10 cose da fare e vedere a Ginevra

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a Ginevra in 1, 2 o 3 giorni.

Cosa vedere a Ginevra
Cosa vedere a Ginevra

Ginevra è conosciuta nel mondo con diversi appellativi: per molti è “La città della pace” perché ospita alcune delle più importanti istituzioni internazionali per la tutela dei diritti umani nel mondo: ad esempio, le Nazioni Unite, la Croce Rossa, l’Unicef, l’Alto Commissariato per i rifugiati. Perché queste istituzioni si sono concentrate tutte a Ginevra? Perché Ginevra ha una secolare tradizione di accoglienza e neutralità che è alla base del suo secondo appellativo: la “Roma protestante“, con cui si definisce la città svizzera da quando nel 1526 accolse le idee di Giovanni Calvino diventando sede internazionale del Protestantesimo.  Questa secolare tradizione di ospitalità e rispetto è alla base di un’ulteriore definizione di Ginevra, conosciuta anche come “La metropoli più piccola del mondo“. Ginevra, infatti, ha un’offerta culturale invidiata da molte grandi città internazionali (spende ogni anno il 20% del proprio bilancio in cultura), ha un’economia forte e ricca, ed èstabilmente nei primi 3 posti delle città più vivibili del mondo. Adagiata dolcemente intorno al Lago Lemano (che tutti chiamano Lago di Ginevra), è un posto meraviglioso dove vivere, ma anche solo passarci qualche giorno. Il centro storico, i viali alberati, numerosi giardini e parchi, musei, teatri, ne fanno una meta turistica ideale per qualche giorno di relax e cultura come potete scoprire leggendo le nostre 10 cose da fare e vedere a Ginevra. 

Se state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 120 hotel a Ginevra con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.
Vai a Booking.com

La Cattedrale di San Pietro a Ginevra

1

Arroccata in cima a una scalinata sul punto più alto della città vecchia, la cattedrale di San Pietro domina Ginevra dal 1160. Oggi è la chiesa protestante più importante della città, e anche la sede delle assemblee del Consiglio di Stato, ma il suo passato è denso di storia.

L’edificio, austero e massiccio, è stato rimaneggiato più volte e sorge sui resti di siti religiosi preesistenti: la visita dei sotterranei di San Pietro cela uno dei patrimoni archeologici di epoca romana più vasti d’Europa, con 3.000 mq aperti al pubblico.

La Cattedrale di San Pietro a Ginevra
La Cattedrale di San Pietro a Ginevra

Ma non solo: fino al 1535, la cattedrale di San Pietro è stata la chiesa di Ginevra. La riforma protestante l’ha poi spogliata da icone e tesori, in linea con il calvinismo che privilegia la parola rispetto alle immagini. Oggi è visibile la semplice sedia di legno da cui Giovanni Calvino, uno dei principali esponenti della Riforma, ha letto e commentato le Sacre Scritture per 23 anni.

Per avere un’idea della magnificenza precedente alla riforma, addentratevi nella Cappella dei Maccabei, sul retro: vi troverete davanti a un‘esplosione di colori e luci. Questa cappella fu costruita nel 1405: tornata al suo splendore dopo il restauro del 1878, Oggi permette di ammirare le copie degli affreschi (gli originali sono al Museo di Arte e di Storia di Ginevra) che la ricoprivano e le vetrate decorate che la illuminano dall’alto. 

La Cattedrale di San Pietro custodisce poi la più grande raccolta capitelli Romanici e Gotici di tutta la Svizzera. Per ammirare il panorama sulla città, sul lago e sui massicci di Giura e Monte Bianco, salite i 157 gradini della scala a chiocciola della Torre Nord della cattedrale: scoprirete una vista unica e indimenticabile.

Place du Bourg-de-Four 24 a Ginevra.

A piedi o in autobus, linea 36 fermata Cathédrale, linee 2, 7, 9, 12, 16, 17 e 20 fermata Molard.

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17.30 e di domenica dalle 12 alle 17.30.
Il sito archeologico è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17, ultimo ingresso alle 16.30.
La torre nord è aperta dalle 10 alle 18.

L’ingresso alla cattedrale è gratuito. Il biglietto per il sito archeologico costa 16 franchi per gli adulti e 8 per i ragazzi da 7 a 16 anni, 10 franchi per studenti da 16 a 25 anni. Gratis per i bambini.

La visita alla torre costa 4 franchi per gli adulti e 2 per i bambini.

Monumento Internazionale alla Riforma a Ginevra

2

Il Monumento Internazionale alla Riforma, conosciuto anche come Muro dei Riformatori, si trova nel parco dei bastioni, lungo le vecchie mura della città, nel territorio dell’Università di Ginevra.

Monumento Internazionale alla Riforma a Ginevra
Monumento Internazionale alla Riforma a Ginevra

Vi troverete davanti ad una maestosa parete di 100 metri, su cui spiccano statue alte fino a 5 metri, che celebrano i principali esponenti della Riforma, insieme ad altri protagonisti illustri legati a Ginevra.

Al centro, i calvinisti Teodoro di Beza, Giovanni Calvino, Guglielmo Farel, John Knox. Ai lati, personaggi di rilievo come Guglielmo I d’Orange e Oliver Cromwell. Il parco dell’Università merita una visita perché ospita anche installazioni e opere d’arte.

La scritta che corre lungo il muro è il motto della Riforma Protestante e anche di Ginevra stessa: Post Tenebras Lux (Dopo le tenebre la luce). Il piedistallo delle statue reca invece il monogramma di Cristo: ΙΗΣ.

Promenade des Bastions 1

A piedi

Sempre

Gratis

Il Palazzo delle Nazioni a Ginevra

3

Sede della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, sede europea delle Nazioni Unite e del CERN, Ginevra è territorio internazionale e giustamente nota come Città della Pace.

Il Palazzo delle Nazioni è le sede europea dell’ONU e un complesso di edifici di cui una parte è aperta al pubblico. Ospita tra l’altro anche il Consiglio dei Diritti dell’Uomo dell’ONU, l’Alto Commissariato dell’ONU per i Diritti Umani, l’OMS e l’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Palazzo delle Nazioni a Ginevra
Palazzo delle Nazioni a Ginevra

Le visite guidate permettono di conoscere la storia e le attività di queste organizzazioni internazionali, oltre a scoprire ambienti unici come la Sala delle Assemblee, sede di accordi che hanno scandito la Storia, la Sala delle Consultazioni, completamente decorata dai murales di José Maria Sert, e la Sala dei Passi Perduti, da cui si può ammirare il parco esterno con la Sfera Celeste. È una grande sfera di bronzo che riproduce le 85 costellazioni, con 840 stelle argentate.

A poca distanza dall’ingresso principale del Palazzo delle Nazioni si trova il Museo della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, mentre di fronte all’ingresso principale del palazzo troneggia la Broken Chair (dall’inglese “sedia rotta”).  Una sedia di 12 metri, con una delle quattro gambe esplosa a mezz’aria, opera di Daniel Berset su commissione di Handicap International. Un monito maestoso e imponente rivolto ai Paesi che ancora non hanno aderito al trattato di Ottawa del 1997 contro le mine antiuomo.

Il punto d’accoglienza per le visite guidate è al 14 di Avenue de la Paix.

Autobus, linee 8, 28, F V e Z fermata Appia, linea 5 fermata Nations.

Gli ambienti aperti al pubblico si ammirano con visite guidate multilingue che si tengono tutti i giorni a partire dalle 10.30 e fino alle 16. È obbligatoria la prenotazione sul sito ufficiale (www.unog.ch)

La visita costa 12 franchi per gli adulti e 10 per universitari e per chi ha più di 65 anni. I bambini da 6 a 18 anni pagano 7 franchi e i gruppi, minimo 20 adulti, 10 franchi.

Museo Patek Philippe a Ginevra

4

Tra i simboli della Svizzera, e di Ginevra in particolare, ci sono gli orologi. La fama degli orologi svizzeri è nata proprio qui a Ginevra, alla fine del 1500, quando il calvinismo vietò l’esibizione di gioielli costringendo intere famiglie di artigiani orafi a specializzarsi in oggetti più sobri come orologi da tasca, a pendolo e poi da polso.

Museo Patek Philippe a Ginevra
Museo Patek Philippe a Ginevra

Oggi Ginevra accoglie i visitatori con il suo Horloge Fleurie, un orologio che segna l’ora esatta grazie un satellite ed è realizzato con fiori e siepi variopinti. A Ginevra troverete almeno 50 negozi monomarca dei marchi più celebri e un museo interamente dedicato all’arte orologiera, il museo Patek Philippe.

Qui sono documentati 500 anni di storia dell’orologio, divisi in due esposizioni. La Antique Collection, dal 1500 al 1900, custodisce orologi, automi musicali e ritratti su smalto provenienti da tutta Europa, mentre la Collezione Patek Philippe espone le creazioni di questa celebre azienda fin dalla sua fondazione, nel 1839.

Da non perdere il Calibro 89, l’orologio con il meccanismo più complicato che sia mai stato costruito.

Museo Patek Philippe si trova in Rue des Vieux-Grenadiers 7 a Ginevra.

A piedi.

Dal martedì al venerdì dalle 14 alle 16, il sabato dalle 10 alle 18..

Biglietto per gli adulti è di 10 franchi; 7 franchi per studenti, disoccupati, diversamente abili e per hi ha più di 65 anni; 5 franchi per i ragazzi fino a 18 anni.

La Città Vecchia di Ginevra

5

La città vecchia di Ginevra si apprezza a piedi: adagiata su di una collina naturale sulla riva sinistra del Lago Lemano, è un centro piccolo, curato, attraversato da bianchi viali su cui si affacciano negozi di antiquariato gallerie d’arte, enoteche e locali, tutti perfettamente armonizzati nell’architettura del 1700. La città vecchia è dominata dalla Cattedrale di San Pietro ma offre tanti altri piccoli gioiellini, tra cui la casa più vecchia di Ginevra, la Maison Travel, che merita una visita perché è la sede del Museo di Arte e di Storia di Ginevra.

La Città Vecchia di Ginevra
La Città Vecchia di Ginevra

Il centro vero e proprio della città vecchia è la medievale Piazza Borg-de-Four, su cui troneggia una fontana del ‘700. A sud ovest della piazza si affaccia l’Hotel de Ville: proprio qui, al pianterreno, l’Alabama Room ha ospitato nel 1864 il Trattato di Ginevra, che ha conferito alla Croce Rossa lo status di organizzazione umanitaria.

Lago di Ginevra e jet d’eau

6

Il lago più grande della Svizzera e dell’Europa dell’Ovest, il Lago Lemano, sfocia nelle acque del Rodano ed è sede di insediamenti umani da sempre: da qui Giulio Cesare partì per conquistare i territori degli Elvezi nel 58 a. C.

Lago di Ginevra e jet d’eau
Lago di Ginevra e jet d’eau

Oggi il lago è lo specchio d’acqua simbolo di Ginevra ed è attraversato da battelli che collegano Francia e Svizzera e sono l’occasione ideale per suggestive crociere sulle sue acque, e dalle Mouettes, taxi acquatici che permettono di spostarsi rapidamente da una parte all’altra.

Nel punto in cui le acque del lago confluiscono in quelle del Rodano si eleva uno dei simboli di Ginevra: si tratta del Jet d’eau, la fontana più alta d’Europa, il cui getto si alza per 140 metri alla velocità di 200 km orari, con una portata di 500 litri d’acqua al secondo. Il Jet d’eau è visibile da tutta la città e fu creato per alleviare la pressione dell’acqua in seguito alla costruzione di una centrale idroelettrica poco lontana; è stato spostato varie volte e ha trovato la sua collocazione definitiva nel 1891.

Centro storico

Si raggiunge in autobus con le linee 2, 6, E, e G, fermata Vollande, o con le Mouettes Genevoises, i taxi d’acqua, linea M2 fermata Eaux-Vives.

Sempre

Gratis

Il CERN di Ginevra

7

Tra le mille attrazioni di Ginevra, il CERN merita un’attenzione speciale perché è il più grande istituto di ricerca dell’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare del mondo.

Il CERN si trova a pochi km a ovest dal centro di Ginevra, e dal 1954, con il Trattato di Ginevra, permette ai ricercatori di tutto il mondo di studiare l’affascinante universo della particelle atomiche.

Il CERN di Ginevra
Il CERN di Ginevra

Il CERN è aperto ai visitatori con due mostre permanenti: “L’universo delle particelle”, che spiega e documenta il mondo delle particelle, e “Microcosmo” uno spazio espositivo di 500 mq che ripercorre tutta la storia della Ricerca nel CERN, compreso l’LHC, il Grande Collisore di Adroni. Questo collisore è inserito in un tunnel sotterraneo che corre per 27 km tra Svizzera e Francia, ed è l’acceleratore di particelle più potente e più grande che sia mai stato costruito. Nel 2012, proprio qui è stato rilevato il bosone di Higgs.

Una curiosità che forse non tutti conoscono: Il World Wide Web, o come ormai si abbrevia in web, è nato qui nel 1989, da un’idea dello scienziato inglese Tim Berners-Lee.

Da Ginevra in auto –  seguire le indicazioni Aéroport, Lyon e Meyrin, poi da Meyrin seguire le indicazioni per St Genis. Il CERN si trova sulla Route de Meyrin, poco prima del confine con la Francia.

In tram – dalla stazione ferroviaria di Cornavin a Ginevra, la linea 18 del tram porta direttamente al CERN: scendere al capolinea.

La mostra Universe of Particles è aperta tutti i giorni, 10 -17, dal lunedì al sabato.
La mostra Microcosm è aperta dalle 8.30 alle 17. 30 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 9 alle 17.

Gratis

La Spiaggia di Ginevra

8

Chi ha detto che Ginevra è una città che si visita soltanto per i congressi internazionali? Sarà anche vero, ma i ginevrini sanno come rilassarsi. Sulle rive del Lago Lemano sorge Geneve-Plage, un parco acquatico che in oltre due ettari racchiude spiagge, piscine, ristorante e bar, giochi d’acqua e reparto wellness e tantissime attività sportive, dal windsurf e la canoa sul lago all’aquagym in piscina.

La Spiaggia di Ginevra
La Spiaggia di Ginevra

Troverete spiaggia attrezzata, parchi e giardini, piscina olimpionica, piscina bimbi e perfino un acquascivolo alto 9 metri. Il tutto in un ambiente unico, tra il panorama del lago e il verde del parco. Geneve-Plage è un’occasione speciale per rilassarsi, divertirsi con tutta la famiglia e ritrovare il benessere.

Geneve-Plage si trova in Quai de Cologny, 5 a Ginevra.

In autobus dal centro, linea E o G; il tragitto dura 5 minuti circa e il biglietto dell’autobus costa 1 franco.

L’ingresso per gli adulti (dai 16 anni) costa 7 franchi. Bambini da 6 a 15 anni: 3,50 franchi, i più piccoli gratis. Dalle 17 in poi, e per gli studenti l’ingresso è di 4,50 franchi, esclusi festivi e week end

Cosa mangiare a Ginevra

9

Qualità, contaminazione tra culture, tradizione: ecco le parole chiave che rendono unica la cucina di Ginevra. Basti pensare che il Vaud, il cantone in cui si trova Ginevra, ha la concentrazione di stelle Michelin più alta d’Europa: soltanto nel 2014 sono state assegnate 19 stelle ai ristoranti delle zona. Perciò consigliamo almeno una cena in un locale stellato della città.

Cosa mangiare a Ginevra
Cosa mangiare a Ginevra

Che cosa provare? Innanzitutto i formaggi: il Vacherin Mont-d’Or e l’Etivaz, entrambi Dop, meglio se accompagnati dal gustoso pane ai cereali che si produce qui. Il Vacherin, in particolare, qui si gusta al forno con le patate, insaporito con vino bianco e a volte uno spicchio di aglio. E ancora la fonduta di formaggio e i Malakoff, frittelle di Groviera accompagnate da cetriolini e cipolle.

Da non perdere inoltre il Papet Vaudois, la salsiccia tradizionale con patate e porri, e dal Lago un piatto a base di pesce: il filetto di Pesce Persico alla Munière, cioè alla mugnaia, con farina e burro, prezzemolo e limone.

Per concludere il pasto non possono mancare i dolci: consigliamo ovviamente il cioccolato, e la Tarte au vin cuit: in questa deliziosa torta, il vino cotto non è vino ma una melassa aromatica che sostituisce lo zucchero, e che si ottiene cuocendo a lungo, su paioli e brace, pere o mele locali.

E il vino? La zona di Ginevra ha da offrire ben 1400 ettari di vigneto. Tra i Doc (in Svizzera si chiamano Aoc) sono da provare e acquistare Chardonne, Villette, Epesses.

Dove dormire a Ginevra

10

Ginevra è una città che unisce affari e turismo, quindi è una meta internazionale molto ambita. Questo si riflette sulla disponibilità delle camere e sui prezzi delle sistemazioni che in alcuni periodi dell’anno possono diventare proibitivi.

Dove dormire a Ginevra
Dove dormire a Ginevra

Nella zona del centro storico e intorno al lago i prezzi partono da 80 euro per notte in un ostello o hotel 2 stelle. Per categorie superiori bisogna mettere in conto da 120 € per notte in camera doppia. Buone offerte si trovano negli hotel 3 o 4 stelle nella zona dell’Aeroporto di Ginevra o nel quartiere Saint-Gervais che è comunque ben collegato al centro con i mezzi pubblici.

Se state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 120 hotel a Ginevra con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.
Vai a Booking.com