10 cose da fare e vedere a Brac

Le 10 cose da fare e vedere nell'Isola di Brac, in Croazia, durante una vacanza o un fine settimana.

Isola di Brac in Croazia
Isola di Brac in Croazia

Brac, in italiano Brazza, è l’isola più grande della Dalmazia centrale e una delle più belle isole della Croazia, per le sue spiagge incontaminate e per il suo mare cristallino, nonostante sia una località meno turistica e mondana rispetto alle più conosciute isole di Hvar o Korkula.
Due sono le meraviglie indiscutibili di Brac. La prima è Zlatni Rat (in italiano il Corno d’Oro) una delle spiagge più belle al mondo grazie alla sua particolare forma “a punta” che si allunga per 500 metri nel mare cristallino e che cambia in base alle correnti e ai venti. Le sfumature dell’acqua, che vanno dall’azzurro chiaro al blu profondo, e la distesa bianca di sabbia e ghiaia, rendono Zlatni Rat un luogo paradisiaco, che non ha nulla da invidiare alle località esotiche. Il secondo motivo per visitare quest’isola è la celebre pietra di Brac, talmente bianca, luminosa e preziosa, da essere stata scelta, nel lontano passato, dall’imperatore Diocleziano per realizzare il suo celebre Palazzo di Spalato e, in un passato più recente, per costruire la Casa Bianca a Washington. Nel corso di una visita alle città di Bol, Supetar o Milna, vi accorgerete di essere circondati da case, stradine, scalinate, realizzate in pietra di Brac. La sua brillantezza è in grado di creare uno speciale contrasto con le pinete verdeggianti e con il blu intenso del mare.
Le due località principali dell’isola sono Bol e Supetar, due luoghi molto diversi e dal fascino contrastante. Bol è mondana ed esclusiva, scelta dai turisti per la sua movida serale e per le sue spiagge molto animate; Supetar è un villaggio di pescatori rimasto autentico e inalterato, perfetto per rilassarsi e per godersi la tranquillità della sue baie nascoste e appartate.
Ma le bellezze di Brac non si trovano solo sulla costa. Se vi avventurate alla scoperta dell’entroterra, scoprirete incantevoli borghi in pietra che raccontano le lontane origini di questa straordinaria isola ricca di sorprese.

Se state cercando un hotel, vi consigliamo Booking.com. Circa 2500 hotel con foto, servizi, prezzi e commenti di chi ha già soggiornato. Vai a Booking.com.

Bol a Brac

1

Con le sue spiagge dal mare cristallino e i suoi scorci incantevoli, Bol è la località più amata dell’isola di Brac. La Città Vecchia è senza dubbio il luogo più amato dai turisti, con il suo porticciolo sempre animato soprattutto nei mesi estivi, le sue stradine tortuose, le piccole case in pietra e i ristoranti tipici affacciati sul mare.

Bol a Brac
Bol a Brac

A sorprendere i visitatori di Bol sono soprattutto i contrasti tra le infinite sfumature di blu del mare e il bianco intenso della pietra di Brac con cui sono costruite villette, scalinate e chiese.
Bol è una delle mete della Croazia preferite per le vacanze estive per la sua suggestiva atmosfera da villaggio costiero incontaminato, ricco di insenature e baie a cui si può accedere con una piacevole passeggiata sul lungomare che inizia prima del porto, passa per la Città Vecchia, e si immerge in una rigogliosa pineta.
Ma ciò che rende Bol una località davvero affascinante è Zlatni Rat, conosciuta anche come il “Corno d’Oro”,  una spiaggia particolarissima perché si protende nelle acque cristalline del Mar Adriatico. Considerata tra le spiagge più belle al mondo, nei mesi estivi Zlatni Rat attrae ogni giorno centinaia di turisti che desiderano trascorrere anche solo una giornata su questa lingua di sabbia bianca lunga centinaia di metri, la cui forma cambia continuamente in base alle onde e alle correnti.

Supetar a Brac

2

Situata sulla costa nord, a 50 km da Bol, Supetar (in italiano San Piero della Brazza) è la città più grande di Brac e anche il porto principale dell’isola. Qui giungono i traghetti che partono da Spalato e dalla terraferma, ed è quindi una meta obbligata per chiunque desideri visitare Brac. Ma questa pittoresca cittadina è molto di più di un luogo di passaggio, anzi, vale davvero la pena passeggiare per il suo incantevole centro storico pieno di viuzze in pietra e ammirare la sua imponente chiesa dell’Annunciazione in stile barocco.

Supetar a Brac
Supetar a Brac

Per approfondire la conoscenza culturale della città si può anche visitare il suggestivo cimitero di Supetar, caratterizzato dal mausoleo della famiglia Petrinovic, un complesso bizantino a cinque cupole costruito con la lucentissima pietra bianca di Brac. A differenza delle lunghe spiagge affollate di Bol, quelle di Supetar sono più piccole e incontaminate: calette e baie rocciose o di ciottoli circondate dalla natura e dall’acqua cristallina. Sono frequentate soprattutto da famiglie croate che preferiscono trascorrere le loro vacanze qui, immersi in un’atmosfera rilassata e piacevole.

Milna a Brac

3

Se vi affascinano i piccoli villaggi di pescatori, Milna vi lascerà senza parole. Probabilmente è il posto più incantevole di Brac, un borgo marinaro di origini seicentesche non ancora invaso dal turismo di massa e rimasto ancora incontaminato, nonostante sia una delle mete preferite dagli yacht di lusso.

Milna a Brac
Milna a Brac

Il piccolo centro storico di Milna è stato costruito su un profondo porto naturale, dove l’imperatore Diocleziano fece partire la pietra bianca con cui realizzò il suo Palazzo a Spalato. La presenza di due porti protetti e perfettamente attrezzati, rende Milna particolarmente amata dai nautici: non a caso il significato del suo nome è “Valle di mille navi”. La bellezza di questa splendida località emana dalle piccole case in pietra del centro storico, dalla chiesa barocca e dal suo alto campanile settecentesco che domina il paesaggio.
Chi ama il mare può trovare a Milna alcune delle spiagge più belle dell’isola, come Baia di Lucica, una piccola cala rocciosa dal fondo sabbioso e con un mare dall’intenso color acquamarina. È uno dei posti preferiti dell’isola per chi ama le immersioni e gli sport acquatici.

La spiaggia Zlatni Rat (il Corno d’Oro) a Brac

4

Uno dei motivi per visitare Brac è Zlatni Rat (il Corno d’Oro), una delle spiagge più belle al mondo, un luogo paradisiaco considerato il simbolo di Brac ma anche dell’intera Croazia. La spiaggia di Zlatni Rat si raggiunge con una piacevole passeggiata a piedi dal centro di Bol, attraversando una splendida pineta animata da bancarelle di artigianato locale, dove si possono acquistare oggetti e gioielli realizzati con la pietra di Brac, chioschi e bar all’aperto.

La spiaggia Zlatni Rat (il Corno d’Oro) a Brac
La spiaggia Zlatni Rat (il Corno d’Oro) a Brac

La particolarità di Zlatni Rat è la sua caratteristica forma che si protende come una lingua nel mare per circa 500 metri. Una “punta d’oro” fatta di ghiaia e sassolini bianchi da dove è possibile immergersi nelle acque cristalline dell’Adriatico e assistere al fascino incredibile di questo luogo, con una foresta di pini a fare da ombra sulla spiaggia, il monte Vidova Gora che si staglia sulla costa, e lo spettacolo dei surfisti che scelgono questo luogo approfittando del maestrale che si alza nelle prime ore del pomeriggio.
A rendere questa spiaggia ancora più speciale sono i suoi incantevoli tramonti, motivo per cui in estate tante persone preferiscono arrivare a Zlatni Rat nel tardo pomeriggio, quando la folla di turisti si dirada ed è possibile godersi la spiaggia in un’atmosfera più tranquilla e suggestiva.

La Grotta del Drago a Brac

5

Tra le bellezze nascoste dell’isola di Brac c’è la misteriosa Grotta del Drago, situata a soli 5 km da Bol, nel villaggio di Murvica. Si tratta di un santuario di sacerdoti glagolitici del XV secolo, celebre ancora oggi per gli straordinari rilievi scolpiti sulle pareti interne, probabilmente opera di un creativo frate del Quattrocento. La grotta è lunga 20 metri e divisa in quattro sale, in una delle quali si possono ammirare le strane sculture i cui soggetti sono una Madonna con gli angeli, degli animali e il drago con la bocca aperta che dà il nome al tempio.

La Grotta del Drago a Brac
La Grotta del Drago a Brac

Il significato dei rilievi potrebbe essere legato alla speranza di una riconciliazione tra paganesimo e cristianesimo attraverso la rappresentazione di figure della mitologia slava e pagana insieme all’iconografia classica del cristianesimo. Partire alla scoperta della Grotta del Drago è un’esperienza indimenticabile che comincia dall’avventuroso percorso a piedi per raggiungerla. L’escursione parte dal villaggio di Murvica e dura circa un’ora, da trascorrere passeggiando su un sentiero ripido completamente immerso nel bosco. Per questo motivo l’unico modo per visitare la grotta è partecipare a un tour guidato, indossando delle robuste scarpe da trekking.

Il monte Vidova Gora a Brac

6

Anche l’isola di Brac ha il suo punto panoramico, da cui ammirare lo splendore del mare blu e delle isole che la circondano. Si tratta di Vidova Gora, una montagna che con i suoi 780 metri di altezza rappresenta la vetta più alta della Dalmazia e di tutte le isole croate dell’Adriatico. Il suo vasto altopiano copre più della metà dell’isola e si può notare la sua imponenza ammirandolo dalle spiagge di Bol e Murvica.

Il monte Vidova Gora a Brac
Il monte Vidova Gora a Brac

Si può scegliere di salire sul monte di Vidova Gora con l’auto attraverso la strada asfaltata, mentre il sentiero più suggestivo, ma anche più faticoso e impegnativo, è quello da percorrere a piedi dalla città di Bol. La cima della montagna era probabilmente dedicata al culto religioso, data la presenza di una croce di roccia bianca alta 12 metri e dell’antica cappella croata di sv. Vid (San Vito), che fa riferimento all’antico culto croato del dio slavo Svetovid.
Uno dei motivi per cui salire fino in cima è lo straordinario panorama che si può osservare: il suggestivo “corno” sabbioso di Zlatni Rat che si allunga nel mare, i tetti rossi delle case di Bol, la natura selvaggia che dalle pendici del monte giunge fino alla costa trasformandosi in immense pinete e le isole di Hvar e Vis.

Il borgo di Skrip a Brac

7

A soli 8 km a sud est di Supetar potrete immergervi nel passato di Brac, scoprendone le lontanissime origini. Il villaggio di Skrip rappresenta il primo insediamento umano dell’isola, fondato nel II secolo a.C. dagli illiri che vi costruirono un forte per difendersi da probabili attacchi da parte dei greci.

Il borgo di Skrip a Brac
Il borgo di Skrip a Brac

Skrip fu poi colonia dai romani che sfruttarono le cave di pietra per costruirvi prestigiose dimore estive. Oggi, in questo antico borgo in pietra si possono notare i resti di mura preistoriche, sarcofagi romani, rilievi e tombe medioevali, che testimoniano la lunga storia di questo luogo straordinario. Ma il villaggio di Skrip è importante anche perché qui, nelle famose cave di pietra, si estraeva la pietra bianca che servì per costruire il Palazzo di Diocleziano a Spalato. Un luogo interessante da esplorare è il Kastil Radojkovic, nei pressi delle mura illiriche, che fu prima un mausoleo romano e poi una fortezza difensiva durante le guerre turco-veneziane. All’interno della torre si può visitare il Museo di Brac che custodisce, oltre al mausoleo romano in perfetto stato di conservazione, reperti importantissimi che sono parte del patrimonio culturale dell’isola, come lapidi romane, oggetti artigianali e vecchie mappe marittime.

Orari di apertura e costo del biglietto

Indirizzo: Skrip Bb, villaggio di Skrip
Come arrivare: A piedi
Orari di apertura: tutti i giorni dalle 8 alle 20
Costo del biglietto: Intero: 20 kune; bambini: 10 kune

Il Monastero di Blaca a Brac

8

Un altro luogo suggestivo da non perdere è il Monastero di Blaca, un eremo fondato nel XVI secolo da due monaci glagolitici e interamente scavato nella roccia di una scogliera, in una posizione elevata e a picco sul mare. Il Monastero, conosciuto anche come “Deserto di Blaca”, è situato nella parte meridionale dell’isola, tra Milna e Bol.

Il Monastero di Blaca a Brac
Il Monastero di Blaca a Brac

Il complesso eremitico è composto da diverse dimore scolpite nella pietra e comunicanti tra loro, che comprendono il monastero, la chiesa e gli edifici agricoli. Nel corso della sua storia il monastero ebbe anche la funzione di osservatorio astronomico per poi diventare, nel ‘900, museo, centro di ricerca e sede di eventi scientifici fino a diventare sede di una preziosa biblioteca che custodisce circa 11.000 libri. L’escursione al Monastero di Blaca si può svolgere lasciando l’auto a Dragovoda e proseguendo a piedi per circa 30 minuti. Il percorso, lungo un sentiero di circa 2,5 km, è rilassante e piacevole perché completamente immerso nella natura, in un’atmosfera silenziosa e tranquilla.

Informazioni per la visita

Come arrivare: A piedi da Dragovoda
Orari di apertura: tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9 alle 17
Costo del biglietto: 30 kune

Le spiagge più belle di Brac

9

Le spiagge di Brac sono tra le più belle della Croazia, per le intense gradazioni di blu del mare, per le calette nascoste circondate da verdi pinete, e per le distese bianche di ciottoli e ghiaia che caratterizzano la costa. La più celebre è senza dubbio Zlatni Rat, che attrae la curiosità dei visitatori per la sua insolita punta che si allunga nel mare e che muta di forma al mutare del vento e delle correnti marine. Ma, oltre a questa popolarissima spiaggia considerata una vera perla dell’Adriatico, ce ne sono altre da scoprire. Come Potočine, a pochi passi da Zlatni Rat ma molto più appartata e tranquilla, da cui si ha una vista esclusiva sul “corno d’oro”.

Le spiagge più belle di Brac
Le spiagge più belle di Brac

Sempre a Bol ci sono Kotlina, Bijela kuća e Martinica, delle spiaggette adiacenti situate nella parte orientale, e sovrastate da uno splendido monastero domenicano che con la sua presenza contribuisce all’incanto di questo posto.
Anche a Milna, sulla costa occidentale di Brac, ci sono spiagge di ghiaia molto belle, come Lucica, Maslinova e Osibova, circondate da una fitta pineta e dove il mare è azzurro cristallino. A Supetar, nel nord dell’isola, prevalgono le calette rocciose e incontaminate, ma le spiagge di Banj, Bili Rat e Vlacica sono più comode e adatte alle famiglie. Se desiderate trascorrere una giornata in spiagge meno turistiche, le località ideali sono i villaggi di Sumartin e Povlja, da raggiungere in auto o in barca.

Cosa mangiare a Brac

10

Come in tutte le isole croate e le località di mare, Brac propone un’offerta gastronomica che comprende piatti a base di pesce freschissimo e frutti di mare, da assaporare soprattutto sulle coste di Bol, Milna e Supetar. Tra le specialità da provare c’è il tonno servito con gnocchetti verdi, con un impasto preparato con gli spinaci. Ma Brac sorprende anche per le specialità a base di carne, in particolare quella di agnello e capretto.

Cosa mangiare a Brac
Cosa mangiare a Brac

Tra i piatti tipici ci sono il vitalac, il fegato d’agnello allo spiedo avvolto nell’intestino, e il butalac, la coscia d’agnello ripiena di erbe aromatiche e bagnata nel vino. Un’altra specialità è il il procip, un formaggio di pecora che entro le 24 ore dalla cagliatura viene affettato e caramellato nello zucchero.
L’attività contadina molto sviluppata rende Brac il luogo ideale per mangiare cibo sano. Tra le coltivazioni più pregiate quella dell’olio d’oliva, delle mandorle, delle carrube, fichi, miele, noci, uva e ciliegie. Uno dei dolci tradizionali dell’isola comprende alcuni di questi ingredienti: la torta Hrapačuša, preparata con mandorle, noci caramellate e limone.

Dove dormire a Brac

10

Brac è una delle isole più mondane della Dalmazia, e i prezzi per soggiornarvi in alta stagione sono abbastanza alti, soprattutto se non si prenota con largo anticipo. Se desiderate pernottare in un luogo animato sia di giorno sia di sera, meglio scegliere di soggiornare a Bol, dove la soluzione più conveniente è fittare uno dei molteplici appartamenti di cui l’isola è piena. Il nostro consiglio è quello di evitare di soggiornare a Zlatni Rat, dove i prezzi degli hotel possono partire anche dai 120/140 euro a notte per una camera doppia, e di trovare una soluzione nella Città Vecchia, dove i prezzi per un bed and breakfast o un piccolo appartamento partono dai 50/70 euro a notte per due persone, anche in alta stagione.
Se volete godervi un po’ di tranquillità, lontani dalla movida serale di Bol, potete scegliere di soggiornare a Sumartin, a Supetar o a Milna, dove le spiagge sono splendide e i prezzi di hotel e bed and breakfast sono più bassi. Per una notte per due persone in alta stagione si parte dai 45/55 euro.

Se state cercando un hotel, vi consigliamo Booking.com. Circa 2500 hotel con foto, servizi, prezzi e commenti di chi ha già soggiornato. Vai a Booking.com.