La Cattedrale di San Michele e Santa Gudula a Bruxelles

Una storia lunga 500 anni si intreccia nell'architettura di questa grandiosa Cattedrale dedicata al culto di San Michele Arcangelo.

La Cattedrale di San Michele e Santa Gudula a Bruxelles
La Cattedrale di San Michele e Santa Gudula a Bruxelles

La  maestosa Cattedrale di San Michele e Santa Gudula di Bruxelles è un miscuglio di stili diversi: le torri sono in stile gotico, le vetrate sono d’impronta rinascimentale, la facciata riprende elementi dell’architettura quattrocentesca. L’origine della chiesa va ricercata in una piccola chiesa costruita verso il 1000 e dedicata al culto di San Michele Arcangelo.

Nel 1047, vi furono poste le reliquie di Santa Gudula, tutt’ora conservate, e da allora ha assunto l’attuale denominazione. Nel 1200 cominciarono i lavori di ristrutturazione e ampliamento. Solo nel 1226, per volontà del duca di Brabante, ebbe inizio la costruzione della vera e propria cattedrale completata trecento anni più tardi sotto il regno dell’imperatore Carlo V. Ancora oggi nella cattedrale si svolgono le cerimonie legate ai membri della famiglia regnante.

L'interno della Cattedrale di San Michele

L’interno di solenne grandiosità presenta tre navate a volte gotiche illuminate da bellissime finestre policrome. Nella navata centrale, al finestrone della facciata, la monumentale vetrata del Giudizio Universale (1528); nelle navate laterali, invece, le vetrate evocano le varie fasi del Miracolo Eucaristico verificatosi nel 1370. Si racconta che dei profanatori rubarono delle ostie consacrate e le pugnalarono in segno di sfregio. Dalle ostie colò del sangue. Le ostie sacre furono portate nella cattedrale e divennero oggetto di venerazione. I numerosi reliquiari di epoche diverse utilizzati per contenerle sono conservati nel Museo della cattedrale, nell’antica cappella del Santissimo Sacramento (a sinistra del coro).

Il Coro della Cattedrale

Il coro è in stile gotico-primitivo mentre il resto della chiesa mostra il tipico stile gotico brabantino ad eccezione del fastoso pulpito (Adamo ed Eva) e delle statue degli Apostoli sui pilastri della navata centrale in stile barocco. Dietro l’altare maggiore si trovano le tombe dell’arciduca Ernesto e dei duchi di Brabante. Recenti lavori di restauro hanno permesso di riportare alla luce resti importanti della chiesa romanica dell’ XI secolo.

Place Sainte-Gudule

Metro: fermata Gare Centrale

Da lunedì a venerdì: dalle 07:00 alle 18:00
Sabato: dalle 08:30 alle 15:30
Domenica: dalle 14:00 alle 18:00

Ingresso gratuito