10 cose da fare e vedere in Alsazia

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere in Alsazia

Uno scorcio della Piccola Venezia di Colmar
Uno scorcio di Colmar

Paesini e borghi che sembrano usciti direttamente da un libro di favole, castelli e fortezze medievali arroccati sulle montagne, verdi vallate a perdita d’occhio, vigneti che producono i vini più pregiati al mondo. No, non è un sogno, ma è lo straordinario paesaggio dell’Alsazia, una delle regioni più piccole della Francia in grado di far vivere esperienze di viaggio indimenticabili.

L’Alsazia si trova nell’estremità nord-orientale francese, al confine con Germania e Svizzera, con le quali mescola la propria identità culturale, linguistica e gastronomica, dando vita a un territorio unico e variegato. Infatti questa regione è stata contesa per secoli da Francia e Germania, diventando ufficialmente francese solo nel 1919 con il Trattato di Versailles dopo la prima guerra mondiale.

Capoluogo dell’Alsazia è la splendida Strasburgo, città cosmopolita e moderna ma allo stesso tempo ricca di storia e che per la sua posizione geografica, situata nel cuore dell’Europa, è stata scelta come sede del Parlamento Europeo e di altre realtà istituzionali autorevoli. Poi c’è Colmar, una cittadina incantevole e pittoresca considerata tra i migliori borghi della Francia e, ancora, una costellazione di paesini caratteristici che vi trasporteranno indietro nel tempo, immergendovi in un’atmosfera magica con le loro casette colorate a graticcio dai tetti spioventi, le chiese gotiche e i vialetti acciottolati.

Da non perdere la Route des vins, la Strada dei Vini, un percorso tra sentieri immersi nel verde che vi condurranno nei suggestivi vigneti alsaziani, dove potrete degustare i vini più amati al mondo in un paesaggio bucolico.

In questa pagina vi invitiamo a scoprire le 10 cose da fare e vedere assolutamente in Alsazia durante un week end o una vacanza. 

Se state cercando un hotel in Alsazia vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 3000 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Strasburgo in Alsazia

1

Strasburgo è la capitale dell’Alsazia, una città dinamica e cosmopolita che ha saputo conservare intatte le tracce del suo passato medievale diventando, allo stesso tempo, il simbolo dell’Europa moderna.

La Petite-France di Strasburgo

È infatti qui, nel cuore del Vecchio Continente, che si trovano il Parlamento Europeo, la Corte dei Diritti dell’Uomo e il Consiglio d’Europa. Una visita a Strasburgo deve necessariamente partire dalla sua affascinante cattedrale, massima espressione dell’architettura gotica, caratterizzata dalla sua guglia alta ben 142 metri e da un delicato equilibrio tra monumentalità e raffinatezza ornamentale. Da non perdere una romantica passeggiata nella Petite-France, l’antico quartiere di Strasburgo patrimonio Unesco, dove le tipiche casette a graticcio dai tetti spioventi si specchiano nei canali del fiume Ill, creando un’atmosfera romantica e suggestiva che vi condurrà indietro nel tempo.

Scopri di più su Strasburgo

Colmar in Alsazia

2

La pittoresca cittadina di Colmar è il vero gioiellino dell’Alsazia, considerata anche uno dei borghi più incantevoli della Francia. A rendere Colmar un luogo magico e fiabesco sono i canali del fiume Lauch che la attraversano in diversi punti del centro storico, formando degli scorci davvero unici.

La Piccola Venezia
La Piccola Venezia

Il quartiere più pittoresco di Colmar è la Petite Venice, così chiamato perché lo scenario composto da ponti e canali evoca i caratteristici paesaggi veneziani. Qui resterete estasiati dalla perfezione di un paesino che sembra davvero uscito dal mondo delle fiabe: stradine acciottolate, coloratissime casette a graticcio dai tetti spioventi, piccole chiese gotiche e palazzi storici costruiti con la locale pietra arenaria rossa, botteghe artigianali, mercati coperti, patisserie e boulangerie pronte a sfornare le migliori specialità gastronomiche del posto.

Colmar si trova sulla Route des Vins, la Strada dei Vini alsaziana. Approfittatene per allontanarvi dal centro per raggiungere i meravigliosi vigneti che circondano la cittadina situata ai piedi dei Vosgi per assaporare i vini più rinomati al mondo.

Scopri di più su Colmar

Mulhouse in Alsazia

3

Un po’ francese, un po’ svizzera e anche un po’ tedesca, Mulhouse è la seconda città dell’Alsazia, dove a tante attrattive storico artistiche da vedere e visitare si associano anche alcune realtà che vi consentiranno di conoscere la capitale “industriale” di questa magnifica regione francese.

La facciata del Municipio di Mulhouse
La facciata del Municipio di Mulhouse ©OTC Mulhouse et sa région

Il cuore di Mulhouse è Place de la Réunion, la piazza del centro storico che deve il suo nome alla riunione della città alla Repubblica Francese nel 1798, dove si affaccia lo splendido municipio in perfetto stile rinascimentale, con doppia scalinata di accesso e la facciata affrescata. Da non perdere la visita al Tempio di santo Stefano (Temple Saint-Étienne), la chiesa protestante più alta della Francia in stile neogotico.

Mulhouse vi sorprenderà soprattutto per la sua Cité de l’automobile, ovvero il Museo dell’Automobile dove si possono ammirare più di 400 veicoli d’epoca tra cui le mitiche Bugatti Royale, e per il Museo della Ferrovia, dove potrete fare un viaggio nel tempo alla scoperta delle vecchie locomotive. Un motivo in più per visitare Mulhouse? Sappiate che è proprio qui che si trova il primo parco a tema dedicato al Piccolo Principe, il protagonista dell’omonimo racconto di Antoine de Saint-Exupéry amato in tutto il mondo.

Riquewihr in Alsazia

4

Se il nome Riquewihr non vi suggerisce nulla di già sentito, vi assicuriamo che una volta arrivati in questo splendido borgo alsaziano vi sembrerà di esserci già stati. Il motivo? Riquewihr è il paesino dell’Alsazia che ispirò i disegnatori della Disney per ricreare il villaggio del celebre lungometraggio animato di Walt Disney “La Bella e la Bestia”! Se desiderate rivivere le atmosfere di questa fiaba che ha lasciato un segno indelebile nell’immaginario della vostra infanzia Riquewihr è il posto che fa per voi.

Il borgo di Riquewihr in Alsazia
Il borgo di Riquewihr in Alsazia

Arrivare a Riquewihr è semplicissimo, visto che si trova a soli 15 km da Colmar. In questo paesino di circa 1200 anime sembra che il tempo si sia fermato al lontano Medioevo. Una volta oltrepassata l’antica cinta muraria vi imbatterete in una lunga strada acciottolata costellata da casette in pietra a graticcio e dai tetti spioventi, ognuna contraddistinta da un diverso colore. C’è la patisserie, la boulangerie, una chapellerie (che vende solo cappelli), un’antica fontana medievale con un’ampia vasca, un tipico pozzo con tanto di secchio per la raccolta dell’acqua, e addirittura un negozio che immerge i visitatori nel mondo del Natale. Vi sembrerà di passeggiare sulla stessa strada percorsa da Belle, la protagonista de “La Bella e la Bestia”, all’inizio del film.

Per visitare Riquewihr non c’è una regola precisa. Lasciatevi trasportare dai colori, dalla gente del posto, o dalla Torre del Dodler, simbolo della città, una caratteristica torre campanaria in pietra di origini medievali che si staglia nel cuore del centro storico e che oggi ospita il Museo di Storia locale. Anche Riquewihr, come Colmar, è una tappa della Route des Vins ed è immerso tra le colline di vigneti alsaziani che rendono questo luogo ancora più incantevole.

Ribeauvillé in Alsazia

5

A pochissimi minuti in auto da Riquewihr c’è il pittoresco borgo di Ribeauvillé, celebre per la produzione di vini alsaziani come il Pinot grigio e il Pinot nero. Le sue origini risalgono al Medioevo, quando Ribeauvillé era conosciuta come la città dei migliori menestrelli e trovatori di tutta l’Alsazia tanto che ancora oggi si tiene annualmente una folkloristica Festa dei Menestrelli a cui partecipano artisti di strada provenienti da tutta Europa.

Ribeauvillé in Alsazia
Ribeauvillé in Alsazia

Anche qui a Ribeauvillé sembra di tuffarsi nel passato medievale e rinascimentale dell’Alsazia, passeggiando lungo le stradine del pittoresco centro storico che confluiscono nella Grand’Rue, la strada principale che attraversa chiese medievali, piazzette con fontane, un susseguirsi di graziose casette a graticcio, botteghe artigianali, il municipio e la Tour des Boucheurs (la Torre dei Macellai) risalente al 1200.

Ma Ribeauvillé è anche la città dei castelli. È da qui, infatti, che parte l’interessante “circuito dei tre castelli”, un affascinante itinerario alla scoperta di tre impressionanti fortezze in pietra – i castelli di Ribeaupierre, di Girsberg e di Saint-Ulrich – che si ergono sulle verdi colline che circondano il borgo e che si scorgono anche dal centro storico.

Eguisheim in Alsazia

6

Eletto tra i “Plus beaux villages de France” nel 2003 e nel 2013 considerato il “Village préféré des Francais”, Eguisheim è un incantevole borgo alsaziano tutto da scoprire e facile da raggiungere da Colmar, da cui dista solo 7 km, percorribili anche in bicicletta.

Eguisheim in Alsazia
Eguisheim in Alsazia

La cittadina di Eguisheim ha una particolarità che la rende davvero unica rispetto agli altri villaggi dell’Alsazia: le sue strade sono perfettamente concentriche, costruite intorno allo splendido Château Saint-Léon, il castello dei conti d’Eguisheim che risale all’VIII secolo, dove nacque Papa Leone IX, le cui reliquie si trovano nella Chapelle St-Léon. Esternamente, invece, il borgo è circondato da una doppia cinta muraria a scopo difensivo.

Eguisheim è anche la città delle fontane, delle casette a graticcio tutte colorate e delle botteghe artigiane che ancora espongono all’esterno le insegne che evocano gli antichi mestieri medievali, come il bottaio, il fornaio, il carpentiere, o invocazioni a Dio per chiedere protezione.

A rendere Eguisheim ancora più interessante ci sono altri due aspetti: la sua produzione vinicola, tra le migliori dell’Alsazia, tanto che si tiene qui ogni anno una seguitissima Festa del Vino, la più antica della regione alsaziana; la sua coltivazione floreale che si esprime attraverso le composizioni più creative e colorate che decorano i davanzali delle finestre, i balconi e i cortili delle pittoresche casette medievali.

Turckheim in Alsazia

7

A circa 7 km da Colmar si trova anche il grazioso villaggio di Turckheim, anch’esso caratterizzato dagli scenari tipici dei borghi alsaziani, ma con delle peculiarità che lo rendono diverso e meritevole di una tappa durante il vostro itinerario in Alsazia. Tanto per cominciare sappiate che Turckheim è l’unico paese alsaziano dove le viti crescono in montagna, in collina e in pianura.

Turckheim in Alsazia
Turckheim in Alsazia

A darvi il benvenuto in questo piccolo villaggio di origini medievali sarà la Porte de France, una torre monumentale inserita nella cinta muraria che proteggeva la città. Varcato l’ingresso potrete anche qui immergervi in una tipica atmosfera d’epoca, tra stradine acciottolate e casette a graticcio, botteghe artigianali, fontane e vivaci piazzette.

L’esperienza da non perdere a Turckheim è la Ronda del Guardiano di Notte, un evento che evoca una tradizione molto antica, purtroppo terminata nel 1920 con l’avvento della luce elettrica. Per non dimenticare questo importante rituale ancora oggi, da maggio a ottobre a partire dalle ore 22, un guardiano in abito d’epoca si aggira tra le strade della città per illuminarle con la sua lanterna, intonando i canti tipici di Turckheim, rigorosamente in dialetto alsaziano, per benedire i cittadini, le famiglie, le autorità locali, ma anche le importanti terre vinicole. Infatti anche qui si tiene ogni anno una celebre Festa del Vino.

La strada dei vini in Alsazia

8

Tra i buoni motivi per visitare l’Alsazia c’è la Route des Vins, ovvero la Strada dei Vini, un affascinante itinerario panoramico alla scoperta dei più rinomati vini francesi che comprende circa 170 km di vigneti che attraversano boschi, colline, vallate, montagne, castelli, villaggi e borghi incantevoli.

La strada dei vini in Alsazia
La strada dei vini in Alsazia

La Strada dei Vini rappresenta un modo piacevole e gustoso di esplorare l’Alsazia, affiancando alla visita degli incantevoli paesini da fiaba la degustazione di vino tipico locale, come il Riesling, il Pinot Blanc, il Pinot Gris e il Pinot Noir, e il Gewürztraminer.

Il percorso della Route des Vins alsaziana è il più antico della Francia, è attivo dal 1963 e si sviluppa ai piedi del massiccio dei Vosgi. L’itinerario parte da Thann e giunge a Marlheim (o viceversa da nord a sud) e attraversa alcuni dei paesini più pittoreschi dell’Alsazia, come Colmar, Ribeauvillé e Riquewihr, dove conviene alloggiare tra una tappa e l’altra.

Il modo migliore per avventurarsi nella Strada dei Vini è farlo in auto, evitando l’autostrada per non perdere l’opportunità di fermarsi nei luoghi che potranno attirare la vostra attenzione lungo il tragitto, come i piccolissimi borghi alsaziani circondati da mura medievali, i castelli fortificati, le chiesette romaniche e gotiche, e le torri campanarie. Ma se siete ben allenati potrete anche percorrere i sentieri vinicoli a piedi o in bicicletta, a stretto contatto con la natura.

L’itinerario della Route des Vins vi consentirà di addentrarvi nel cuore dei vigneti, dove alcuni viticoltori vi faranno degustare il vino nelle caves, ossia le cantine. Se decidete di fermarvi nei borghi e nei villaggi della regione, potrete invece fermarvi nelle winstubs o nei bar à vins, dove potrete assaporare i vini prodotti sul posto.

Cosa mangiare in Alsazia

9

La gastronomia alsaziana è un gustoso mix tra la cucina francese e tedesca, dove i piatti più rinomati sono prevalentemente a base di carne e verdure.

Cosa mangiare a Colmar
Cosa mangiare in Alsazia

Le specialità tipiche che troverete nei menu dei ristoranti delle località dell’Alsazia sono tante, e tutte prelibate. La più celebre di tutte è la tarte flambée (in tedesco Flammekueche), una ricetta che in passato riutilizzava la pasta di pane per realizzare una specie di pizza bianca sottile cotta al forno a legna e farcita con panna acida, cipolla bianca e pancetta affumicata tagliata a dadini. Un altro celebre piatto della tradizione è il choucroute che comprende crauti, carne di maiale, pancetta, lardo e salsiccia, tutti lessati. Il baeckeoffe, invece, è uno spezzatino a base di vari tipi carne cucinati in un tegame con verdure stufate e patate, mentre il Coq au Riesling è il gallo cotto nel celebre vino alsaziano Riesling. Non dimenticate che l’Alsazia è anche la patria del foie gras, il fegato d’oca da gustare con il pain d’épices, ossia il pane speziato.

La prelibata gastronomia alsaziana va accompagnata con gli ottimi vini locali, prodotti nei vigneti della celebre Route des vins. Tra i più rinomati il Riesling renano, il Pinot bianco, il Pinot grigio, il Pinot nero e il Gewürztraminer.

Hotel in Alsazia

10

Se avete deciso di visitare l’Alsazia, vi consigliamo di soggiornare in un hotel, un bed and breakfast o in un appartamento nelle città più grandi, come Strasburgo o Colmar, da dove si possono facilmente raggiungere le diverse tappe dell’itinerario e dove si può disporre di una maggiore scelta di alloggi.

Per quanto riguarda i prezzi di hotel e bed and breakfast, a Colmar si possono trovare camere per due persone a partire dai 40/50 euro a notte in bassa stagione, mentre in periodi d’alta stagione, come l’estate o durante le feste di Natale, ovviamente i prezzi salgono e partono dai 60/70 euro a notte in camera doppia. A Strasburgo i prezzi sono leggermente più bassi e si possono trovare camere per due persone in hotel, bed and breakfast o appartamenti a partire dai 30 euro a notte in bassa stagione e dai 40/50 euro a notte per camera doppia in alta stagione, anche in zone abbastanza centrali.

Se state cercando un hotel in Alsazia vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 3000 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.