprattutto per il Duomo, meraviglia dell'architettura gotica europea e il Pozzo di San Patrizio, capolavoro di ingegneria idraulica. Piccola, ordinata, accogliente, Orvieto è una meta imperdibile durante un tour in Umbria ma merita anche un intero fine settimana per godersi in tranquillità anche la Cappella di San Brizio, il Museo del Duomo, la millenaria Città sotterranea e l'eccellente gastronomia.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Orvieto
San Gimignano

San Gimignano in Toscana

Nel 1282 il governo di San Gimignano promulgò una legge che impediva di abbattere le vecchie case se non per costruirne di più belle. Da lì a un secolo, San Gimignano avrebbe raggiunto il suo massimo splendore e poi la decadenza, che l'ha salvata dai cambiamenti radicali. La cittadina medievale, che oggi attira migliaia di turisti da tutto il mondo, è quindi quasi identica alla San Gimignano medievale. Purtroppo delle 72 torri (una per ogni famiglia benestante) costruite nel medioevo, oggi ne restano solo 13. Nonostante questo, l'effetto per chi arriva dalla collina toscana e vede spuntare all'improvviso la sagoma del paese è semplicemente emozionante. San Gimignano soffre di un turismo di massa mordi e fuggi, con comitive che arrivano in città, l'attraversano velocemente e poi ripartono. San Gimignano, invece, è un piccolo gioiello che va scoperto con lentezza, quindi è preferibile farlo nei periodi di bassa stagione e fuori dai week end.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a San Gimignano
Ferrara

Ferrara in Emilia-Romagna

La definizione di "Città delle biciclette", come è comunemente definita Ferrara, lascia trasparire già lo spirito di questa bella città dell'Emilia. Atmosfera rilassata, poche auto nel centro storico, spazi vivibili, gente che lavora ma si gode anche la vita. Non sembra essere cambiata molto, Ferrara, da quando vi regnavano i d'Este, famiglia tra le più potenti d'Europa con una particolare predilizione per l'arte e le cose belle. Per fortuna non erano benvoluti da tutti così, per difendersi, furono costretti a farsi costruire il Castello d'Este, simbolo cittadino e attrazione principale. Poi erano vanitosi e amavano godersi la vita, per questo oggi possiamo ammirare Palazzo Schifanoia e gli affreschi del Salone dei Mesi. Ad Ercole d'Este, poi, la città stava stretta, quindi la fece allargare con la sua "Addizione Erculea", e in questo rientrò anche Palazzo dei Diamanti, singolare edificio che oggi ospita straordinarie mostre d'arte. Insomma, c'è di che godere durante una week end o qualche giorno nella città emiliana.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Ferrara

Arles

Arles in Francia

Non fu un caso che Vincent Van Gogh scelse di vivere gli ultimi anni della sua vita ad Arles. Ormai al limite della follia, trovò nella città provenzale la forza per altri due anni di ispirazione. Fu il suo periodo più creativo, in cui lavorò senza sosta creando più di 300 quadri, perché sentiva che la pazzia stava per raggiungerlo e a breve sarebbe morto o diventato incapace di dipingere. I colori di Arles e della Provenza lo cambiarono profondamente, e le sue parole sono la migliore guida per scoprire cosa deve aspettarsi chi arriva ad Arles in un giorno di sole: "La tavolozza di oggi è assolutamente colorata: celeste, arancione, rosa, vermiglio, giallo vivissimo, verde chiaro, il rosso trasparente del vino, violetto". Per capire meglio cosa intendesse Van Gogh, salite sulla terrazza della chiesa di Notre-Dame-De-La-Major. Da lì si vede tutto: l'Anfiteatro e il Teatro Romano, i tetti ocra e rossi, l'immensa campagna della Crau, il Rodano, fino alla Camargue e il mare. Era questo che vedeva Van Gogh. Guardate quello che hanno visto i suoi stessi occhi.

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere ad Arles

Liverpool

Liverpool in Inghilterra

Chi ha visitato Liverpool e conosce un po' l'Italia, paragona spesso la città inglese a Napoli. Per il mare certo, per l'allegro disordine cittadino anche, ma, soprattutto per l'apertura e la simpatia dei suoi abitanti. Gli Scousers, così si definiscono gli abitanti di Liverpool, sono un po' diversi dallo stereotipo che ogni inglese si porta dietro: sono socievoli, anche con gli sconosciuti e pronti a fare baldoria alla prima occasione. Una diversità che ribadiscono ad ogni occasione, soprattutto durante le partite di calcio, vera ossessione di uomini e donne della città.

Gli Scousers non hanno perso il loro buonumore anche quando la città era in piena decadenza, un posto da cui era consigliato stare alla larga, uno dei luoghi più malfamati d'Europa. Poi è cominciata la rinascita: il vecchio porto commerciale, che aveva fatto la fortuna di Liverpool, è stato ristrutturato puntando su musei, cultura e divertimento.

Ed ecco quindi il volto della nuova Liverpool con il Museo Marittimo, la Tate Modern, il Museo dei Beatles, convivere con le sue radici: le cattedrali, la straordinaria Walker Gallery e le "Tre grazie". La città è accogliente, si raggiunge facilmente con i voli low cost e richiede solo 2 giorni di visita. E anche se il clima un po' rigido e quasi sempre ventoso, nessuno si è mai pentito di averla visitata!

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere a Liverpool
Amburgo

Amburgo in Germania

Anche Amburgo, come altre città d'Europa, si fregia del titolo di "Venezia del Nord", anche se chi è stato nella città italiana e ne ha visto la bellezza è cauto nel fare questi paragoni. Ma non è certamente la bellezza assoluta che cerca chi visita la città tedesca, piuttosto il fascino delle città portuali, con i loro commerci incessanti, i magazzini, i vecchi moli riqualificati.

Se cercate queste atmosfere e vi piace uscire dalle rotte turistiche più comuni, allora Amburgo fa per voi. Visitate i due simboli cittadini, il Municipio e la Chiesa di San Michele, passate qualche ora di shopping sulla "Salita delle zitelle" (Jungfernstieg), non perdetevi la Kunsthalle e il tempo che vi resta dedicatelo al Porto di St Pauli con il quartiere a luci rosse della Reeperbahn, luogo che da secoli dona ai marinai del mondo, cibo, musica e ogni altro tipo di "conforto" umano a pagamento.

Tra le zone in riqualificazione la più affascinante è certamente Hafencity, in piena euforia ricostruttiva, in cui i nuovi edifici in vetro e cemento convivono con i mattoni rossi della Speicherstadt (Città dei magazzini). Insomma, non sarà Venezia, ma Amburgo assicura un bel fine settimana!

Ecco quindi le nostre 10 cose da fare e vedere ad Amburgo