San Cristobal de la Laguna a Tenerife

La Laguna a Tenerife: storia, come arrivare, monumenti, chiese, spiagge e tutte le altre informazioni utili per visitare la città più bella di Tenerife.

San Cristobal della Laguna è la cittadina più bella di Tenerife e forse anche una delle più belle delle Canarie. E’ un luogo di grande fascino e storia, protetto dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Antica capitale dell’isola di Tenerife, prima di Santa Cruz, La Laguna è un esempio eccezionale di “città-territorio”, primo esempio di città coloniale non fortificata che fece da modello per le città delle colonie americane. La città venne progettata tendendo conto di profondi principi filosofici e realizzata grazie alle conoscenze della navigazione, la scienza principale dell’epoca della costruzione. Il centro storico, infatti, ricalca la mappa delle stelle, con edifici e luoghi importanti costruiti in corrispondenza delle stelle, proprio come in un’antica mappa dei marinai. Costruito nel 1500, il centro storico è rimasto intatto così come intatti sono i suoi quasi 600 edifici. Oggi grazie all’Università e alla Diocesi, è la capitale culturale e religiosa di Tenerife.

A piedi per la Laguna

È difficile indicare un itinerario da preferire per la scoperta di La Laguna. La bellezza del posto rende piacevole anche il solo passeggiare; ci sono comunque edifici civili e religiosi di grande interesse, come le case (Adelantados, Corregidor, Lercaro e altre) e alcuni edifici religiosi, come la cattedrale di Los Remedios e la chiesa de La Concepción. La visita inizia da Plaza del Adelantado, per molti secoli il cuore pulsante di La Laguna, luogo di svolgimento delle funzioni pubbliche più importanti, come feste, mercati, corride, processioni ed esecuzioni capitale. Oggi è un luogo tranquillo di incontro, con intorno alcuni degli edifici più importanti della città. Il palazzo dell’Ayuntamiento (municipio) ha una facciata neoclassica rivestita di pietre azzurre, con cinque arcate nella parte bassa e cinque grandi finestre. La chiesa che si trova proprio al centro della piazza è il Monasterio de Santa Catalina de Siena; sempre nella piazza, spicca il Palazzo de Nava, un mix di elementi manieristi, barocchi e neoclassici, riflesso delle differenti epoche di costruzione dell’edificio.

Palazzi e chiese di la Laguna

Proseguendo sulla destra si va in Calle Nava y Grimón e dopo 50 metri si incontra sulla sinistra Calle San Agustin, forse la via più bella di La Laguna. Qui in successione potete vedere alcuni palazzi rappresentativi della tipica architettura Canaria.  Al numero 16 c’è Casa Montañés, costruita nel 1746 e subito dopo Casa Lercaro, che prende il nome da una famiglia genovese che si stabili sull’isola. Oggi è sede del Museo di storia di Tenerife con dei bellissimi interni in cui prevale il legno. All’interno c’è un bel percorso tra ‘evoluzione civile, militare e religiosa dell’isola di Tenerife. Il museo è aperto tutti i giorni, dalle 09:00 alle 19:00. Chiuso il lunedì.

Al numero 28 di Calle Nava y Grimón c’è Casa Salazar, un fine esempio dell’architettura barocca delle Isole Canarie. Colpiscono i gargoiles uguali a quelli presenti nelle culture messicane prima della colonizzazione. Alla fine della strada, a sinistra c’è Callejon Belen dove c’è il monumento più importante di La Laguna, l’Iglesia de la Concepción. Costruita nel 1511 ha la torre seicentesca come suo elemento più rappresentativo. All’interno ci sono opere di Luján Pérez, Fernando Estévez, Cristobal Hernández de Quintana è una bella fonte battesimale dell’epoca dei conquistatores. Altre importanti opere di questi autori, più uno splendido altare in marmo di Carrara, si trovano nell’altra chiesa importante di La Laguna: la Catedral di  Nuestra Señora de los Remedios che si trova in Plaza de Fray Albino.