Il Museo Correale di Terranova a Sorrento

Il Museo Correale di Sorrento: opere, collezioni, come arrivare, orari di apertura, costo del biglietto

Il Museo Correale di Terranova di Sorrento è il luogo nel quale sono state raccolte le più belle testimonianze dell’arte del capoluogo della Costiera Sorrentina. Ripercorrendo la storia del grande splendore che ha avuto la città durante la dinastia dei Borboni, il Museo Correale di Terranova è un piccolo gioiello che si inserisce nella preziosità della città, e della costa in generale.

Il Regalo dei fratelli Correale a Sorrento

Il Museo nasce in seguito alla Fondazione Correale di Terranova, voluta dai fratelli Alfredo e Pompeo Correale che, nel loro testamento, lasciarono precise indicazioni per l’allestimento di un museo di famiglia nella Villa alla Rota, di loro appartenenza. Oltre alla Villa dal cui terrazzo si può ammirare una straordinaria visione del Golfo, il lascito dei fratelli Correale prevedeva il bellissimo giardino e un ampio fondo rustico i cui proventi, come espressamente chiesto dai due nobili, sarebbero dovuti servire a finanziare le spese per il mantenimento del museo. Il Museo Correale di Terranova è allestito su tre livelli, all’interno dei quale, oltre alla grande collezione dei suoi fondatori, si possono ammirare opere rare e bellissimi oggetti che testimoniano il particolare gusto della nobiltà sorrentina. Villa alla Rota si presenta come un palazzo moderno, con morbidi ingressi a volta, posti prima del grande giardino che termina su un costone a picco sul mare. L’interno del Museo mostra la vita di Sorrento nel corso degli anni, attraverso la storia di una nobile e antica famiglia.

Tre piani di storia e bellezza

La prima sala, allestita al pian terreno del Museo, è interamente dedicata ad Alfredo e Pompeo Correale. I ritratti dei due fondatori fanno bella mostra nell’ingresso, affiancati dall’imponente albero genealogico, attraverso cui è raccontata la storia della famiglia Correale di Terranova. Proseguendo nelle sale del piano terra, il cuore dell’allestimento diventa sempre più la città di Sorrento e la sua storia nel corso dei secoli. La delicata tecnica dell’intarsio, che a Sorrento ha origini antichissime, è oggi una colonna portante della locale economia, e Il Museo Correale tiene conto della particolare capacità degli artisti sorrentini, esponendo una serie di bellissimi mosaici ispirati da celebri dipinti, scene di vita quotidiana, oppure da motivi classici. Le altre sale del pianterreno raccolgono i reperti storici ritrovati durante gli scavi effettuati non solo a Sorrento, ma in tutta la Costiera Sorrentina. In queste sale, l’antica storia di Sorrento rivive dei suoi fasti, attraverso bronzi risalenti al periodo preistorico, marmi dell’epoca greco-romana e alcuni resti, probabilmente appartenenti all’Antica Cattedrale.

Primo piano: manierismo napoletano

Al primo piano è di scena il “manierismo”, la corrente artistica che ha avuto i suoi seguaci anche tra alcuni pittori napoletani, come testimoniano le belle tele esposte in queste stanze. Questa corrente artistica, specie nel napoletano, ha risentito molto della forte influenza esercitata sulla pittura dalle idee, in campo religiosi, dei controriformisti spagnoli. L’allestimento permette di effettuare un dettagliato percorso nell’arte decorativa, rifacendosi ai pittori napoletani vissuti tra il 1500 e il 1700.

Secondo piano: la Scuola di Posillipo e le nature morte

Il secondo piano del museo ospita quattro sale in cui sono evidenti le influenze che il maestro Caravaggio esercitò sui pittori napoletani. In questa zona del museo sono raggruppate le tele sulle quali sono state impresse “nature morte”. Gli artisti partenopei del 1600, affascinati dalle idee fiamminghe e spagnole, rielaborano a loro modo le tecniche per l’utilizzo dei colori e delle fonti di luce nei quadri. Il risultato è visibile nelle stanze del Museo Correale, dove sono allestite anche stanze dedicate a grandi paesaggisti, sia stranieri che nostrani, allievi della “Scuola di Posillipo”. Proseguendo tra le sale, perdendosi nel tempo che fu, si arriva alla collezione di orologi e vetri, la sala del secondo piano dove è raccolta l’oggettistica più bella e ricercata. Gli orologi da parete esposti, assieme ai bellissimi specchi e agli oggetti rari che venivano utilizzati dalla nobiltà del tempo, ricostruiscono fedelmente un pezzo di storia sorrentina.

Terzo piano: maioliche e porcellane

Il vero capolavoro del Museo Correale si trova al terzo piano dell’edificio. Lungo il salone sono esposte, secondo un ordine rigorosamente cronologico, le maioliche e le porcellane realizzate a Sorrento negli anni borbonici. La bellezze di questi delicati manufatti è da attribuire al favore che la porcellana riscosse tra i principali sovrani d’Europa, e alla conseguente “gara” scatenatasi tra i principali produttori di maioliche che iniziarono a creare modelli sempre più ricercati e particolari. In questa sala del Museo Correale, il concetto del “bello”, cardine del settecento europeo, si mostra in tutta la sua evoluzione storica.

Informazioni per la visita al Museo Correale di Terranova

Il Museo Correale di Sorrento si trova in via Correale 50.
L’ingresso al pubblico è consentito tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 9 alle 19.
Costo del biglietto: intero 6 €, ridotto 5 €, scuole 3 €