La città di Sant Josep

Tutte le informazioni per visitare Sant Josep a Ibiza: spiagge, monumenti, chiese e altri luoghi da vedere.

Il paesino di Sant Josep di sa Talaia, che prende il nome dalla montagna situata nel suo territorio, si trova nella parte meridionale di Ibiza, a 15 km dalla capitale dell’isola e a 9 Km dalla cittadina di Sant Antoni di Portmany. Altri paesi appartenenti al suo territorio sono Sant Agusti dia Vedrá, Sant Jordi di ses Salines, Es Cubells e Sant Francesc di s’Estany. I circa 15.000 abitanti residenti si triplicano nel periodo estivo, grazie all’enorme sviluppo del turismo e alle persone che in questo posto hanno deciso di fissare la loro seconda residenza.

Le più belle spiagge di Ibiza

Sant Josep è il comune di Ibiza che conta più spiagge e calette; questi luoghi godono di una grande fama in tutto il mondo per la varietà dei paesaggi che si adattano a tutte le esigenze: ci sono piccole cale nascoste bagnate da acque cristalline e turchesi (tra cui le bellissime Cala Comte, Cala Bassa e Cala Vedella, che hanno ricevuto dall’Unione Europea la Bandiera Azzurra) ma anche spiagge grandissime circondate da una fitta vegetazione e da ricche pinete (alcuni di questi boschi sono stati dichiarati Parco Naturale). Se siete amanti del nudismo, in queste zone avrete la possibilità di praticarlo tranquillamente, godendo a pieno del meraviglioso ambiente che vi circonda. L’interno di Sant Josep offre una campagna molto ricca, piena di pini, fichi e carrubi che circondano le tipiche casette bianche di Ibiza, in un suggestivo paesaggio rurale.

Arte e storia a Sant Josep di sa Talaia

Sant Josep di sa Talaia è ricca di arte e storia. Obbligatoria la visita al villaggio fenicio di Sa Caleta e all’insediamento rurale punico-romano di Ses Païses di Cala d’Hort. Nel litorale sono di grande interesse le torri di difesa come la Torre di ses Portes e Torre di Comte (anche conosciuta come Torre d’en Rovina), costruite per gli abitanti del luogo nei secoli XVII e XVIII e che servivano per avvisare delle invasioni via mare.

Il Puig de Missa

Dichiarato Bene di Interesse Paesaggistico nel 1952 e nel 1985, Bene di Interesse Culturale, il Puig de Missa è un importante complesso architettonico nonché elemento emblematico del patrimonio del paese di Santa Eulària des Riu. Il suo nome si deve al fatto che c’è una chiesa del XVI secolo, nel suo punto più alto e che ora è una parrocchia. Il Puig de Missa è un monticello sopra il livello del mare che domina una zona fertile attraversata dall’unico fiume delle Baleari. La chiesa che lì sorge, venne costruita nel XVI secolo sia come elemento di difesa e controllo dell’isola, sia come punto di riferimento per la costruzione delle prime case che si radunavano intorno. Una di queste case si usa oggi come sede del Museo Etnologico di Ibiza e Formentera. La struttura centrale del tempio è formata da una serie di costruzioni aggiunte per cercare di nascondere il suo aspetto di fortezza. Infatti vennero inserite le due cappelle laterali e i porxos, luogo di riunione di una comunità. L’altare maggiore è barocco, mentre tra le immagini spicca il Cristo legato alla colonna, opera del XVII secolo.

Le chiese

Altrettanto suggestive sono le chiese di Sant Jordi di ses Salines, Sant Josep di sa Talaia, Sant Agustí des Vedrà, Sant Francesc de s’Estany e Sa Rivista, costruite nei secoli dal XIII al XVIII. In particolare, Sant Jordi fu costruita per soddisfare le esigenze religiose di tutti i lavoratori degli stagni e dei salineros che si erano stabiliti in questo luogo dopo la conquista catalana delle isole nel secolo XIII. L’aspetto più particolare di questa chiesa sono i suoi muri maestri obliqui e i merli che ornano la cupola superiore, conferendogli un marcato carattere di forza. Questo stile era giustificato dai frequenti attacchi dei pirati che si verificavano in quel periodo in questa zona dell’isola. Queste antiche chiesette restano i monumenti più visitati dai turisti attratti dal loro stile molto originale.

Cova Santa

Inoltre, vi consigliamo una visita a Cova Santa, una grotta naturale di circa 25 metri di profondità dove potrete ammirare le sorprendenti forme delle stalattiti e stalagmiti formate per l’effetto dell’acqua nel corso di migliaia di anni. Un’altra delle attrattive di Sant Josep di sa Talaia sono le tradizioni popolari del posto. Con un po’ di fortuna potrete assistere al ballo folcloristico tipico, chiamato Ball Pagés. Da ammirare gli abiti degli uomini e delle donne che vi partecipano ed i gioielli con cui si adornano.