10 cose da fare e vedere a New York

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a New York.

New York
New York

Il tentativo di limitare a 10 il numero di cose da fare e vedere a New York è perso in partenza. La “Grande Mela” più che una città è una nazione che per essere scoperta richiede tempo. In pratica la lista di cose da fare è infinita: non parliamo solo di musei (MoMaGuggenheim) di grattacieli (Empire State Building, One World Trade CenterRockfeller Center), di simboli (Statua della Libertà) parchi e zone di divertimento (Central Park e High Line), di strade e quartieri che tutti conoscono senza mai esserci stati (Wall Street, Manhattan, Greenwich, Times Square), ma della quantità di spettacoli, film, rappresentazioni, concerti, mostre, eventi e altro che questa città offre. Tutto quello che si diffonde nel mondo come arte passa prima da New York. Quindi, proprio come in un classico film ambientato a New York, abbiamo fatto finta di avere solo 24 ore di tempo per scoprirla! Ecco quindi i nostri consigli sulle 10 cose da fare e vedere assolutamente durante a New York.

Se state cercando un hotel a New York vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Statua della Libertà e Ellis Island

1

“La libertà che illumina il mondo”, questo il nome ufficiale della statua più famosa degli USA, è una signora dalle origine francesi, dallo sguardo fiero, che domina dalla sua Liberty Island il Porto di New York e dal 1886 accoglie turisti e immigrati che arrivano via mare.

Statua della Libertà e Ellis Island
Statua della Libertà e Ellis Island

La Lady Statue si trova nei pressi di Ellis Island, la porta d’ingresso agli Stati Uniti per oltre 12 milioni di immigrati, dal 1885 al 1954. Entrambe le attrazioni si raggiungono con il biglietto unico che comprende anche il traghetto.

La statua della Libertà fu ideata dallo storico francese Edouard de Laboulaye e realizzata dallo scultore Frédéric Auguste Bartholdi; però, la struttura interna è opera di Gustave Eiffel, ed è una copia più piccola, ma molto più famosa, di una gemella che si trova a Parigi; fu donata alla città di New York dalla Francia per celebrare i 100 anni dell’Indipendenza Americana.

Alta 93 metri compreso il piedistallo, la statua della libertà rappresenta la libertà appunto, la giustizia e le opportunità offerte ai nuovi arrivati a New York. La torcia nella sua mano destra è stato un faro non solo simbolico ma anche reale, per 16 anni, e nella mano destra regge una tavola con la Dichiarazione d’indipendenza americana. I suoi piedi spezzano una catena, e le 7 punte della corona, decorata con 25 gemme, rappresentano i 7 mari. Questa famosa signora ha un’anima in acciaio e un “abito” realizzato con 300 fogli di rame. La Statua si può visitare sia all’interno, dove ospita alcune mostre, che all’esterno, ma la visita alla corona con i suoi ulteriori 46 gradini a chiocciola richiede una prenotazione di almeno due mesi di anticipo. L’isoletta ospita inoltre un gift shop.

Orari di apertura e costo del biglietto

Come arrivare: La Statua della Libertà e Ellis Island si raggiungono in traghetto dal Liberty State Park di Jersey City o dal Battery Park di New York. Dal Battery Park c’è una partenza ogni 25 minuti circa e il traghetto fa la spola tra Liberty Island e Ellis Island dalle 8.30 al tramonto.

Orari d’apertura: l’edifico è aperto tutti giorni dalle 8 alle 2 di mattina: l’ultimo ascensore sale alle 1:15.  Di mattina c’è meno fila, ma le emozioni più belle si vivono al tramonto e di notte, quando gli ultimi piani si illuminano alla luce dei suoi led. Dal giovedì al sabato, dalle 21, l’esperienza è più bella grazie alla musica dal vivo di un sassofonista.

Costo del biglietto: i biglietti si comprano online su statuecruises.com oppure all’imbarco.  Ci sono 4 opzioni:

  • Biglietto Reserve: adulti 18.50$, 9$ da 4 a 12 anni, 14$ da 62 anni in poi, comprende traghetto andata e ritorno, audioguida, accesso a entrambe le isole ma non all’interno della statua e del museo dell’immigrazione.
  • Biglietto Pedestal Reserve: adulti 18.50$, 12$ da 4 a 12 anni, 14$ da 62 anni in poi, comprende anche ingresso all’interno della statua ma non l’accesso alla corona.
  • Biglietto Crown Reserve: adulti 21.50$, 9$ da 4 a 12 anni, 17$ da 62 anni in poi comprende anche accesso alla corona, si consiglia la prenotazione almeno due mesi prima.
  • Biglietto Hard Hat Reserve: solo dai 13 anni in poi, minori di 18 anni accompagnati, costo interno 58.50$, comprende traghetto andata e ritorno, audioguida, accesso Ellis Island e tour guidato di 90 minuti del museo dell’immigrazione.

Empire State Building

2

Il grattacielo più alto del mondo, almeno dal 1931, anno della sua inaugurazione, fino al 1973 quando fu superato dalle Torri Gemelle, è oggi uno dei simboli di New York; con i suoi 443 metri di altezza, l’inconfondibile profilo in art déco e gli ultimi piani illuminati,

Empire State Building
Empire State Building

L’Empire State Building è apparso in centinaia di film, tra cui il primo King Kong e Insonnia d’amore. Oggi, come 90 anni fa, i suoi due osservatori al piano 86 e al piano 102 offrono alcuni dei panorami più estesi ed emozionanti su New York e sulla baia, oltre a due mostre da visitare, una sfavillante hall in marmo, negozi e ristoranti. Il primo osservatorio, al piano 86 a 320 metri di altezza, presenta una parte chiusa con vetrate e una all’aperto con i cannocchiali che gira intorno all’edificio, per godere appieno di tutta la meraviglia dello skyline della città. Il secondo, all’ultimo piano, è al chiuso ma offre comunque una vista mozzafiato e l’emozione di salire con un ascensore azionato a mano. Oltre a uno dei panorami più famosi del mondo, l’Empire State Building offre ai visitatori due esibizioni permanenti: una sulla sostenibilità, alla biglietteria del primo osservatorio, e una, che si chiama “Dare to Dream“, al secondo piano, che documenta con foto, schizzi e reperti originali la costruzione e l’impegno dei 3400 lavoratori che in un solo anno hanno realizzato questo capolavoro. Il pianterreno ospita negozi e ristoranti.

Orari di apertura dell’Empire State Building

Indirizzo: Quinta Strada
Come arrivare: Si raggiunge a piedi se avete l’hotel in centro. Altrimenti si raggiunge dalla fermata 64t – Herald Square con le linee B, D, F e M della metropolitana.

Orari d’apertura: l’edifico è aperto tutti giorni dalle 8 alle 2 di mattina: l’ultimo ascensore sale alle 1:15.  Di mattina c’è meno fila, ma le emozioni più belle si vivono al tramonto e di notte, quando gli ultimi piani si illuminano alla luce dei suoi led. Dal giovedì al sabato, dalle 21, l’esperienza è più bella grazie alla musica dal vivo di un sassofonista.

Costo del biglietto: il biglietto standard per visitare entrambi gli osservatori costa 57$ per gli adulti, 51$ per i bambini e 55$ per gli anziani. Con 85$, prezzo fisso, è possibile acquistare il biglietto VIP e saltare tutte le file. Il New York City Pass, al costo di 42$, consente di saltare la file e di visitare l’edificio per due volte in un giorno, ma non comprende l’accesso al piano 102.

One World Trade Center

3

Costituito nel 2006 ed aperto ufficialmente nel 2015, il One World Trade Center prende il posto delle Torri Gemelle ed è al momento il grattacielo più alto dell’emisfero occidentale e il quinto al mondo.

One World Trade Center
One World Trade Center

Oggi si trova nelle vicinanze del 9/11 Memorial, che consiste in due grandi vasche con cascate realizzate nei solchi delle fondamenta delle Torri Gemelle, con incisi i nomi di tutte le vittime e in un museo che custodisce documentazioni, ricordi e ricostruzioni di quel terribile 11 settembre 2011.

Il One World Trade Center è alto 543 metri, anzi per la precisione 1776 piedi, che simboleggiano l’anno dell’Indipendenza degli Stati uniti. Con i suoi 104 piani, di cui aperti al pubblico i piani dal 100 al 102, è insieme all’Empire State Building e al Top of the Rock del Rockefeller center uno dei punti di vista privilegiati per assaporare in un colpo d’occhio la Grande Mela. I suoi ascensori, gli Sky Pods, portano in cima in soli 47 secondi. La visita inizia infatti al Welcome Center, in cui una serie di monitor accoglie nella propria lingua, e prosegue con percorsi multimediali, tra cui le voci di chi ha contribuito a costruire il grattacielo. Subito dopo si rende l’ascensore per l’osservatorio: durante la salita, i pannelli negli ascensori mostrano un video sulla costruzione della città, e all’uscita il See Forever Theater mostra un asse rie di immagini in £d di New York, prima di ammirare la dal vivo dalle vetrate dell’Osservatorio. I più temerari potranno poi avventurarsi nello Sky Portal, al piano 100, in cui il pavimento di vetro regala il brivido di guardare anche in basso.

Orari di apertura del One World Trade Center

Indirizzo: Il One World Trade Center si trova in Fulton Street, 285, a Manhattan.
Come arrivare:  Si raggiunge a piedi o in metropolitana. Le linee principali sono A, C, J, Z, 2, 3, 4, 5 fermata Fulton Street, la linea E fermata World Trade Center Station, e le linee 2 e 3 scendendo a Park Place.

Orari d’apertura: il One World Trade Center è aperto ogni giorno dalle 8 alle 21 da maggio al 4 settembre e dalle 9 alle 21 dal 5 settembre ad aprile.

Costo del biglietto: ci sono 5 opzioni per i biglietti. Il biglietto standard costa 34$ per gli adulti, 32$ oltre i 65 anni e 28$ da 6 a 12 anni. Comprende l’accesso ai piani dal 100 al 102, visita all’osservatorio e percorso multimediale. Prenotando online si possono scegliere data e ora di ingresso. Il biglietto Priority Access costa 56$ dai 6 anni in su e permette di saltare le file in entrata e in uscita, oltre ad poter arrivar direttamente agli ascensori. Il biglietto Priority Anytime ha in più la possibilità di scegliere l’ora e la data di ingresso entro sei mesi, oltre all’accesso prioritario saltando le file. Esiste poi l’opzione

Day Flex Guest Admission, con costo fisso di 67$%, comprende arrivo in qualsiasi momento del giorno scelto con ingresso VIP, e l’opzione Sunset Flex Guest Admission, dal costo di 61$, che assicura l’ingresso Vip per godersi lo spettacolo dal tramonto in poi.

I bambini da 0 a 5 anni non pagano.

Rockfeller Center

4

Anche se è famoso per la pista di pattinaggio con la statua in bronzo dorato di Prometeo e l’Albero di Natale, il Rockefeller Center è in realtà una città nella città, un complesso di 19 edifici, di cui la maggior parte costruiti tra il 1930 e il 1939 che comprende studi televisivi, teatri (il Radio City Music Hall si trova qui), uffici, musei, negozi, spazi aperti e molto altro.

Rockfeller Center
Rockfeller Center

Il Rockefeller Center si visita con calma in almeno una mezza giornata, grazie al fatto che tutto il complesso è collegato da una passeggiata sotterranea ricca di negozi monomarca e ristoranti. Le cose da non perdere comprendono il suo palazzo più celebre, il General Electric Building, chiamato dai locali 30Rock dal suo numero civico, che ospita gli studi televisivi della NBC e un osservatorio al piano 70 che, anche se con i suoi 260 metri non è uno dei più alti di New York, offre una vista impareggiabile sul cuore di Central Park e sulla sagoma inconfondibile del Empire State Building. Questo punto di osservazione è il più emozionante perché è completamente all’aperto: ce ne sono altri due con vetrate ai piani 67 e 69.

Il complesso fu voluto dal miliardario americano John D. Rockefeller Jr, che affidò il progetto all’architetto Raymond Hood con l’intento di realizzare una sorta di centro culturale e internazionale. Insieme alla vocazione commerciale infatti, nel complesso sono incastonati ad esempio i Channel Gardens, viali ricchi di prati, fiori e fontane con giochi d’acqua, e un gigantesco murales di oltre 12 metri, L’American Progress di José Maria Sert, proprio all’ingresso del 30Rock, dove compaiono anche le figure di Abraham Lincoln e Ralph Waldo Emerson. La visita quindi non può prescindere dalla Rockefeller Plaza, che in estate è teatro dei molti tavolini dei locali e dei ristoranti e in inverno ospita la pista di pattinaggio, oltre al grande albero di Natale con le sue 45.000 luci e ad una serie di cherubini illuminati alti due metri e mezzo. Se volete comparire in diretta in uno dei celebri programmi televisivi, ad esempio il Today Show Studio, basta piazzarsi sotto l’ingresso, dove la telecamera riprende in ogni istante il passaggio delle persone.

Orari e biglietti dell’Osservatorio Rockfeller Center

Come arrivare: il Rockefeller Center si raggiunge, se non avete un hotel a pochi passi, in metropolitana con le linee B, D, F e M, fermata 47-50TH Street.

Orari d’apertura: tutti i giorni dalle 8 a mezzanotte, la biglietteria chiude alle 23 e l’ultimo ascensore sale alle 23.15.

Costo del biglietto: i biglietti partono da 36$ per gli adulti, 30 da 6 a 12 anni e 34 oltre i 65 anni.

Times Square

5

La piazza più famosa di New York e quella più immortalata nei cinema è in realtà un grande incrocio, con una vasta zona pedonale, nel cuore di Midtown Manhattan.

Times Square
Times Square

Frequentata ogni giorno da almeno 300.000 persone, Times Square è proprio come la si immagina, ma molto più luminosa, caotica, affollata e variopinta, e soprattutto non dorme mai. Questo simbolo di New York prende il nome dal grattacielo in cui c’era la sede del New York Times, dal 1904 al 1913, ed oggi è la sede dei teatri di Broadway, dove si può assistere già dalla mattina a uno degli spettacoli, dei negozi più grandi della città, aperti fino a notte inoltrata, dei ristoranti e dei locali più chic e famosi, oltre che del Capodanno di New York trasmesso in diretta mondiale. Il colpo d’occhio su Times Square è impressionante: è impossibile non restare a fissare gli enormi cartelloni pubblicitari e gli schermi luminosi che ad ogni angolo attirano l’attenzione con immagini, suoni e luci, sempre più grandi, e che forse sono l’attrazione principale. Times Square è la tappa ideale per gli appassionati di shopping e di grandi marchi, perché c’è davvero di tutto, per gli amanti dei musical e dell’intrattenimento, e anche per assaggiare la cucina multietnica che caratterizza questo posto unico al mondo: qui hanno le loro sedi principali i nomi più rinomati della cucina giapponese, cubana, italiana, cinese e perfino cambogiana, e ovviamente si trovano l’Hard Rock Cafè e il McDonald’s in versione multipiano. Ma Times Square offre anche divertimento per famiglie, personaggi di film e cartoni con cui fare le foto per strada, il Museo delle cere, e dei piccoli gioielli, cioè negozi che sono qui dal 1946, oltre a un mercato all’aperto che si tiene tutti i giorni e che permette di comprare soprattutto specialità alimentari. Ma Times Square nasconde anche un segreto. Se ci si trova qui alle 23.57 ogni sera (tranne il 31 dicembre), vale la pena fissare i megaschermi: precisamente a quest’ora le pubblicità e le trasmissioni commerciali si interrompono per dare vita alla trasmissione di opere d’arte digitali, che gli schermi trasmettono in modo sincronizzato. Si chiama il “Midnight Moment”.

MoMa: The Museum of Modern Art

6

Con circa 200.000 opere di arte moderna e contemporanea, dal 1929, anno della sua fondazione, il MoMa di New York è considerato il museo di Arte moderna più importante del mondo, e una tappa da non perdere per gli appassionati di arte.

MoMa: The Museum of Modern Art
MoMa: The Museum of Modern Art

Il museo custodisce capolavori artistici dal 1800 ad oggi e le collezioni sono divise in sei sezioni: Pittura e scultura, Disegni, Stampe e libri illustrati, Fotografia, Cinema, Architettura e design, rappresentando le correnti artistiche e i loro esponenti principali.

Qualche esempio: Van Gogh, Picasso, Rodin, Kandinskij, ma anche rappresentanti della futurismo italiano come Boccioni (qui trovate la sua scultura Forme uniche della continuità nello spazio, riprodotta sulle monete da 20 Euro cent italiane) e Modigliani, ed esponenti della Pop Art come Andy Warhol.

II MoMa è una gioia anche per gli amanti del cinema, poiché conserva 30.000 pellicole originali, la raccolta più grande degli Stati Uniti, tra cui le opere di Hitchcock e Francis Ford Coppola, proiettate a rotazione nel teatro al pianoterra. Qualche titolo? Gli uccelli e Apocalipse Now.

Una visita completa dal MoMa richiede ben più di una giornata: una visita breve non può prescindere dai piani 4 e 5 e dal Giardino delle Sculture al piano terra, se il tempo lo permette.

Il piano 5 ospita capolavori mondiali dal 1880 al 1940, come La notte stellata di Van Gogh, La persistenza della memoria di Dalì, Le Ninfee di Monet, Les Demoiselles D’Avignon di Picasso. Scendendo al quarto piano, la visita prosegue con l’arte dal 1940 al 1980, con le opere di Duchamp e Warhol. Il piano 3 ospita l’arte contemporanea dal 1980 ad oggi e le sezioni Architettura e design, Disegni e fotografia, il piano 2 accoglie le sezioni Media e Stampe e libri illustrati.

Dal 1971 esiste anche il Moma PS1, che si trova nel Queens e raccoglie e promuove l’arte moderna a livello mondiale, con mostre, opere, eventi. L’ingresso al Moma PS1 è compreso nel prezzo del biglietto.

Orari di apertura e costo del biglietto del MoMa

Indirizzo: il Moma si trova in 11 West 53 Street, e l’ingresso è al 18 di West 54 Street.
Come arrivare: si raggiunge a piedi se avete l’hotel in centro, oppure con la metropolitana: linee V ed E scendendo alla fermata 5th avenue-53rd Street. Il MoMa PS1 si trova in 22-25 Jackson Avenue, e si raggiunge in metro dal MoMa, prendendo la linea E alla fermata 5th avenue-53rd Street e scendendo a Court Square: l’ingresso di trova a 5 minuti a piedi.
Orari di apertura:tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.30, venerdì fino alle 20. Chiuso a Natale e il giorno del Ringraziamento. Il MoMa PS1 è aperto tutti i giorno dalle 12 alle 18 tranne il martedì e il mercoledì, ed è chiuso anche il primo gennaio.
Costo del biglietto: i biglietti costano 25$ per gli adulti, gratis fino a 16 anni, 14 per studenti con tessera di riconoscimento e 18 oltre i 65 anni. Il biglietto comprende l’audioguida.

Wall Street

7

Il cuore finanziario e commerciale di New York si trova all’estremo sud di Manhattan e, nonostante i broker in giacca e cravatta che ne affollano le strade di giorno, è uno dei luoghi più antichi e più ricchi di storia della città.

Wall Street
Wall Street

Il nome prende infatti dal muro (wall), che gli olandesi, i primi abitanti europei di New York, costruirono nel 1653 per proteggere la città dagli animali selvatici e dai Nativi Americani.

In questa zona sono molte le attrazioni, soprattutto per gli appassionati di storia. Oltre alla Stock Exchange infatti, la borsa di New York che dal 1792 determina le sorti dei mercati internazionali, la zona racchiude anche il Federal Hall National Memoria Hall, in cui nel 1789 fu eletto il primo Presidente degli Stati Uniti, George Washington. Ma non solo.

Al 54 di Pearl Street c’è la Fraunces Tavern: qui, sempre George Washington nel 1783 tenne un discorso di addio ai soldati dell’Esercito Continentale alla fine della Rivoluzione. Oggi la taverna è rimasta identica al 1762, e oltre alla possibilità di mangiare qualcosa ospita anche un piccolo museo.

Non può mancare poi la foto con il Charging Bull, nel Bowling Green Park, e una visita alla bellissima Trinity Church, che si trova al 79 di Broadway Street. È una chiesa episcopale in stile Gotico, consacrata nel 1846 e dagli interni celebri per le vetrate multicolore più antiche degli Stati Uniti.

Come arrivare: Wall Street si raggiunge in metro con le linee 2, 3, 4 e 5 scendendo alla fermata omonima.

Central Park

8

Con i suoi oltre 3.000 mq, il polmone verde di New York taglia in due il centro di Manhattan ed è un’oasi di verde, attrazioni, storia e cultura, e una tappa immancabile per chi visita New York.

Central Park
Central Park

Il parco fu inaugurato nel 1873 e plasmato da un celebre paesaggista, Frederick Olmsted, e da un architetto, Calvert Vaux, dove prima c’era una zona paludosa.

Oggi ci sono 21 parchi di divertimento, campi sportivi, pista di pattinaggio, uno zoo, un castello, un lago su cui andare in barca, fontane, prati, teatri all’aperto e perfino un’intera area dedicata a John Lennon, lo Strawberry Fields, con un mosaico realizzato appositamente da artigiani napoletani sulla copia di un mosaico pompeiano. Al centro campeggia la scritta “Imagine”.

Oltre a passeggiare senza meta godendosi i colori (specialmente in autunno), i ponticelli che sbucano dal fogliame e assaporando l’atmosfera, Central Park offre molto da vedere, impossibile tutto in una giornata. Oltre allo zoo, che esiste dal 1935, tra le attrazioni merita una visita Bethesda Terrace, con la fontana che si trova esattamente al centro del parco, dominata dalla statua degli Angeli, inaugurata nel 1842 per celebrare l’arrivo di acqua fresca a New York grazie all’acquedotto.

Il Belvedere Castle ospita una stazione meteorologica ed alcune esposizioni sulla flora e la fauna del parco. The North Woods ospita una cascata ed è un ottimo punto di osservazione per il birdwatching.

Per i bimbi non può mancare lo spettacolo allo Swedish Cottage Marionette: un autentico chalet svedese, dove dal 1947 si assiste agli spettacoli delle marionette. Per rivivere le atmosfere dei film ambientati qui, basta noleggiare una barca alla Loeb Boathouse, dove si trova anche un ristorante gourmet.

Central Park ospita inoltre tutto l’anno eventi, concerti, rappresentazioni teatrali. In particolare, dal 1960 il Delacorte Theater ospita ogni anno, con ingresso gratuito, le rappresentazioni delle opere di Shakespeare e molto altri eventi con personaggi celebri.

Informazioni per la visita a Central Park

Come arrivare: Vi sono molti ingressi a Central Park, e tutti si raggiungono comodamente con varie linee della metropolitana. Un buon punto di partenza per la visita può essere la fermata di 72 St: da qui si inizia i percorso visitano Strawberry Field.

Orari di apertura: Il parco è aperto tutti i giorni dalle 6 all’una di notte e l’ingresso è libero.

High Line

9

Con i suoi circa 2.3 km di passeggiata tra verde, panorami e zone relax, la High Line è un parco realizzato nel 1999 al posto della linea ferroviaria dismessa di West Side Manhattan, che risaliva al 1860 e di cui sono ancora visibili in molti punti le rotaie originarie.

High Line
High Line

La High Line è un meraviglioso esempio di recupero degli spazi, gestita oggi dalla città di New York in collaborazione con un’associazione che la mantiene pulita, curata e sicura per tutto l’anno.

La High Line si snoda lungo alcuni dei palazzi più importanti della zona, tra cui quelli del Meatpacking District e gli edifici storici di Chelsea, e permette di raggiungere in pochi minuti il colorato Greenwich Village.

Si tratta di una meta molto frequentata da turisti e newyorkesi, con oltre 5 milioni di presenze annue, perché è un posto ottimo per rilassarsi un po’ in pieno centro o per fare un picnic. Lungo il percorso si trova inoltre il Whitney Museum, che ospita la collezione di arte contemporanea americana più importante degli Stati Uniti.

Tutto l’anno si organizza una serie di eventi per bambini e adulti, dalle sessioni di meditazione e Tai-Chi ai dance party, dalle installazioni artistiche a festival culturali per tutta la famiglia.

Il percorso completo della High Line inizia da Gansevoort Street e passa sotto lo Standard Hotel, che attira l’attenzione a causa delle sue vetrate trasparenti (camere comprese), e tocca il Whitney Museum, per passare poi lungo il Gansevoort Market Meat Center. Il percorso offre poi una sorta di anfiteatro a gradoni su cui sedersi per una pausa e per dare un’occhiata all’affollata 10th Avenue che si trova sotto. Tutto il parco è accessibile con la carrozzina.

Orari di apertura: High Line Park è aperto tutti i giorni dalle 7 alle 19 da dicembre a marzo, da giugno a settembre chiude alle 23, da aprile a maggio e ottobre a novembre chiude alle 22. L’ingresso è libero.

Indirizzo: ci sono vari ingressi lungo il percorso. Il primo è su Gansevoort and Washington Street, dove si trova anche un ascensore.

Guggenheim Museum

10

Il Solomon R. Guggenheim Museum è una meta che non può mancare, perché si trova sulla 5th Avenue, lungo il “Museum Mile”, il miglio dei musei, così chiamato perché qui si trovano ad esempio anche il Museo della Città di New York, il Metropolitan Museum of Art (Met).

Guggenheim Museum
Guggenheim Museum

Il Guggenheim è ospitato nell’iconico edificio bianco a forma di spirale ideato nel 1943 dall’architetto Frank Lloyd Wright e realizzato tra il 1957 e il 1959.

Il Guggenheim ospita una delle collezioni più importanti al mondo di arte contemporanea, in particolare non figurativa, e rappresenta al meglio le correnti più importanti: cubismo, impressionismo, surrealismo, e in generale l’arte astratta.

La collezione principale del museo nasce dalla raccolta personale del collezionista d’arte Salomon R. Guggenheim, che dal 1937 in poi acquistò le opere che allora erano all’avanguardia, come Kandinskij. Nel corso degli anni la collezione permanente ha inglobato capolavori di impressionisti e post impressionisti francesi, futuristi italiani e avanguardisti. Tra i pezzi spiccano Il cavaliere azzurro di Kandinskij e il Moulin de la Galette di Picasso della collezione Justin K. Thannhauser, e una mostra permanente con le sculture di Constantin Brancusi, arrivando a contare oggi circa 7.000 opere esposte a rotazione lungo i corridoi in discesa e nelle sale adiacenti.

La visita inizia dall’ultimo piano, e procede in discesa, in un’atmosfera resa ancora più unica dal fatto che anche gli interni del museo sono bianchi e sormontati da una cupola di vetro che dona una luce unica alle esposizioni. L’atrio, con la sua vista verso l’alto, è il posto ideale per fare delle belle fotografie.

Tra le opere da non perdere ci sono il Paesaggio con neve di Van Gogh, Mandolino e chitarra di Picasso.

Orari e biglietti per il Guggenheim Museum

Indirizzo: 1071 di Fifth Avenue
Orari d’apertura:tutti i giorni dalle 10 alle 17.45, di sabato fino alle 19.45 con ingresso ad offerta libera dalle 17.45 in poi. Il Guggenheim è chiuso di giovedì.
Come arrivare: metropolitana le linee 4, 5 e 6, fermata 86th St.
Costo del biglietto: € 13,25 adulti 8.00 bambini.

Hotel a New York

Se state cercando un hotel a New York vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 1800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.