10 cose da fare e vedere ad Anversa

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere ad Anversa in 1, 2 o 3 giorni.

Anversa
Anversa

Se un viaggio a Bruxelles ed un giro turistico a Bruges non vi hanno soddisfatto sulle meraviglie e le ricchezze storiche ed artistiche custodite nel Belgio e nelle Fiandre, è giunto il momento di recarvi ad Anversa. Anversa si trova esattamente nel cuore d’Europa, alla foce del fiume Schelda, considerata uno dei porti marittimi e fluviali commerciali più grandi d’Europa. Un primato che le ha consentito di diventare nel XVI secolo un centro commerciale, mercantile, culturale ed artistico del continente europeo.

Dal nome fiammingo della città, “Antwerpen” si possono scoprire le sue origini. Antwerpen deriva da “Hand” e “werpen”, “lanciare la mano”, un riferimento ad una leggenda lontana, secondo la quale il soldato romano Silvio Brabo avrebbe ucciso il gigante Druon Antigon, che sedeva sulle rive del fiume Schelda per tagliare la mano ai marinai che non pagavano il transito. Silvio Brabo sfidò il gigante, lo sconfisse e gettò la sua mano nel fiume. Brabo decise di stabilirsi nell’area dello Schelda dove viveva il gigante e da qui fondò la città di Anversa. Oggi una statua situata al centro del Grote Markt, la piazza principale della città, ricorda il mitico gesto.

Visitare Anversa significa scegliere di immergersi nella vera cultura fiamminga, conoscere la grande produzione pittorica del Seicento fiammingo di Rubens, Bruegel e Van Dyck, ammirare i palazzi nobiliari in stile Art Nouveau, Art Deco, neobarocco e neorinascimentale. Ma anche scoprire che Anversa è la Capitale dei Diamanti e della stampa tipografica, della moda e del design contemporaneo, delle “frituur”, dei “gaufres” e delle “Mani di Anversa” (gustosi biscottini al burro).

In questa pagina vi consigliamo le 10 cose da fare e da vedere durante la vostra visita ad Anversa.

Se invece state cercando un hotel ad Anversa, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 140 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com

Stazione Centrale di Anversa

1

Se avete l’opportunità di arrivare a Anversa con il treno non potrete fare a meno di notare la maestosità e la sontuosità architettonica di Antwerpen Centraal Station, considerata nel 2014 la stazione ferroviaria più bella del mondo ed il più significativo esempio di architettura ferroviaria in Belgio.
Qui si può vivere l’esperienza davvero impressionante di scendere da un treno, alzare (o abbassare) lo sguardo ed accorgersi che i binari della stazione sono collocati su più piani, continuamente attraversati da convogli di ogni tipo.

stazione centrale anversa
Stazione Centrale di Anversa

La “Cattedrale delle Ferrovie”, così come viene chiamata dagli abitanti di Anversa, fu costruita in dieci anni, dal 1895 al 1905, sul progetto dall’architetto belga Louis de la Censerie, per sostituire la precedente stazione in legno sotto il regno di Leopoldo II.
L’edificio monumentale in pietra e marmo è articolato su tre livelli sovrastati da un’elaborata volta in vetro e ferro, realizzata dall’ingegnere Clement Van Bogaert, che illumina l’ambiente interno. Una gigantesca cupola si staglia ad un’altezza di 75 metri, ben visibile da diversi punti della città.

L’atrio principale è dominato da un’imponente scalinata che accomuna la stazione ferroviaria ad un palazzo in stile neobarocco, ricco di decorazioni ricercate e raffinate, che vale la pena ammirare anche se non si ha la necessità di prendere un treno. Di recente la stazione è stata restaurata per far posto alle nuove tecnologie dei treni ad alta velocità ed è stata dotata di un quarto livello sotterraneo e di un’area shopping. Per il suo fascino a metà tra l’antico ed il moderno, l’eclettica Antwerpen Centraal Station merita senza dubbio una visita e potete sceglierla come luogo di partenza per il vostro itinerario turistico a Anversa.

La Cattedrale di Anversa

2

La Cattedrale di Nostra Signora è situata alle spalle del Grote Markt, l’animata piazza principale della città. Considerata uno dei più importanti esempi di architettura gotica, è la più vasta del Belgio e delle Fiandre.

Cattedrale di anversa
La Cattedrale di Anversa

La chiesa, che ha ben sette navate, fu costruita a partire dal 1352 secondo gli schemi del gotico Brabantino, e fu completata nel 1521. Alla sua realizzazione vi lavorarono sia architetti francesi che fiamminghi.
L’elemento architettonico più affascinante della Cattedrale di Anversa, tanto da diventarne il simbolo della città, è la torre gotico-fiorita che con i suoi 123 metri di altezza la rendono la più alta di tutto il Benelux. La torre, costruita tra il 1434 ed il 1530  da Peter Appelmans e dai fratelli De Waghemakere, contiene un carillon di 47 campane ed è inserita nel patrimonio UNESCO.
All’interno della maestosa Cattedrale si possono ammirare alcune delle opere più celebri di Rubens tra le quali il Trittico della Deposizione dalla croce, di impressionanti dimensioni,l’Assunzione della Vergine Maria, situato sull’altare maggiore, e la tela della Resurrezione di Cristo, collocata nella seconda cappella, o Kunstkammer (sala d’arte).

Groenplaats 21, nel centro storico

A piedi

Dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17; sabato dalle 10 alle 15; domenica e festivi dalle 13 alle 16

6 euro (intero); 4 euro (gruppi minimo 20 persone; studenti; over 60); gratis sotto i 12 anni

Grote Markt e Stadhuis di Anversa

3

Il Grote Markt è la piazza principale di Anversa. Di forma triangolare, rappresenta il cuore pulsante del centro storico ed è circondata, come in ogni “Gran Place” fiamminga, dai caratteristici palazzi delle Gilde e delle Corporazioni delle Arti e dei Mestieri, degli edifici decoratissimi eretti tra il XVI e XVII secolo, tutti sormontati da statue dorate. Alcuni di essi sono stati distrutti da un incendio nel 1576 e ricostruiti nel XIX secolo.

Grote Markt Anversa
Grote Markt di Anversa

Al centro della piazza si erge la Fontana di Silvius Brabo, costruita nel 1887 dall’architetto Jef Lambeaux e dedicata ad un leggendario personaggio la cui storia è legata alle origini della città. Il legionario romano avrebbe infatti ucciso e sconfitto il gigante Druon Antigon che tagliava le mani ai cittadini che si rifiutavano di pagare un dazio per navigare il fiume Schelda. La statua barocca rappresenta Brabo in procinto di gettare la mano destra del gigante nel fiume.

Ma a dominare il Grote Markt è, senza dubbio, lo Stadhuis, il Municipio di Anversa, che occupa interamente un lato della piazza. Realizzato da Cornelis Floris de Vriendt tra il 1561 ed il 1566, rappresenta un magnifico esempio di architettura manierista nelle Fiandre, caratterizzato da una facciata ricca di dettagli rinascimentali.
Poco distante dal Grote Markt si trova la Groenplaats (“Piazza Verde”), che sorse nel XVIII secolo sull’antico cimitero della città, abolito dall’imperatore Giuseppe II d’Austria. Oggi la piazza, su cui si affaccia la splendida Cattedrale di Nostra Signora, è luogo d’incontro di giovani artisti, animata da ristoranti e caffè letterari. Al centro di Groenplaats è situata la Statua di Rubens realizzata nel 1843.

Casa di Rubens e Museo Van Der Bergh ad Anversa

4

Anversa è la culla del Seicento Fiammingo, che trova nel celebre pittore Pieter Paul Rubens la sua massima espressione artistica. Rubens ha infatti firmato diverse opere e capolavori disseminati in tanti luoghi di culto e d’arte della città e, se cercate esempi di arte fiamminga, nella sua tendenza barocca, siete nella città giusta.
Per ammirare i quadri di Rubens potete far visita alla Rubenshuis, la residenza che l’artista fiammingo acquistò nel 1611 e dove visse e lavorò fino al 1640, anno della sua morte. La Casa-Museo di Rubens custodisce dieci capolavori del maestro, tra cui Adamo ed Eva ed Autoritratto, ed opere di alcuni suoi allievi tra i quali Anthony Van Dyck.

Casa rubens anversa
Casa Rubens ad Anversa

Si possono visitare anche gli appartamenti arredati in stile barocco e passeggiare nello splendido giardino, per farsi un’idea di come Rubens lavorava e viveva in una casa-studio utilizzata anche per incontrare personaggi illustri dell’epoca.
Per immergervi ancora di più nell’arte fiamminga, potete recarvi al Museum Mayer van den Bergh (a pochi metri dalla Rubenshuis), il primo museo al mondo a custodire migliaia di opere di un unico collezionista. Il conservatore ed accademico Fritz Mayer van den Bergh, appassionato di arte olandese dal Medioevo al rinascimento, cominciò a collezionare dipinti, sculture, avori e miniature dalla fine dell’Ottocento. Non potete perdere l’occasione di ammirare due dei capolavori più celebri di Pieter Brueghel il Vecchio: I dodici proverbi (la sua prima opera del 1558) e Greta la pazza (1561), rappresentazione apocalittica della guerra.

Casa di Rubens

Wapper 9-11

A piedi fino alla via De Meir

Dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17. Chiuso il lunedì, 1 e 2 gennaio, 1 maggio, 1 novembre, 25 e 26 dicembre

8 euro (intero); 6 euro (tra i 12 ed i 25 anni, over 65, gruppi di più di 12 persone); gratis (sotto i 12 anni, l’ultimo mercoledì del mese, accompagnatori di disabili, gruppi di studenti con insegnante, possessori di Antwerp City Card)

Museo Van Der Bergh

Lange Gasthuisstraat 19

A piedi, a 500 metri dalla Casa di Rubens

Dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17. Chiuso il lunedì (tranne Pasquetta, 1 gennaio, il 1 maggio, 1 novembre, 25 dicembre)

8 euro (intero); 6 euro; (tra i 12 ed i 25 anni, over 65, gruppi di più di 12 persone); gratis (sotto i 12 anni, l’ultimo mercoledì del mese, accompagnatori di disabili, gruppi di studenti con insegnante, possessori di Antwerp City Card)

La Chiesa di San Paolo ad Anversa

5

La Chiesa di San Paolo fu costruita, a pochissimi passi dal fiume Schelda, tra il 1530 e il 1571 come convento domenicano ed è considerata un vero e proprio “gioiello barocco in uno scrigno gotico”. Caratterizzata da uno stile fiammingo e da un campanile barocco, la chiesa è conosciuta anche come Chiesa del Calvario, per la presenza di un complesso scultoreo esterno che evoca la salita al monte sul quale Gesù fu crocifisso, quasi come se fosse un “teatro dal vivo”.

chiesa san paolo anversa
Chiesa di San Paolo ad Anversa

Il suggestivo “Santo Sepolcro” trasmette tutto il fascino e la suggestione dello storico episodio della passione e della resurrezione di Cristo.
All’interno della chiesa si può ammirare un meraviglioso altare barocco e vi sono custodite 50 opere tra cui capolavori fiamminghi di Rubens, Jordaens e Van Dyck, probabilmente collocati ancora nella loro posizione originaria.

Veemarkt 14

A piedi, nei pressi del fiume Schelda

Dal lunedì alla domenica dalle 14 alle 17, da aprile ad ottobre

Gratis

Il Distretto dei diamanti di Anversa

6

Oltre ad essere considerata la città di Rubens e la patria dell’arte fiamminga, Anversa è anche la capitale della lavorazione e del commercio dei diamanti (Diamondland), attorno ai quali è stato costruito un intero quartiere.
Il luccicante Distretto dei Diamanti sorge intorno alla Stazione Centrale e comprende 4 Borse dedicate al commercio dei diamanti ed un vero e proprio “showroom” di 2 chilometri quadrati dove si susseguono una serie di saloni, negozi ed uffici che si occupano di compravendita e di “taglio” dei diamanti (ancora oggi è rinomata l’etichetta di qualità “Tagliato a Anversa”).

museo diamanti anversa
Museo dei Diamanti di Anversa

Una tradizione storica che ha reso Anversa il centro mondiale dei diamanti sin dal Cinquecento, quando cominciò ad insediarsi la prima comunità ebraica per la lavorazione di diamanti e pietre preziose tanto da rendere noto il quartiere come la “Gerusalemme del Nord”.
Per restare estasiati dallo “scintillìo” dei diamanti di Anversa dovete fare tappa al Museo Provinciale dei Diamanti (Diamantmuseum), in Koiningin Astridplein, dove si può conoscere la storia della produzione e del commercio dei diamanti a Anversa, ed assistere alle fasi di lavorazione, alle operazioni di taglio e di incastonatura. Una preziosa occasione da non perdere.

Se desiderate fare shopping sappiate che Anversa non vi deluderà. La De Meir è una lunga strada pedonale costellata da negozi e boutique di ogni tipo (dalle grandi firme ai marchi più commerciali) che si estende dalla Cattedrale alla Stazione Centrale e che vi darà l’opportunità di ammirare, tra un acquisto e l’altro, i più eleganti palazzi della città. L’affollatissima ed animatissima De Meir è conosciuta oggi come una delle strade dello shopping più importanti del Belgio.

Nel centro

Filovia linea 1, 2, 3, 4. Autobus (circolare destra, circolare sinistra, 91)

Sempre

Gratis

Museo Plantin-Moretus di Anversa

7Il Museo Plantin-Moretus ha la particolarità di essere il primo museo d’Europa ad essere inserito nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Si tratta di un museo dedicato all’arte tipografica e della stampa su carta situato nel luogo dove si trovava l’antica stamperia di Anversa.

museo platin moretus anversa
Museo Platin-Moretus ad Anversa

La casa-museo è dedicata al tipografo Christoffel Plantijn, che nel 1550 fondò l’azienda, ed al suo genero Jan Moretus, che proseguì la dinastia lavorando e vivendo in questo splendido edificio in stile rinascimentale fiammingo.
La tipografia non si limitò ad essere una semplice stamperia ma diventò presto un centro di diffusione di cultura umanista, tanto da rendere Anversa, nel Cinquecento, la capitale europea della meravigliosa arte di produrre libri e capolavori stampati di ogni tipo.
Oggi nel Plantin-Moretus si possono ammirare strumenti, macchinari e materiale tipografico, come presse, stampi e matrici, conoscere le antiche fasi di produzione, visitare la magnifica libreria ed una galleria d’arte che custodisce opere di Rubens e Van Dyck.

Vrijdagmarkt 22-23

A piedi, nei pressi della Groenplaatsleo.

Dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17:30; chiuso il lunedì, il 1 e 2 gennaio, il 1 maggio, il 25 e 26 dicembre

8 euro (intero); 6 euro (gruppi di 12 o più persone, over 65, dai 12 ai 26 anni); gratis (sotto i 12 anni, ogni ultimo mercoledì del mese)

Il Tunnel di Sant'Anna ad Anversa

8

Anversa è una delle poche città europee a non avere ponti che attraversino il fiume che percorre la città. Negli anni ’20 si pensò di realizzare un tunnel sotterraneo per congiungere la sponda sinistra del fiume Schelda con il centro di Anversa, e nel 1933 fu ultimata la costruzione del Tunnel di Sant’Anna, lungo 572 metri e collocato a 31 metri sotto il letto del fiume.

tunnel anversa
Tunnel di Sant’Anna ad Anversa

Oggi il tunnel pedonale conserva ancora tutte le caratteristiche della sua realizzazione originaria, con le bellissime scale mobili in legno che conducono all’ingresso del tunnel, le piastrelle bianche che decorano la parete, ed alcuni quadri e stampe che accompagnano la passeggiata del visitatore. L’opera, considerata di alto valore ingegneristico negli anni ’30, fu realizzata da Emiel van Averbeke.
La “traversata” sotterranea è riservata soltanto a pedoni e biciclette (per le quali c’è il limite di velocità di 5km/h). Se percorso a piedi, in 10/15 minuti arriverete sulla riva sinistra dello Schelda, all’interno di un parco da cui si gode una magnifica vista dello skyline della città.
Se volete vivere questa memorabile esperienza recatevi nella piccola piazza di Sint-Jansvliet per accedere al tunnel. Quante altre volte può capitarvi di passeggiare sotto il letto di un fiume?

Nei pressi del Platin-Moretus

A piedi

Sempre

Gratis

Cosa mangiare ad Anversa

9

Ad Anversa potete trovare, come da rinomata tradizione belga, una variegata e gustosa offerta di specialità da mangiare e da bere. Le Frituur (le celebri patatine fritte che a Bruxelles chiamano “frites”) sono onnipresenti in ogni fast food e punto ristoro delle strade principali e secondarie della città. Se desiderate togliervi ogni dubbio sulla qualità delle patatine fritte belghe, che provengono dai Paesi Bassi e vengono tagliate a mano e fritte al momento davanti al cliente, lasciatevi trasportare dai vostri sensi verso il negozio giusto, ed abbondate con le 15 varianti di salse come volete.

mangiare anversa
Cosa mangiare ad Anversa

Oppure fate un salto da Frituur n.1 (ce ne sono di diversi al centro storico), dove potete scegliere da un enorme bancone a vista cosa farvi “friggere” sul momento.
Se siete amanti del dolce non potete non assaggiare la mitica cioccolata belga. Anche qui troverete una serie di prestigiose cioccolaterie storiche dalle vetrine invitanti dove poter degustare o acquistare diversi tipi di cioccolata, dai “nudi” assortiti ripieni, alle tavolette di ogni gusto e dimensione, alle “lingue” di cioccolata da sciogliere nella tazza del latte.
Un’altra specialità dolce da non perdere è il gaufre, che noi conosciamo come “waffel”, la cialda “a nido d’ape” a base di pastella di farina, uova, latte, zucchero e lievito, preparata artigianalmente e cotta sul momento. Da provare semplicemente “sucrée” (zuccherata), come lo amano i belgi, o con aggiunta di nutella, panna, gelato e frutta tagliata a fette.
Le particolarità gastronomiche di Anversa sono le “Antwerpse handjes”, “Mani di Anversa”, biscotti e cioccolatini a forma di mano legati alle leggendarie origini della città. I biscotti sono realizzati con burro, uova, farina, vaniglia, glassa di zucchero e mandorle.
Anche le bevande alcoliche hanno qui la loro tradizione. Oltre alla celebre birra belga (la De Koninck è quella artigianale prodotta a Anversa) potete assaggiare il jenever, un liquore alcolico al sapore di ginepro da cui si è evoluto il gin, tipico del Belgio e dei Pasei Bassi.

Dove dormire ad Anversa

10

Anversa non è sicuramente una città economica, come del resto non lo sono neanche Bruxelles e Bruges. Ma trovare sistemazioni low cost non è impossibile. Nei pressi della Stazione Centrale e dello Zoo si possono trovare hotel ed alloggi dai 50 ai 70 euro a notte.

Hotel anversa
Dove dormire ad Anversa

La città non è grandissima e si può tranquillamente girare a piedi o prendere un tram soltanto per poche fermate.
I prezzi degli hotel e dei bed and breakfast nei pressi del centro storico si aggirano anche attorno agli 80-100 euro a notte. Ma basta allontanarsi anche soltanto di 1 chilometro dalla zona del Grote Markt per trovare sistemazioni più economiche (70/80 euro).

Se state cercando un hotel ad Anversa, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 140 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com