Il Castello di Wawel di Cracovia

Il Castello di Wawel a Cracovia. Sulla sponda del fiume Vistola, alla scoperta della roccaforte dei Re di Polonia, tra storia e leggenda.

Il Wawel (collina in polacco) di Cracovia è un complesso architettonico recintato da mura difensive composto dal Castello Reale, dalla Cattedrale, dal vicariato e dai quartieri della servitù. Il Wawel è caratterizzato da una somma di stili architettonici, dal romanico al gotico, dal rinascimentale al barocco. Nel XVI secolo, il Wawel era l’emblema della Polonia, uno dei maggiori stati d’Europa, ma con la caduta del Regno e il trasferimento della capitale a Varsavia (1596), venne abbandonato pur continuando a conservare un forte valore simbolico.

Ogni castello ha la sua leggenda

Secondo la leggenda, il Wawel è stato costruito proprio sulla caverna in cui viveva un terribile drago, Smok Wawelski, che trucidava uomini e animali.

Alcune versioni della storia raccontano anche di giovani fanciulle sacrificate per impedire al drago di devastare la città. Il re Krak, esasperato, emise un editto in cui dichiarava che chi avesse ucciso il drago avrebbe avuto metà del suo regno e sua figlia in sposa. Con uno stratagemma un giovane calzolaio riuscì nell’impresa: diede in pasto al mostro una pecora imbottita di zolfo. Per spegnere l’incendio che era in lui divampato, il drago fu costretto a bere quasi tutto il fiume Vistola fino a scoppiare, liberando la città dalla sua terrificante presenza.

Oggi, all’ingresso della grotta (a cui si accede dalla scalinata di una torretta addossata al muro di cinta) vi è una scultura in metallo del drago con tanto di fiamme che gli escono dalla fauci ogni 5 minuti. Le grotte sono lunghe 270 metri di cui solo 81 percorribili e sono divisi in 3 ambienti.
L’uscita è sulla sponda del Vistola.

Il drago del Castello di Cracovia
Il drago del Castello di Cracovia

Alla scoperta del Castello di Wawel

La visita di questo quartiere di Cracovia comincia incamminandosi per la salita che conduce all’ingresso del castello lungo la quale potrete ammirare la statua equestre dell’eroe polacco Kosciuszko posta in cima ad un bastione. Superata la Porta dei Blasoni (Brama Herbova), oltre la quale si trova una delle biglietterie del castello (l’altra si trova dietro il Mastio dei Ladri), e la Porta dei Vasa (Brama Wazòw), si arriva alla cattedrale.

Molte stanze del Palazzo Reale sono aperte al pubblico e possono essere visitate. Lungo il percorso si incontrano le stanze pubbliche e quelle private dei sovrani, la Cappella Reale, il Tesoro reale, una bellissima armeria con armi dal Medioevo ad oggi e anche diverse collezioni di oggetti medio-orientali, cinesi e giapponesi, ricordo dei contatti che il Regno polacco ha avuto nei secoli con le altre culture.

Il Castello di Cracovia
Il Castello di Cracovia

La Cattedrale dei Santi Stanislao e Venceslao

La Cattedrale è uno dei luoghi più importanti della Polonia. Qui venivano incoronati i sovrani, si celebravano i loro funerali e sono stati sepolti dinastie reali ed uomini illustri, come i grandi poeti Mickiewicz e Slowacki e gli eroi nazionali tra i quali Kosciuszko. Per saperne di più, visita la nostra pagina Cattedrale di Cracovia.

Orari di apertura, prezzi dei biglietti e come arrivare al Castello di Cracovia

Indirizzo: il Wavel si trova nella parte alta di Cracovia, visibile da tutta la città.
Come arrivare: a piedi dalla Città Vecchia. Tram: 9, 10, 13, 19, 22, 24 fermata Wawel.
Orari di apertura: aprile e settembre dalle 6 del mattino alle 19. Da maggio ad agosto dalle 6 alle 20. Da novembre a febbraio dalle 6 alle 17, marzo e ottobre dalle 6 alle 18.
Costo del biglietto: 18 zloty (4 euro). Il prezzo non include eventuali esibizioni temporanee in corso.