Berlino

Berlino-La porta di Brandeburgo al tramonto-Foto di Alfonso Para

10 cose da fare e vedere a Berlino

Cosa c'è da vedere a Berlino? E' la domanda che si fa a chi torna dalla capitale tedesca e anche chi sta per organizzare un viaggio. Non è una città che si ricorda per l'arte: di certo Parigi, Roma, Firenze o Napoli la sovrastano in quanto a musei, palazzi e chiese. Non è una capitale da coppiette: anche a lavorare di fantasia, di scorci romantici a Berlino se ne trovano pochi.

Allora cosa spinge le persone verso Berlino? La risposta potrebbe essere: la Storia, con la S maiuscola. Storia del 1900 soprattutto, di divisioni, dittature, speranze e riconciliazioni. Una storia che si vede e si respira dappertutto, non solo quando si visita quel che resta del famoso Muro, ma anche nelle frettolose ricostruzioni che hanno cercato di eliminare i simboli del passato. Da questo contrasto tra passato e futuro, nasche una "modernità" del presente convulsa e affascinante. Ed è proprio questo che rende attraente Berlino e richiama giovani da ogni parte d'Europa. Ovviamente di cose da vedere ce ne sono molte, anche se per vedere monumenti più significativi sarete costretti a spostarvi con i mezzi pubblici da un capo all'altro della città. La Storia di cui parlavamo, li ha distribuiti un pò a caso per tutta la città. Quindi leggete le 10 cose da non perdere assolutamente a Berlino: dopo averle viste, la metropolitana berlinese non dovrebbe avere più segreti per voi. Cosi potrete partire alla scoperta di altre 10 cose da non perdere, perché Berlino è grande e di cose da vedere ce ne sono.

Se invece state cercando un hotel a Berlino, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1000 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com

Berlino-Interno della Nationalgallerie

Alte Nationalgallerie di Berlino

Situata nell'isola dei Musei di Berlino, l'Alte Nationalgallerie accoglie una delle più vaste collezioni della Germania delle opere d'arte del XIX secolo e rappresenta lo spirito artistico del Paese con la scultura che personifica l'arte, posta in cima al timpano della facciata dell'edificio. La presenza ammaliante di bellissimi affreschi, di tappezzerie pregiate in tessuto e delle eleganti scalinate in marmo, vi farà sentire in un'atmosfera d'altri tempi, in cui gli occhi saranno ben lieti di perdersi tra le 440 tele e le 80 sculture che vanno dal periodo di Goethe fino all'inizio del Moderno.
Berlino-Porta di Brandeburgo

Porta di Brandeburgo di Berlino

Durante la Guerra Fredda, quando il Muro divideva la città in due, la Porta di Brandeburgo era situata nella Terra di Nessuno, eppure questa porta è proprio lontana dall'essere nessuno, visto e considerato che è il monumento simbolo di Berlino. Alta 26 metri, larga 56, questa maestosa porta è l'unica rimasta in piedi fra le 18 che un tempo consentivano l'accesso alla città. Queste imponenti colonne hanno accompagnato Berlino in tutta la sua storia: scenario privilegiato da Hitler per le parate e le fiaccolate che celebravano il Reich nazista, con l'innalzamento del Muro la celebre porta si ritrovò a metà strada tra Est e Ovest, tra la libertà e la dittatura.
Berlino-Mitte-Foto di th dolby

Il Mitte di Berlino

Mitte in tedesco vuol dire centro, una connotazione che questa parte di Berlino perse con l'innalzamento del Muro e la conseguente divisione tra Est e Ovest. Ma il Centro ricominciò ad essere tale quando fu abbattuto il Muro, i palazzi furono rimessi a nuovo e iniziarono a fiorire locali, negozi e alberghi. La linfa della vita si impadronì nuovamente di questa zona della città con sfumature diverse: il Mitte degli artisti, dei ricordi malinconici e tristi, dei musei e dell'arte. Non vi resta che guardare attraverso il caleidoscopio della memoria e vivervi ogni singola emozione che questa parte delle città può regalarvi.
Berlino-Potsdamer Platz-Foto di Dino

Potsdamer Platz di Berlino

La personalità di Potsdamer Platz è stata divisa in due dal corso della storia. Nel 1920 la piazza era fulcro della metropoli più vivace e irriverente d'Europa, dove si trovavano cafè letterari, alberghi, cabaret e dove ogni giorno transitavano così tanti tram, circa 600, che qui fu montato il primo semaforo del mondo; dall'inizio della guerra in poi, invece, Potsdamer divenne la tetra terra di nessuno nella parte ovest di Berlino. Nella seconda metà degli anni '90 è ricominciata la sua rinascita ed è divenuta il più grande cantiere aperto d'Europa che attualmente ospita cinema, uffici, appartamenti e il Festival Internazionale del cinema di Berlino.
Berlino-Alexanderplatz-Foto di Marco Formento

Alexanderplatz di Berlino

Il nome di questa piazza prende spunto dallo zar Alessandro I che visitò la città di Berlino nel 1805. Erich Honecker, ex Ddr, decise all'inizio degli anni '70 di trasformare la piazza nel simbolo della gloria socialista e distrusse la sua struttura originaria, per farla diventare un capolavoro del kitsch comunista: palazzi insignificanti e viali mediocri fra cui spicca l'enorme sfera del Fernsehturm, la Torre Televisiva. Per prendere confidenza con le sue forme chiamatela pure amichevolmente Alex, come fanno i berlinesi, ma attenti a portarle sempre grande rispetto: pensate che per celebrarla le sono stati dedicati un film e un romanzo.
Berlino-Friedrichstrasse-Foto di holger doelle

Friedrichstrasse di Berlino

Questa è la strada più lunga ed esclusiva di Berlino dove un tempo erano situati alberghi eleganti e negozi ricercati. Quando fu costruito il muro la strada fu divisa e la stazione della S – Bahn prese il nome di Tranenplast, ovvero Casa delle Lacrime: ancora oggi i berlinesi ricordano con una stretta al cuore le lunghe trafile burocratiche per poter accedere dalla parte Ovest a quella Est. Voi potrete girarla in lungo e in largo senza dar conto al Checkpoint Charlie, un tempo il limite che separava le due zone della città e attualmente uno dei luoghi più frequentati dai turisti, ma resterete poco soddisfatti dal tripudio di palazzi e di centri commerciali che troverete lungo il vostro percorso.
Berlino-Museo di Pergamo- Foto di Ricardo Sánchez

Museo di Pergamo a Berlino

Il Pergamonmuseum è uno dei più celebri e frequentati musei archeologici della Germania ed è situato nell'isola dei musei sul fiume Sprea. Il suo nome trae spunto dall'antica e misteriosa città di Pergamo in Anatolia, l'odierna Turchia, da cui provengono la maggior parte delle opere esposte. La collezione del museo è vastissima: pensate che tra il 1843 e il 1855 fu costruito un edificio più grande proprio per accogliere tutte le sue frequenti acquisizioni e consentire l'esposizione delle numerose opere egiziane in un ambiente che fosse più adeguato e confortevole.
Berlino-Le acque di Berlino-Foto di Conan

Un giro per le acque di Berlino

Lo sapevate che Berlino ha più ponti di Venezia? Pochi sanno che questa bellissima metropoli è circondata da numerosi corsi d'acqua che vengono percorsi dalle tradizionali compagnie di navigazione. Provate a guardare Berlino da un altro punto di vista con una bella gita in barca, scoprirete alcuni degli angoli più romantici della città e magari potrete godere di un pomeriggio soleggiato sui laghi insieme ai vostri amici. Visitare la caotica e frizzante Berlino anche attraverso i suoi specchi d'acqua vi farà conoscere anche il suo lato più tranquillo e rilassante.
Berlino-Il tradizionale Pretzel-Foto di Jay Reed

Cosa mangiare a Berlino

L'immagine retorica di un tedesco ben piazzato che beve birra e mangia wurstel e crauti non è poi tanto distante dalla realtà: i tedeschi sono amanti della carne, in particolar modo degli insaccati, di cui vi è una grande scelta, e della cucina ricca e sostanziosa. Non tutti sanno che però a Berlino ci sono alcuni dei più famosi ristoranti del mondo di Alta Cucina, oltre che tantissimi locali di cibo etnico e italiano. Qualunque siano i vostri gusti non perdetevi i wurstel presso i chioschetti sparsi un po' ovunque in città e i Kebab, specialità turca, preparati in modo magistrale in tutta Berlino
Berlino-Hotel dove dormire

Dove dormire a Berlino

A Berlino ci sono circa 1000 hotel di ogni categoria a cui si aggiungono centinaia di ostelli e appartamenti in affitto. Un'ottima offerta che tiene i prezzi bassi e permette di trovare sempre una camera adatta alle proprie tasche. Nel Mitte (centro) si possono trovare camere in palazzoni panoramici a 40 euro a notte o piccoli hotel di design con prezzi intorno ai 100 €. La capitale tedesca è ben servita da metro, autobus e tram quindi potete prendere in considerazione una sistemazione più periferica per risparmiare un po'.

Se state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1000 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com