Palazzo Colonna a Roma

Palazzo Colonna è uno dei più belli, grandi e antichi palazzi privati di Roma. Da 23 generazioni i membri della Famiglia Colonna vivono queste stanze piene di capolavori.

Palazzo Colonna a Roma
Palazzo Colonna a Roma

Palazzo Colonna è uno dei più belli, grandi e antichi palazzi privati di Roma. Da 23 generazioni, cioè dal ‘500 ad oggi, i membri della Famiglia Colonna hanno vissuto in queste stanze. Di pari passo si è evoluta la costruzione delle varie ali del palazzo, che per questo porta i segni di una mescolanza di stili architettonici che riflettono le diverse epoche di appartenenza.

La Galleria Colonna, capolavoro del Palazzo

L’edificazione della Galleria Colonna iniziò nel 1650 per volere del suo fondatore, il cardinale Girolamo I Colonna, e proseguì dal 1666 in poi sotto la guida del nipote Gran Connestabile Lorenzo Onofrio, per accogliere la pregevole raccolta d’arte della famiglia. L’antica e prestigiosa genealogia del nobile casato viene omaggiata in questa Galleria da una ricca parata di ritratti di famiglia. La Galleria aveva la funzione di essere essa stessa una vera e propria opera d’arte, nella quale dovevano essere compresi i preziosi capolavori di scultura e pittura affiancati e valorizzati dalla presenza di eleganti elementi di arredo, riflessi negli sfolgoranti e onnipresenti marmi antichi. Nella grandiosa cornice barocca è posta la bellissima collezione storica della famiglia che conta alcuni veri e propri capolavori dei più importanti maestri dal Quattrocento al Settecento, fra cui Carracci, Bronzino, Salviati, Lorenzo Monaco, Tintoretto, Guercino, Pietro da Cortona, Girolamo Muziano e tanti altri ancora.

L'Appartamento della Principessa Isabelle

Degli antichi e lussuosi ambienti di Palazzo Colonna si conserva ancora immutata, in tutta la sua bellezza, l’ala quattrocentesca che includeva il vecchio palazzo appartenuto al papa Martino V, parzialmente ristrutturato alla fine del XV secolo dal cardinale Riario prima e in seguito dal cardinale Giuliano della Rovere. A questa epoca appartengono gli affreschi realizzati dal Pinturicchio che abbelliscono la volta della Sala della fontana. Nel Seicento vi fu un periodo molto florido che vide coinvolti fianco a fianco i più importanti artisti dell’epoca, grazie alle disposizioni del mecenate Lorenzo Onofrio Colonna.

Nella seconda metà del secolo prese inizio l’ampia decorazione delle sale ad opera di Crescenzo Onofri, Gaspard Dughet, Giacinto Gimignani, Cavalier Tempesta e Carlo Cesi. Nell’appartamento è conservata la pregiata quadreria di maestri nordici, tra cui spiccano le splendide opere di piccolo formato su rame di Jan Brueghel il Vecchio, la considerevole raccolta di vedute del pittore Gaspard Van Wittel e la serie di tempere, dall’immutata freschezza, di Gaspard Dughet. L’appartamento prende il nome della principessa Isabelle Sursock Colonna, moglie del principe Marcantonio Colonna, che vi dimorò fino alla fine degli anni Ottanta del 1900 ed alla cui memoria è stato dedicato per desiderio dei nipoti.

Via della Pilotta, non distante da Via del Corso.

Prendere la metropolitana linea A fermata Spagna e poi a piedi.

Ogni sabato mattina 9-13.15

12 €