Cassis in Provenza

Un meraviglioso borgo di pescatori punto di partenza per la scoperta dei calanchi.

Cassis in Provenza
Cassis in Provenza. Chantal de Bruijne / Shutterstock.com

Chi non ha visto Cassis, può dire di non aver visto niente“, scriveva Frederic Mistral, premio Nobel per la letteratura, nato e vissuto in Provenza. Mistral restò affascinato come chiunque metta piede per la prima volta a Cassis. Lo stupore inizia con la strada che porta al piccolo borgo dei pescatori: si passa tra le vigne, mentre dalle pinete si aprono splendide viste sul mare. La calma di una cittadina di mare (ma non a luglio e agosto) accoglie i visitatori insieme all’odore di cucina di mare che ad ogni ora del giorno avvolge le viuzze del centro. 

Il borgo dei pescatori di Cassis

Le case colorate, la passeggiata lungo il porto pieno di caffè e ristoranti, le barche che partono per le escursioni, un po (troppa) folla durante l’estate, non mutano il fascino di questa bella località di mare diventata una delle mete estive più ricercate della Francia. Certamente l’atmosfera marinaresca si apprezza di più fuori stagione, in primavera e autunno, ma si sta bene anche d’estate.

Le spiagge di Cassis

Cassis ha due spiagge, quella sabbiosa della Grande Mer e quella di ciottoli di Bestouan. Chi però vuole fare davvero un tuffo cristallino, deve prendere uno delle tante barche a nolo o farsi accompagnare nelle insenature nei calanchi che si raggiungono solo dal mare. Relax assicurato.

Le spiagge di Cassis in Provenza
Le spiagge di Cassis in Provenza

I calanchi e Capo Canaille

La baia su cui è costruita Cassis è racchiusa tra due meraviglie naturali: i Calanchi e Capo Canaille. I Calanchi sono rocce calcaree che per 20 km, da Marsiglia fino a Cassis, seguono la linea della costa cadendo a picco nel Mediterraneo. Il mare sotto ai Calanchi è intatto, cristallino, meta quotidiana di gite in barca ed escursioni subacquee mentre la natura circostante permette arrampicate, passeggiate, e percorsi alla scoperta di flora e fauna provenzale. L’altro lato della Baia di Cassis è dominato da Cap Canaille, la più alta scogliera d’Europa. Il punto più alto è la Grande Tête, a 394 metri sul mare, da cui si ammira una meravigliosa vista sul Mediterraneo. Il modo migliore per scoprire questa zona è un giro in auto o moto lungo la strada turistica delle Crete, lunga 15 km, che da Cassis porta verso La Ciotat offrendo punti di vista spettacolari sul Golfo di Cassis e sui Calanchi.

I calanchi di Cassis
I calanchi di Cassis

La gastronomia di Cassis

Gli abitanti della cittadina provenzale vanno giustamente fieri della loro cucina di mare. Il pesce arriva fresco ogni giorno direttamente dalle barche dei pescatori (sarde, tonni, scorfani, spigole, seppie, orate, gronghi, anguille, muggini, triglie di scoglio, cozze, ricci, calamari) e si unisce ai prodotti che arrivano dalle terre circostanti (miele dei calanchi, olive, erbe) il tutto unito con la sapienza dei cuochi dei ristoranti locali.