Madrid

Madrid-La Gran Via-Foto di Felipe Gabaldon

10 cose da fare e vedere a Madrid

Ad di là dei luoghi comuni, Madrid è realmente la città della Movida, un modo di vivere in cui il giorno e la notte si sostituiscono senza annullarsi. Ma la Movida madrilena non ha solo un valore di puro divertimento: i madrileni amano fare tardi, stare per strada, bere e mangiare insieme agli altri. Escono dall'ufficio e si danno appuntamento da qualche parte. Alcuni finiscono la movida e se ne tornano direttamente in ufficio. Non a caso con la movida sono nate anche alcune espressioni come Madrid me mata (Madrid mi uccide) e Madrid nunca duerme (Madrid non dorme mai). Qui la vita continua come se lo scorrere del tempo avesse un valore completamente diverso dal resto del mondo. Ma non è solo una capitale bar, chiacchiere e ore piccole. C'è una Madrid che mette d'accordo tutti: gli amanti dell'arte che qui trovano tre grandi musei, Prado, Reina Sofia e Thyssen, e chi i musei non sa neanche a cosa servono e passa le giornate nel quartiere di Chueca. Per chi crede che non si debba per forza rinunciare a una di queste anime di Madrid, ecco le 10 cose da vedere e fare assolutamente durante una visita a Madrid. Ovviamente 10 cose per una capitale come Madrid sono un po' poche, quindi abbiamo preparato una lista con altre 10 cose da non perdere a Madrid.

Se invece state cercando un hotel a Madrid, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com

Madrid-Museo Prado-Reservas de Coches

Museo Prado di Madrid

Il Prado è uno dei musei più importanti del mondo, e vale la pena dedicare un buon numero di ore per visitarlo. Da Caravaggio a Goya, da Raffaello a Velasquez, il Prado raccoglie la storia dell'arte europea degli ultimi cinque secoli. Per poterlo visitare con comodo, è meglio andare al Prado nei giorni feriali, troverete meno gente. Se avete con voi molte borse, rischiate di attendere un bel po' prima di poter entrare: le cassette per il deposito non sono moltissime. Il Prado ha un efficiente ambulatorio nell'edificio de los Jerónimos: garanzia per chi rischia la "Sindrome di Stendhal". Vi consigliamo anche 10 opere da non perdere assolutamente al Prado.

Quando: mar - dom e festivi ore 9:00 - 20:00. Il 24 e il 31 dicembre, il 6 gennaio ore 9:00 - 14:00.
Mai: il lunedì, il 25 dicembre, il 1 gennaio, venerdì santo e il 1 maggio.
Quanto: intero 6 €, ridotto 3 €, gratis mar - sab ore 18:00 - 20:00 e ogni domenica ore 17:00 - 20:00.
Come: metropolitana linea 2 fermata Banco de Espana o linea 1 fermata Atocha. Bus: 9, 10, 14, 19, 27, 34, 37, 45.
Museo Reina Sofia-Madrid

Museo Reina Sofia di Madrid

Il Reina Sofia è il museo di Madrid che raccoglie le opere d'arte dal novecento ai giorni nostri. La costruzione che lo ospita, nacque come ospedale e come tale è stato utilizzato fino al 1986 quando fu aperto il Centro d'Arte Reina Sofia. Nel museo viene dato particolare risalto ai pittori spagnoli come Dalì, Mirò e Picasso. Non siate superficiali: non limitatevi a cercare di vedere Guernica sulle teste dei cento turisti che sono arrivati prima di voi. Fate un giro per il museo, che di opere bellissime ne ha davvero tante, e ripassate davanti al Guernica verso l'ora di chiusura. Solo allora potrete veramente gustarvi il capolavoro del Maestro. Comunque, ecco secondo noi, le 10 opere da non perdere al Reina Sofia di Madrid.

Quando: lun - sab ore 10:00 - 21:00, domenica ore 10:00 - 14:30.
Mai: il martedì, il 24, il 25 e il 31 dicembre, il 1 e il 6 gennaio, il 1 maggio e il 9 novmbre.
Quanto: intero 6 €, ridotto 3 €, gratis il sabato ore 14:30 - 21:00 e domenica ore 10:00 - 14:30.
Come: metropolitana linea 1 fermata Atocha
Museo Thyssen-Bornemisza - Madrid

Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid

I quadri del Museo sono della collezione privata del magnate tedesco dell'acciaio, Thyssen-Bornemisza, diventato ricchissimo durante la seconda guerra mondiale. Il Barone Hans Thyssen-Bornemisza rimise insieme l'immensa collezione del padre Heinrich, divisa tra gli eredi alla sua morte. Il Barone riacquistò le opere dai suoi parenti, prima puntando sulle opere dell'impressionismo tedesco, poi sui dipinti degli avanguardisti russi, fino a ricostruirla quasi interamente, arricchendola con le prime opere astratte. Dal 1992 il museo Thyssen-Bornemisza, che annovera tra gli altri Van Eyck, Caravaggio, Van Gogh, Gauguin e Hopper, è pronto a deliziare gli occhi dei turisti. Ecco le 10 opere da vedere assolutamente al Thyssen di Madrid.

Quando: mar - dom ore 10:00 - 19:00
Mai: il lunedì, il 25 dicembre, il 1 gennaio e il 1 maggio
Quanto: intero 6 €, ridotto 4 €
Come: metropolitana linea 1 fermata Atocha o linea 2 fermata Banco de Espana. Bus: 1,2,5, 9, 10, 14, 15, 20, 27, 34, 37, 45
Gli squisiti sapori della capitale spagnola

Cosa mangiare a Madrid

Su una cosa potete star certi: a Madrid non soffrirete mai la fame! Tapas, tortillas e paellas sono soltanto alcune delle tipiche pietanze che si possono gustare nei caratteristici locali della capitale spagnola. Ogni momento della giornata sembra essere quello giusto per uno spuntino a base di "jamon y queso" (prosciutto e formaggio), ovviamente accompagnato da una "cerveza" bella fresca. La cucina spagnola riesce ad accontentare tutti i gusti, combinando sapori deliziosi. Tenete presente che a Madrid si mangia più tardi rispetto ad altri paesi europei: colazione alle 9, pranzo tra le 14 e le 15, cena tra le 21 e le 22. Un consiglio: se proprio non potete fare a meno del caffè, chiedetelo rigorosamente "espresso" per non trovarvi difronte ad una brodaglia nera dal sapore indefinito.
Madrid-Palazzo Reale

Palazzo Reale di Madrid

Se sperate di vedere i Reali di Spagna dietro le vetrate del Palazzo Reale di Madrid, rimarrete abbastanza delusi, a meno che voi non capitiate da quelle parti in occasione di importanti cerimonie ufficiali. Ma in tal caso, il Palazzo non è aperto alle visite, quindi la delusione sarebbe la stessa. Se è vero, come è vero che i Reali di Spagna sono molto simpatici, va anche detto che non sono sicuramente la principale attrazione del Palazzo Reale di Madrid. Ci sono ben altre cosette da guardare in questa struttura immensa e imponente, che fu costruita sui resti dell'Alcazar.

Quando: in inverno lun - sab ore 9:30 - 17:00, domenica e festivi ore 9:00 - 14:00. In estate lun - sab ore 9:00 - 18:00, domenica e festivi ore 9:00 - 15:00
Mai: 1 e 6 gennaio, 1 e 15 maggio, 12 ottobre, 9 novembre, 24, 25 e 31 dicembre
Quanto: 8 euro senza la Madrid Card
Come: metropolitana linea 2 o 5 fermata Ópera. Bus 3, 25, 39 e 148
Il Parque del Buen Retiro, nel cuore di Madrid

El Parque del Buen Retiro di Madrid

Il polmone verde di Madrid è il luogo ideale per fare lunghe passeggiate e godersi le prime giornate di primavera. Al centro del parco, capeggia il monumento dedicato al Re Alfonso XII, sotto il quale tutte le domeniche, percussionisti di tutto il mondo si danno appuntamento per suonare ritmi coinvolgenti ai quali è impossibile resistere. Per i più romantici, è possibile noleggiare una piccola barca a remi, e fare un giro sul laghetto artificiale del Parque del Buen Retiro. Nelle giornate di sole, il Parco diventa luogo d'incontro per saltimbanchi, giocolieri e musicisti che colorano l'antico parco di Madrid con la tipica vitalità spagnola.

Quando: da novembre a marzo ore 7:00 - 23:00, in estate ore 6:00 - 23:00.
Come: metropolitana linea 2 fermata Retiro. Bus: 1, 2, 9, 15, 19, 20, 28, 51, 52, 74 e 146
Il quartiere di Chueca

Chueca di Madrid

Il barrio di Chueca non è soltanto il quartiere gay, ma è il luogo da dove Madrid e la sua gente hanno rialzato la testa dopo i quasi quarant'anni di dittatura franchista. Il merito della rinascita è tutto della comunità GLBT (gay, lesbica, bisessuale, trans-gender), che negli anni ottanta si è trasferita a Chueca, diventato covo di spacciatori e tossici, e lo ha trasformato in un carnevale permanente, un luogo di controcultura, dove il movimento e la libertà, sono diventati capi saldi dello stile di vita da contrapporre all'immobilismo della dittatura. Qui è nata la Movida spagnola: qui è risorta Madrid.

Quando: praticamente sempre! Il quartiere è movimentato sia di giorno che di notte
Come: metropolitana linea 5 fermata Chueca
Il mercato del Rastro

Cosa comprare a Madrid

Evitate di tornare a casa con un banale ricordino acquistato nei negozi di souvenir che trovate in qualunque città del mondo. Se davvero volete portare con voi un pezzo di Spagna, Madrid offre una serie di luoghi davvero imperdibili per i vostri acquisti, in cui potrete trovare l'essenza della capitale spagnola. Non limitatevi a fare spese nei negozi per turisti, ma inoltratevi nei luoghi dove la stessa gente di Madrid va a fare i suoi acquisti. Mercati, negozi esclusivi, bancarelle di rigattieri e bettole specializzate in oggettistica rock: Madrid ne ha davvero per tutti i gusti e, soprattutto, per tutti i portafogli!
Madrid non si annoia mai, soprattutto la sera

Madrid quando è sera

La movida madrilena inizia con il calare del sole, quando aprono bar, locali e trattorie. La popolazione si riversa nelle strade di Madrid, portandosi dietro un'irresistibile voglia di muoversi, ridere e ballare fino alle prime luci del mattino. Ogni zona della città ha i suoi appuntamenti imperdibili per chi ha voglia di vedere come si trasforma la città di notte. Il ritmo si scatena senza sosta negli alternativi quartieri di Malasana, Chueca e Lavapies, ma anche nelle zone centrali di Puerta del Sol e Plaza Major. Non aver partecipato almeno una sera alla movida spagnola, è come non esser mai stati a Madrid.
Madrid-Dove dormire-Foto di Jami Dwyer

Dove dormire a Madrid

Trovare un posto in cui dormire a Madrid è abbastanza facile, considerata la grande quantità di alberghi, pensioni, ostelli e fitta-camere che ci sono in città. Ce n'è davvero per tutti i gusti, dall'albergo extra lusso, al B&B che vi farà sentire a casa per la gentilezza dei titolari. Una precisazione: ricordate che in spagnolo, con il termine "hostal" non si indicano gli "ostelli", ma strutture paragonabili alle pensioni italiane, in cui si può dormire e fare colazione. Per prenotare un hotel a Madrid, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com