La Oliva a Fuerteventura

La Oliva a Fuerteventura: storia, come arrivare, monumenti, chiese, spiagge e tutte le altre informazioni utili per visitare il villaggio di Fuerteventura.

Nel comune di La Oliva, nel nord di Fuerteventura, ci sono alcuni dei posti più belli e famosi di tutta l’isola. L’isolotto incontaminato di Los Lobos, la spiaggia del Corralejo, la montagna di Tindaya e il Monumento Naturale del Malpais de la Arena.  La cittadina di La Oliva non ha elementi di particolare richiamo. Nel corso della storia di La Oliva è stato di volta in volta centro di potere amministrativo, militare, economico, sociale. 

Cosa vedere a La Oliva

Merita una visita la Chiesa di Nuestra Senora, dall’aspetto molto singolare. Ha all’esterno una torre costruita con pietre laviche nere, che le conferiscono più un aspetto da fortezza che da edificio religioso. L’interno è a tre navate, con rispettive cappelle. La chiesa è costruita in stile “mudèjar”, che mescola elementi arabi ad elementi cristiani. L’edificio più importante della città è il Municipio, conosciuto anche come Casa de los Coroneles (Casa dei Colonnelli). La Casa è considerata come l’esempio di architettura domestica più importante di tutta Fuerteventura nonché uno dei più interessanti di tutte le Isole Canarie.

Aree naturali di La Oliva

La Oliva è un “comune verde”, con il 14% del territorio comunale e destinato ad aree verdi protette. Gli spazi naturali più famosi sono quelli di Corralejo e dell’isolotto di Los Lobos. A Corralejo c’è una splendida distesa di dune in riva al mare a cui si aggiungono malpaàs e la Montana Roja, un cono vulcanico spento. L’isolotto di Lobos è la casa protetta di circa 130 specie vegetali e animali, nonché luogo di assoluta tranquillità e acque cristalline. Trovate tutte le informazioni su questi ed altri spazi naturali di La Oliva nella sezione dedicata ai aree naturali di Fuerteventura.

Le spiagge di La Oliva

Alcuni paradisi di Fuerteventura si trovano proprio nel territorio di La Oliva. Nel comune ci sono 27 spiagge, alcune ancora intatte, El Rìo, los Charcos III, los Charcos I, El Charcon, Beatriz, Punta Blanca, El Rosadero e Calas del puertito. Sono intatte, anche perché non raggiunte dai mezzi pubblici. A quelle più famose si arriva in autobus. Ad esempio, il Corralejo, oltre ad essere una splendida riserva naturale, è anche una spiaggia molto amata, nonché un paesino dal tradizionale aspetto marinaro. El Cotillo, nella parte ovest del comune di La Oliva, è lunga più di un chilometro ma sempre piena di vento e onde, che ne fanno il luogo preferito dai surfisti. Il vero paradiso di La Oliva è Los Lobos, l’isolotto che si raggiunge con poche bracciate. E’ una zona protetta, splendida. Per informazioni dettagliate sulle spiagge di Fuerteventura, leggete le pagine Spiagge est di Fuerteventura e Spiagge ovest di Fuerteventura.