Cosa mangiare a Siviglia

Cosa mangiare a Siviglia: prodotti tipici, piatti e gastronomia di Siviglia.

La cucina di Siviglia è raffinata, leggera e ricca di prodotti freschi della terra e del mare; le ricette sono semplici e genuine e impreziosite da un uso sapiente delle spezie, abitudine lasciata dai musulmani durante i loro otto secoli di dominazione dell’Andalusia. Cumino, coriandolo, aglio, prezzemolo, finocchietto sono presenti in molti piatti della tradizione.

Il paradiso delle tapas

Anche se diffuse in tutta la Spagna, le tapas (piccoli assaggi di pietanze diverse molto gustosi) sono una caratteristica propria dell’Andalusia, in particolare della capitale. La cultura del tapeo a Siviglia ha origini molto antiche; oggi è un rituale che si ripete quotidianamente tra amici, passando da un bar all’altro senza mai dimenticare di accompagnare le tapas con la birra o la sangria. Se volete andare per tapas, o meglio, “Tapear “, i quartieri ideali sono Triana e La Macarena. 

I piatti della cucina sivigliana

Meritano la vostra attenzione culinaria le insalate, gli insaccati, le pav�as di pesce (frittelle di baccalà o altri tipi di pesce impanati in farina e fritti in olio di oliva) e le fritture di pesce che potrete gustare in tutte le taverne della città insieme ai calamari, ai gamberetti e alle altre specialità di mare. A Siviglia il pesce è uno dei piatti principali, sapientemente cucinato e soprattutto fritto, come la ottima coda di rospo al Pedro Ximìnez o le tortillas de camarones, piccole frittate di gamberi.

Una saporita specialità da provare sono i piatti accompagnati dal capolavoro dell’enologia andalusa: lo sherry, che si accosta sia al pesce sia alla carne, come il gustoso prosciutto allo sherry. Immancabile a Siviglia, lo potrete gustare nei migliori ristoranti della zona, è il popolare gazpacho: zuppa fredda di pomodori, cipolle, cetrioli, peperoni e aglio; non dimenticate poi le saporitissime uova alla flamenca, condite con piselli, peperoni rossi, pomodori, patate e cipolle. Altro piatto da sperimentare nelle vostre gite alla scoperta della cucina sivigliana, è la trippa all’andalusa chiamata anche “menudo gitano“. Gli amanti della carne a Siviglia possono tuffarvi nei sapori inconfondibili delle pernici marinate, l’oca alla sivigliana, l’agnello in guazzetto, le code di toro e il capretto fritto all’aglio, nonché l’immancabile jamon serrano, il prosciutto di maiali allevati in montagna.

I dolci di siviglia

La religiosità e la devozione di Siviglia si esprime egregiamente soprattutto nella preparazione dei dolci, quelli antichi del passato che si preparavano nei conventi di clausura e nei monasteri. Infatti il momento migliore per visitare la città resta sicuramente il periodo della Settimana Santa, in cui il fervore religioso si accompagna anche con la preparazione dei dolci della tradizione locale. In questo periodo speciale potrete gustare squisite torrijas, il dolce tipico di quella particolare ricorrenza fatto ed i Yemas di San Leandro, semplice dolce a base di zucchero e tuorlo di uovo, preparato solitamente dalle suore di questo convento. Tra le altre offerte della pasticceria sivigliana e della provincia troverete i borrachuelos, deliziosi dolci di origine araba (o forse anche romana) preparati con il vino di Malaga. Si tratta di frittelle al miele, condite con arancia e zucchero a velo. Ma non potete perdere i gustosi alfajores (biscotti preparati con crema al latte e marmellata di frutta) e il celebre tocino de cielo. Quest’ultimo rappresenta il dolce tipico della cucina sivigliana: si tratta di una specie di budino al caramello, fatto con zucchero e uova. Ma eccezionali sono anche le marmellate del monastero di Santa Paula, le torte ripiene di cedro di Santa Chiara, la pasticceria assortita di Santa Inès o le ciambelle di San Clemente. In quanto ai vini, l’Aljarafe sivigliano ha dato all’enologia nazionale un importante apporto, riuscendo a competere anche con i vini internazionali.

I piatti della cucina sivigliana

Meritano la vostra attenzione culinaria le insalate, gli insaccati, le pav�as di pesce (frittelle di baccalà o altri tipi di pesce impanati in farina e fritti in olio di oliva) e le fritture di pesce che potrete gustare in tutte le taverne della città insieme ai calamari, ai gamberetti e alle altre specialità di mare. A Siviglia il pesce è uno dei piatti principali, sapientemente cucinato e soprattutto fritto, come la ottima coda di rospo al Pedro Ximìnez o le tortillas de camarones, piccole frittate di gamberi.

Una saporita specialità da provare sono i piatti accompagnati dal capolavoro dell’enologia andalusa: lo sherry, che si accosta sia al pesce sia alla carne, come il gustoso prosciutto allo sherry. Immancabile a Siviglia, lo potrete gustare nei migliori ristoranti della zona, è il popolare gazpacho: zuppa fredda di pomodori, cipolle, cetrioli, peperoni e aglio; non dimenticate poi le saporitissime uova alla flamenca, condite con piselli, peperoni rossi, pomodori, patate e cipolle. Altro piatto da sperimentare nelle vostre gite alla scoperta della cucina sivigliana, è la trippa all’andalusa chiamata anche “menudo gitano“. Gli amanti della carne a Siviglia possono tuffarvi nei sapori inconfondibili delle pernici marinate, l’oca alla sivigliana, l’agnello in guazzetto, le code di toro e il capretto fritto all’aglio, nonché l’immancabile jamon serrano, il prosciutto di maiali allevati in montagna.

[/vc_tta_section][/vc_tta_tabs]