Cosa vedere sul lago di Bled in Slovenia

Le cose da fare e vedere assolutamente sul lago di Bled durante una vacanza o un week end.

Bled
Bled
Bled è una piccola e famosa cittadina che si incontra nel cuore della Slovenia, alle pendici delle Alpi Giulie. È abitata da circa 5.000 persone, un numero che si triplica durante la stagione estiva. Bled è, infatti, uno dei migliori centri turistici della Slovenia e ogni anno attira migliaia di turisti provenienti da gran parte dell’Europa per le sue bellezze naturali, storiche, artistiche e culturali. Al confine con l’Italia, Bled è raggiungibile in poche ore, ed è una meta perfetta anche per una breve fuga di un fine settimana. Arrivare a Bled è come avere l’impressione di entrare in un libro di fiabe. Una strada panoramica immersa nel verde termina nel punto in cui si dirama intorno al lago di Bled. Ad accogliere è lo stupore. Tutto sembra appartenere a un sogno, in un’atmosfera che pare fuori dal tempo. Il romantico lago di Bled con la sua isola al centro, la piccola chiesa gotica che racconta la sua leggenda, e poi il castello, che arroccato alla sua rupe, domina tutto il lago. Entrate nel sogno allora e lasciatevi dondolare a bordo di una tipica “pletna” per esplorare il suo lago oppure su una carrozza tradizionale guidata da un cocchiere per scoprire Bled negli angoli più nascosti. Quando stanchi, lasciatevi coccolare dalle famose acque termali che questa splendida località offre. Insomma, seppur piccola, Bled offre un ventaglio molto ampio di attività da praticare e cose da vedere. Non resta che scoprirle tutte. Benvenuti a Bled, una delle località turistiche più belle d’Europa.

Se stai cercando un hotel a Bled ti consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di te. Vai a Booking.com.

Scoprire il lago di Bled a bordo di una pletna

La pletna del lago di Bled
La pletna del lago di Bled

Una delle prime cose che si notano, giunti sul lago di Bled, sono delle silenziose barche in legno che sfiorano lo specchio d’acqua di Bled. Si chiamano “pletne”,e sono le imbarcazioni tipiche di Bled. Hanno origini tedesche e si caratterizzano per la loro forma piatta che consente un buon bilanciamento nell’acqua. Le pletne sono davvero barche silenziose, poiché, nel rispetto dell’ambiente, non hanno un motore ma vengono guidate dalle forti braccia dei barcaioli con i loro remi. Si tratta di un mestiere antichissimo tramandato da generazioni, così raccontano i barcaioli. In totale sono 25 pletne a circolare in tutto il lago e su ognuna possono starci fino a 20 persone. Perciò non vi spaventate se presi dalla bellezze del posto vi alzerete di scatto per fare una foto, perché al massimo potrebbe solo oscillare. Una volta a bordo, godetevi questo breve viaggio immerso nella natura con i racconti dei barcaioli in sottofondo, mentre lentamente si arriva sulla terraferma: sull’isola di Bled.

Per info e prenotazione potete rivolgervi al sito ufficiale: http://www.bled.si/it/cosa-vedere/da-non-dimenticare/pletna/Informazioni

Barche sul lago di Bled
Barche sul lago di Bled

L’isola di Bled e la chiesa dell’Assunzione di Maria

Giunti sull’isola di Bled e subito si avverte l’odore di qualcosa di magico. È molto probabile che quando arriverete sull’isola conosciate già la leggenda della campana dei desideri. Prima però bisogna salire 99 scalini per arrivare alla Chiesa dell’Assunzione di Maria. È da qui che ha inizio la storia. Una storia lunga. All’inizio a Bled si praticava il politeismo, e dove ora sorge la Chiesa dell’Assunzione di Maria, in passato sorgeva un tempio dedicato alla dea dell’Amore Ziva. Nel 745 però, con la cristianizzazione, il popolo dovette accettare di convertirsi e perciò il tempio fu sostituito da una piccola chiesa dedicata alla Madonna. La chiesa fu ricostruita nel 1465 in stile gotico con un’unica navata e successivamente ristrutturata più volte a causa di due terremoti. L’ultima ricostruzione le ha conferito l’attuale aspetto in stile barocco. All’interno della chiesa tutt’oggi è possibile ammirare i resti di affreschi che raccontano la vita di Maria e dei suoi genitori, Gioacchino ed Anna. La particolarità di questa chiesa è il suo campanile staccato, alto 52 metri. La cosiddetta campana dei desideri. Quella che tutti vogliono suonare per esaudire i propri sogni.

La chiesa dell'Assunzione a Bled
La chiesa dell'Assunzione a Bled

L’isola di Bled e la leggenda della campana dei desideri

La famosa leggenda racconta che intorno al 1500 il padrone del castello di Bled, Hartman Kreigh, sparì improvvisamente nel nulla lasciando sola e addolorata sua moglie Polissena. Presa dalla disperazione, la vedova raccolse tutti i suoi averi e chiese di farsi costruire una campana sull’isola per poterla così suonare in ricordo del marito. Durante il viaggio per trasportare la campana, Bled fu improvvisamente colpita da una tempesta che fece affondare la barca e finire la campana sul fondo del lago. La triste vedova decise allora di lasciare Bled e di rinchiudersi in un monastero a Roma. Fu qui che il Papa venne a conoscenza della sua storia e ordinò immediatamente la fusione di una nuova campana che fece sistemare, finalmente, nel campanile della chiesa, come Polissena desiderava. E pare proprio che questa campana abbia una forza particolare: chi la suona potrà vedere realizzati i propri desideri. Non resta che provare!

La leggenda narra inoltre che la campana affondata durante la tempesta, ancora oggi risuoni dal fondo del lago durante le notti tempestose. Che la campana si trovi sul fondo del lago è certo, poiché ogni anno, il 25 dicembre, i sub la riportano in superficie proprio per ricordare questo evento. Una storia davvero affascinante ma che ci mette anche un po i brividi, per dirla tutta. Oltre questa seducente storia che ci risuona nella testa, qui, sull’isola di Bled, non si sente null’altro. Si è circondati dal silenzio e dalla natura e salendo sul campanile della chiesa, la vista a 360° su tutto ciò che circonda questo luogo incantato, è davvero meravigliosa.

Il Castello di Bled

Il castello di Bled
Il castello di Bled

Oltre all’isola, protagonista indiscusso del lago di Bled è sicuramente il romantico castello che arroccato alla sua rupe bianca sembra quasi voler sorvegliare questo incantevole luogo. Il castello di Bled è uno dei castelli più antichi di tutta la Slovenia. Il suo nome compare per la prima volta nel 1011 quando il re Enrico II donò il castello al Vescovo di Bressanone. Se durante la visita al castello di Bled vi chiederete come mai si incontrano numerosi coreani, un motivo c’è. Il castello è stato il set di un famosa serie televisiva sudcoreana intitolata “Dear my friends”. Da allora, ogni anno vengono a farvi visita un po di cittadini del Sud della Corea. Ma torniamo alla nostra visita.

Castello di Bled

Per raggiungere il castello bisogno percorrere un sentiero fin sopra la montagna. Una volta su, un ponte levatoio da il benvenuto al Castello. Si accede così al suo cortile che gode di una vista strepitosa su tutto il lago di Bled e le Alpi. Intorno ai cortili si dispongono gli edifici del castello. Al piano inferiore è possibile ancora accedere alla vecchia stamperia del castello dove si scoprono tutti i segreti del mestiere del tipografo, curiosando tra timbri e fogli di carta. E per chi vuole portare a casa un ricordo, è possibile stampare un foglio proprio come si faceva un tempo, apprezzando così tutta l’arte della stampa. Nel livello più alto invece incontriamo una straordinaria cappella del XVI secolo con ancora conservati gli affreschi dell’imperatore Enrico II e di sua moglie. Sempre al piano superiore si incontra un museo che ha ricostruito tutta la storia di Bled, dall’età del Bronzo fino ai giorni nostri e una fucina, il vecchio laboratorio del fabbro dove sono esposti tutti gli attrezzi di ferro battuto. Tutto il castello è protetto da una cinta muraria di età romana, da una torre posta all’ingresso e da un’imponente torre gotica a scopo difensivo. All’interno del castello si trovano, inoltre, un caffè e un ristorante con terrazza per chi vuole concedersi una serata all’insegna del romanticismo.

Ma i più romantici in assoluto sono senza dubbio coloro che scelgono Bled come meta per giurarsi l’amore eterno. Ebbene sì, il castello di Bled è uno dei luoghi che viene scelto da cittadini di tutto il mondo per celebrare il matrimonio civile.

Informazioni per la visita al castello di Bled

Il Castello di Bled è aperto tutti i giorni nei seguenti orari:

-da novembre a marzo: dalle ore 8:00 alle ore 18:00;
-da aprile ad giugno: dalle ore 8:00 alle ore 20:00;
-nei mesi di luglio e agosto la chiusura è prevista per le ore 21:00.

Costo del biglietto: per gli adulti è di 11,00 euro per gli studenti universitari è di 7,00 euro mentre per i ragazzi fino a 14 anni è di 5,00 euro.
http://www.blejski-grad.si/it/castello-di-bled

Scoprire il lago di Bled in bici a piedi o in carrozza

Il lago di Bled in carrozza
Il lago di Bled in carrozza

Tra le altre cose da fare per scoprire al meglio la piccola cittadina di Bled, consigliamo sicuramente di fare un giro intorno al lago di Bled, un’attività davvero molto piacevole. Un percorso pedonale si estende intorno a tutto il lago per circa 7 chilometri regalando scorci meravigliosi e una vista suggestiva sull’isola di Bled e sul suo castello. Il modo migliore per esplorarlo è concedersi una sana passeggiata a piedi oppure in sella ad una bici, che è possibile noleggiare lì vicino.

Un modo sicuramente più originale per scoprire l’isola di Bled, è salire su una carrozza tradizionale. Si chiamano “Fijakerji” e sono delle carrozze aperte guidate da un vero cocchiere con una lunga tradizione. Eh si, perchè questa carrozza non può essere guidata da chiunque, ma solo se il mestiere viene tramandato di padre in padre. Una tradizione che viene mantenuta viva e preservata, a partire dalla loro uniforme. Li troverete ad attendervi con un pantalone e un cappello nero, e un panciotto ricamato.

Le terme di Bled

Oltre alle sue bellezze storiche, artistiche e culturali, Bled è anche  famosa per le sue acque termali. Una località termale molto rinomata di cui godevano, già nell’Ottocento, tutti gli amanti del benessere, grazie ai poteri curativi delle sue acque.

Le sorgenti termali sono sparse da nord a sud, lungo la sponda del lago di Bled. Un tempo erano sette, adesso restano solo 4 quelle utilizzabili. Le acque di queste sorgenti sono raccolte rispettivamente in tre impianti termali che si trovano al Grand hotel Toplice, all’albergo Park e nel meraviglioso centro benessere Živa, presso l’hotel Golf.

Le terme dell'Hotel Ziva a Bled
Le terme dell'Hotel Ziva a Bled

Eventi a Bled

Bled a Natale
Bled a Natale

Tra i numerosi eventi che si svolgono a Bled durante l’anno, da non perdere è il “Violina Festival”, un importante evento musicale che si svolge tra giugno e luglio. In quel periodo Bled diventa un set che accoglie i migliori violinisti di fama mondiale.

Sempre a luglio, altro appuntamento immancabile è quello della nota manifestazione di Bled, “Blejski dnevi” che traduce le “giornate di Bled”. Si tratta di una grande fiera artigianale di prodotti locali, allietata da numerosi concerti sul lago, spettacoli e fuochi d’artificio.

Durante il periodo natalizio, invece, avevamo già accennato alla rappresentazione della leggenda della campana affondata. Questo evento si tiene il giorno di natale, giorno in cui dei sub si immergono nelle acque del lago di Bled per riportare in superficie la campana, protagonista della leggenda.

Inutile dire che durante l’inverno, con le sue Alpi innevate, Bled, sfoggia ancora di più tutto il suo fascino. Ed è in questo periodo che sul lungolago vengono attrezzati i tipici mercatini di Natale. Tantissime le bancarelle dove poter comprare tante cose graziose o assaggiare prodotti del posto.

Cosa mangiare a Bled

Non si può lasciare Bled senza prima essersi gustati una “Kremma rezina”, magari rilassandosi qualche minuto alla pasticceria Kaverna Park. In questo posto fantastico viene prodotta l’originale ricetta della torta millefoglie, il dolce tipico di Bled. Una ricetta che risale agli anni ‘40, preparata con crema alle uova e panna. Una vera delizia da non perdere per poter dire realmente di aver visitato Bled.

Cosa mangiare a Bled
Cosa mangiare a Bled

Dintorni di Bled

A soli pochi chilometri dal lago di Bled si trova la meravigliosa gola del Vintgar, patrimonio naturale della Slovenia. Formata dal fiume Radovna, questa gola fu scoperta nel 1891, e all’epoca non era affatto praticabile. Negli anni fu sistemata a aperta a visite pubbliche, e da allora, ogni anno, migliaia di turisti vengono a visitarla. Si tratta di un canyon lungo circa un chilometro e mezzo lungo il quale si snoda un percorso che dà vita a meravigliose cascate, come la cascata Sum, alta circa 13 metri.

Hotel a Bled

Se stai cercando un hotel a Bled ti consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 500 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di te. Vai a Booking.com.