10 cose da fare e vedere a Coimbra

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a Coimbra.

Coimbra
Coimbra

Se avete già visitato le mete più turistiche del Portogallo è giunto il momento di scoprire Coimbra, un piccolo gioiello incastonato nell’entroterra del nord dove troverete l’anima lusitana più preziosa e autentica. Molti la conoscono per la sua prestigiosa Università, la più antica del Portogallo e una delle prima fondate in Europa, ma non tutti sanno che fu proprio a Coimbra che nacque la dinastia reale portoghese, tanto che in una delle sue chiese più celebri, la Igreja de Santa Cruz, vi sono sepolti i primi due re della storia del paese.

Nel centro storico di Coimbra un saliscendi di stradine acciottolate ripidissime collegano ampie piazze e patii porticati, mentre edifici e palazzi medievali e rinascimentali sfoggiano con orgoglio i polverosi segni del tempo, perché il fascino delle loro storie passate si sostituisce all’apparente trascuratezza. L’atmosfera un po’ metafisica di Coimbra vi trasporterà indietro nel tempo, conducendovi alle sue origini medievali. Ve ne accorgerete quando vi capiterà di scorgere gruppi di ragazzi avvolti in mantelli e abiti neri: sono gli studenti universitari che ancora amano indossare il traje académico, la tradizionale toga nera. Ma non è tutto. Sembra che tutta la vita quotidiana di Coimbra sia ancora scandita dai ritmi delle antiche celebrazioni universitarie e dei rituali studenteschi che coinvolgono, in molte occasioni, l’intera città, diventando dei veri e propri eventi folkloristici.

Nonostante le contenute dimensioni di questa città a misura d’uomo, a Coimbra c’è molto da vedere, come le sue due cattedrali e i suoi ben tre monasteri che racchiudono incredibili storie, o come i suoi parchi costruiti sulle rive del fiume Mondego che attraversa la città.

In questa pagina vi invitiamo a scoprire le 10 cose da fare e vedere assolutamente a Coimbra durante un week end o una vacanza. 

Se state cercando un hotel a Coimbra vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 215 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Università di Coimbra

1

L’Università di Coimbra non è un’università come le altre. Fondata nel 1290 essa rappresenta il primo centro accademico del Portogallo e una delle più antiche istituzioni universitarie d’Europa, riconosciuta patrimonio mondiale dell’Unesco. L’edificio più antico e monumentale sorge all’interno dell’antico palazzo reale medievale in Paço das Escolas, nella città alta, nel luogo in cui dal 1537 re João III trasferì definitivamente l’università da Lisbona.

Università di Coimbra
Università di Coimbra

Giungere nella grande piazza dell’Università Vecchia durante una passeggiata al centro storico di Coimbra è un’esperienza molto suggestiva. Ci si trova immersi in un’atmosfera lontana nel tempo che, come per magia, qui è rimasta intatta. Non sarà difficile riconoscere alcuni studenti universitari che ancora amano indossare il tipico traje académico, ossia l’antica toga nera composta da mantello, abito nero e copricapo. Solitamente passeggiano in gruppi e talvolta si fermano per cantare e suonare alcune melodie tradizionali con chitarre e tamburelli. Vi sorprenderà sapere che i giovani studenti di Coimbra, tra cui molti stranieri in programma Erasmus, sono ancora oggi legati ai rituali universitari che risalgono anche al Medioevo, come la Queima das Fitas, il celebre “Rogo dei Nastri” che consiste nel bruciare, a fine anno, i lunghi nastri dei copricapi accademici durante una serenata notturna di fado e una processione di carri.

Gli altri edifici importanti da notare nella piazza dell’Università sono: la Biblioteca Joanina e la Cappella di São Miguel. La Biblioteca Joanina è uno splendido palazzo in stile barocco, dai saloni interni eleganti e dai soffitti decorati in legno e in oro, le cui pareti sono interamente ricoperte da scaffali di libri (se ne contano più di 300.000, dal XVI al XVIII secolo). La Cappella di São Miguel, costruita nel 1517, è un altro gioiello architettonico in stile barocco, caratterizzata dai meravigliosi azulejos che decorano le pareti della navata e del coro. A “vegliare” su questa simbolica piazza universitaria in cui si concentrano il sapere, le tradizioni e i riti della Coimbra medievale, ci sono due importanti simboli: la torre dell’orologio, alta 34 metri e diventata emblema della città, e l’imponente statua di re João III.

Informazioni per la visita

Indirizzo:
Paço das Escolas, nella Città Alta di Coimbra

Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:
Università:

da novembre a metà marzo

  • da lunedì a venerdì dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
  • sabato e domenica dalle 10:30 alle 16:30

da metà marzo a ottobre

  • tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:30 tutti i giorni

Costo del biglietto: dai 2 ai 12 euro in base alla visita guidata scelta

Biblioteca Joanina e Cappella di Sao Miguel: aperte tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:30

Costo del biglietto: 3,50 €

Cattedrale Vecchia di Coimbra

2

La Cattedrale Vecchia di Coimbra, la Sé Velha, rappresenta la più antica e importante testimonianza dell’architettura romanica portoghese. Il suo aspetto massiccio e possente e le sue forme fortemente squadrate fanno somigliare questa chiesa più a un castello fortificato medievale, come dimostrano anche i merli che caratterizzano la parte altra dell’edificio e le finestre strette e allungate. In realtà questa scelta architettonica ci fa comprendere quanto la minaccia di un probabile assedio da parte dei mori fosse costante.

Cattedrale Vecchia di Coimbra
Cattedrale Vecchia di Coimbra

La costruzione della Cattedrale Vecchia iniziò nel 1139, quando il conte Afonso Henriques si proclamò primo re del Portogallo dopo la battaglia di Ourique e scelse Coimbra come capitale. La chiesa fu consacrata cattedrale nel 1218 ma perse il suo titolo nel 1772 quando fu scelta come Cattedrale Nuova la chiesa del Santissimo Nome di Gesù. Oggi la vecchia cattedrale di Coimbra è conosciuta come la Chiesa della Santa Casa della Misericordia, ma conserva ancora l’inconfondibile fascino estetico e spirituale tipico delle cattedrali medievali.

L’aspetto architettonico della Sé Velha è molto interessante. La semplicità esterna è impreziosita dalla Porta Speciosa, un portale monumentale a tre livelli costruito nel XVI secolo. L’interno è suddiviso in tre navate con delle splendide decorazioni con piastrelle andaluse sugli altari laterali, mentre la pala d’altare è in stile tardogotico. La cattedrale comprende anche un elegante chiostro gotico-romanico.

Informazioni per la visita

Indirizzo: Largo Sé Velha, centro storico di Coimbra
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:

  • da lunedì a sabato dalle 10:00 alle 17:30; da aprile a ottobre fino alle 18:00

Costo del biglietto: 2€

Cattedrale Nuova di Coimbra

3

La Cattedrale Nuova di Coimbra, la Sé Nova, è un edificio di culto dall’aspetto completamente diverso rispetto alla medievale Cattedrale Vecchia. Fu costruita dal 1598 al 1640 dai gesuiti in stile rinascimentale e barocco, su progetto dell’architetto Baltazar Álvares e fu chiamata Chiesa del Santissimo Nome di Gesù.

Cattedrale Nuova di Coimbra
Cattedrale Nuova di Coimbra

La chiesa diventò Cattedrale, “spodestando” la Sé Velha, solo nel 1772 quando il primo ministro Marques de Pombal decise che la diocesi avrebbe dovuto avere sede in questa ampia e splendida struttura architettonica. La facciata esterna è di ispirazione rinascimentale e barocca, in pietra chiara e dalle forme pulite e armoniche che evocano quelle di alcune chiese seicentesche di Roma. All’interno sono, invece, presenti molti elementi barocchi: l’altare è ricco di decorazioni, il transetto e i pannelli laterali sono dorati, mentre nelle cappelle prevalgono ornamenti manieristi. Si possono ammirare anche il coro in legno proveniente dalla Cattedrale Vecchia e il fonte battesimale scolpito nel tradizionale stile manuelino da Pedro e Felipe Henriques.

La Cattedrale Nuova di Coimbra è il luogo prescelto dagli universitari di Coimbra per dare il via alla Queima das Fitas, la festa di fine anno accademico in cui gli studenti si riuniscono per bruciare i nastri dei loro copricapi in un rituale accompagnato da serenate tradizionali e che prosegue con sfilate di carri allegorici che attraversano il centro della città.

Informazioni per la visita

Indirizzo: Largo Feira dos Estudantes, centro storico di Coimbra
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:

  • da martedì a sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:30
  • domenica dalle 10:00 alle 12:30

Costo del biglietto: 1€

Il Monastero di Santa Cruz a Coimbra

4

Il Monastero di Santa Cruz, che comprende anche la Igreja de Santa Cruz, è situato nella centralissima Praça 8 de Maio, accanto al Municipio di Coimbra, e rappresenta uno dei più antichi edifici della città. Fu costruito nel 1131 dai Canonici Regolari di Sant’Agostino, la più importante comunità monastica del Portogallo.

Il Monastero di Santa Cruz a Coimbra
Il Monastero di Santa Cruz a Coimbra

In questo monastero sono sepolti i primi due re del Portogallo: re Alfonso I, conosciuto come Alfonso Henriques il Conquistatore, e suo figlio, il re Sancho Alfonso, conosciuto come Martino il Popolatore. Ma non è tutto. Il Monastero di Santa Cruz è rinomato anche perché era la principale sede di studi medievali in Portogallo. Sant’Antonio di Padova, una delle figure religiose più rilevanti della storia e della cultura occidentale, si formò proprio tra le mura di questo convento agostiniano.

Il portale della chiesa in stile rinascimentale manuelino – opera di Diogo Boitaca, l’architetto del celebre Monastero dos Jeronimos di Lisbona – è uno degli elementi più affascinanti al punto da rendere l’intera struttura architettonica uno degli esempi più belli del Rinascimento portoghese. All’interno della chiesa sono da notare: il soffitto decorato con azulejos che raffigurano scene della vita di Sant’Agostino, l’organo rosso in stile barocco, il pregiato pulpito scolpito e il rinascimentale Chiostro del Silenzio, risalente al 1517 e caratterizzato da pareti decorate con splendidi pannelli in bassorilievo e azulejos raffiguranti alcune scene della vita di Gesù. Da non perdere il Jardim da Manga, un altro chiostro rinascimentale caratterizzato da un’antica fontana formata da varie cupole che sta a simboleggiare l’origine della vita eterna.

Informazioni per la visita

Indirizzo: Praça 8 de Maio, centro storico di Coimbra
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:

  • Da lunedì a sabato dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00
  • Domenica dalle 16:00 alle 17:30

Costo del biglietto: Intero 2,50€; Ridotto 1,50€

Monastero di Santa Clara-a-Velha e Monastero di Santa Clara-a-Nova a Coimbra

5Sulla riva opposta del fiume Mondego è situato il Monastero di Santa Clara-a-Velha, un affascinante convento gotico legato alla figura di Isabella d’Aragona, regina del Portogallo conosciuta anche come la Rainha Santa, ovvero la Regina Santa. Fu per suo volere che iniziò, nel 1314, la fondazione del monastero per sostituire un piccolo convento di clarisse la cui costruzione cominciò nel 1286 ma che non fu mai portata a termine.

Monastero di Santa Clara-a-Velha
Monastero di Santa Clara-a-Velha

Purtroppo la vicinanza al fiume e le continue inondazioni causarono continui danni alla struttura, tanto che nel XVII secolo il re D. Joâo IV decise di far costruire un nuovo monastero in una posizione sopraelevata che fu battezzato Monastero di Santa Clara-a-Nova. Da allora il vecchio monastero fu abbandonato e solo di recente è stato ristrutturato, riportando alla luce anche interessanti reperti archeologici che oggi si possono ammirare attraverso un percorso di visita all’aperto che consente di conoscere la splendida storia di questo monumento.

Il Monastero di Santa Clara-a-Nova è l’edificio architettonico costruito nel 1649 in posizione più elevata per sostituire il precario convento gotico costruito troppo vicino alla sponda del fiume. Questo monastero in stile barocco e manierista accoglie le spoglie della Regina Santa Isabella, che nel 1677 furono trasportate in processione dall’antico monastero. Si può dire che l’intero convento sia dedicato alla memoria della regina Isabella. La sua presenza è evocata dalla statua policroma situata nell’abside della chiesa, mentre la sua storia è evocata dai pannelli collocati in una navata. Sull’altare si può ammirare la sua splendida tomba in argento e nella sagrestia sono esposti i suoi abiti.

Informazioni per la visita

Monastero di Santa Clara-a-Velha

Indirizzo: Rua das Parreiras, riva sinistra del fiume Mondego

Come arrivare:

A piedi

Orari di apertura:

  • Dal 1 aprile al 14 ottobre: da martedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00
  • Dal 15 ottobre al 31 marzo: da martedì a domenica dalle 10:00 alle 18:00
  • Chiuso: il lunedì, il 1 gennaio, la domenica di Pasqua, il 1 maggio, il 4 luglio e il 25 dicembre

Costo del biglietto: Intero 5€; Ridotto 3€
Monastero di Santa Clara-a-Nova
Indirizzo: Calçada Santa Isabel, riva sinistra del Mondego

Come arrivare: A piedi

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:00

Costo del biglietto: ingresso al chiostro 1,50€

Museo Nazionale Machado de Castro a Coimbra

6

Il Museo Nazionale Machado de Castro è uno dei più importanti musei del Portogallo, grazie alla sua prestigiosa collezione d’arte ma anche per il luogo simbolico dove è stato edificato. Dedicato al celebre scultore portoghese del ‘700 Machado de Castro, originario proprio di Coimbra, il museo è ospitato nel vecchio Palazzo Vescovile, a sua volta costruito su un antico foro romano.

Museo Nazionale Machado de Castro a Coimbra
Museo Nazionale Machado de Castro a Coimbra

L’edificio del museo Machado de Castro rappresenta un luogo di ritrovo degli abitanti di Coimbra e dei suoi visitatori proprio per la sua collocazione, a stretto contatto con le origini romane della città. Uno splendido porticato rinascimentale caratterizza il patio, una terrazza panoramica da cui si può godere una vista esclusiva sulla Cattedrale Vecchia e sulla città bassa fino al fiume, mentre le arcate e le gallerie dell’affascinante criptoportico di epoca imperiale romana sono parte della visita al museo che consente, quindi, di ammirare le fondamenta sotterranee.

La collezione del museo è tra le più complete del Portogallo e comprende opere di archeologia e architettura romana, sculture dall’antichità al medioevo, scultura gotica religiosa, dipinti e statue rinascimentali a grandezza umana, oggetti preziosi d’arte decorativa, opere di artisti fiamminghi, capolavori di gioielleria sacra dal XII al XVIII secolo, arazzi, tappeti e arredi risalenti a diversi stili ed epoche, dal manuelino al rinascimentale, dal barocco al neoclassico.

Informazioni per la visita

Indirizzo: Largo Dr José Rodrigues, centro storico di Coimbra
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:

  • martedì dalle 14:00 alle 18:00
  • da mercoledì a domenica dalle 10:00 alle 18:00
  • chiuso il 1 gennaio, domenica di Pasqua, 1 maggio, 4 luglio, 24 e 25 dicembre

Costo del biglietto: Intero 6€; Criptoportico 3€

I parchi di Coimbra: il Giardino Botanico e il Parco Verde del Mondego

7

Coimbra è anche una città ricca di spazi verdi dove rilassarsi e vivere a stretto contatto con la natura. Il posto più amato da residenti e visitatori è il Jardim Botanico, un grande orto botanico fondato nel 1772 dal Marquês de Pombal e oggi appartenente all’Università di Coimbra. La sua immensa superficie di 13 ettari, situata nel cuore del centro storico, comprende tantissime varietà di piante anche rare, fiori e alberi provenienti da diverse aree del mondo.

Il Giardino Botanico
Il Giardino Botanico

Il giardino, che somiglia molto più a un parco, consente ai visitatori di fare lunghe passeggiate immerse nel verde, tra vialetti alberati, fontane e una terrazza ricca di magnolie e di azalee che conferiscono un tocco romantico all’ambiente. Tra le aree più interessanti da visitare: la Sierra Grande, una delle più antiche strutture in ferro del Portogallo dove si trovano piante tropicali e subtropicali, come particolari tipi di orchidee e piante carnivore; l’angolo Tropicale, con palme di diverse specie provenienti da tutti i continenti, ma anche l’unica palma portoghese proveniente dall’Algarve; la Stufa Fredda, con piante adatte ai climi umidi; il Boschetto di bambù.

Un’altra area verde della città è il Parco Verde del Mondego, una vera e propria rivoluzione nel panorama urbano di Coimbra perché nasce per riqualificare e valorizzare le rive del fiume Mondego, ma anche per fare da “diga” alle possibili inondazioni che potrebbero ancora danneggiare il Monastero di Santa Clara-a-Velha. Stiamo parlando di ben 400.000 mq dedicati a giardini, piste ciclabili, caffè e ristoranti costruiti su piattaforme di legno sulle acque del fiume e aree giochi per bambini. Sulla riva sinistra, invece, è stata costruita una spiaggia artificiale con campi per la pallavolo, aree per lo skateboard e da picnic e un molo dove noleggiare una barca, un pedalò o una canoa. L’attrazione principale del parco è una gigantesca scultura a forma di orso interamente realizzata da fili d’erba finta. Le due sponde del Parco Verde sono collegate dal ponte pedonale Pedro e Inês che attraversa il fiume Mondego, costituito da una pedana in legno e da ringhiere metalliche in cui sono inseriti vetri colorati in giallo, blu, verde e rosa. Da qui la vista sul fiume e sulle due rive di Coimbra è davvero unica e spettacolare.

Informazioni per la visita

Jardim Botanico

Indirizzo: Calçada Martim de Freitas, centro storico di Coimbra

Come arrivare:

A piedi

Orari di apertura:

  • dal 1 aprile al 30 settembre dalle 9:00 alle 20:00
  • dal 1 ° ottobre al 31 marzo: dalle 9:00 alle 17:00
  • Chiuso il 25 dicembre, 1 gennaio, giorni della Corte da Latada e Queima das Fitas.

Costo del biglietto: Ingresso gratuito
 
Parco Verde del Mondego
Indirizzo: Avenida Lousã, riva destra del fiume Mondego
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura: sempre aperto
Costo del biglietto: Ingresso gratuito

I giardini della Quinta das Lágrimas a Coimbra

8

A Coimbra c’è un luogo dedicato ai visitatori più romantici, dove è possibile conoscere la storia d’amore intensa e sofferta tra l’Infante Don Pedro, erede al trono del Portogallo, e la sua amante Inés de Castro. Si tratta dei giardini della Quinta das Làgrimas, letteralmente “tenuta delle lacrime”, un tempo luogo di caccia della famiglia reale, dove nel 1730 fu fatta costruire una prestigiosa residenza, oggi convertita in hotel di lusso. Secondo la leggenda è proprio in questo luogo incantato immerso nel verde che Pedro e Inés vivevano la loro storia d’amore clandestina, inviandosi lettere sul Cano dos Amores, il canale dell’amore alimentato dalle acque della Fonte dos Amores, la fontana dell’amore. In questo luogo è stato anche creato un Giardino Medievale per celebrare la storia d’amore più romantica del Portogallo.

I giardini della Quinta das Lágrimas a Coimbra
I giardini della Quinta das Lágrimas a Coimbra

Don Pedro sposò nel 1340 Costanza di Castiglia, che arrivò a Coimbra da Burgos accompagnata da Inés de Castro, sua amica e dama di compagnia. Tra Pedro e Inés fu amore a prima vista, tanto che i due portarono avanti una relazione segreta per anni, fino al 1355, quando re Alfonso IV, padre di Pedro, fu costretto dai suoi consiglieri a condannarla a morte. La povera Inés fu pugnalata e morì proprio nel luogo che da allora prende il nome dalle sue lacrime, così come la Fonte das Lágrimas, una fontana che, secondo la leggenda, è formata dalle lacrime della donna quando fu assassinata. Si dice che ci siano anche tracce del suo sangue tra le rocce (ma in realtà si tratta di alcune alghe rosse nate nel bosco) così come si crede che il fantasma di Inés vaghi ancora nella tenuta piangendo, alla ricerca di Pedro, il suo amore perduto.

Una passeggiata nella Quinta das Làgrimas è consigliata sia per immergersi in un’atmosfera idilliaca sia perché i suoi giardini ospitano almeno cinquanta specie diverse di piante, fiori e alberi provenienti da tutto il mondo, come le sequoie, cedri dell’Himalaya e un esemplare di Kusamaki, un albero molto particolare originario dell’Africa meridionale.

Informazioni per la visita

Indirizzo: R. Carlos Alberto Pinto de Abreu, riva sinistra del Mondego
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:

  • dal 16 marzo al 15 novembre, dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00
  • dal 16 novembre al 15 marzo, dal giovedì alla domenica dalle 10:00 alle 17:00
  • Chiuso a gennaio

Costo del biglietto: Ingresso gratuito

Portugal dos Pequenitos a Coimbra

9

Chi viaggia con i bambini può trascorrere qualche ora in un parco appositamente progettato per loro. Portugal dos Pequenitos è il parco in miniatura dove i più piccoli potranno conoscere il Portogallo e visitare la città di Coimbra passeggiando e divertendosi tra monumenti tradizionali riprodotti a misura di bambino.

Portugal dos Pequenitos a Coimbra

Fondato nel 1938 dal medico e collezionista portoghese Bissaya Barreto e costruito dall’architetto Cassiano Branco, il “Portogallo dei Piccoli” è il primo parco a tema del Portogallo, che nasce con l’obiettivo di rendere semplice e divertente la visita della città di Coimbra e di altri luoghi del Portogallo anche ai bambini, riproducendo in miniatura monumenti, palazzi storici, attrazioni, case e abitazioni tradizionali.

All’interno del parco sono presenti tutti i monumenti di Coimbra in miniatura, come la celebre Università, ma anche tanti importanti monumenti che fanno parte del patrimonio architettonico del paese come la Torre di Belém e il Monastero dos Jerónimos di Lisbona. Non mancano le abitazioni tradizionali di alcune regioni del Portogallo, come le case regionali dell’Algarve, dell’Alentejo e del Douro, e monumenti e luoghi caratteristici delle colonie portoghesi attuali, come Madeira e le Azzorre. Il parco immerge i visitatori anche in un viaggio nel glorioso passato dell’Impero Portoghese proponendo, sempre in miniatura, i luoghi e i monumenti delle ex colonie dove ancora si parla il portoghese, come Brasile, Macao, Timor, Mozambico e Angola, di cui vengono ricreati anche gli ambienti e le atmosfere. Per approfondire altri aspetti della cultura portoghese si possono anche visitare il Museu do Traje (Museo dei Vestiti), il Museu da Marinha (Museo della Marina) e il Museu do Mobiliário (Museo dei Mobili).

Informazioni per la visita

Indirizzo: Largo Rossio de Santa Clara, riva sinistra del Mondego

Come arrivare: A piedi
Orari di apertura:

  • dal 1 gennaio al 28/29 febbraio e dal 16 ottobre al 31 dicembre: dalle 10:00 alle 17:00
  • dal 1 marzo al 31 maggio e dal 16 settembre al 15 ottobre dalle 10:00 alle 19:00
  • dal 1 giugno al 15 settembre dalle 9:00 alle 20:00

Costo del biglietto:

  • Bambini fino a 2 anni: ingresso gratuito
  • Bambini dai 3 ai 13 anni: 5,95€
  • Adulti (14-64 anni): 9,95€
  • Over 65: 5,95€

Cosa mangiare a Coimbra

10

La cucina di Coimbra, come quella diffusa nelle città dell’entroterra portoghese, è semplice e composta da ingredienti genuini, provenienti soprattutto dalla terra ma anche dal mare che dista soltanto una cinquantina di chilometri. I piatti tipici di Coimbra sono, infatti, quelli a base di baccalà, cucinato in tantissime varianti tra cui spiccano il bacalhau à brás, dove il baccalà viene preparato con uova strapazzate, patate, olive nere, cipolle e prezzemolo, e le crocchette di baccalà (pastéis de bacalhau), ormai diventate molto popolari e servite come antipasto.

Cosa mangiare a Coimbra
Cosa mangiare a Coimbra

Tra le altre pietanze a base di pesce da provare ci sono: le sardine alla griglia (sardinhas assadas), il polipo arrostito (polvo à lagareiro), ma anche vongole, seppie, calamari e pesce spada. Per quanto riguarda i piatti di terra, i più tradizionali sono: il cozido à portuguesa, uno stufato a base di manzo, pollo, maiale e salsicce serviti con verdure lesse come fagiolini, carote e cavoli; il caldo verde, la zuppa nazionale portoghese cucinata con cavolo nero, salsiccia piccante, patate e cipolle

Non si può tornare da Coimbra senza aver assaggiato il piatto tipico del nord del Portogallo: la celebre Francesinha. Si tratta di un enorme sandwich composto da due fette di pane farcite con salsiccia, prosciutto e una bistecca di manzo. Ricopre il tutto del formaggio fuso e un uovo fritto. Il piatto viene servito in una terrina con una salsa a base di brodo di carne, pomodoro e birra.

Hotel a Coimbra

Trascorrere una o due notti a Coimbra è la soluzione ideale per godervi a pieno questa città affascinante, visitando con calma le sue attrazioni e i suoi monumenti. Per il vostro weekend a Coimbra potrete contare su una discreta scelta di strutture ricettive a prezzi abbastanza contenuti. Sia in alta stagione sia in bassa stagione potrete trovare hotel a tre stelle, bed and breakfast e appartamenti a partire dai 50/60 euro a notte in camera doppia, anche in pieno centro storico.

Se state cercando un hotel a Coimbra vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 215 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.