10 cose da fare e vedere a Fuerteventura

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a Fuerteventura.

Fuerteventura
Fuerteventura

Fuerteventura è l’isola delle Canarie più vicina all’Africa, con cui condivide le spiagge bianche, il mare trasparente e un clima torrido, soprattutto verso l’interno dell’isola. Ma non è un’isola arida, anzi. Ha 13 spazi naturali protetti, tra cui rientra lo splendido isolotto di Los Lobos. Palme, tamerici e aloe vera dipingono la natura dell’isola con uno spettacolo verde. L’interno dell’isola è uno scrigno di gioielli anche se, come accade per altre isole alla moda, non è un luogo in cui si avventurano molti turisti. Rispetto alle altre isole delle Canarie, come Tenerife e Gran Canaria, Fuerteventura è un’oasi di pace e calma, ideale che per chi cerca un luogo di vacanza in cui i protagonisti sono il mare, il sole, la natura e la gastronomia eccellente. Da questi elementi deriva il nome dato a Fuerteventura di Isola Tranquilla. In questa pagina vi invitiamo a scoprire l’isola delle Canarie partendo dalle 10 cose da fare e vedere assolutamente a Fuerteventura durante una vacanza. 

Se state cercando un hotel a Fuerteventura vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Puerto del Rosario

1Il nome è indubbiamente affascinante: Puerto del Rosario. Ricorda avventure coloniali, spedizioni, velieri che partono per le Americhe, quando le Canarie erano il punto di passaggio per le spedizioni. Il nome è certamente più bello dell’antico nome della città, Puerto de las Cabras, cioè Porto delle Capre. Oggi Puerto del Rosario è la capitale di Fuerteventura e quindi concentra la maggior parte delle istituzioni e una ricchissima vita culturale e commerciale. La parte più interessante della città è quella del Porto Vecchio, dove ci sono alcuni edifici in stile tradizionale delle Canarie. Molto più attraenti del centro città sono i dintorni della provincia di Rosario, dove ci sono dei luoghi molto caratteristici, come Puerto Lajas, dove regnano le atmosfere marinare e la gastronomia di pesce e Casillas del Ángel, famosa per le specialità a base di capra.

Scopri di più su Puerto del Rosario.

Antigua a Fuerteventura

2Antigua si trova al centro di Fuerteventura, nell’immensa pianura che corre lunga tutta l’isola. Gli antichi mulini a vento, i casolari di campagna, le saline, le case in tipico stile canario e la tranquillità di una cittadina di soli 3.000 abitanti, fanno di Antigua un’oasi di calma e tranquilla vita isolana. La vera meraviglia del paesaggio di Antigua sono i mulini a vento usati ancora oggi per produrre il Gofio, il mais tostato protagonista della cucina di tutte le isole Canarie. In fila lungo la pianura, in una scenografia che ricorda Don Chisciotte, ricordano a tutti che sulle Canarie soffiano gli Aliseii, i venti che le rendono le “isole dell’eterna primavera”. Antigua ha tre grandi spiagge, molto ben conservate ed organizzate: Caleta de Fuste, EL Muellito e Pozo Negro.

Scopri di più su Antigua

La Oliva a Fuerteventura

3Nel comune di La Oliva, nel nord di Fuerteventura, ci sono alcuni dei posti più belli e famosi di tutta l’isola. L’isolotto incontaminato di Los Lobos (vedi punto 6), la spiaggia del Corralejo, la montagna di Tindaya e il Monumento Naturale del Malpais de la Arena. La cittadina di La Oliva non ha elementi di particolare richiamo. Meritano una visita la Chiesa di Nuestra Senora e il Municipio, conosciuto anche come Casa de los Coroneles (Casa dei Colonnelli). La Casa è considerata come l’esempio di architettura domestica più importante di tutta Fuerteventura nonché uno dei più interessanti di tutte le Isole Canarie.

Scopri di più su La Oliva

Pajara a Fuerteventura

4Nel municipio di Pajara si trovano le spiagge più belle e grandi di tutta Fuerteventura. Per fortuna, perché è raro trovare in così pochi chilometri tanti paradisi naturali; purtroppo, perché l’urbanizzazione selvaggia non ha risparmiato alcune delle zone più belle di questo municipio che occupa tutto il sud di Fuerteventura. Un solo dato vi aiuterà a capire: a Fuerteventura ci sono 30.000 residenti in tutto. Pajara, tra hotel e appartamenti, ha circa 16.000 posti letto da offrire ai turisti. Nel territorio di Pajara ci sono alcune spiagge bellissime e paesini incantevoli: tra le spiagge Sotavento, Barlovento, Playa de Cofete e tra i paesini la turistica Costa Calma, Playas de Jandia e il paesino di Morro Jable. Da percorrere con calma tutta la tutta la penisola di Jandia, una volta isolotto che un tempo era separato da Fuerteventura ma poi si è unito all’isola grazie alla sabbia portata dal mare.

Scopri di più su Pajara

L'isolotto di Los Lobos

5Se vi stancate della folla in spiaggia a Corralejo, prendete un battello (15 € andata e ritorno) dalla riva e andate sul vicino isolotto di Los Lobos. Un luogo vulcanico, praticamente privo di ombra, con una caletta (La Concha) dove fare il bagno, poche case di pescatori, un ristorante, un centro turistico e qualche distributore automatico. Non è un caso che in un paradiso incontaminato come questo, nel faro costruito sopra l’isolotto, sia nata una delle grandi poetesse di lingua spagnola, Josefina Pià. Nei primi decenni del 1900, quando lei viveva al faro, le isole erano piene di foche monache, che purtroppo oggi non ci sono più. L’isolotto di Lobos è la casa protetta di circa 130 specie vegetali e animali, nonché luogo di assoluta tranquillità e acque cristalline. L’istituzione dell’area protetta è comunque riuscita a salvare 150 specie di piante ed animali che si riproducono in libertà, in questo piccolo paradiso all’estremo nord di Fuerteventura, a 1 miglio dalla costa proprio di fronte a Lanzarote. Si può visitare l’isolotto anche con un’escursione in barca e snorkeling (20 € a persona).

Le dune di Corralejo

6Una distesa immensa di dune ed intorno vulcani spenti di colore rosso (Montaña Roja). Un paesaggio quasi marziano, in cui sembra impossibile che possa sopravvivere qualsiasi forma di vita. E’ questo quello che si ammira quando ci si avvicina alle Dune di Corralejo: sembra di entrare in un deserto. Si lascia l’auto a circa 800 metri e poi ci si incammina verso il mare. Il giallo, l’ocra e il rosso tipico del deserto creano un paesaggio straniante, esotico e non europeo. Ma dopo il primo stupore si inizia ad apprezzare la bellezza di questo luogo e sotto un sole martellante, senza neanche un centimetro d’ombra, ci si diverte ad arrampicarsi sulle dune e poi rotolarci giù, avvicinandosi sempre di più ad un mare cristallino. Qui il vento è sempre forte e per difendersi sono stati costruiti dei fortini circolari alti circa un metro che permettono di ripararsi un po’ quando non ne potete più di sabbia dappertutto!

Le spiagge più belle

7E’ un po’ difficile dire quali sono le spiagge più belle di Fuerteventura: ce ne sono di ogni tipo, piene di turisti o solitarie, facili da raggiungere o nascoste in fondo a un deserto. Partiamo dalla zona ovest dell’isola: le più famose sono Cofete e Barlovento, km di sabbia bianchissima, vento e windsurf. Per raggiungerle ci vuole un fuoristrada, un po’ di strada a piedi e capacità di resistere al vento e alle correnti, ma ne vale la pena. Verso il centro c’ la spiaggia di Ajuy famosa per la sua sabbia nera vulcanica e per le grotte marine. Un po’ più giù ancora la Playa de Garcey con il relitto di una nave da crociera arenata, la American Star. Nella zona est spicca su tutte Corralejo e le sue dune (vedi punto 6), deserto e spiaggia insieme che merita certamente una visita. Di fronte c’è un paradiso chiamato Los Lobos, isolotto protetto e incontaminato distante meno di 1 miglio dalla costa. Continuando verso sud si entra nel territorio di Antigua, che ha tre grandi spiagge, molto ben conservate ed organizzate: Caleta de Fuste, EL Muellito e Pozo Negro.  Ancora più giù si incontrano le acque turchesi della Costa Calma con le spiagge di Sotavento, Morro Jable e della Penisola di Jandia, un tempo isolotto separato e oggi unito a Fuerteventura.

Scopri di più sulle spiagge più belle di Fuerteventura: costa est e costa ovest.

La montagna sacra e il Malpais de la Arena

8Conosciuta anche come la “Montaña Sagrada” o “Montagna Sacra”, la Montagna di Tindaya era considerata sacra dagli abitanti pre-ispanici che abitavano a Fuerteventura. In quell’interminabile distesa arida che è l’interno dell’isola, è uno dei pochi riferimenti visibili da quasi tutti i punti a nord di Fuerteventura. Si arriva alla Montagna andando verso La Oliva e poi verso il paesino di Tindaya. Non molto distante dalla Montagna Sacra, sempre nel municipio di La Oliva, nel nord di Fuerteventura, c’è il Malpais de la Arena, una montagna risultato dell’ultima eruzione avvenuta sull’isola. Circa 10.000 anni fa, la lava diede origine a questa montagna di grande bellezza, rimasta intatta nei secoli. Ci si arriva prendendo la strada che da La Oliva conduce a Lajares.

Cosa mangiare a Fuerteventura

9Anche al cucina di Fuerteventura, come quella di tutte le Canarie, risente di influenze secolari: europee, africane e americane.. L’ingrediente principale di quasi tutti i piatti è il Gofio, che si ottiene tostando farina di grano o di mais.

Cosa mangiare a Tenerife
Cosa mangiare a Tenerife

Lo si usa a colazione, pranzo e cena. Nel latte, nel pesce o per i dolci, arricchito con salse (mojos) più o meno piccanti e fantasiose. Le patate “papas”, sono il segno più evidente del rapporto che da sempre lega le Canarie con le Americhe. Le patate sono alla base di uno dei piatti tipici più importanti della cucina locale, le “papas arrugadas”, piccole patate cotte senza sbucciarle in acqua molto salata, quasi sempre acqua del mare e accompagnate con “mojo verde” o “mojo rojo”. Non può mancare il pesce, di ogni tipo, molluschi, crostacei e frutti di mare, tra cui spiccano i i “burgaos”, dei crostacei tipici dell’Atlantico e l’aragosta canaria, dal sapore straordinario. Tra i piatti di carne, il più amato dai locali è il “conejo en salmorejo” (coniglio marinato). Alle Canarie ci sono 10 vini Doc e liquori particolari, come quello alla banana o il rum al miele. Una citazione a parte merita la frutta delle isole, un vero trionfo di colori e sapori tropicali.

Hotel a Fuerteventura

10Come Tenerife e Gran Canaria, anche Fuerteventura è diventata una delle destinazioni turistiche più ambite d’Europa. Il clima è ideale primaverile tutto l’anno, i prezzi molto più bassi di una qualsiasi capitale o destinazione di mare europea. Questo ha fatto sorgere hotel, appartamenti e luoghi per dormire praticamente in ogni angolo dell’isola, troppo spesso a discapito della bellezza del territorio e del paesaggio.

Hotel a Tenerife
Hotel a Tenerife

L’offerta quindi è ampia: ci sono circa 1500 hotel in tutta l’isola con prezzi davvero bassi. Appartamenti, campeggi e ostelli partono da 20 euro per notte in camera doppia. Negli hotel si sale ma non tanto. Ovviamente le cittadine turistiche più ricercate hanno prezzi più elevati ma comunque accessibili. Per un hotel 3 stelle si parte da 35 euro in camera doppia. Fate attenzione a dove prenotate: Tenerife ha un interno molto montuoso, quindi se la vostra meta è il mare meglio tenere conto di questo elemento.

Se state cercando un hotel a Fuerteventura vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.