Praga

Praga-Il Vicolo d'Oro-Foto di flydime

10 cose da fare e vedere a Praga

Praga è un incantesimo, una "Città Magica" posata al centro dell'Europa. Tutta la storia di Praga può essere raccontata attraverso le leggende: il nome stesso (Praha) "soglia" ricorda la fondazione della città voluta dalla principessa Libuše, una donna saggia e di grande bellezza ai cui sono attribuiti misteriosi poteri magici. La soglia era quella di una casa in costruzione, dove oggi sorge il Castello.

Cosi inizia la storia magica di Praga, con leggende gradi e piccole, tra cui la più famosa è quella del Rabbino Loew e del suo Golem, mostro terribile di argilla creato per difendere gli ebrei di Praga dalle persecuzioni. Poi c'è la leggenda delle statue del Ponte Carlo e dei Bambini di Kampa, ma daremmo di Praga solo un'impressione esoterica e parziale.

Oltre a questi racconti leggendari e magici (per chi ci crede), Praga offre motivi ben più solidi per visitarla: è una capitale accogliente, sicura, conservata bene, con una monumenti ricchi di storia e bellezza, avvenimenti culturali e una vita nottura che non conosce sosta. I prezzi degli hotel di Praga sono ancora accessibili, così come il costo della vita. Per questo vi invitiamo ad organizzare il vostro viaggio con la nostra guida e scoprire le 10 cose da vedere assolutamente durante un week end o una vacanza a Praga. Se invece state cercando un hotel a Praga, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 400 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com

Praga-Il Castello visto dalla Moldava-Foto di Liber

Il Castello di Praga

Chi ha letto (anche poco) Kafka, riconoscerà nel Castello l'inquietante presenza di quasi tutti i romanzi del grande scrittore di Praga. Da sempre simbolo di potere, il complesso del Castello troneggia su Praga minaccioso e inaccessibile. Lunghe strade ripide, tra cui la splendida e faticosa Vie Nerudova, conducono alla scoperta di questo luogo in cui da secoli si confondono storia e leggenda, sacro e profano. La Cattedrale di San Vito, simbolo della religiosità ceca, convive con il Vicolo D'Oro, dove gli alchimisti voluti da Rodolfo II cercavano l'elisir di lunga vita e la formula magica per trasformare i metalli in oro.

Quando: dal 1 aprile 31 ottobre dalle 5 del mattino fino a mezzanotte. La visita ai giardini è gratuita.
Quanto: 350 corone, circa 12 euro.
Come: Tram 22 e poi a piedi oppure la Via Nerudova
Praga- Mala Strana-Foto di Jennifer Dickert

Malà Strana

Malà Strana in ceco significa "Parte Piccola" ed è il nome con cui dal trecento si identifica questa parte di Praga rispetto a Nove Mesto, la Città Nuova. Distrutta nel 1541 da un grande incendio, fu ricostruita da artisti e architetti italiani, che le diedero l'attuale aspetto barocco e rinascimentale. Ancora intatta, Mala Strana è un piccolo gioiello con piazzette, splendidi palazzi e angoli romantici. La Chiesa di San Nicola (a Praga ce ne sono due) divide Mala Strana in due e su tutto il quartiere troneggia la sagoma imponente del Castello, a cui si arriva con splendide (e ripide) salite panoramiche.
Praga-La Città Vecchia-Foto di Londo Mollari

La Città Vecchia di Praga

Dopo Mala Strana, l'altro grande quartiere storico di Praga è Stare Mesto, che in ceco significa Città Vecchia. Il centro del quartiere è la Piazza della Città Vecchia, da sempre luogo degli avvenimenti più importanti di Praga: dalle incoronazioni dei sovrani alle esecuzioni dei condannati. Questa storia travagliata si ritrova soprattutto nella sovrapposizione di stili architettonici che si inseguono nella piazza, anche se l'aspetto è sempre equilibrato. Oggi l'attrazione principale è l'orologio astronomico del Municipio che ogni ora dà "vita" alle statuette dei personaggi religiosi e civili che si muovono e inseguono in un antico rituale, anche se il vero monumento da non perdere sono le guglie gotiche della Chiesa di Týn.
Praga-La Cattedrale di San Vito-Foto di Francesco Gasparetti

La Cattedrale di San Vito a Praga

Tra le mura del Castello di Praga si erge questa splendida cattedrale gotica, una delle più grandi d'Europa: è lunga 124 metri, larga 60 e alta 33 metri. Chi arriva al Castello dopo aver visitato Mala Strana, la prima cosa che noterà è il contrasto tra il barocco del quartiere basso e le tipiche guglie appuntite della Cattedrale. L'interno è splendido ed uniforme, nonostante la costruzione si sia susseguita per sei secoli. Da visitare la Cappella di San Venceslao, la cripta sotterranea con i sepolcri dei re boemi e il tesoro con i gioielli per l'incoronazione dei sovrani.

Quando: da marzo a ottobre, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 17. Domenica dalle 12 alle 17. Da novembre a febbraio dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 16. Domenica dalle 12 alle 16.
Quanto: biglietto cumulativo per tutti i monumenti del Castello. 350 corone, circa 12 euro.
Praga-Il Cimitero nel Ghetto ebraico-Foto di Enrico Viceconte

Lo josefov, il ghetto ebraico di Praga

Le tombe disordinate del cimitero ebraico sono forse lo spettacolo più emozionante di tutta Praga. Raccontano la storia dello Josefov, il ghetto ebraico di Praga, a pochi passi dalla Piazza della Città Vecchia, in cui gli ebrei della città hanno vissuto dal 900 al 1708. Costretti a vivere in pochi chilometri quadrati, gli ebrei hanno imparato a sfruttare ogni minimo spazio, creando una specie di labirinto in cui case private, negozi e laboratori si confondevano. Qui sono vissuti il rabbino Low e il suo leggendario Golem, Franz Kafka e 77.279 ebrei cechi e moldavi massacrati dai nazisti. Non perdete il ghetto ebraico, anche se avete poco tempo per visitare Praga.
Praga-La Casa Danzante-Foto di Omar Bárcena

La Casa Danzante di Praga

Una delle cose da vedere assolutamente durante una visita a Praga è la Casa danzante, uno straordinario edifico dedicato alla grande coppia del ballo formata da Ginger Rogers e Fred Astaire. Fred e Ginger, infatti, è uno dei nomi che sono stati dati a questo palazzo sulla riva della Moldava costruito dal 1992 al 1996. Progettato e realizzato dall'architetto F.O Gerhy (lo stesso del Museo Guggenheim di Bilbao) è formato da due palazzi che sembrano una coppia di danzatori. Uno dei palazzi si protende verso l'altro, che immobile aspetta l'abbraccio dell'altro. All'ultimo piano c'è un ristorante francese da cui si gode una splendida vista sulla Moldava. Oltre all'architettura, quello che colpisce è la perfetta integrazione di questo modernissimo edificio con i palazzi circostanti, quasi tutti dell'ottocento.
Etichetta del liquore Becherovka-Foto di Becherovka

Cosa mangiare a Praga

I lunghi giri a piedi per visitare Praga sono una buona scusa per giustificare a se stessi le calorie dei piatti tipici praghesi. Non riuscirete a lungo a resistere al richiamo di ristoranti (Restaurace), osterie (hostinec) e birrerie (pivnice) che costellano i percorsi turistici del centro storico. Da provare la carne di maiale ( veprove) servita arrosto (veprova vecene) e accompagnata da gnocchi di pasta lievitata (knedliky) patate (brambory) o crauti (kysele zeli). Il dolce più diffuso, in vendita ad ogni angolo, è la crepe (palacinky) con marmellata (džem), cioccolato o fragole (jahody). Il colpo finale di solito arriva con un bicchierino di slivovice, (liquore alle prugne) o di Becherovka, un amaro d'erbe.
Praga-Serata al Lucerna-Foto di PaulvanDijk

Uscire la sera a Praga

Nel centro di Praga, in poche centinaia di metri, si concentra una straordinaria offerta di pub, ristoranti, e alcune delle discoteche più grandi e belle d'Europa. Se nella zona di Mala Strana prevale un'atmosfera più intima e rilassata, nella zona di Ponte Carlo e nella Citta Vecchia si tira a fare tardi nelle discoteche e nei club. Di solito si fa il giro delle 4 discoteche più importanti: il Duplex, a Piazza Venceslao; la Karlovy Lázne, la più grande discoteca dell'Europa centrale, a due passi dal Ponte Carlo; il Klub Lávkam in Piazza della Città Vecchia e il Lucerna Music Bar, frequentato prevalentemente da giovani di Praga. Queste sono quelle più famose, ma per strada noterete un'offerta di divertimento di ogni tipo, tra cui alcuni ottimi jazz club e qualche trappolona per turisti, compresi diversi club erotici.
Praga-Marionette in vetrina

Cosa comprare a Praga

Se siete in cerca di un tipico souvenir ceco, Praga è il posto migliore dove trovarlo. Il regalo più costoso che si possa fare è sicuramente il cristallo di Boemia, che ha una tradizione secolare ed un costo adeguato alla reputazione. Ce ne sono di tutte le forme e colori, da quelli che riproducono le cristallerie dell'epoca di Rodolfo IV a forme molto più moderne. Molto più accessibili le marionette e i giocattoli in legno artiigianali, che fanno bella mostra soprattutto nei negozi di Mala Strana e nel Vicolo d'Oro nel Castello. Tra i prodotti alimentari, ci sono i Spa Wafer, qualche buona birra artigianale (una grande tradizione ceca). Il regalo per eccellenza, però, è una bottiglia di Becherovka o di slivovice, liquori d'erbe e di prugna con cui si chiude ogni pranzo o cena a Praga e in tutta la Repubblica Ceca.
Praga-Hotel

Dove dormire a Praga

Praga ha un'ottima offerta di Hotel, appartamenti, B&B ed ostelli, con prezzi ancora abbastanza bassi rispetto alla media delle altri capitali europeee. La zona migliore in cui dormire a Praga è quella chiamata Zona 1 che comprende tutta la parte centrale della città: Mala Strana, la zona del Castello e la Città Vecchia. Qui gli hotel costano un pò di più delle zone periferiche ma hanno il vantaggio di essere sicuri, tranquilli e riducono al minimo l'uso di mezzi pubblici. Con qualche euro in più a notte eviterete di dovervi spostare verso la periferia. I costi per un hotel 3 stelle a Praga vanno da 35 a 120 euro per notte. Molto accessibili gli ostelli e le camere condivise, ma c'è da fare qualche rinuncia sulla privacy. Se state cercando un hotel a Praga, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 400 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com