Il Barrio Gotico di Barcellona

ll Barrio Gotico di Barcellona. Una guida dettagliata a strade, piazze, palazzi e chiese del quartiere più bello di Barcellona.

Il Barrio Gotico di Barcellona
Il Barrio Gotico di Barcellona

Si arriva al Quartiere Gotico dalla Rambla, dal lato destro se si va dal Porto verso Piazza de Catalunya. Abbandonata l’agitazione del viale alberato, si entra nei vicoli e le atmosfere diventano più rarefatte, soprattutto di sera, quando cala il sole e si accendono le luci gialle di case e strade. Si entra così in uno dei luoghi imperdibili di Barcellona, una delle 10 cose da vedere anche se si resta in città solo poche ore. Il nome deriva dalla presenza al suo interno di splendidi monumenti gotici, anche se sono ben visibili le tracce dell’antica città romana e dall’insieme degli edifici medievali che qui si conservano come importanti testimoni del glorioso passato. Quartiere dall’indiscutibile storia che, per il suo splendido labirinto di stradine deve essere visitato esclusivamente a piedi, il Barrio Gotico occupa la zona che era precedentemente di un antico villaggio romano fortificato. 

Vicoli, piazze, chiese e palazzi in un'atmosfera senza tempo

Entrando dalla Rambla di Sant Josep per la Carrer de Portaferrissa si arriva direttamente a Placa Nova con la vecchia porta d’ingresso al villaggio romano. Da qui inizia l’esplorazione del Barrio Gotico. Si può scegliere di seguire un itinerario o perdersi nelle stradine. Davanti c’è la Cattedrale e a destra il Carrer del Bisbe, con il magnifico Ponte del Vescovo che la rende una delle strade più belle e fotografate di Barcellona. Se girovagate prima o poi vi capiterà di incontrare il centro del quartiere: Plaza del Rei, da cui si accede al Palau Reial Major ed alla Cappella Reale. Questo spazio è definito come “la più nobile unità urbana della Barcellona vecchia“. Vicino alla piazzetta si trova il Museu d’Història della Ciutat. Altro luogo fondamentale del Barrio Gotico è la Cattedrale gotica, meraviglioso capolavoro ed icona di tutta la città. Ma è tutto l’insieme delle viuzze di questa zona ad offrire una vasta scelta di storia e di arte. La Plaza de Sant Jaume, situata nel centro del quartiere è la zona dove si trovano la Casa della CiutatAjuntament (ovvero il Comune) ed il Palau della Generalitat. Ma il Barrio Gotico non è un solo un museo sotto al cielo; è anche un luogo vivo, dove i barcellonesi abitano e dove ci sono antiquari, librerie, ristoranti e negozi. Superata la Via Laietana vi aspettano la chiesa di Santa Maria del Mar e il Museo Picasso. Ma qui siamo già fuori dal Barrio Gotico, nel Quartiere della Ribera.

Placa Nova nel Barrio Gotico
Placa Nova nel Barrio Gotico

La Cattedrale di Barcellona

La cattedrale che si erge maestosa nel Barrio Gotico è il simbolo del quartiere ed è una struttura risalente al XIV secolo. Le parti più antiche sono la porta di Sant Iu e la facciata principale, completata nel 1890; ma meritano un’attenta visita anche l’altare principale, il campanile e il chiostro del XV secolo, la cripta di Santa Eulàlia (una delle due patrone di Barcellona) e la porta della Pietat che dà accesso al chiostro. Si deve sapere che l’edificio gotico è situato dove prima c’era una basilica paleocristiana, distrutta nell’anno 958 e della quale oggi, resta solo il battistero.

Per saperne di più, leggi la pagina dedicata alla Cattedrale di Barcellona.

La Cattedrale di Barcellona
La Cattedrale di Barcellona

Placa del Rei

Nella Plaza Del Rei, cuore del Barrio Gotico sono da visitare il magnifico insieme monumentale del Palau Reial Major, con le sale delle Voltes Romàniques, il Salò del Tinell, la Cappella di Santa Ágata e la Torre di Rei Martí, ed il Palau del Lloctinent, accanto al Museu d’Història della Ciutat.

Placa del Rei e Palazzo Reale
Placa del Rei e Palazzo Reale

Ajuntament - Il Municipio

La Casa della Ciutat, antica sede del Consell di Cent, è un susseguirsi di meravigliosi stili: dalla prima Sala dels Cent Jurats del 1373, fino alla facciata della piazza di Sant Jaume, di stile neoclassicista. La porta è limitata da due statue rappresentanti Jaime I ed il consigliere Joan Fiveller, mentre dell’interno dell’edificio si sottolineano due saloni: il Salò di Cròniques, decorato da Josep Maria Sert e il Salò di Cent. Invece al pianterreno, nella Sala di Les Quatre Estacions c’è l’Ufficio Informazioni del Turismo di Barcellona.

Il Salone dei Cento nel Municipio di Barcellona
Il Salone dei Cento nel Municipio di Barcellona

Palau della Generalitat

È la sede della Generalitat di Catalunya, il Governo Autonomo della Catalogna. Edificio più volte ristrutturato che contiene diversi elementi gotici, gotici fiammeggianti, rinascimentali e barocchi, come la sua facciata che è rinascimentale. Meritano sicuramente molta attenzione il Pati dels Tarongers (Patio degli Aranci), la Sala Daurada, il Consistori Major e il Salò di Sant Jordi in cui una visita è d’obbligo.

Direzione: Pl. di Sant Jaume, s/n, entrata per la strada Sant Sever
Tel: 934 024 600
Orario di visite guidate gratuite: seconda e quarta domenica di ogni mese, dalle 10:30 alle 13:30. Visite guidate ogni 20 minuti in catalano, castigliano, francese o inglese.

Museu D'història De La Ciutat

La visita al museo della storia della città è una delle tappe obbligate di Barcellona e la meta ideale per tutti gli amanti dell’arte che si trovano nel Barrio Gotico. Il percorso inizia nel sottosuolo archeologico della città e mostra la Barcellona romana e medievale con i resti della prima muraglia, quelli delle strade e delle officine artigianali.
Il museo vi offre inoltre, la possibilità di assistere ad un incredibile spettacolo multimediale che vi permetterà di scoprire la storia della città in una forma nuova, molto divertente ed emozionante.

Indirizzo: Pl. del Rei
Telefono: 933 151 111
Orario delle visite: dal 1 Giugno al 30 settembre dal martedì al sabato dalle 10 alle 20. Domenica e festivi dalle 10 alle 15h. Il resto dell’anno, dal martedì al sabato dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20. Domenica e festivi dalle 10 alle 15.
Trasporti: Metro: Pl. Catalunya, L1 e L3; Liceu (L3); Urquinaona e Jaume I, L4. Bus: 16, 17, 19, 40 i 45. Autobus Turistico: Rotta sud (blava)
Servizi: Esposizioni temporanee, visite guidate combinate, negozio, visite notturne.

Museu Frederic Marès

Realizzato nel 1946 grazie ai fondi della collezione dello scultore Frederic Marès (1893-1991). La parte dedicata alla scultura ispanica riunisce al suo interno la collezione più notevole di tutta la Spagna, con opere dall’epoca pre-romana fino a quelle del XX secolo. Invece il Museu Sentimental Gabinete del Coleccionista raccoglie gli oggetti che illustrano la vita quotidiana di Barcellona, dal XV al XX secolo.

Direzione: Pza. Sant Iu, 5-6
Telefono: 933 105 800
Orari delle visite: Dal martedì al sabato dalle 10 alle 19. Domenica e festivi dalle 11 alle 20.
Prezzo: Adulti 4,20 euro
Entrata gratuita: prima domenica del mese e tutti i mercoledì pomeriggio.
Trasporti: Metro – Jaume I, L4. Autobus – 17, 19, 40, 45. Autobus Turistico – rotta sud
Servizi: Negozio, Visite guidate, Bar-ristorante, Biblioteca.

Museu Diocesà Di Barcellona

Nel suggestivo museo diocesano di Barcellona, situato anch’esso all’interno del Quartiere Gotico, accanto alla cattedrale, sono conservate pitture, sculture, oggetti di oreficeria, ceramiche e alcuni tipi di vestiario religioso della Catalogna, dell’epoca romana e del Medioevo.

Telefono: 933 152 213
Orario: dal martedì al sabato dalle 10 alle 14 e dalle 17 alle 20. Domenica dalle 11 alle 14.
Prezzo: 3 euro. Per i minori fino a 7 anni entrata gratuita
Trasporti: Metro – Jaume I (L1), Liceu (L3) Urquinaona, L1 e L4. Autobus – 17, 19, 40, 45. Autobus Turistico – rotta sud
Servizi: Visite guidate