L’Escala in Costa Brava

Tutte le informazioni su L'Escala in Costa Brava. Come arrivare, cosa vedere, le spiagge più belle, dove mangiare, ristoranti, dove dormire, hotel e altre informazioni pratiche.

Il luogo su cui sorge Escala è bellissimo. Un’ampia baia di acque azzurre e calme. Come molti altri luoghi della Costa Brava, gli uomini ci hanno messo le mani ed il cemento, deturpando in parte il paesaggio. Oggi il segno più evidente di questa devastazione è l’interminabile catena di gelaterie, ristoranti e negozi a misura di turista che si susseguono sul lungomare. Il nome deriva da Scala, che indica un porto naturale per il rifugio delle barche. Oggi è una delle località turistiche più affollate della Costa Brava e del suo antico splendore resta qualcosa, per chi lo sa cercare.

Come arrivare a L'Escala

Per informazioni generali su come arrivare in Costa Brava, vi consigliamo di leggere la pagina Come arrivare in Costa Brava. Se arrivate in auto o la noleggiate all’aeroporto di Girona, per arrivare a L’Escala dovete prendere l’autostrada è uscire alla Salida N°5 (Escala-Empuries) oppure all’uscita N.3 (Figueres-Roses) per poi prendere la N-II in direzione Girona-Barcelona-Roses. Da qui la C31 in direzione Viladamat e poi la GI-632 che vi porta a L’Escala.

Autobus

Da Barcellona c’è un servizio della Sarfa che parte dalla Estació del Nord in Plaza Ali Bei o da Sant Pere e conduce fino a L’Escala con cinque corse al giorno. Per informazioni il telefono è il 902 30 20 25.

Da Girona Centro, sempre la Sarfa, ha un servizio che in 1 ora conduce a L’Escala. Ci sono quattro corse al giorno, la prima alle 9:00 e l’ultima alle 19:00.

Treni

Da Barcellona parte il treno della Renfe (Tel. 902 240 202) che non arriva a L’Escala ma ferma a Figueres, a circa 26 km dalla cittadina. C’è un treno ogni ora circa con un costo che si aggira intorno ai 9 euro per la sola andata. Da Figueres potete prendere un autobus o un taxi che vi porta fino a L’Escala.

Le spiagge di L'Escala

Per chi alloggia nel centro urbano di Escala la spiaggia più vicina e La Platja. Niente di straordinario; si tratta di una tipica spiaggia urbanizzata con tutti i servizi ma anche con tutta la folla. Al tramonto si riempie di ragazzi che suonano e assistono al tramonto.Per chi cerca una spiaggia più tranquilla ma senza spostarsi molto, c’è playa de Les Barques, che come indica il nome ha la spiaggia piena di piccole barche di pescatori. L’acqua è cristallina e il fondo è roccioso; si trova all’inzio del centro urbano. Se cercate spiaggie meno affollate e più belle, vi consigliamo Platja de les Muscleres, che si trova verso Roses, a poca distanza delle rovine di Empuries. E’ una spiaggia solitaria, con acque limpide e fondali bassi. La spiaggia più famosa del territorio di L’Escala è Cala Montgò, una delle spiagge più belle di tutta la Costa Brava. E’ un lembo di sabbia steso tra due promontori con una vegetazione quasi intatta e poche case. Dal centro di L’Escala fino a Cala Montgò c’è un servizio di autobus molto frequente in estate. Per chi vuole raggiungere la Cala in macchina, dal centro di Escala sono circa tre chilometri.

Cosa vedere a L'Escala

Merita solo un giro veloce il Centro Storico della città, mentre molto più interessante è una visita alla cittadina medievale di Sant Martí d’Empúries che si trova su un promontorio roccioso a picco sul mare, a nord est delle rovine di Empúries. Se volete conoscere di più di questo posto, seguite la Ruta Blanca, un percorso su cui si snodano gli edifici e gli altri elementi più rappresentativi della storia di Sant Martì. Il Luogo di visita più importante del territorio di Escala sono le rovine di Empuries

La città di Empúries, fondata dai greci e poi diventata importante colonia romana, divenne subito dopo la colonizzazione ellenica uno dei porti commerciali più importanti del Mediterraneo. Durante la seconda guerra punica, (s. III aC), Emporion divenne un possedimento romano e iniziò a chiamarsi Emporiae. Con questo episodio comincia anche la romanizzazione della Penisola iberica. Giulio Cesare, allora console di Spagna, fece costruire una città dieci volte più grande di quella originaria.
I romani scelsero questo luogo non solo per la sua posizione strategica ma anche per la bellezza del paesaggio. Oggi sono visibili i resti di un anfiteatro, il gimnasio e quel che resta del Foro cittadino, una basilica. Le case conservano numerosi affreschi, ancora ben visibili.  Una singolarità di Escala è il Passeggio del Piccolo Principe, l’immortale protagonista dell’omonimo libro di Antoine de Saint-Éxupery a cui è dedicata una bella statua che guarda con nostalgia verso il mare.

Dove mangiare a L'Escala

Per chi ama il vino e il tabacco, il posto ideale è El Roser, che accanto ad una sala in stile semplice ed elegante ha anche una cantina per i vini e per conservare i sigari! Mentre vi gustate il vino, potrete ammirare uno splendido panorama sul mare. In cambio chiedono da 40 a 60 euro a persona. Per chi vuole risparmiare senza avvelenarsi, c’è El Pescador, proprio alla fine del Passeig del Mar andando verso Placa de la Punta. C’è una bella vista sul mare e offrono piatti di cucina tradizionale locale. Costi fino a 40 euro.

Dove dormire a L'Escala

L’Escala non ha una grande concentrazione di hotel; ci sono invece molti appartamenti, camere in fitto e diversi campeggi. Questo significa che non c’è molta folla d’estate ma anche che bisogna prenotare in tempo. Per dormire a L’Escala e dintorni consigliamo di prenotare in anticipo. Potete verificare disponibilità e offerte in Costa Brava con Booking.com, uno dei leader mondiali per la prenotazione on line di hotel e alberghi. Quasi 3000 struttura in Costa Brava con foto, descrizioni dettagliate, prezzi, disponibilità e i commenti di chi ha già soggiornato.