10 cose da fare e vedere a Zurigo

Le 10 cose da fare e vedere assolutamente durante una vacanza o un week-end a Zurigo.

È facile innamorarsi di Zurigo: tutto è perfetto, proprio come ci si aspetta in una cittadina svizzera. Il centro storico si stende ai lati del fiume Limmat che poi sfocia nel famoso lago. Piazzette, vicoli, balconi fioriti, silenzio e atmosfera rilassata catapultano chi visita la città in un altro tempo, così distante dalla frenesia di certe città italiane. Ma non pensate che Zurigo sia noiosa: di giorno è una città che pensa agli affari ma di sera rivela il suo volto festaiolo con discoteche alla moda e cocktail bar. Lungo il centro storico che si gira tranquillamente a piedi si incontrano i monumenti più importanti: le due chiese Grossmunster e Fraumunster che si guardano l’uno di fronte all’altra divise solo da un ponte.

Per chi cerca lo shopping c’è la Bahnhofstrasse con i suoi negozi ricchi e alla moda, mentre locali alternativi e botteghe artigiane bisogna andarle a cercare a Zurigo-West. Se si sale fino al quartiere di Lindenhof si raggiunge un’oasi di pace in una città già molto vivibile: da lassù si ammira una vista magnifica sui tetti di Zurigo. Ovviamente, non può mancare un giro sul lago che si ammira comodamente anche dalla Sechselautenplatz, la piazza più grande di Zurigo. Insomma, c’è di che passare un bellissimo week end, anche per provare la sostanziosa cucina locale! In questa pagina vi consigliamo le 10 cose da fare e vedere assolutamente a Zurigo durante un week end o una vacanza. 

Se state cercando un hotel a Zurigo vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Altstadt - Il centro storico di Zurigo

1

Il centro storico di Zurigo è adagiato ai lati del Limmat, il fiume che taglia la città e sfocia nel lago. È fatto di vicoli, palazzi antichi, botteghe di antiquari e piazze colorate. La sua atmosfera è talmente suggestiva tanto da aver affascinato personaggi come Einstein, Joice e Wagner.

L'Altstadt di Zurigo
L’Altstadt di Zurigo

Di giorno è una passeggiata molto piacevole di un paio d’ore, mentre di sera rivela il suo volto giovane e festaiolo che non ha niente da invidiare a capitali come Londra o Berlino, con cocktail bar, discoteche e ristoranti all’aperto. La passeggiata può iniziare dalla Bahnhofstrasse, e proseguire lungo Augustinergasse, alla  scoperta della Augiustinerkirche, chiesa gotica del XIII secolo, visitando poi la chiesa di San Pietro, la parrocchia medievale più antica della città. Sulla torre di questa chiesa c’è l’orologio con il quadrante più grande d’Europa.

Poco lontano si trova Niederdorf, un’isola perdonale nel centro storico, dalle pavimentazioni lastricate e le tante botteghe di artigiani e antiquari, in cui ogni angolo è quello giusto per fare una bella foto. Poco più avanti, ai piedi di Lindenhof, sul fiume c’è lo Schipfe, il quartiere più antico della città, che in origine era il punto in cui attraccavano i mercanti con oro e sete. Oggi è un quartiere di botteghe artigiane e un posto molto romantico per attardarsi lungo il fiume.

La Chiesa di Grossmünster

2Duomo antico della città, con la Fraumünster, sulla sponda opposta del fiume Limmat, Grossmünster. Fu eretta nel 1100 ed è uno dei simboli religiosi di Zurigo e l’antico duomo della città. Secondo la leggenda, la chiesa sorge sul luogo in cui furono ritrovati, da Carlo Magno, i resti dei martiri cristiani Felix e Regula, oggi santi protettori della città. Questo imponente edifico gotico è importante anche dal punto di vista storico, perché proprio qui, nel 1500, partì la Riforma Protestante svizzero – tedesca. Oggi, questa bella chiesa romanica, con le sue maestose torri, svetta su tutto il centro storico di Zurigo.

La chiesa di Grossmunster a Zurigo
La chiesa di Grossmunster a Zurigo

Le torri sono state ricostruite in stile neogotico – barocco dopo un crollo nel ‘700 e una delle due, la Karlsturm, offre un belvedere panoramico sulla città con ingresso a pagamento, ma al momento è chiusa. Gli interni, come in tutte le chiese protestanti, sono scarni, severi, quasi spogli rispetto alle ricchezze delle chiese italiane, ma molto suggestivi e slanciati verso l’alto. Sul coro spiccano le vetrate colorate realizzate dal pittore svizzero Augusto Giacometti nel 1933, mentre dall’artista tedesco Sigmar Polke nel 2009 sono state ultimate le 12 vetrate della navata. Di queste, 7 sono in agata, e 5 di vetro colorato, e illustrano i personaggi dell’Antico Testamento. La visita a Grossmünster comprende anche la cripta romanica e il chiostro esterno. Nel chiostro, le porte di bronzo realizzate da Otto Munch nel 1935 e nel 1950 permettono di accedere al Museo della Riforma.

Orari di apertura e costo del biglietto di Grossmünster

Indirizzo: Grossmünsterplatz, 8001 Zurigo
Orari di apertura: dal lunedì al sabato 10-18 da marzo a ottobre, 10-17 da novembre a febbraio. Di domenica è aperta dopo la messa delle 12. La torre al momento è chiusa. Il Museo della Riforma è aperto tutto l’anno.
Costo del biglietto: gratuito

Chiesa di Fraumünster

3

Eretta nell’853, la chiesa di Fraumünster prende il nome dal convento femminile che sorgeva qui: ospitava le donne della nobiltà tedesca ed era talmente importante da battere la propria moneta fino alla Riforma, quando tutte le proprietà e il monastero furono riconsegnati al consiglio cittadino.

Oggi questa chiesa gotico-romanica affacciata sul fiume è inconfondibile grazie al suo campanile dalla guglia verde che si staglia nel cielo ed è una delle più visitate, per le meravigliose vetrate di Chagall. L’affluenza è tale che dal 2016 l’ingresso è a pagamento.

Chiesa di Fraumünster
Chiesa di Fraumünster

Varcando la soglia si resta stupiti dal coro romanico a 20 metri di altezza, e dalla luce variopinta data dalle vetrate. Quella sul transetto, Il Paradiso Celeste, è stata realizzata da Augusto Giacometti nel 1945 e raffigura Dio con i quattro Evangelisti e gli otto Profeti.  Le 5 vetrate sul coro e il rosone sono invece opera del pittore russo Marc Chagall. Ciascuna finestra ha un colore: quella blu e quella verde simboleggiano la terra, quella gialla e quella rossa simboleggiano il Paradiso. Con le sue 5.793 canne, l’organo di questa chiesa è il più grande del cantone di Zurigo. Nella torre meridionale si può inoltre visitare la cappella Mariana.

Orari di apertura e costo del biglietto di Fraumünster

Indirizzo: Stadthausquai 19, 8001 Zurigo
Orari di apertura: dal lunedì al sabato 10-18 da marzo a ottobre, 10-17 da novembre a febbraio. Di domenica è aperta dopo la messa delle 12.
Costo del biglietto: l’ingresso costa 5€. Gratis per studenti e ragazzi fino a 16 anni. L’ingresso comprende l’audioguida con la storia della chiesa e delle vetrate e una brochure.

Il Lago di Zurigo

4

Il lago di Zurigo fa da cornice alla città, e si estende per 40 km nel cuore della Svizzera. Questo specchio d’acqua di origine morenica è protagonista tutto l’anno. Ci si può rilassare ad ammirare il panorama sulle panche del lungolago, magari dopo aver preso a un chiosco una raclette: formaggio fuso sul pane, oppure scegliere uno dei tour della compagnia di navigazione della città, la ZSG (Zurichsee Schiffahrtgesellschaft).

Il Lago di Zurigo
Il Lago di Zurigo

I tour vanno da un mimo di un’ora e mezza circa a 4 ore e c’è tanta scelta, dai battelli a vapore a quelli a tema, con cena e intrattenimento a bordo.

Non si direbbe, eppure Zurigo è una delle città con la densità più alta di stabilimenti balneari. Qui ci sono almeno 20 piscine all’aperto e 30 stabilimenti, badi come li chiamano gli zurighesi, di cui molti con prati e zone libere in estate. Di questi, alcuni sono riservati solo agli uomini o solo alle donne. Il più antico risale al 1837. E sempre qui, a 30 minuti di auto da Zurigo e 45 di autobus, si trova anche l’Alpamare, il parco acquatico al coperto più grande in Europa.

Gli amanti del cioccolato non possono perdere una visita alla fabbrica di cioccolato della Lindt & Sprungli: si trova a Kilchberg e si raggiunge due volte al giorno con il traghetto da Zurigo. Il lago si attraversa anche in treno, e in estate si possono noleggiare barche e pedalò, e c’è la possibilità di fare tanti sport acquatici. In inverno ci sono le piste di pattinaggio: non conviene pattinare direttamente sul lago, anche se ghiacciato: l’ultima volta che è strato interamente ricoperto di ghiaccio risale al 1863.

Sechselautenplatz

5

Affacciata sul lago, Sechselautenplatz è la piazza più grande di Zurigo. 16.000 mq di quarzite, su cui si aprono fontane, giochi d’acqua con musica e LED, alberi e un piccolo museo che ospita i reperti delle palafitte scoperte qui durante gli scavi per realizzare un parcheggio nel 2009. Questi reperti, insieme ai quelli dei villaggi palafitticoli di tutto l’arco alpino, fanno parte dell’Unesco.

Sechselautenplatz a Zurigo
Sechselautenplatz a Zurigo

La piazza è famosa perché ogni anno in aprile, per celebrare l’arrivo della primavera, si dà fuoco ad un grande pupazzo di neve (finto). La piazza è anche la sede degli spettacoli dello storico circo Knie.

Su questa piazza si trovano alcuni dei palazzi più belli della città, come quello del Teatro dell’Opera, in stile Liberty. La piazza è ornata da alberi di tulipani e querce rosse, e disseminata di sedie: sono disponibili per chiunque voglia sedersi o rilassarsi. In estate ospita il Festival del cinema di Zurigo e durate le feste, una grande pista di pattinaggio e almeno 100 tra botteghe e chioschi per il Mercatino di Natale.

Lindenhof

6

Lindenhof è un quartiere collinare che si raggiunge a piedi dal centro di Zurigo, perfetto sia per una sosta ad ammirare il panorama che per leggere un buon libro, passeggiare, rilassarsi sotto i tigli (Linde in tedesco), oppure per giocare a scacchi.

Questa zona è molto importante anche dal punti di vista storico perché sorge sui resti di un castello romano.

Lindenhof
Lindenhof

Infatti, qui c’era l’accampamento romano da cui, nel 15 a.C., nacque Turicum, l’odierna Zurigo. Inoltre, sempre qui, nel 1798, ci fu il giuramento della costituzione elvetica. Oggi Lindenhof è parco pubblico, un’oasi verde, e un punto privilegiato per guardare dall’alto il centro storico: le guglie delle sue chiese, ma anche il corso del fiume Limmat e la catena montuosa all’orizzonte che cinge la città.

Bahnhofstrasse

7

Il paradiso dell’oro e dei diamanti, com’è nota Bahnhofstrasse, è una lunga via pedonale che ricalca l’antico fossato che fino al 1864, con le mura, proteggeva la città. Oggi, questa strada attraversa il centro dalla stazione fino al Lago di Zurigo ed è tra le vie commerciali più care del mondo, non soltanto per il costo al metro quadro, ma anche per i prezzi della vendita al dettaglio.

Bahnhofstrasse
Bahnhofstrasse

Qui si possono trovare i negozi più esclusivi del mondo, tra gioielli, abiti, tecnologia, boutique e centri commerciali. Ma non solo: in questi 1,4 km si affacciano alcuni dei palazzi ottocenteschi più belli di Zurigo, i caffè e i ristoranti, e in inverno l’aria profuma di cioccolata calda e vin brûlé per i suggestivi mercatini di Natale. Cuore della Bahnhofstrasse è Paradeplatz. Qui ci sono le sedi delle banche più importanti della Svizzera e una famosa cioccolateria perfetta per una pausa. Lungo la via, poi, si può raggiungere a piedi il cuore storico di Zurigo prendendo uno dei vicoli e delle strade che portano al fiume. Tra queste, Augustinergasse permette di ammirare dei bellissimi bow window, bovindi, le finestre a semicerchio sporgenti: sono spostate rispetto all’ingresso della casa, per dare modo agli abitanti di sbirciare gli arrivi sulla strada, e di non aprire ad eventuali ospiti indesiderati.

Zurich-West

8

Zurich-West è il quartiere moderno ed eclettico di Zurigo. Si tratta di una ex zona industriale, in cui dal 1894 i cantieri dove si costruivano le navi e gli spazi urbani sono stati completamente rinnovati. Ad esempio, le 36 volte del viadotto ferroviario che attraversa questa zona ospitano gallerie d’arte, ristoranti, negozi di design, boutique e un mercato al coperto in cui, ogni sabato dalle 9 alle 20, si acquista direttamente da artigiani e contadini.

Si trovano negozi monomarca, abbigliamento vintage, locali etnici, e tanta arte. Questo quartiere si può visitare in un paio d’ore e tra le cose da non perdere c’è la Prime Tower, un grattacielo alto 126 metri, con 36 piani composti da due triangoli di vetro luccicante, che sembrano cambiare colore e forma a seconda del punto di osservazione. La Prime Tower ospita uffici, locali commerciali e un ristorante panoramico, e fino a pochi anni fa era il grattacielo più alto della Svizzera. È stato poi sorpassato dalla Roche Tower di Basilea.

Zurich-West
Zurich-West

Il Freitag è invece un intelligente esempio di riciclo edilizio, perché è un edifico costruito completamente con container in disuso. Si tratta della sede di un’azienda molto celebre perché realizza accessori e borse riciclando i teloni dei camion. Si può visitare il suo terrazzo panoramico, e godersi il panorama sulla città con i binocoli.

Come arrivare a Zurich- West: il quartiere si raggiunge dalla stazione centrale di Zurigo con il treno, il tram o l’autobus, Le corse sono molto frequenti.

Landesmuseum Zürich - Museo Nazionale Svizzero

9

Il Museo Nazionale di Zurigo si trova nei pressi della stazione centrale e ospita la raccolta più ricca della storia culturale di questo Paese. L’edificio risale al 1892, ed è stato restaurato di recente: ha l’aspetto di un castello medievale, con corti interne. Merita una visita non soltanto per le 14 sezioni, ma soprattutto perché è un museo interattivo, ricco di contenuti digitali e di pannelli multimediali. Le collezioni si snodano su 4 piani e comprendono anche un ristorante e un bistrot oltre a 860.000 reperti, dalla Preistoria ai Romani, passando dal Medioevo fino all’arte moderna.

Landesmuseum Zürich - Museo Nazionale Svizzero
Landesmuseum Zürich – Museo Nazionale Svizzero

Archeologia, metalli preziosi, pittura e scultura, numismatica e molto altro, in una ricostruzione molto dettagliata della storia e della cultura della Svizzera dal Neolitico in poi. In particolare, la sezione dedicata alle monete è la più grande d’Europa. Tra le cose da non perdere, gli utensili e i gioielli della sezione archeologica, la mostra sulla storia della Svizzera e una raccolta di carri, slitte e veicoli storici. Le ricostruzioni comprendono una capanna sulle palafitte e la riproduzione della battaglia di Murat nel 1406, in cui ci fu lo scontro tra la confederazione elvetica e i francesi della Borgogna.

Orari di apertura e costo del biglietto del Museo Nazionale Svizzero

Indirizzo: Museumstrasse 2, 8001 Zurigo
Orari di apertura: Da martedì a domenica 10 – 17
Costo del biglietto: Adulti CHF 10, ridotto per studenti e over 65 CHF 8, bambini fino a 16 anni gratis

Che cosa mangiare a Zurigo

10

Dai ristoranti gourmet al cibo da strada, a Zurigo si possono assaggiare molte specialità davvero deliziose. I piatti tipici di Zurigo sono saporiti e sostanziosi e risentono dell’influenza tedesca. Carne, formaggio e patate sono i protagonisti delle tavole, ma Zurigo è rinomata anche per la pasticceria e ovviamente per il cioccolato. Si inizia dalla colazione, che otre alle marmellate fatte in casa, ai salumi e ai formaggi, comprende anche il Birchermuesli.

Cosa mangiare a Zurigo
Cosa mangiare a Zurigo

Ideato da un medico di Zurigo, è a base di fiocchi d’avena, mele, noci, nocciole o mandorle e si addolcisce con miele artigianale. La carne, in particolare quella di vitello, è molto buona, basti pensare che la razza Simmenthal è autoctona. Questa carne dà vita al piatto tradizionale di Zurigo, il Züri Gschnätzlets, uno spezzatino con salsa alla panna accompagnato da rösti, piccole frittatine croccanti di patate tipiche della cucina tedesca. La carne si assapora anche cruda, in tartare condita con spezie e rosso d’uovo, oppure essiccata. La versione zurighese del wurstel, il wurst, è immancabile e qui si mangia alla griglia con salsa di cipolle.  Un delizioso piatto unico da provare nella stagione fredda è älplermagronen: pasta, patate, formaggio, condito con cipolle caramellate e spesso anche salsa di mele. Non si può fare a meno poi di provare la vera fonduta di formaggio, che si serve in tegami di terracotta con pezzetti di pane da intingere, accompagnati da cipolle e cetrioli sottaceto.

Tra i dolci, i Luxemburgerli sono macarons originari di Zurigo, piccoli e friabili, e il Tirggel, un biscotto al miele con coriandolo, anice e zenzero. A fine pasto merita un assaggio il Turicum gin. Tra i vini, ottimi Riesling tra i bianchi e il Pinot nero tra i rossi.

Hotel a Zurigo

Se state cercando un hotel a Zurigo vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.