La Basilica di Nuestra Senora del Pilar a Saragozza

Tutte le informazioni per visitare la Cattedrale di Nuestra Senora del Pilar. Orari di apertura, come arrivare, cosa vedere.

Insieme alla Cattedrale di Santiago de Compostela, la basilica di Nuestra Senora del Pilar è uno dei luoghi di culto più importanti di tutta la Spagna di cui la Vergine del Pilar è la Patrona. Ogni anno milioni di pellegrini arrivano a Saragozza per venerare l’immagine della Vergine del Pilar conservata nella cappella omonima all’interno della Basilica. La storia racconta che la Basilica sorge nel luogo dove la Madonna, apparve all’Apostolo Santiago, fratello di San Giovanni. Qui l’apostolo si incontrava con i primi convertiti al Cristianesimo, nel luogo dove sorgeva unPilar, una colonna, su cui la Madonna apparve che poi ha dato il nome alla basilica e all’immagine in essa conservata. La Madonna disse all’apostolo e ai suoi fedeli di costruire una cappella in quel luogo che sarebbe rimasta fino alla fine del mondo. Secondo alcuni, la Basilica di Nuestra Senora del Pilar è stata il primo tempio dedicato a Maria di tutta la cristianità.

La Santa Cappella e altri capolavori

Nuestra Senora del Pilar non è solo un luogo di grande spiritualità e devozione; è anche un monumento che raccoglie opere molto importanti, oltre ad essere esso stesso uno splendido esempio di chiesa barocca, forse la più bella di Spagna. La prima cappella creata dai fedeli era in stile gotico-mudéjar che divenne ben presto inadatta ad ospitare un numero crescente di fedeli. Le esigenze pratiche si sposarono con il nuovo spirito controriformista che portò alla costruzione di un tempio nuovo e grandioso, finanziato interamente con i soldi dei fedeli. La forma attuale di Nuestra Senora del Pilar è il risultato di molti cambiamenti, a partire da quelli dell’architetto di Saragozza Felipe Sanchez, e poi via via da Herrera il Giovane, architetto di Carlo II che dal 1750 rinnova la decorazione interna, elimina l’eccesso di ornamenti e disegna la Santa Cappella ed il Coretto. L’interno è immenso, a tre navate, con 11 cappelle.

La Santa Cappella

La Santa Cappella è uno spazio costruito per esaltare Maria Vergine con marmi, bronzi e quadri. Sull’altare è raffigurata la scena della Venuta della Vergine in presenza di San Giacomo e dei Primi Conversi, opera di Lose Ramirez de Arellano in cui sono evidenti le influenze del barocco romano e del Bernini.

La cupola che sovrasta la Cappella fu decorata da Antonio González Velazquez; le immagini raccontano della Venuta della Vergine e anche della Costruzione della Santa Cappella. Dietro I’altare si trova l’Altorilievo della Assunzione, realizzato da Carlos Salas. Di fronte alla Santa Cappella l’affresco che decora la volta è stato dipinto da Francisco de Goya al suo ritorno dall’Italia (1772). Sempre Goya si deve la cupola in cui il soggetto è la Vergine come regina dei Martiri. Questa cupola costituisce una delle opere più rilevanti di un Goya ormai maturo. Tra le altre cappelle, da non perdere quella di Sant’Antonio da Padova.

Orari di apertura e prezzi dei biglietti della Basilica di Nuestra Senora del Pilar a Saragozza

Orari di apertura:
Dal 1 aprile al 31 ottobre, dalle 5.45 alle 21.30.
Dal 1 novembre al 31 marzo, dalle 5.45 alle 20.30 nei giorni feriali e dalle 5.45 alle 21.30 nei giorni festivi.

Come arrivare: nel centro storico di Saragozza.

Costo del biglietto: ingresso gratuito.