La Chiesa di Santa Maria Novella a Firenze

La più bella chiesa del Rinascimento con la Trinità di Masaccio e il Crocifisso di Giotto. Storia, opere, orari di apertura e costo del biglietto.

La Chiesa di Santa Maria Novella a Firenze

Santa Maria Novella è una delle chiese più belle e importanti di Firenze. Recentemente restaurata, ha riacquistato tutta la bellezza e lo splendore dei suoi marmi policromi. I frati domenicani ne iniziarono la costruzione nel 1278 come risposta alla grandezza delle chiese di Santo Spirito e Santa Croce, che appartenevano rispettivamente ai frati Agostiniani e ai frati Francescani. 

Breve storia di Santa Maria Novella

Intorno 1350 la chiesa era completata, mancava solo la facciata che sarebbe poi diventata famosa in tutto il mondo. Per completarla Giovanni Rucellai, mercante ed umanista, diede l’incarico a Leon Battista Alberti. La chiesa, fino a quel momento costruita secondo lo stile gotico, venne trasformato in uno splendido esempio di “romanico toscano”, grazie all’uso di marmo bianco, verde e nero e ad una scelta attenta delle proporzioni degli elementi. Il risultato è una delle più belle chiese del Rinascimento. A ricordare i protagonisti che hanno voluto e finanziato Santa Maria Novella ci sono diversi simboli. Sul frontone del timpano c’è l’iscrizione che ricorda Giovanni Ruccellai e un simbolico anno di completamento, il 1470. Il fregio in marmo che raffigura la vela con le sartie al vento era il simbolo della famiglia Rucellai. Il sole radiante nel timpano è invece il simbolo dell’ordine dei Domenicani.

Giotto, Masaccio e Brunelleschi

L’interno è a tre navate in cui attira subito lo sguardo del visitatore il Crocifisso di Giotto, un’opera giovanile recentemente restaurata che pende dalla volta centrale. Nel transetto, all’interno della Cappella Strozzi, c’è uno splendido ciclo di affreschi di Filippino Lippi. La cappella maggiore o Tornabuoni, ospita un celebre ciclo affrescato del Ghirlandaio in cui i personaggio ritratti sono tutti personaggi importanti dell’epoca, compresi i Tornabuoni. Nella Cappella Gondi c’è il Crocifisso di Brunelleschi, unica opera in legno dell’artista.

La Trinità di Masaccio
La Trinità di Masaccio

L’opera più importante di tutta Santa Maria Novella è la Trinità del Masaccio, che si trova nella terza campata della navati a sinistra. La Trinità rappresenta per l’arte qualcosa di assolutamente rivoluzionario, che ha modificato il modo di intendere la prospettiva. Gesù in croce ha ai suoi piedi la Madonna e S.Giovanni, con di lato i committenti dell’opera, i coniugi Lenzi. La volta che sta sopra Cristo sembra realmente esistente, tanto da portare Vasari a dire che “Sembra bucato quel muro“. Tra le figure dell’opera, quella che stupisce di più è la Madonna. Già avanti negli anni, non guarda suo figlio che muore ma indica lo spettatore del quadro, con uno sguardo che non mostra dolore ma rassegnazione, come chi sa che è un destino che deve compiersi, per la salvezza di tutti uomini.

Il Museo di Santa Maria Novella

A sinistra della facciata si accede al museo e ai chiostri di Santa Maria Novella. Il Chiostro Verde prende il nome dal colore dominante negli affreschi (Storie della Genesi) dipinti da Paolo Uccello e da altri artisti. Da ammirare, in particolare, Il Diluvio Universale e l’Ebbrezza di Noè. Dal Chiostro Verde si accede alla sezione in cui sono esposti dipinti, arredi e reliquari appartenuti ai domenicani di Firenze. Dal lato opposto dell’entrata principale si accede al Cappellone degli Spagnoli che prende il nome dalla funzione svolta nel medioevo di luogo per le funzioni religiose di Eleonora di Toledo. Affrescata interamente da Andrea di Buonaiuto, esalta il ruolo svolto dai domenicani contro l’eresia.

Informazioni per la visita a Santa Maria Novella

Indirizzo: Vicino alla stazione di Santa Maria Novella.
Come arrivare: a piedi

Orari di apertura:

Lunedì-giovedì: 9.00-17.30;
Venerdì: 11.00-17.30;
Sabato: 9.00-17.30;
Domenica e festività religiose:
Luglio-settembre: 12.00-17.30,
Ottobre-giugno: 13.00-17.30.
La biglietteria chiude 45 minuti prima della chiusura.

Costo del biglietto: Museo: Prezzo € 5,00 il biglietto comprende l’ingresso alla Basilica, al Cimitero degli Avelli e al Museo di Santa Maria Novella (Chiostro dei Morti, Chiostro Verde, Cappellone degli Spagnoli, Cappella degli Ubriachi e Refettorio).