10 cose da fare e vedere in Slovenia

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere in Slovenia

La Slovenia è grande come una regione italiana, ma nel suo piccolo territorio conserva una ricchezza naturale, culturale e storica da fare invidia a nazioni più grandi. Sono due le destinazioni turistiche più famose della Slovenia: la piccola capitale Lubiana e il romantico e super fotografato Lago di Bled. Il verde dei parchi, delle montagne e delle colline è il colore che meglio rappresenta la Slovenia sulle carte geografiche: il territorio è quasi intatto, costellato da piccoli borghi, cascate, grotte, fiumi conservati in una fitta rete di parchi nazionali.

La naturalità del paesaggio è interrotta, ogni, tanto da borghi e città piccole e vivibili, perfettamente inserite nell’ambiente: è il caso di Maribor (Marburgo) nota località sciistica dal bellissimo centro storico; oppure Lasko, conosciuta soprattutto da chi ama la birra e le terme. Sulla costa, invece, la Slovenia si tuffa nell’Adriatico e all’Italia: Pirano e Portorose sono luoghi di vacanza amati dagli italiani in primavera ed estate. La Slovenia si raggiunge dall’Italia superando il confine a Trieste: è una terra molto accogliente, dove si mangia bene e i prezzi sono accettabili. In questa pagina vi consigliamo un itinerario con 10 cose da fare e vedere assolutamente in Slovenia durante un week end o una vacanza. 

Se state cercando un hotel in Slovenia vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Lubiana

1

Il nostro itinerario sloveno parte necessariamente da Lubiana,piccola capitale della Slovenia. Romantica e ricca di storia, vivace e piena di attrazioni, Lubiana è una città che sorprende e conquista i visitatori.

Lubiana
Lubiana

Con i suoi magnifici paesaggi, la straordinaria architettura, il ricco patrimonio culturale, l’atmosfera allegra e rilassata, si fa molto presto ad amarla. E non si fa fatica a scoprire i suoi tesori, tutti a portata di mano, raggiungibili con una passeggiata o una bella pedalata. Ciascun quartiere conserva la sua impronta storica: medioevale, barocca o liberty anche se, tutta la città è “segnata” dalle incredibili opere del geniale architetto ed urbanista Jože Plečnik. Numerosi attraversano il Ljubljanica e regalano scorci suggestivi, belli da fotografare o semplicemente, ammirare. Graziosi caffè e locali affollano il lungofiume dove, soprattutto di notte, l’atmosfera si riempie di magia.

Scopri le 10 cose da vedere a Lubiana

Il lago di Bled

2

Bled è una piccola e famosa cittadina che si incontra nel cuore della Slovenia, alle pendici delle Alpi Giulie. È abitata da circa 5.000 persone, un numero che si triplica durante la stagione estiva. Bled è, infatti, uno dei migliori centri turistici della Slovenia e ogni anno attira migliaia di turisti provenienti da gran parte dell’Europa per le sue bellezze naturali, storiche, artistiche e culturali.

Il lago di Bled
Il lago di Bled

Al confine con l’Italia, Bled è raggiungibile in poche ore, ed è una meta perfetta anche per una breve fuga di un fine settimana. Una strada panoramica immersa nel verde termina nel punto in cui si dirama intorno al lago di Bled. Ad accogliere è lo stupore. Tutto sembra appartenere a un sogno, in un’atmosfera che pare fuori dal tempo. Il romantico lago di Bled con la sua isola al centro, la piccola chiesa gotica che racconta la sua leggenda, e poi il castello, che arroccato alla sua rupe, domina tutto il lago. Entrate nel sogno allora e lasciatevi dondolare a bordo di una tipica “pletna” per esplorare il suo lago oppure su una carrozza tradizionale guidata da un cocchiere per scoprire Bled negli angoli più nascosti.

Scopri le 10 cose da vedere a Bled

Pirano e Portorose

3

Pirano, medievale e ricco di storia, e la sua frazione Portorose, mondana e termale, si affacciano sul mare dell’Istria slovena, a circa un’ora di auto da Trieste. Sono inseriti in una baia naturale in un territorio ricco di cultura e di paesaggi meravigliosi. Portorose è rinomata soprattutto come stazione termale: nel 1200, i monaci notarono l’elevato potere curativo di queste acque, con una concentrazione di sale molto alta.

Pirano
Pirano

Sul lungomare di Portorose si affaccia il Palace Hotel, ancora oggi aperto e realizzato durante la monarchia asburgica. Portorose offre tantissime spiagge, sia libere che attrezzate. Tra queste merita quella di Strugnano, in cui si prende il sole sulle rocce a picco sul mare. Nei pressi si trova anche Okolje, la spiaggia più grande della Slovenia. Gli amanti del luoghi storici possono visitare la Chiesa di San Bernardino, eretta nel 1400. Si tratta di una struttura che conserva anche i resti dell’antico monastero, affacciata sul mare. Da non perdere poi Forma Viva, una raccolta all’aperto di 130 sculture di pietra, raccolte qui dal 1961 su iniziativa di due artisti locali, e provenienti da più di 30 Paesi.

Pirano è un villaggio multicolore, punteggiato da casette color pastello. Il centro storico, dall’impianto medievale ben conservato e pedonale, si può esplorare con calma in mezza giornata. La cittadina è circondata da mura che racchiudevano l’originale centro storico, con 7 porte. La più bella, la porta di Dolfin, è decorata da una cresta con tre delfini e risale al 1400. Il centro merita una visita per il duomo di San Giorgio, che è una versione in miniatura della Basilica di San Marco di Venezia, e per una palazzina in stile veneziano del 1400. Sulla facciata del palazzo c’è una targa che recita “Lassa dir”, lasciali parlare, nel dialetto locale: si dice che fosse il regalo di un commerciante veneziano alla sua amante di qui. Passeggiando per i vicoli si potrebbe notare che sono tortuosi: questo disordine apparente è voluto e serve a “spezzare” il soffio dell’imperioso vento di bora. Tra gli scorci più belli c’è poi piazza Tartini, dedicata al celebre violinista che nacque qui. Questa piazza ospita la chiesa di San Francesco, nel cui chiostro c’è un ulivo di 500 anni fa.

Maribor

4

Maribor si raggiunge in auto e si trova a circa 220 km da Trieste. È una bellissima cittadina dal ricco passato, con un centro medievale da assaporare a piedi, è famosa come centro sciistico e anche perché ospita la vite più antica del mondo: risale a 400 anni fa ed è stata inserita nel Guinness dei Primati.

Maribor
Maribor

Maribor è considerata la capitale della Istria slovena ed è racchiusa da un dolce paesaggio collinare e da vigneti.  ​tra le bellezze da non perdere, in centro, la Casa Della Vecchia vite, che oggi ospita un’enoteca e una sala degustazioni, e il castello con il suo museo regionale. Questo castello è stato costruito nel XV secolo dall’Imperatore Federico III d’Asburgo e nel museo si possono ammirare i reperti antropologici culturali e archeologici di Maribor come di tutta la regione circostante. Poco distante si trova la chiesa Francescana, costruita agli inizi del 1800. Il centro di Maribor è dominato dalla piazza centrale, con il municipio e la colonna della peste, fatta costruire nel 1600 quando questo morbo uccise un terzo degli abitanti della città. Sulla riva del fiume Drava si trova poi la Torre dell’Acqua, realizzata nel XVI secolo per difendersi dalle invasioni turche, e il quartiere ebraico, con la sinagoga: è una delle più antiche ancora conservate in Europa e oggi è stata trasformata in un museo. Maribor è inoltre un centro di eventi e festival internazionali che si tengono tutto l’anno. Tra questi, ogni anno in agosto da più di 25 anni c’è il Festival delle Marionette, in cui migliaia di persone si danno appuntamento per ammirare i migliori spettacoli internazionali di marionette e per partecipare alle attività correlate: laboratori per adulti e bambini, esibizioni ed installazioni.

Lasko

5

Lasko si trova a due ore di auto da Trieste ed è rinomata per il birrificio, il più antico della Slovenia, per il pregiato miele artigianale e per le sue acque termali. Qui, dal 1825, si produce la birra omonima e ogni anno nella prima settimana di luglio la birra è protagonista del Festival Beer And Flowers, che attira 130.000 visitatori con eventi culturali, mostre di fiori e fuochi d’artificio, spettacoli musicali e attività per bambini.

Lasko
Lasko

Tra le cose da non perdere a Lasko c’è il Castello Tabor, eretto nell’anno mille difendersi dalle invasioni dei Turchi.  Oggi ospita un ristorante molto rinomato e la visita guidata, al costo di €6,50 a persona, comprende anche un dessert. Il centro di Lasko è ben conservato e si può visitare a piedi. Le sue acque curative erano già utilizzate dai Romani. Nel parco termale di Lasko, c’è anche una mostra del miele delle api di queste zone. Le terme offrono molti trattamenti, spesso associati a massaggi a base di miele e di birra. Poco lontano da Lasko, nella valle di Gračnica, si trova la Certosa di Jurklošter, costruita intorno al 1170 ed oggi una delle più importanti e antiche dell’Europa Centrale. È aperta per visite guidate da €2 a persona per almeno 8 persone. Si possono ammirare le rovine dell’antico monastero, e la chiesa di San Maurizio con il suo campanile di pietra dalla forma ottagonale. La certosa racchiude inoltre un vero e proprio giardino di erbe mediche, e di spezie ancora usate in cucina. I dintorni di Lasko sono molto piacevoli, in particolare in primavera, da visitare a piedi o in bicicletta.

Le saline di Sicciole - Sečoveljske soline

6

Le saline di Sicciole si trovano a Pirano, a circa 40 km da Trieste, alla foce del fiume Dragogna, in una zona proclamata monumento culturale d’importanza nazionale. Si tratta del sistema di saline più a nord di tutto il Mediterraneo e ancora oggi, come 800 anni fa, il sale viene raccolto a mano dai salinai, in un ecosistema in cui si intrecciano piante rare e una grandissima varietà di uccelli, pesci e animali della terraferma.

Le saline di Sicciole - Sečoveljske soline
Le saline di Sicciole – Sečoveljske soline

Con i suoi 650 ettari di estensione, il Parco delle Saline è l’ambiente umido più grande della Slovenia e si visita a piedi, osservando a distanza nel caso il lavoro dei salinai, e ammirando un paesaggio davvero particolare, in cui le incrostazioni delle vasche di sale creano un ambiente quasi brullo, dai riflessi rosati. L’acqua marina che si insinua in profondità in queste paludi ha dato vita a un particolare microclima e alla presenza di specie vegetali e animali che si trovano solo qui: tra queste, api e granchi. Sono state registrate 272 specie diverse di uccelli e il parco comprende praterie, canneti, cespugli, canali e perfino ruderi con le case dei salinai, con habitat tutti diversi tra loro. La visita comprende anche Il Museo dei Salinai, tre ambienti ristrutturati con reperti, una casa e un antico forno a legna. C’è anche un punto vendita del sale e dei prodotti cosmetici e alimentari molto pregiati realizzati qui.

Orari di apertura e costo del biglietto delle Saline di Sicciole

Indirizzo: Parecag 290, 6333 Sečovlje – Sicciole, Slovenia. Il parco si raggiunge in auto oppure via mare.

Orari di apertura: il parco è aperto tutti i giorni, dalle 8 fino a un’ora prima del tramonto.

Costo del biglietto: l’ingresso costa 5 euro. Il percorso è lungo circa 2 km e sui può passeggiare a piedi oppure, con supplemento di 1€, con i cart elettrici.

Le grotte di Postumia - Postojnska jama

7

Le Grotte di Postumia sono tra i monumenti sotterranei più affascinanti del mondo. Un vero e proprio mondo nascosto, con fiumi carsici, enormi sale, monti e perfino un prezioso brillante: una stalagmite di 5 metri che è il simbolo delle grotte. Inaugurate 200 anni fa, sono costituite da 24 km di gallerie sotterranee e vantano una serie di record: ad esempio, qui nel 1872 è stata costruita la prima ferrovia del mondo all’interno di una grotta calcarea, e nel 1899 il primo ufficio postale sotterraneo del mondo.

Le grotte di Postumia - Postojnska jama
Le grotte di Postumia – Postojnska jama

Oggi un doppio binario lungo 3,7 km permette di visitare i punti più belli della grotta, in un’atmosfera fiabesca, illuminata da 483 luci tra cui un prezioso lampadario in vetro di Murano. Oltre alla sue enormi sale naturali, ​ le Grotte di Postumia sono celebri anche per i “cuccioli di drago”. Si tratta dei protei, piccoli anfibi dalla pelle trasparente e senza occhi, che vivono al buio e arrivano anche a 100 anni, e per questo motivo fin da quando sono stati scoperti si pensava che fossero dei cuccioli di drago. Oggi questi incredibili esseri si possono visitare in un apposito vivaio che è aperto tutti i giorni. Le grotte hanno un temperatura costante tra 8 e 10 gradi: si consigliano scarpe comode e abiti adatti. Il percorso è aperto ai diversamente abili così come ai passeggini, mentre i cani possono essere lasciati all’entrata in gabbie gratuite. È possibile fare fotografie, ma senza flash né cavalletti.

Ci sono varie opzioni per visitare la grotta. La visita completa dura circa un’ora e mezza e comprende un percorso con un trenino, che attraversa la prima galleria e poi permette di visitare la Sala Gotica e la Sala Dei Congressi, fino al Grande Monte.  Da qui si prosegue a piedi arrivando al simbolo della grotta, il brillante. La visita termina con il ritorno in trenino e poi in superficie. Ogni visita comprende guide anche in italiano e sono disponibili le audioguide.

Orari di apertura e costo del biglietto delle Grotte di Postumia

Indirizzo: Jamska cesta 30, 6230 Postojna (circa 50 km da Lubjiana)

Orari: le grotte di Postumia sono aperte tutti i giorni. Da maggio ad ottobre ci sono visite ogni ora, nei mesi restanti invece due o tre volte al giorno. Le Grotte di Postumia sono soltanto una delle attrazioni del parco, che comprende anche il castello di Predjama, abbarbicato a 123 m sulla roccia, e un vivaio con 150 specie di animali tipici di queste zone. Si può inoltre visitare l’Expo sulle Grotte del Carso, che presenta una serie di documentazioni interattive per documentarsi al meglio sulla genesi e sulle meraviglie delle grotte carsiche, una mostra sulle farfalle con più di 3.000 farfalle provenienti da tutto il mondo, e una mostra sui periodi geologici. Per ciascuna attrazione sono previsti dei biglietti separati. Il biglietto intero per tutte le attrazioni è di circa €42.

Costo biglietto: i prezzi variano in base alla stagione. Da gennaio a giugno il costo della visita completa è di €25.80 intero, €20,60 fino a 16 anni e over 65, €15,50 fino a 15 anni, €1 fino a 5 anni. Da fine giugno al 6 settembre, il biglietto costa circa due euro in più.

Castel Lueghi – Castello di Predjama

8

Costruito intorno al 1200, Castel Lueghi si trova nel parco delle Grotte di Postumia e sorge proprio all’ingresso di una rete di gallerie carsiche, abbarbicato su di una roccia alta 123 metri. Inserito nel Guinness dei Primati come castello di grotta più grande del mondo, è l’unico castello costruito nella roccia in Europa ed è teatro di film, documentari e matrimoni, grazie alla sua posizione: sembra infatti un castello delle favole, abbracciato dalle rocce a strapiombo. All’interno cela un passaggio segreto in superficie, usato secondo la leggenda dal cavaliere ribelle Erasmo di Predjama per sfuggire all’assedio imperiale.

Castel Lueghi – Castello di Predjama
Castel Lueghi – Castello di Predjama

Il castello è aperto al pubblico e la visita permette di scoprire molti pezzi originali, tra cui armature e armi dei soldati che nel corso dei secoli difesero il castello, la sala da pranzo, la cucina e la cappella, e una raccolta di trofei di caccia al terzo piano. In estate si può visitare la grotta sotterranea: con i suoi 14 km di lunghezza, è la seconda grotta più grande della Slovenia ed è aperta al pubblico per un tratto di 700m. Abitata dall’età della pietra, la grotta cela anche reperti romani. La grotta non è illuminata: la visita avviene con delle torce, e su prenotazione per piccoli gruppi sono possibili visite più avventurose, che comprendono tratti chiusi al pubblico, passaggi in acqua e l’accompagnamento di speleologi qualificati.

Orari di apertura e costo del biglietto di Castel Lueghi

Indirizzo: 6230 Predjama, Slovenia

Orari: il castello è aperto tutto l’anno: da gennaio a marzo 10-16, aprile e ottobre 10 – 17, maggio, giugno e settembre 9-18, luglio e agosto 9 – 19, novembre e dicembre 10 – 16.

Costo biglietto: i biglietti comprendono varie attrazioni all’interno del parco delle grotte. La visita completa del castello costa €13,80 per gli adulti, €11 per studenti dai 16 ai 25 anni, €8,30 per bambini fino a 15 anni, €1 fino a 5 anni e gratis per i bambini fino a 4 anni. In alta stagione i prezzi aumentano di circa €1. Per informazioni e prenotazioni: tel. +386 5 700 01 00 – email info@postojnska-jama.eu

Le gole di Mostnica

9

Le gole di Mostnica fanno parte del Parco Nazionale del Triglav, il Monte Tricorno, l’area protetta più grande della Slovenia, e si trovano nei pressi di Stara Fuzina, un paese a circa 85 km da Lubiana. Le gole sono state scavate dal torrente Mostnica, da cui il nome, e si esplorano con un’escursione di mezza giornata, perfetta anche per i bambini, alla scoperta di un paesaggio incontaminato, tra rocce, cascate, boschi e rifugi.

Le gole di Mostnica
Le gole di Mostnica

Con scarpe da trekking e abiti adatti, la visita parte dal paese: si seguono le indicazioni per Mostnica Korita e si passa il ponte del diavolo, e poco più avanti c’è la biglietteria. Da qui, un piacevole sentiero nel bosco porta alle gole: qui si trovano pareti di roccia profonde 2 km, spettacolari piscine naturali di acque trasparenti, e soprattutto lo sloncek, una particolarissima roccia a cui l’acqua ha dato la forma di un elefantino che immerge la proboscide in acqua. La passeggiata prosegue poi lungo un altro ponte: si incontra un rifugio con area giochi, per far divertire i bimbi e magari assaggiare qualcosa di tipico come la zuppa di funghi, e si apre poi l’ampia vallata di Voje. Da qui, il percorso per le cascate dura circa due ore. Lungo i sentieri si passeggia in ampi prati che in autunno sono i pascoli delle mucche, e si trova un agriturismo. Poco dopo si aprono le cascate, che sgorgano dalla roccia con un salto di oltre 20 metri.

Orari di apertura e costo del biglietto delle Gole di Mostnika

Indirizzo: Mostnica, Stara Fužina, Slovenia

Orari di apertura: le gole sono aperte tutto l’anno, ma si sconsiglia di visitarle con la neve o quando c’è troppa umidità perché i sentieri potrebbero essere scivolosi.

Costo del biglietto: il biglietto costa 3€ per gli adulti, 2,50€ per studenti e over 65, 1,50€ da 7 a 14 anni. Gratis fino a 6 anni.

Le cascate di Savica e il lago di Bohinj

10

Queste spettacolari cascate, considerate tra le più belle della Slovenia, sfociano nel lago Bohinj e si trovano nel Parco Nazionale del Triglav, a circa 30 km dal Lago di Bled. Il lago di origine glaciale e le cascate sono perfetti da visitare in una giornata, anche con i bambini. La visita può iniziare dal rifugio Koča pri Savici. Qui si trova la biglietteria (il biglietto per la cascata costa circa 3€), un negozio di souvenir e il parcheggio in cui si lascia l’auto.

Le cascate di Savica e il lago di Bohinj
Le cascate di Savica e il lago di Bohinj

La cascata si raggiunge con una bella passeggiata di circa mezz’ora all’interno di un bosco, in leggera salita. Lo scroscio dell’acqua si sente da lontano, e dopo 500 gradini si arriva a una terrazza in legno panoramica da cui si ammira il salto della cascata tra le rocce, alto ben 78 metri. È possibile anche scendere nei pressi della cascata. Poco lontano si scorge il Lago di Bohinj, dalle acque limpide e cristalline. ​Si tratta del lago più esteso della Slovenia e appare in effetti maestoso, adagiato in un paesaggio incontaminato e non ancora toccato dal turismo di massa. In estate si può navigare con kayak, canoa e battello, e sulle sponde ci sono tanti punti di interesse. Tra questi, la statua di Zlatororg, un camoscio dalle corna d’oro. Le leggende dicono che questo camoscio era il custode del Monte Triglav. Si può visitare inoltre la piccola chiesa di San Giovanni Battista, eretta nel Medioevo.

Hotel in Slovenia

Se state cercando un hotel in Slovenia vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.