La Baixa di Lisbona

Il quartiere perfetto, elegante e pieno di vita della capitale portoghese.

La Baixa di Lisbona
La Baixa di Lisbona

La Baixa di Lisbona è il quartiere che si stende dalla riva del Tago fino alla piazza del Rossio, giusto al centro delle due colline più importanti della città con i quartieri dell’Alfama e il Bairro Alto. La Baixa è il risultato della ricostruzione voluta dal Marchese de Pombal subito dopo il terribile terremoto del 1755 e, non a caso, è anche chiamata Baixa Pombalina. Per la sua perfezione geometrica, le botteghe, le grandi piazze e la vista sul mare, è uno dei 10 luoghi da vedere a Lisbona anche se avete poco tempo. 

Le origini della Baixa

La linearità con cui venne ricostruita questa zona rispondeva ad una duplice esigenza: ridurre l’impatto della ricostruzione sulle finanze dello stato e velocizzare la costruzione facendo prevalere l’elemento funzionale rispetto a quello estetico. La scelta cadde su uno stile rigorosamente matematico, con alcune grandi vie incrociate da traverse più piccole. Nonostante questo, la Baixa è un elegante quartiere ed oggi anche parte più viva della Lisbona che lavora: banche, sedi di aziende, negozi alla moda, molti bar e ristoranti,  animano la Baixa soprattutto di giorno, mentre di sera il movimento si sposta verso i quartieri alti di Lisbona.

Noterete subito i nomi delle strade che ricordano gli antichi mestieri che qui si praticavano: c’è la Rua da Ouro (orafi), Rua da Prata (argentieri) quella dei calzolai e così via. Chi ama Pessoa proverà un po’ di emozione a passeggiare per via dei Douradores, dove il suo Alter ego Bernardo Soares, protagonista del Libro dell’Inquietudine, consumava la sua vita osservando la vita fuori dal negozio di tabaccheria. Oggi non corrispondono molto alle botteghe che vi si trovano, anche perché la Baixa è ormai un centro commerciale e di servizi in cui prevalgono le banche e i negozi e solo qualche attività artigianale riesce a resistere.

La Praca do Comercio

La visita della Baixa può cominciare da Praca do Comercio, la grande piazza che si trova lungo la sponda del Tago. È una delle più grandi del mondo, con al centro la fontana di Dom Josè.

L'Arco da Rua Augusta

La più importante via della Baixa contemporanea è la Rua Augusta a cui si accede passando sotto l’arco che si trova di fronte alla Praca do Comercio. La costruzione di questo arco, costruito su modello degli archi di trionfo romani, iniziò subito dopo il 1755 ma bisognerà attendere fino alla metà del 1800 per vederne la fine. Sulla parte superiore ci sono le statue che rappresentano la Gloria, la Virtù e l’Ingenuità. Per chi fosse curioso di vedere la faccia di Vasco da Gama e del Marchese de Pombal, sono più in basso. La Rua Augusta è la strada principale della Baixa, con un bel pavimento a mosaico, completamente pedonalizzata, invasa da venditori di ogni sorta, turisti e lisboneti in giro per affari. Alcuni caffè e pasticcerie storiche di Lisbona (Casa Pereira da Conceição, São Nicolau Cafeteria, Casa Brasileira) rendono una pausa dal passeggio molto, molto dolce. Quasi alla fine della Rua Augusta, prima di arrivare al Rossio, si staglia la sagoma imponente dell’Elevador de Santa Justa, l’Ascensore che porta alle rovine della Chiesa del Carmo.

Il Rossio

Alla fine della Rua Augusta c’è il Rossio, in realtà Praca Dom Pedro IV. Luogo molto amato da abitanti, artisti, intellettuali e cittadini. Trovate tutte le informazioni su questa piazza nella nostra pagina dedicata al Rossio.