Il Borgo di Bagno Vignoni

Visitare Bagno Vignoni, il borgo in provincia di Siena con la piazza d'acqua: storia, monumenti e attrazioni di questo meraviglioso paese toscano.

Bagno Vignoni
Bagno Vignoni

Bagno Vignoni è un piccolo e straordinario borgo nel cuore della Val d’Orcia, tra le verdi colline di SienaQuesto luogo deve la sua fama alla piazza d’acqua alimentata da una sorgente. L’acqua che sgorga dalla fonte a 1000 metri di profondità, risale in superficie e viene raccolta nella piazza del paese. La temperatura dell’acqua, fissa a 52° gradi, crea straordinari effetti scenografici soprattutto d’inverno, quando entra in contatto con l’aria fredda. E poi tutto intorno, case in pietra, balconi fioriti, piazzette, botteghe di artisti e artigiani, creano uno straordinario insieme architettonico che rende Bagno Vignoni uno dei borghi più belli del mondo

Dalla fonte ai mulini, l'acqua scorre nel paese

L’acqua che della piazza viene incanalata in viottoli che percorrono l’intera città. Fiumiciattoli di acqua fumante disegnano sinuosi sentieri nei quali è possibile immergere mani e piedi per provare sulla propria pelle l’inebriante giovamento dell’acqua termale. Nonostante la zona dei ruscelletti sia molto frequentata, si riesce sempre a trovare un posto dove sedersi. I ruscelletti concludono la loro strada sulla rupe su cui è poggiata Bagno Vignoni, cascando verso la parte bassa della città e finendo in un’altra vasca, all’interno della quale è possibile fare il bagno. In passato, questo naturale dislivello della zona, veniva sfruttato per attivare i mulini presenti nella zona.

Bagno Vignoni di notte
Bagno Vignoni di notte

Il ritiro preferito di Lorenzo il Magnifico e Santa Caterina da Siena

L’antica storia delle terme di Bagno Vignoni è testimoniata dagli illustri ospiti che l’hanno amata. Prima di tutti, Lorenzo de Medici, detto “Il Magnifico”, uomo di grande cultura umanistica e abilità politica, che gli permise di governare Firenze accrescendo sempre più il prestigio e la forza della sua città. Era solito ritirarsi alle terme di Bagno Vignoni per curarsi e studiare, abbracciato dalle verdi colline che tanto amava.

Un’altra illustre personalità del passato amava ritirarsi alle terme di Bagno Vignoni. Si tratta di Santa Caterina da Siena che, molto spesso, si recava in questi posti per raccogliersi in preghiera solitaria. Il loggiato costruito sulla vasca fu dedicato proprio a lei, come testimonianza del legame della Santa con questo luogo.

Il loggiato di Santa Caterina a Bagno Vignoni
Il loggiato di Santa Caterina a Bagno Vignoni

La visita ai mulini con vista sulle colline toscane

Per il paese si susseguono negozi di artigianato, ristoranti con piatti tipici (cinghiale, pappardelle, salumi, vini senesi) e case in cui, strano a crederci, abitano ancora persone del luogo e non turisti.

Ruscelli e vasche termali a Bagno Vignoni
Ruscelli e vasche termali a Bagno Vignoni

Gli antichi mulini alimentati dalle acque termali sono stati restaurati ed ora è possibile visitarli per scoprirne il funzionamento e l’importanza che hanno avuto per tutta la Val d’Orcia. Essendo circondata dal verde, l’intera area di Bagno Vignoni gode di un panorama bellissimo e rilassante. Così, mentre il benefico flusso termale, che aiuta anche la circolazione, vi dà una piacevole sensazione, potrete far scivolare lo sguardo sulla dolcezza delle verdi colline toscane e, per dirla con le parole di Lorenzo il Magnifico:“Chi vuol esser lieto, sia”, perché del domani non c’è certezza.

Se state cercando un hotel a Bagno Vignoni, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono 11 hotel a Bagno Vignoni con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com