10 cose da fare e vedere a Montpellier

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a Montpellier.

Se avete amato Parigi non potrete non amare Montpellier, l’elegante e raffinata città del sud della Francia che sembra evocare, in scala ridotta, proprio la bellezza della capitale francese. Situata a 11 chilometri dalla costa meridionale e capoluogo della regione Languedoc-Roussillon, Montpellier è una città molto particolare perché mescola la monumentalità delle città europee al fascino delle località mediterranee.

Con i suoi trecento giorni di sole l’anno questa piccola Parigi a misura d’uomo è considerata la città più soleggiata della Francia e anche una delle più verdi d’Europa, con i suoi ben 48 parchi cittadini. Montpellier è conosciuta anche come la città delle fontane. Un tempo se ne contavano cento ma oggi ne sono rimaste molte meno, tra cui le più monumentali situate nelle piazze principali come in Place de la Comédie, simboleggiata dalla sua splendida Fontana delle Tre Grazie. Passeggiare per le stradine strette e intricate del centro storico vi trasporterà nel suo passato medievale, mentre l’epoca d’oro di Montpellier, racchiusa tra il Seicento e il Settecento, si riflette negli eleganti palazzi signorili che costellano il centro storico e nella suggestiva Promenade du Peyrou, dove si stagliano l’Arco di Trionfo e la statua dedicata al re Luigi XIV.

Montpellier è anche una delle città più giovani d’Europa. Metà della sua popolazione è inferiore ai 35 anni e le sue tre storiche università – di cui fa parte una delle più antiche e importanti facoltà di medicina – richiamano in città giovani da tutto il mondo che animano le sue strade e le sue piazze in qualsiasi periodo dell’anno.

La vicinanza al mare rende Montpellier un’inaspettata meta di vacanze estive, un’occasione per esplorare le spiagge più belle della Francia e per visitare la vicinissima Camargue, dove si può assistere allo splendido spettacolo dei fenicotteri rosa.

In questa pagina vi invitiamo a scoprire le 10 cose da fare e vedere assolutamente a Montpellier durante un week end o una vacanza. 

Se state cercando un hotel a Montpellier vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Il centro storico di Montpellier

1

Il modo migliore per scoprire Montpellier è passeggiare per il suo centro storico, conosciuto anche come Écusson, con riferimento alla sua singolare forma di scudo. Il punto di partenza è Place de la Comédie, una delle più grandi aree pedonali d’Europa che deve il nome al suo monumento principale: l’Opéra Comédie, uno dei più importanti teatri francesi costruito nel 1785 da un allievo di Charles Garnier, autore della celebre Opéra Garnier di Parigi di cui riprende lo stesso stile sontuoso e ricercato.

Il centro storico di Montpellier
Il centro storico di Montpellier

Al centro di questa elegante e animatissima piazza, chiamata anche “l’Oeuf” per il suo aspetto ovale, si erge la Fontana delle Tre Grazie, una delle fontane storiche di Montpellier, installata nel 1755 e che raffigura le celebri dee della mitologia greca.

Da Place de la Comédie ci si addentra nel cuore del centro storico, completamente chiuso al traffico e accessibile solo ai tram. In questo incredibile labirinto di vicoli e stradine intrecciate ci si può soffermare su alcuni palazzi storici risalenti al XVII e al XVIII secolo, come lo splendido Palazzo di Giustizia ispirato a un tempietto neoclassico, il monumentale palazzo della Prefettura e l’Arco di Trionfo, costruito nel 1691 e ispirato a quello di Parigi per celebrare re Luigi XIV. Oltrepassando l’arco, chiamato anche Porta del Peyrou, si accede alla Promenade du Peyrou, una splendida terrazza sopraelevata con vista sulla città.

Altri punti di interesse del centro storico sono la trecentesca Cattedrale Saint-Pierre e la Chiesa di San Rocco, dedicata al santo patrono della città, nato proprio a Montpellier, a cui è dedicata anche la celebre festa del 16 agosto, giorno in cui viene distribuita l’acqua della Casa di San Rocco tra processioni e cerimonie.

Indirizzo: Place de la Comédie
Come arrivare: a piedi

La Promenade du Peyrou a Montpellier

2

La Promenade du Peyrou è il luogo più suggestivo e romantico di Montpellier, una piazza dalle proporzioni immense dove il tempo sembra fermarsi e dove ci si può sentire avvolti da un’atmosfera rilassante. Il momento ideale in cui percorrere la “passeggiata” del Peyrou è al tramonto, quando i raggi dorati del sole inondano i suoi splendidi monumenti.

Promenade du Peyrou a Montpellier
Promenade du Peyrou a Montpellier

Questa incredibile terrazza sopraelevata, da cui si gode uno splendido panorama sulla città e fino al mare, fu costruita nel XVII secolo come luogo da cui contemplare due catene montuose: le Cévennes e i Pirenei. Nel 1689 fu costruita la statua equestre di re Luigi XIV, che rappresenta il fulcro centrale della piazza, e nel 1691 fu realizzata la Porta del Peyrou, uno splendido Arco di Trionfo alto 15 metri che funge da monumentale varco d’accesso al centro storico. Per comprendere quanto questi due monumenti siano significativi per la città di Montpellier, basti pensare che è stato per secoli proibito costruire edifici più alti dell’arco e del braccio teso della statua del re!

Un altro affascinante monumento della Promenade du Peyrou è lo Château d’Eau, la Torre dell’Acqua, un padiglione in stile neoclassico che si affaccia su una grandissima vasca d’acqua, costruito nel 1768 per distribuire acqua potabile dalla sorgente del fiume Lez alla città. La Torre dell’Acqua è alimentata dal monumentale Acquedotto Saint-Clément, costruito nel XVIII secolo e conosciuto anche con il nome di “Les Arceaux”, con riferimento al suo doppio livello di archi che si estendono per oltre 800 metri caratterizzando in modo unico il panorama urbano di questa straordinaria città.

Indirizzo: La Promenade du Peyrou, centro storico di Montpellier
Come arrivare: a piedi

La cattedrale di Saint-Pierre a Montpellier

3

La Cattedrale di Montpellier è il monumento religioso e artistico più importante della città ed è la chiesa più grande della regione Languedoc-Roussillon.

La cattedrale di Saint-Pierre a Montpellier
La cattedrale di Saint-Pierre a Montpellier

Situata nel cuore del centro storico questa chiesa gotica, intitolata a San Pietro Apostolo, è caratterizzata da un ingresso porticato a baldacchino sostenuto da due imponenti colonne che fanno somigliare la cattedrale più a una fortezza medievale anche per la presenza dei bastioni difensivi che la circondano. Le colonne sono decorate con delle statue dei gargoyle.

La chiesa fu fondata nel 1364 da papa Urbano V e fece da sfondo alle guerre religiose nel corso del ‘500 quando fu bersagliata dai protestanti che la assediarono e saccheggiarono più volte causandone il crollo di una torre e la distruzione dell’intero edificio. Solo nel XVII secolo si cominciò a ricostruire la cattedrale, grazie al volere di re Luigi XIII, e i lavori si conclusero soltanto nel corso dell’Ottocento.

L’interno della cattedrale è tipicamente gotico con un’altissima navata di 28 metri, luminose vetrate che ritraggono scene bibliche, maestose arcate in pietra e un decoratissimo altare. Da non perdere lo splendido e sontuoso organo settecentesco e i dipinti d’arte di gran pregio presenti all’interno delle cappelle.

Informazioni per la visita

Indirizzo: Rue Saint-Pierre, centro storico di Montpellier
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura: da lunedì a domenica dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 18:30
Costo del biglietto: ingresso gratuito

Il quartiere Antigone a Montpellier

4

Il quartiere Antigone è l’anima moderna di Montpellier, caratterizzata da edifici architettonici all’avanguardia, grandi spazi verdi, negozi alla moda, ristoranti, bistrot, centri commerciali e splendide fontane.

Il quartiere Antigone a Montpellier
Il quartiere Antigone a Montpellier

Per esplorarlo si può partire dall’Esplanade Charles des Gaulle, una grande area verde situata a pochi minuti di distanza da Place de la Comédie. Questo luogo simbolo di Montpellier, caratterizzato da giardini e viali alberati, è l’ideale per una passeggiata rilassante all’ombra dei platani e per ammirare gli edifici architettonici più belli della città. Fanno parte dell’Esplanade il Museo Fabre, il giardino Champ-de-Mars – aperto al pubblico dal 1900, ricco di fontane, aiuole, sentieri e una grande varietà di fiori e piante – e lo splendido Pavillion Populaire, un edificio costruito nel 1891 per ospitare le associazioni studentesche, una biblioteca e un ex ospedale militare oggi adibito a spazio espositivo dove si tengono mostre di fotografia.

Proseguendo verso le rive del fiume Lez si può passeggiare lungo il Boulevard d’Antigone, un viale molto raffinato che costeggia le piazze più belle di Montpellier, come Place du Bec, Place du Nombre d’Or, Place du Millénaire, e Place de Théssalie. Soffermatevi ad ammirare le strutture ultramoderne che costellano quest’area costruita negli anni ’70 come progetto di riqualificazione urbana. Scoprirete che gli edifici che racchiudono le piazze hanno tutti delle forme stravaganti, caratterizzati da colonne e porticati che evocano l’architettura del classicismo greco. Arrivati a l’Esplanade de l’Europe, un’enorme piazza semicircolare, vi troverete sulla sponda del fiume da cui potrete scorgere l’imponente struttura vetrata del Consiglio Regionale dell’Occitania che si specchia sulle acque. Percorrendo il ponte potrete ammirare anche il monumento simbolo dell’Esplanade, ovvero una riproduzione della Nike di Samotracia, l’antica scultura in marmo che raffigura Nike, la dea alata della vittoria, custodita al Louvre di Parigi.

Indirizzo: Boulevard d’Antigone
Come arrivare: A piedi; in tram dal centro, numero 1 fermata Antigone

Museo Fabre a Montpellier

5

Gli appassionati di arte non potranno perdere una visita al Museo Fabre di Montpellier, uno dei musei più interessanti della Francia. Situato in una splendida ed elegante villa settecentesca del centro storico, il museo è nato nel 1825 quando il barone e pittore François-Xavier Fabre decise di donare alla città la sua ricca collezione di opere d’arte.

Museo Fabre a Montpellier

Ad esse si sono poi aggiunti, nel corso degli anni, altri capolavori provenienti da altri musei, come il Louvre e il Musée d’Orsay, e da collezioni private, fino a custodire una collezione di circa 5000 opere tra sculture, dipinti e oggetti di arte decorativa.

Tra i dipinti più interessanti della collezione ci sono quelli di Gustave Courbet, il principale esponente del Realismo francese, alcune opere di Eugène Delacroix e del pittore ottocentesco Frédéric Bazille, nato proprio a Montpellier. Ma in questo museo si possono ammirare anche opere di artisti di fama mondiale, come i fiamminghi Paul Rubens, gli italiani Luca Giordano, Salvator Rosa, Domenichino e Annibale Carracci fino ai capolavori degli impressionisti francesi, come Monet e Degas, e di altri artisti moderni come Matisse e Delaunay, oltre a opere di arte astratta contemporanea della Scuola di Parigi.

Orari di apertura e costo del biglietto

Indirizzo: Boulevard Bonne Nouvelle 39, centro storico di Montpellier
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura: da martedì a domenica dalle 10:00 alle 18:00; chiuso il lunedì
Costo del biglietto: Intero 7 euro; Ridotto 5 euro

L'Acquario di Montpellier

6

Una delle attrazioni più amate di Montpellier è il suo immenso acquario, una struttura ultra tecnologica fondata presso l’Odysseum, un’area della città completamente dedicata al divertimento e all’intrattenimento per famiglie.

L'Acquario di Montpellier
L’Acquario di Montpellier

L’Acquario Mare Nostrum di Montpellier, diventato di recente Planet Ocean, non è un semplice acquario ma una vera e propria avventura tra mari e oceani, alla scoperta di circa 400 specie sottomarine e altre creature acquatiche immerse in ben 24 vasche collocate nei due piani della struttura. Visitare l’acquario è un’esperienza unica perché si possono esplorare 15 diversi ambienti, fedelmente ricostruiti, che ospitano la flora e la fauna reale di ogni area geografica: Mediterraneo, Sud Africa, Polinesia, Oceano Indiano, Foresta Amazzonica, Oceano Atlantico e Pacifico e tanti altri. I visitatori potranno osservare da vicino tantissime varietà di pesci, murene, meduse, squali, cavallucci marini, piovre giganti, piranha, i pesci abissali, ma anche pinguini, leoni marini, iguane, rane e gechi.

Tra le attrazioni da non perdere anche: il planetario con la Stazione Spaziale Internazionale dove si possono osservare da una cupola panoramica la Terra, le costellazioni e i pianeti; il simulatore di tempesta in mare su una nave cargo; la pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Orari di apertura e costo del biglietto

Indirizzo: Alée Ulysse – Odysseum, Montpellier
Come arrivare: in tram dal centro, numero 1 fermata Odysseum
Orari di apertura:

  • aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00
  • chiuso il lunedì e il martedì da settembre a marzo
  • chiuso il 25 dicembre e il 1 gennaio

Costo del biglietto:

  • Intero: 18 euro
  • Ridotto: dai 5 ai 10 anni 12,50 euro; dai 3 ai 4 anni 6,50 euro

Il giardino botanico di Montpellier

7

A Montpellier si può visitare il più antico giardino botanico della Francia, situato in pieno centro storico, a pochi passi dalla cattedrale. Questa incredibile oasi verde fu fondata nel 1593 dal botanico francese Pierre Richer de Belleval per soddisfare la richiesta del re Enrico IV di Francia che desiderava per la città un giardino di piante medicinali ispirato all’orto botanico di Padova. Nel corso dei secoli la varietà di specie botaniche e floreali del Jardin des Plantes di Montpellier è aumentata, fino a raggiungere circa 2000 specie di piante e alberi, da ammirare passeggiando in completo relax tra aiuole curatissime, viali, laghetti, statue, un giardino all’inglese e persino una foresta di bambù.

Il giardino botanico di Montpellier

Nell’orto botanico di Montpellier si possono conoscere specie botaniche e floreali insolite, soprattutto all’interno delle serre esotiche dove sono custodite specie rare come orchidee, ninfee giganti, la papaia, la pianta del cacao, la pianta della vaniglia e un mandorlo dai fiori dorati. Tra gli alberi secolari c’è il Ginkgo biloba, una specie nata dall’unione tra due Gingko arrivati a Montpellier da Londra nel 1778 e da Ginevra nel 1830. Il giardino botanico è da sempre parte dell’Università di Montpellier e accoglie studenti, professori e ricercatori che studiano costantemente l’incredibile biodiversità della collezione di piante, fiori e alberi. Dal 1993 l’orto è stato riconosciuto come Monumento storico.

Informazioni per la visita

Indirizzo: Boulevard Henri IV, centro storico di Montpellier
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura: da martedì a domenica dalle 12:00 alle 20:00; chiuso il lunedì

  • Casinò: da lunedì a domenica dalle 10:30 alle 19:00
  • Ristorante: da domenica a giovedì dalle 11:00 alle 24:00; venerdì e sabato dalle 11:00 alle 3:00

Costo del biglietto: gratis

I castelli di Montpellier

8

La città di Montpellier è circondata da verdi campagne in cui sono immersi degli eleganti e sontuosi castelli. Questi palazzi signorili che ospitavano la lussuosa nobiltà di Montpellier del XVIII secolo erano conosciuti anche come “Folies” probabilmente perché riflettevano l’aspetto stravagante che caratterizza il loro stile architettonico, oppure perché il nome derivava dal termine latino “folia”, ovvero “foglia”, con un riferimento al bucolico paesaggio in cui queste dimore, o “maisons dans les feuillages”, erano situate.

I castelli di Montpellier
I castelli di Montpellier

I due castelli da visitare per viaggiare indietro nel tempo sono i settecenteschi Châteaux di Flaugergues e de la Mogère. La costruzione del Castello di Flaugergues iniziò nel 1696 e fu voluta da Etienne de Flaugergues, consigliere alla Corte dei Conti di Montpellier. Lo stile architettonico della dimora si ispira allo stile toscano. Il castello, ancora abitato da eredi della famiglia dei Boussairolles, che acquistarono la proprietà nel 1811, è caratterizzato da splendidi giardini alla francese e all’inglese, da una preziosa collezione di arazzi fiamminghi, arredi originali di Luigi XV e Luigi XVI e una biblioteca. Il castello è completamente circondato da vigneti dove è possibile degustare i vini locali.

Il Castello de la Mogère fu costruito nel 1715 ed è un palazzo signorile in stile rinascimentale i cui interni sono ancora intatti dal XVIII secolo e consentono ai visitatori di conoscere la storia della nobiltà di Montpellier attraverso arredi d’epoca in stile Impero, dipinti e ritratti di famiglia. Anche questa dimora è immersa in un giardino alla francese caratterizzato da una monumentale fontana splendidamente decorata, alimentata da un acquedotto interno lungo 55 metri.

Orari di apertura e costo del biglietto Castello di Flaugergues

Orari di apertura:

Giugno, luglio e settembre

  • parco e giardini: dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 19:00; sabato, domenica e festivi dalle 13 alle 19:00h
  • visita del castello: dal martedì alla domenica e festivi dalle 13:00 alle 19:00.

Agosto e da ottobre a maggio

  • visita della cantina e dei giardini dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 18:00, sabato dalle 14:30 alle 18h.

Costo del biglietto:

  • dai 4 ai 7 euro per parchi e giardini
  • dai 7 e 10 euro per visite incluso l’interno del castello

Orari di apertura e costo del biglietto Castello de la Mogère

Orari di apertura:

  • dal 1 giugno al 30 settembre: tutti i giori dalle 14:30 alle 18:30
  • dal 1 ottobre al 31 maggio: sabato, domenica e festivi su prenotazione

Costo del biglietto:

  • Intero: 7 € dai 18 anni
  • Ridotto: 3 € fino ai 18 anni
  • Solo giardino: 3,50 €

Le spiagge di Montpellier

9

Il clima mite, le estati soleggiate e la vicinanza alla costa fanno di Montpellier una meta molto ricercata da chi desidera trascorrere una vacanza di mare scoprendo le spiagge più belle della Francia. Per raggiungerle basta percorrere solo 10 km dal centro cittadino e durante il tragitto, che attraversa delle suggestive lagune, paludi, canali e riserve naturali, ci si può anche imbattere nel meraviglioso spettacolo dei fenicotteri rosa.

Le spiagge di Montpellier

Le spiagge di Montpellier sono meno conosciute delle celebri località modaiole della Costa Azzurra e proprio per questo motivo più incontaminate e selvagge e mai troppo frequentate dal turismo di massa. Queste località balneari sono tutte caratterizzate da immense distese di sabbia bianca finissima, ideali soprattutto per famiglie con bambini ma anche per i giovani vista la grande scelta di sport acquatici che si possono praticare.

La spiaggia più vicina è quella di Palavas-les-Flots, la più antica cittadina costiera di Montpellier sulla foce del Lez, caratterizzata da un porticciolo e da un animato centro cittadino pieno di ristoranti di pesce fresco e negozi. Una teleferica consente di passare da una riva all’altra per esplorare i 7 km di spiaggia bianca. Altre località interessanti sono Carnon-plage, una località turistica con una spiaggia più selvaggia e incontaminata, e La Grande-Motte, una splendida cittadina creata negli anni Sessanta e caratterizzata da stravaganti edifici architettonici a forma di vela che si possono ammirare anche dalla spiaggia immersa nel verde dei pini. Da non perdere la spiaggia di Villeneuve-les-Maguelone da cui si può raggiungere a piedi un’isoletta al centro di una palude dove si trova la magnifica Cattedrale di Maguelone, risalente al XII secolo.

Cosa mangiare a Montpellier

10

La cucina tipica di Montpellier risente dei sapori della vicina Marsiglia ma anche delle località della Costa Azzurra ed è composta da pietanze sia di mare sia di terra. Tra i piatti da provare c’è la bouillabaisse, la zuppa di pesce tipica della Provenza e della Linguadoca ma diffusa anche in Liguria, preparata con pesce e molluschi di vario genere cotti nel brodo e serviti con la rouille, una salsa composta da pangrattato, olio d’oliva, zafferano e peperoncino.

Cosa mangiare a Montpellier
Cosa mangiare a Montpellier

Tipica della zona è anche la Salade Nicoise, ovvero l’insalata nizzarda (originaria di Nizza), preparata con patate, fagiolini lessate e verdure a pezzi. Tra i piatti di pesce più tradizionali ci sono anche le moules frites, le cozze accompagnate da patatine fritte, e la brandade de morue, una purea di stoccafisso, per quanto riguarda i formaggi c’è il celebre Camembert e come piatto di carne c’è il daube de bboeuf, stufato di manzo, agnello e montone cotti al vino rosso.

Montpellier è molto rinomata anche per i vini della Linguadoca, regione ricca di vigneti che producono il Grès de Montpellier dal colore rubino e dal sapore di frutti di bosco che si può degustare in uno dei tanti bar à vins situati nel centro storico della città. Per chi ama la birra è consigliata una sosta in una tipica brasserie dove assaporare le celebri birre francesi.

Hotel a Montpellier

A differenza delle città della vicina Costa Azzurra, Montpellier è una città abbastanza economica e si possono facilmente trovare soluzioni low cost per chi desidera trascorrere una settimana o un weekend alloggiando anche in pieno centro storico. In bassa stagione il prezzo di una camera per due persone in un bed & breakfast o in un hotel a tre stelle parte dai 40/50 euro a notte, mentre in alta stagione, nei mesi estivi, si parte dai 50/60 euro a notte.

Se state cercando un hotel a Montpellier vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.