La Cattedrale di St-Jean a Lione

Magnifico esempio di gotico-fiammeggiante, è considerata il luogo religioso più importante di Lione, in contesa con la Basilica di Fourvière.

La Cattedrale di St-Jean si trova ai piedi della Collina di Fourvière, nel cuore della Vecchia Lione, patrimonio Mondiale dell’Unesco. Con la Basilica di Fourvière si contende il ruolo di luogo religioso più importante di Lione. E’ dedicata ai santi Stefano e Giovanni Battista.
La Cattedrale sorge sul luogo dove c’era una chiesa già durante il periodo Merovingio, di cui l’attuale chiesa ha preso il posto. In realtà, tutta questa parte di Lione che stende lungo le rive della Saona è stata fin dalla prima era cristiana un luogo dove sono sorte chiese e luoghi di culto.

Un capolavoro costato 3 secoli di lavori di costruzione

I lavori di costruzione della Cattedrale iniziarono nel 1100 e si protrassero per tre secoli, anche se tutti i grandi avvenimenti storici della Francia hanno lasciato un segno sulle pietre di questa imponente chiesa. Proprio il lungo periodo di costruzione ha resto la Cattedrale di Lione uno degli esempi più ammirati di architettura religiosa di transizione tra romanico e gotico.
Colpisce per la lunghezza (80m)e le sue belle torri e la navata. Il “pezzo forte” è il coro.

La facciata esterna

La facciata è stata completata nel 1480, quasi 4 secoli dopo l’inizio dei lavori ed ha subito un complesso lavoro di restauro nel 1982. Il materiale usato per costruire questo bell’esempio di gotico-fiammeggiante, proveniva, purtroppo, dai monumenti romani di Lione, in particolare dal Foro.
E’ attraversata da due balaustre orizzontali forate. Intorno alle tre porte in legno noce ci sono 280 piccoli dipinti. Sopra il grande triangolo centrale sono visibili le statue della Madonna con l’Arcangelo Gabriele che le annuncia che sarebbe stata la Madre di Dio. In cima domina il tutto la statua che rappresenta Dio.

L'interno della Cattedrale

Il passaggio dal romanico al gotico è evidente anche all’interno, mano mano che ci si sposta dall’abside alla facciata. Notevole la navata con volte gotiche divise in sei spicchi. Il protagonista dell’interno è l’orologio astronomico, uno dei più antichi d’Europa. Costruito nel 1400, garantisce la data esatta fino al 2019.
L’orologio è formato da una torre quadrata di 1,80 metri di lato, sormontata da una torretta ottagonale in cui i si muovono alcune figure. Le due statue rappresentano i primi due vescovi di Lione, Sant’Ireneo e Potino.

Ogni giorno alle 12:00, 14:00, 15:00 e 16:00 inizia uno spettacolino con l’angelo sulla sinistra che gira la clessidra, mentre l’altro a destra fa da direttore d’orchestra. Il gallo canta tre volte, aprendo il becco e sbattendo le ali. Tre dei sei angeli che circondano “Il Padre Celeste” azionano il martello delle campane e inizia un inno dedicato a San Giovanni Battista che si conclude con la benedizione del Padre Celeste.

Place Saint-Jean

Metro: linea D fermata Vieux Lyon

Dal lunedì al venerdì: dalle 8.15 alle 19.45.
Sabato e domenica: fino alle 19.
1 gennaio, 1 maggio, 8 maggio, lunedì di Pasqua e di Pentecoste, 14 luglio e 11 novembre: apre alle 13

Ingresso gratuito