10 cose da fare e vedere a Basilea

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a Basilea.

Basilea
Basilea

La città svizzera di Basilea è una meta imperdibile per chi desidera visitare un luogo in cui si fondono alla perfezione antico e moderno, il fascino del passato medievale e l’energia dello slancio verso il futuro. Situata al confine con Francia e Germania, Basilea è una città dalle origini antichissime che risalgono a 2000 anni fa. Basti pensare che la data della sua fondazione è il 44 a.C., quando il generale Lucio Munazio Planco creò la più antica colonia romana sul Reno con l’insediamento dell’Augusta Raurica, oggi un importante sito archeologico a 20 km da Basilea.
Passeggiare tra le strade e le viuzze del suo centro storico (la Grossbasel) significa viaggiare tra diverse epoche, ammirando le monumentali porte medievali, i resti dell’antica cinta muraria, le opere di arte romanica e gotica come la magnifica Cattedrale, gli eleganti edifici rinascimentali come il Palazzo del Parlamento, fino alle incredibili opere di architetti moderni di fama mondiale. Sul panorama urbano di Basilea svetta, infatti, la Torre Roche, l’edificio più alto della Svizzera e sede del noto gruppo farmaceutico, ma vi si trova anche il Campus Vitra, sede del Vitra Design Museum, dove archistar del calibro di Frank O. Gehry e Zaha Hadid hanno costruito degli avveniristici edifici diventati dei veri emblemi della città.
Basilea è oggi considerata la capitale culturale della Svizzera, data la presenza di più di 40 musei e perché è qui che si tiene ogni anno Art Basel, una delle più importanti fiere di arte moderna e contemporanea al mondo. Ma Basilea è anche la capitale della musica, essendo una delle poche città al mondo ad avere due orchestre di fama mondiale e dove si trova il più grande teatro a tre sezioni della Svizzera, dedicate a danza, opera e teatro.
Il vero protagonista della città di Basilea è il Reno, il fiume che la divide in due parti (l’antica e la “piccola” Basilea, Grossbasel e Kleinbasel) e che è in grado di renderla romantica e suggestiva al tramonto, quando la si osserva dall’antichissimo ponte Mittlere Brücke, ma anche bizzarramente “estiva” quando, durante la bella stagione, i suoi abitanti passeggiano sulle sue sponde, si stendono a prendere il sole e si fermano anche a fare il bagno! È proprio sul Reno, inoltre, che si può vivere una delle esperienze più sorprendenti di Basilea, salendo a bordo di una delle quattro imbarcazioni “sospese” per raggiungere una parte o l’altra della città.

In questa pagina vi invitiamo a scoprire le 10 cose da fare e vedere assolutamente a Basilea durante un week end o una vacanza. 

Se state cercando un hotel a Basilea vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 200 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

La Cattedrale di Basilea e la Pfalz

1La Cattedrale di Basilea, in tedesco Basler Münster, è il simbolo della città, caratterizzata da due torri con alti pinnacoli in stile gotico che spiccano su tutto il panorama cittadino. Il più importante luogo di culto di Basilea fu costruito in pieno Medioevo, tra il 1019 e il 1500, e sorge sull’antica cattedrale romanica distrutta dal terremoto del 1356.

La Cattedrale di Basilea e la Pfalz
La Cattedrale di Basilea e la Pfalz

La sua storia architettonica è molto movimentata in quanto è stata riedificata, nel corso dei secoli, in stile romanico, gotico e neogotico. Il suo aspetto attuale è caratterizzato da imponenti muri in pietra arenaria rossa e da un vivace rivestimento con tegole colorate. Antica sede vescovile, la Münster di Basilea è situata in una suggestiva posizione sulla sponda sinistra del Reno.
L’aspetto più interessante della Cattedrale di Basilea, oltre al suo splendido chiostro, è l’antico portale di Sangallo (il galluspforte), situato sul transetto nord e realizzato nel 1180. Considerato un’importante testimonianza di scultura romanica, vi sono raffigurati il Giudizio Universale e Cristo in trono affiancato dai Santi Pietro e Paolo. L’interno della chiesa, invece, ospita la cripta che custodisce le spoglie di Erasmo da Rotterdam.
Da non perdere la vista dalla Pfalz, la terrazza sopraelevata sul Reno che si trova sul retro della Cattedrale e sui cui è stato costruito il coro. Il termine Pfalz deriva da Palatium (palazzo) in riferimento alla presenza dell’antico Palazzo Vescovile. Da questa terrazza panoramica potrete godervi una suggestiva vista sul Reno e sugli splendidi ponti, ma anche ammirare la Kleinbasel, la “piccola Basilea” situata sulla riva destra del fiume, i Vosgi e la fitta Foresta Nera.
La piazza che circonda la cattedrale, la Münsterplatz, è una delle più belle d’Europa, oggi importante luogo di incontro, adibito all’allestimento di eventi e manifestazioni cittadine.

Informazioni per la visita

Indirizzo
Münsterplatz, Piazza della Cattedrale nella Grossbasel (centro storico)
Come arrivare
A piedi
Orari di apertura
Da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 17:00
Sabato dalle 10:00 alle 16:00
Domenica dalle 11:30 alle 17:00
Chiusa il 24 dicembre e il 1 gennaio
Quanto
Ingresso libero

La Marktplatz e il Palazzo del Municipio a Basilea

2Oltre ad essere caratterizzato dalla Cattedrale, il centro storico di Basilea si contraddistingue anche dalla presenza della vivace Marktplatz, la piazza del mercato.

La Piazza del Mercato di Basilea con il Municipio
La Piazza del Mercato di Basilea con il Municipio

È qui che si concentra la vita quotidiana cittadina grazie, soprattutto, alla presenza del mercato che si tiene nei giorni feriali e dove si possono trovare le specialità gastronomiche della tradizione svizzera, come formaggi, salumi, carni, funghi, miele, frutta e verdura.
A dominare la Marktplatz c’è il pittoresco e monumentale Palazzo del Municipio di Basilea (il Rathaus), sede del governo di Basilea e del Parlamento, che colpisce soprattutto per la sua facciata in rosso vivace, tutta decorata con trompe l’oeil architettonici dipinti dal pittore tedesco Hans Bock nel 1609. Questo edificio ha un ruolo molto importante per gli abitanti di Basilea, in quanto fu fatto costruire tra il 1504 e il 1514 dalla Corporazione degli Artigiani per dimostrare la loro indipendenza dal potere vescovile. Sui merli, infatti, furono collocati gli stemmi dei 12 cantoni che, insieme a Basilea, formavano la Confederazione.
All’interno del Municipio si possono visitare le splendide sale del Consiglio, il portico, la torre e il cortile interno, dove si trova la statua di Munazio Planco, il fondatore della prima colonia romana sul territorio di Basilea.
Indirizzo
Marktplatz, Piazza del Mercato nella Grossbasel (centro storico)
Come arrivare
A piedi
Orari di apertura
Mercato:
Da martedì a giovedì, dalle 7:00 alle 14:00
Venerdì e sabato dalle 7:00 alle 18:00
Palazzo del Municipio:
Da lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 12:0013:30 alle 17:00
Costo del biglietto
Ingresso libero

La porta di Spalen a Basilea

3Passeggiando per il centro storico di Basilea facilmente vi imbatterete in una delle più imponenti e maestose porte della città: la porta medievale Spalentor, una delle tre torri che dal Quattrocento fecero parte delle mura che circondavano la città.

la La porta medievale Spalentor
la La porta medievale Spalentor

La prima cinta muraria di Basilea fu eretta nel XII secolo e fu poi ampliata nel corso dei secoli successivi. Per consentire l’espansione della città, le mura furono completamente distrutte nel XIX secolo, lasciando intatte soltanto tre torri, tre degli ingressi all’antica città di Basilea.
La Porta di Spalen, edificata nel corso del 1400, è senza alcun dubbio la porta più caratteristica, composta da una massiccia torre quadrata a cui sono accostate due torrette rotonde. Questa porta è anche riccamente decorata con maioliche colorate che rivestono il tetto a spioventi della torre principale, e con statue e rilievi raffiguranti tre consoli del XV secolo, una Madonna e due profeti. La funzione della porta di Spalen era quella di garantire l’ingresso a Basilea di molte merci provenienti dall’Alsazia. Ad oggi è considerata anche una delle più belle porte della Svizzera.
Le altre due porte presenti ancora in città sono la St. Alban-Tor, dove si possono ancora notare gli enormi pali utilizzati per sbarrare l’ingresso alla città in caso di pericolo, e la St. Johanns-Tor, la Porta di San Giovanni, che dal 1356 integrò il borgo di San Giovanni nel contesto urbano.
Indirizzo
Spalenvorstadt, Grossbasel (centro storico)
Come arrivare
A piedi

Il Mittlere Brücke a Basilea

4Volete abbracciare con un solo sguardo i due volti della città? Preparatevi ad attraversare il Mittlere Brücke, il più caratteristico ponte della città di Basilea da dove si può godere di un suggestivo scorcio sul Reno.

Il Mittlere Brücke a Basilea
Il Mittlere Brücke a Basilea

Il Mittlere Brücke (il Ponte di Mezzo) non è un ponte qualsiasi. Si tratta del più antico ponte sul Reno, inaugurato nel lontano 1226 su volere del Vescovo-principe Heinrich von Thun per facilitare il traffico locale. Nel XIV secolo, con lo sviluppo internazionale della strada alpina del Passo del Gottardo, il ponte si trasformò in un passaggio fondamentale sul Reno per il commercio su grande scala.
Insieme alla Cattedrale di Basilea, il ponte Mittlere Brücke rappresenta un importante simbolo della città, caratterizzato dalla sua massiccia struttura medievale in granito estratto dal San Gottardo, le sue imponenti arcate, le bandiere che costellano il suo passaggio e la piccola cappella Käppelijoch (è una copia realizzata nel 1905), dove si eseguivano nel medioevo le sentenze di morte. Inoltre è dal Mittlere Brücke che partono e arrivano le imbarcazioni del Reno. Dal porticciolo della Schifflände si possono prendere traghetti per raggiungere la Piccola Basilea e le sue attrazioni.
Indirizzo
Mittlere Brücke
Come arrivare
A piedi

I quattro traghetti sospesi sul Reno

5Basilea non avrebbe il fascino di Basilea senza il Reno. Il legame che unisce la città svizzera al celebre corso d’acqua che la attraversa si esprime quotidianamente attraverso quattro speciali imbarcazioni che trasportano continuamente residenti e visitatori da una parte all’altra di Basilea.

I traghetti sospesi sul Reno
I traghetti sospesi sul Reno

Attraversare il Reno su questi quattro traghetti speciali è un’esperienza unica. Il motivo? Si tratta di imbarcazioni senza motore, in grado di spostarsi sull’acqua solo grazie a una fune d’acciaio, ricoperta di bandierine e collegata a una corda orizzontale tesa tra le due sponde, e la forza motrice della corrente del fiume.
Il viaggio dalla Grossbasel alla Kleinbasel a bordo di questi quattro traghetti dai nomi tutti particolari (“Wilde Maa”, “Leu”, “Vogel Gryff” e “Ueli”) è piacevolmente silenzioso e rilassante, tanto da farvi sembrare che il tempo si sia fermato. Per chiamare il traghettatore, il Fährimaa, dovrete suonare il campanello sul pontile, una tradizione che vi farà sentire dei veri locali!
Indirizzi
Traghetto “Wilde Maa”: dal quartiere St. Alban
Traghetto “Leu”: dalla Münster (Cattedrale)
Traghetto “Vogel Gryff”: da Klingental
Traghetto “Ueli”: dal quartiere St. Johann
Come arrivare
A piedi
Orari di apertura
Ogni traghetto ha i suoi orari.
In linea di massima la prima partenza è al mattino intorno alle 7:00 o alle 9:00, l’ultima alle 18:00 o alle 19:00. Durante eventi speciali l’ultima partenza è intorno alle 23:00 o alle 24:00. Durante la stagione invernale gli orari sono ridotti.
Costo del biglietto
Adulti: 1,60 CHF (circa 1,35 euro)
Ragazzi: 0,80 CHF (circa 0,67 euro)

La fontana di Tinguely e il Museo Tinguely a Basilea

6L’artista svizzero Jean Tinguely, uno degli scultori più importanti del Novecento, creò nel 1977 un monumento stravagante per la città di Basilea. Si tratta della celebre Fontana di Tinguely, un bacino d’acqua animato da nove sculture cinetiche in metallo di ispirazione surrealista.

La fontana di Tinguely
La fontana di Tinguely

Ognuna di esse richiama una personalità artistica, come il mimo, il ballerino, il cantante, pronti a intrattenere il pubblico con le loro esibizioni e le acrobazie dei loro ingranaggi fantastici.
La Fontana di Tinguely, un’opera scultorea e architettonica unica nel suo genere, si trova nella vivace piazza del Teatro di Basilea e sorge proprio dove un tempo si trovava il palcoscenico del vecchio teatro cittadino, adesso ricreato da questa insolita e imperdibile creazione moderna.
Le sculture cinetiche immerse nel bacino d’acqua della fontana si muovono incessantemente, trasmettendo allegria e spensieratezza a chi le osserva e creando un vero e proprio luogo di aggregazione attorno ad esse, dove spesso residenti, lavoratori e turisti si fermano per una pausa pranzo. La Fontana di Tinguely è un’attrazione piacevole in estate, quando rinfresca l’aria e i passanti con i suoi spruzzi d’acqua, mentre diventa suggestiva e poetica in inverno, quando le basse temperature svizzere la trasformano in un’incantevole scultura di ghiaccio.
L’importanza artistica dello scultore svizzero Tinguely è riconosciuta nella città di Basilea anche dalla presenza del Museo Tinguely che espone la più grande collezione mondiale delle sue opere. Situato in una suggestiva posizione sulla sponda destra del Reno (nella Kleinbasel), questo museo è stato progettato e realizzato dall’architetto ticinese Mario Botta e fu inaugurato nel 1966.
Visitare il Museo Tinguely significa scoprire l’intera attività artistica di Tinguely, dai suoi esordi negli anni ’50 con opere astratte e rilevi motorizzati, fino a giungere alle sue celebri sculture cinetiche, macchine gigantesche semoventi fantasiose e surrealiste. All’interno del museo sono custodite anche opere di artisti a lui contemporanei e ai quali si ispirava, come Duchamp, Schwitters, Klein e altre personalità all’avanguardia del XX secolo.

Informazioni per la visita

Fontana Tinguely
Indirizzo
Theaterstrasse, Grossbasel (Centro storico di Basilea)
Come arrivare
A piedi o con autobus linee 31, 36, 38 fino a Tinguely-Museum

Museo Tinguely
Indirizzo
Paul Sacher-Anlage 2, Kleinbasel (Piccola Basilea)
Come arrivare
A piedi o con autobus linee 31, 36, 38 fino a Tinguely-Museum
Orari di apertura
Da Martedì a Domenica dale 11:00 alle 18:00
Chiuso il Lunedì
Costo del biglietto
Adulti: 18 CHF (circa 15 euro)
Studenti, disabili: 12 CHF (circa 10 euro)
Gruppi (più di 12 persone): 12 CHF (circa 10 euro)
Bambini under 16: gratis

Il Quartiere di St. Alban a Basilea

7Il quartiere di St. Alban è il quartiere più pittoresco di Basilea. Situato sulla riva sinistra del Reno, a poca distanza dal centro storico della Grossbasel, St. Alban Tal è considerato la “piccola Venezia” di Basilea, in quanto è attraversato da un piccolo canale che rende alcuni scorci molto romantici e suggestivi.

Il Quartiere di St. Alban a Basilea
Il Quartiere di St. Alban a Basilea

Una tappa in questo caratteristico quartiere è molto consigliata perché qui il volto della città cambia e vi sentirete immersi nel vero passato medievale di Basilea, tra casette a graticcio, botteghe artigianali e piccoli ponti in legno.
A rendere l’atmosfera ancora più incantevole e affascinante il Mulino di Gallician, un mulino medievale ad acqua perfettamente funzionante che è sede di un imperdibile Museo della Carta. Si tratta di una vera e propria fabbrica della carta dove sono esposti oggetti tradizionali appartenenti al mondo della carta, della stampa e della scrittura, e dove si possono scoprire le tecniche della stampa artigianale. La Cartiera di Basilea è una delle poche realtà in Europa dove i visitatori possono fabbricare carta e stampare in base alle tecniche di lavorazione tradizionali.
Nel quartiere di St. Alban c’è anche la St. Alban Tor, la Porta di Sant’Alban, che nel Quattrocento faceva parte delle antiche mura cittadine. Alcune tracce della recinzione muraria medievale sono ancora visibili in alcuni punti di questo interessante quartiere.
Indirizzo
Quartiere St. Alban
Come arrivare
A piedi
Orari di apertura
Da Martedì a Domenica dalle 11:00 alle 17:00; Sabato dalle 13:00 alle 17:00
Chiuso il Lunedì
Costo del biglietto
Adulti: 15 CHF (circa 13 euro)
Studenti e over 16: 13 CHF (circa 11 euro)
Under 16: 9 CHF (circa 8 euro)
Bambini under 4: gratis

Kunstmuseum Basel, il Museo d’Arte di Basilea

8Il Kunstmuseum Basel è il Museo d’arte di Basilea, un luogo che ospita una collezione artistica di ogni epoca, considerata la più importante della Svizzera e scelta nel 2013 dal Times come la quinta migliore al mondo.
Situato nella Grossbasel, a pochi passi dalla Cattedrale, il Kunstmuseum è composto da tre edifici.

Kunstmuseum Basel, il Museo d’Arte di Basilea
Kunstmuseum Basel, il Museo d’Arte di Basilea

La sede storica (la Hauptbau), costruita nel 1936, ospita una collezione molto vasta, comprendente capolavori del Medioevo e del Rinascimento tedesco, opere d’arte fiamminga e olandese, capolavori del Barocco, ma anche le opere dei maestri dell’Impressionismo come Manet, Monet, Cézanne, Gauguin, Van Gogh. L’edificio nuovo del Kunstmuseum (il Neubau) ospita, invece, capolavori del XX secolo, come quelli di Picasso, Braque, Gris, Munch, Klee, Giacometti, Chagall, Mirò, Warhol e tanti altri. Questi due edifici sono collegati tra loro da un tunnel sotterraneo.
Una terza sezione distaccata, costruita nel 2016, è dedicata all’arte contemporanea dal 1960 al 1990 e prende il nome di Museum für Gegenwartskunst. Si possono qui ammirare dipinti, sculture, installazioni e video di correnti artistiche come la Minimal Art, la Land Art, l’Arte Concettuale e la Transavanguardia, attraverso le opere di artisti di fama internazionale come Georg Baselitz, Joseph Beuys, Donald Judd, Richard Serra, Bruce Nauman. Un vero paradiso per gli amanti dell’arte contemporanea, soprattutto in occasione di Art Basel, la celebre fiera di arte contemporanea tra le più importanti al mondo.

Informazioni per la visita

Indirizzo
St. Alban-Rheinweg, 60, Grossbasel (centro storico)
Come arrivare
A piedi
Orari di apertura
Da Martedì a Mercoledì e da Venerdì a Domenica dalle 10:00 alle 18:00
Giovedì dalle 10:00 alle 20:00
Il Gegenwart è aperto dal Martedì alla Domenica dalle 11:00 alle 18:00
Chiuso il Lunedì
Costo del biglietto
Adulti: 26 CHF (25 euro)
Dai 13 ai 19 anni e disabili: 8 CHF (8 euro)
Bambini fino a 13 anni: gratis

Cosa mangiare a Basilea

9La strategica posizione della città di Basilea, situata nel punto d’incontro tra Svizzera, Francia e Germania, le consente di offrire una variegata offerta gastronomica, composta da specialità molto amate da basilesi ma anche da turisti e visitatori.

Cosa mangiare a Basilea. I Basler Leckerli
Cosa mangiare a Basilea. I Basler Leckerli

Oltre alle pietanze tipicamente svizzere, come formaggio e cioccolato, a Basilea si possono provare dei piatti gastronomici che risentono delle influenze della cucina francese e tedesca. Tra i più rinomati: la fondue, una fonduta al formaggio da gustare con pezzi di pane; i rösti di patate, patate grattugiate e saltate in padella con burro, pancetta e cipolla; la raclette, formaggio fuso servito con patate lesse con la buccia, cipolline, cetrioli e senape; gli Älplermagronen, ossia i “maccheroni” alpini svizzeri al gratin di patate, con formaggio, cipolle e panna, accompagnati da un particolare contorno di mousse di mele.
Tra i dolci tipici spiccano soprattutto i biscotti, come i Basler Leckerli, i tradizionali dolcetti di Basilea che consistono in piccoli biscotti speziati preparati con canditi, frutta secca, miele e farina, le Mässmögge, caramelle di zucchero a due strati di colori ripiene di cioccolato, e i Magenbrot, biscotti speziati preparati con cannella, anice stellato, chiodi di garofano e noce moscata.
Per i palati più raffinati, sappiate che a Basilea sono più di 20 i ristoranti premiati dalla Guida Michelin e dai critici gastronomici Gault-Millau che propongono speciali creazioni gourmet.

Hotel a Basilea

10Come tutte le città della Svizzera, anche Basilea è una città abbastanza cara. Soggiornare anche solo per una notte in pieno centro cittadino, nella Grossbasel o anche nella Kleinbasel, significa affrontare costi proibitivi. Le soluzioni più economiche (bed and breakfast o hotel a 2 stelle) partono dai 60/70 euro a notte per una camera doppia e possono arrivare anche ai 90/100 euro.
Basilea non è una città grande e può essere visitata anche in un solo giorno, percorrendola a piedi o utilizzando le linee di autobus e i traghetti che attraversano il Reno. Quindi il nostro consiglio, se non vi va di affrontare costi elevati, è quello di soggiornare in altre città, come Colmar e Stasburgo in Francia, o Friburgo in Germania, dove i prezzi sono più bassi e approfittando del fatto che queste città dell’Alsazia sono tutte abbastanza vicine (distano 50-80 minuti da Basilea). Tenete presente che i trasporti pubblici (come linee di autobus o treni) qui funzionano benissimo e sono molto frequenti. Potrebbe essere per voi l’occasione giusta per visitare la splendida regione dell’Alsazia percorrendo un itinerario che comprende le città più belle.

Se state cercando un hotel a Basilea vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 200 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.