Le Sinagoghe del Ghetto ebraico di Praga

Le Sinagoghe del Ghetto e il museo che racconta la tragica storia dei bambini di Terezin

Le Sinagoghe del Ghetto a Praga

Il tour delle sinagoghe del Quartiere ebraico di Praga è una tappa obbligata per chi vuole scoprire la storia millenaria dell’ex-ghetto e visitare alcuni dei luoghi religiosi più belli d’Europa. L’ingresso è a pagamento con un unico biglietto che vale 7 giorni: più informazioni alla fine dell’articolo. Le sinagoghe che descriviamo seguono il percorso che si compie entrando nel quartiere dalla Chiesa di San Nicola in Piazza della Città Vecchia. Si susseguono nell’ordine: Maiselova, Pinkas, Vecchionuova, Klausova, la Sala Cerimoniale e la Sinagoga Spagnola. In questo articolo ci occupiamo delle tre più importanti: Pinkas, Vecchionuova e Spagnola.

Scopri le 10 cose da fare e vedere a Praga

La Sinagoga Pinkas

Superata la Sinagoga Maiselova, oggi museo, la prima Sinagoga che si incontra è la Pinkas. L’edificio lo fece costruire nel 1535 Aaron Meshullam Horowitz ma dalla fine della Seconda Guerra Mondiale la sinagoga Pinkas è principalmente un museo-memoriale dedicato agli Ebrei Boemi e Moravi, vittime delle persecuzioni naziste. Furono 80.000 quelli trucidati nei campi di sterminio i cui nomi sono stati scritti tutti a mano lungo le pareti del museo.

La Sinagoga Pinkas a Praga
La Sinagoga Pinkas a Praga

Il Museo dei Bambini di Terezin

Al primo piano della sinagoga Pinkas si visita l’esposizione dei Disegni dei bambini di Terezín 1942–44. Terezin è una località a circa 80 km da Praga dove i nazisti deportarono gran parte degli ebrei cechi e moravi. Secondo la propagando hitleriana, Terezin doveva rappresentare il campo di prigionia perfetto, dove gli ebrei venivano trattati con rispetto. In realtà era solo un campo di passaggio prima di avviarli allo sterminio nei forni crematori.

Dei circa 150.000 prigionieri ebrei passati per Terezin, 15.000 erano bambini che seguirono i loro genitori nell’orrendo destino voluto da Hitler. Erano così tanti che Terezin è stato soprannominato il “Campo dei Bambini”. E ne sopravvissero solo 242.

Nell’esposizione della Sinagoga sono visibili i disegni originali (circa 4000) che i bambini fecero durante il loro soggiorno a Terezin. Per fini propagandistici nel campo le attività creative furono in parte tollerate.

La comunità ebraica di Terezin si assicurò che tutti i bambini deportati potessero continuare il loro percorso educativo e l’insegnante d’arte Friedl Dicker-Brandeis creò una classe di disegno da cui provengono i 4.000 disegni del Museo della Sinagoga. Il professore nascose i disegni in due valigie che non vennero trovate dai nazisti e ricomparvero solo 10 anni dopo. Sono la testimonianza dell’orrore e il ricordo che anche dove l’uomo è ridotto a poco più di una bestia, l’arte rappresenta sempre una speranza, anche se inutile.

Il Cimitero ebraico

Dalla Sinagoga Pinkas si accede direttamente al Cimitero ebraico di Praga.

La Sinagoga Vecchionuova

Non fatevi ingannare dal nome, perché la Sinagoga Vecchianuova di Praga (Staronovà Sinagoga) ha più di 800 anni ed ha questo nome solo perché fu la seconda in ordine di tempo ad essere costruita. La prima sinagoga di Praga venne distrutta nel 1867 e sostituita dalla Sinagoga spagnola, in stile moresco.

La Sinagoga Vecchionuova
La Sinagoga Vecchionuova

Nei secoli la Sinagoga Vecchianuova ha svolto sia funzioni religiose che civili, fu costruita tra il 1279 e il 1275 in uno stile a metà tra il romanico e il gotico. Secondo la leggenda è stata costruita con le pietre provenienti dal Tempio di Salomone e quando tornerà il tempo di ricostruire il Tempio, la sinagoga sarà distrutta e le pietre riportate a Gerusalemme. Ma non è questa l’unica leggenda legata a questa sinagoga: gli angeli l’avrebbero salvata dal fuoco molte volte e nella soffitta vi sarebbero i resti del Golem creato dal grande rabbino Loew.

Interno della Sinagoga Vecchionuova
Interno della Sinagoga Vecchionuova

La sinagoga Vecchionuova è il più antico esempio di Sinagoga a due navate più in basso rispetto al livello stradale, come segno di umiltà. All’interno sono visibili il pulpito centrale, l’araca santa che conserva i rotoli della Torah e la lampada perpetua.

La Sinagoga spagnola

La prima sinagoga di Praga venne distrutta nel 1867 e sostituita dalla Sinagoga spagnola, in stile moresco. Questa è la più nuova ma anche la più scenografica e spettacolare tra le sinagoghe europee. Prende il nome proprio dal suo stile ispirato all’Alhambra di Granada.

La Sinagoga Spagnola di Praga
La Sinagoga Spagnola di Praga

La Sinagoga ospita testimonianze sugli ebrei cechi, le illustri personalità di religione ebraica di Austria e Ungheria (Freud, Kafka, Mahler) e il tesoro in argento degli ebrei di Boemia e Moravia.

Orari di apertura e costo dei biglietti

Orari di apertura: le sinagoghe e il cimitero sono aperte tutti i giorni dalle 9 alle 18, escluso il sabato.
Costo del biglietto: alle sinagoghe e al Cimitero si accede solo con un biglietto unico del costo di 500 corone, 20 euro. Il biglietto è valido per 7 giorni. C’è anche un biglietto da 350 corone me non include la Sinagoga Vecchionuova.