10 cose da fare e vedere a Monaco di Baviera

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere a Monaco di Baviera in 1, 2 o 3 giorni.

Monaco di Baviera

Monaco di Baviera è una città che rispetta tutti i cliché che l’immaginario colletivo gli ha attribuito. Solitamente, quando si pensa a questa cittadina protetta dalle Alpi, vengono in mente birrerie accoglienti, volti rubicondi e cordiali, costruzioni belle e antiche che raccontano di un passato glorioso.Monaco di Baviera è esattamente così come la si immagina: piena di birra, storia e cordialità.

Si può definire senza esagerazione l'”altra” capitale della Germania, quella in cui la modernità non ha spazzato via la tradizione. La più famosa festa della birra di tutto il mondo, l'”Oktoberfest”, è un chiaro esempio di come le abitudini del passato siano diventate parte attiva del presente di Monaco di Baviera.

Il centro storico della città è l’esempio concreto di come il passato ed il presente di Monaco facciano parte di un unico, armonioso contesto. Nella piazza centrale, infatti, si trovano l’Alte e il Neue Rathaus (vecchio e nuovo municipio), uno costruito intorno al ‘400, l’altro risalente all’inizio del ‘900. I due municipi disegnano un percorso interessante nella storia della città, attraverso l’architettura gotica che ha dato a Monaco di Baviera una bellezza senza tempo. Le strade della città hanno visto il passaggio di importanti personaggi della storia come il grande compositore Wolfgan Amadeus Mozart, che a Monaco cercò un lavoro presso la corte della famiglia Wittelsbach, che ha governato la città Bavarese per circa 800 anni, al Papa Benedetto XVI che di Monaco di Baviera è stato Arcivescovo.

Per orientarvi tra le tante bellezze della città, vi suggeriamo le 10 cose da vedere assolutamente a Monaco di Baviera.

Se state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 320 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.
Vai a Booking.com

Neues Rathaus e Altes Rathaus a Monaco di Baviera

1

Il vecchio (Altes) e il nuovo (Neues) municipio di Monaco sono due delle costruzioni più belle e interessanti di tutta la città. Si trovano nel centro di Monaco, ai lati di Marienplatz, la piazza dedicata alla Madonna, la cui statua capeggia sulla colonna che si trova al suo centro.

Neues Rathaus e Altes Rathaus a Monaco di Baviera
Neues Rathaus e Altes Rathaus a Monaco di Baviera

Sulla bellissima facciata gotica del Neues Rathaus si trova il Glockenspiel, l’orologio-carillon, abbellito da statue animate. Alle 11 e alle 12 in punto (in estate anche alle 17), le campane del Glockenspiel suonano e i personaggi che si trovano sulla facciata iniziano a muoversi per la gioia dei turisti che restano con il naso per aria. I movimenti delle statuette richiamano il tradizionale ballo messo in scena dai mercanti di cavalli per scongiurare la peste. L’Altes Rathaus è stato quasi interamente ricostruito dopo la guerra, ma si è cercato di mantenere lo stile originale della costruzione. All’interno del “vecchio municipio” c’è una bellissima collezione di antichi giocattoli e dalla cima della costruzione si può osservare tutta Monaco dall’alto. Lo spettacolo è suggestivo, ma i 306 gradini da salire per arrivare fino in cima potrebbero non essere altrettanto piacevoli. La piazza è dominata dal campanile di Alter Peter, meglio nota come la Peterskirche (Chiesa di San Pietro), la Chiesa più antica di tutta Monaco di Baviera.

Marienplatz

Metro: linea 3 e 6 direzione Marienplatz

Neues Rathaus: Torre da novembre ad aprile: Lun -Ven 10:00 – 17:00; durante il Mercatino Natale tutti i giorni 10:00 – 19:00; maggio – ottobre tutti i giorni 10:00 – 19:00; mai: festivi.

Carillon (Glockenspiel)
Nov – fine Frebbraio: 11:00 e 12:00
Marzo – Ottobre: 11:00, 12:00 e 17:00, tranne il venerdi santo

Altes Rathaus: tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:30

Altes Rathaus: 3 €

Residenz, il Palazzo Reale di Monaco di Baviera

2

La residenza reale della dinastia Wittelsbach è uno dei palazzi più spettacolari di tutta l’Europa: al suo interno i vari membri della famiglia hanno contribuito ad abbellire e ingrandire la struttura, dando vita ad una vero e proprio museo di opere d’arte.

Residenz, il Palazzo Reale di Monaco di Baviera
Residenz, il Palazzo Reale di Monaco di Baviera

I lavori per la costruzione del palazzo iniziarono intorno al 400, quando i Wittelsbach si resero conto che non erano più così ben voluti da poter vivere nella “Alter Hof”, un’abitazione non eccessivamente fortificata. La Residenz, infatti, fu edificata in seguito alla rivolta di alcuni contadini che presero di mira la casa reale. Fu così che i reali decisero di costruire un palazzo più imponente e, soprattutto, fortificato. Uno degli ingressi, quello che affaccia su Max-Joseph-Platz, è stato ispirato dal famoso Palazzo Pitti di Firenze. La facciata più antica del palazzo ha due grandi portali, custoditi da una statua della Madonna. All’interno la “Ahnengalerie“, la galleria degli antenati, lascia davvero senza fiato per la bellezza degli affreschi che incorniciano le rappresentazioni dei Wittelsbach. L’ingresso è tenuto a bada da quattro leoni in bronzo che, secondo la leggenda, venivano accarezzati dai militari prima di partire per le guerre come gesto scaramantico. Non è dato sapere quanti di loro siano ritornati a carezzarle.

stazione Odeonsplatz e Marienplatz su linee metropolitane U3 e U6. Fermata Odeonsplatz con Bus 100. Fermata “Nationaltheater” su linea tram 19.

dalle 9 alle 18 da aprile al 15 ottobre, dalle 10 alle 17 dal 16 ottobre a marzo

11 € intero, 9 € ridotto.

Frauenkirche di Monaco di Baviera

3

La Cattedrale di Nostra Signora (Dom zu Unserer Lieben Frau) è l’imponente costruzione che domina la città di Monaco. Costruita tra il 1468 e il 1488 in puro stile gotico, la Cattedrale fu realizzata sui resti di una antica basilica romanica.

Frauenkirche di Monaco di Baviera
Frauenkirche di Monaco di Baviera

La facciata in mattoni accompagnata dalle due colonne alte 99 metri, danno alla Cattedrale di Nostra Signora di Monaco di Baviera un aspetto cupo e severo. Le cupole in ottone montate sulla sommità delle due torri hanno una forma molto particolare: solitamente vengono chiamate le “cipolle”. I bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale danneggiarono seriamente la Frauenkirche che, con i lavori di restauro terminati nel 1994, ha riacquistato l’antico e severo aspetto della Cattedrale di Nostra Signora. Nella pavimentazione della Chiesa c’è una mattonella sulla quale è impressa l’impronta di un piede, denominata “L’impronta del Diavolo”. Si racconta che i costruttori della Chiesa sfidarono Satana, affermando che avrebbero realizzato una Cattedrale senza finestre. Puntando lo sguardo verso l’altare dal punto in cui si trova l’orma, le finestre sono coperte dalle colonne: a quanto pare, grazie a questo stratagemma, i costruttori riuscirono a vincere la scommessa con il Diavolo, che si accorse di esser stato preso in giro soltanto dopo la consacrazione della Cattedrale.

Frauenplatz

Metro: U3 e U6 fermata Marienplatz

Kunstareal a Monaco di Baviera

4

Non date la colpa alle troppe birre mandate giù durante le vostre serate a Monaco di Baviera se avete l’impressione di trovarvi in un quartiere pieno zeppo di opere d’arte: siete semplicemente al Kunstareal. “L’area dell’arte” è il quartiere realizzato nella prima metà dell’ottocento con l’intento di concentrare in un’unica zona della città le istituzioni reali che ospitavano opere d’arte provenienti da tutto il mondo.

Kunstareal di Monaco di Baviera
Kunstareal di Monaco di Baviera

Il progetto fu ideato, come molte delle bellezze di Monaco, da Ludwing I quando era semplicemente Delfino e non Re. All’interno del Kunstareal si trovano le tre pinacoteche più importanti e spettacolari di tutta Monaco di Baviera: Alte Pinakothek, Neue Pinakothek e Pinakothek der Moderne. Dal rinascimento italiano alle opere dei maestri francesi, spagnoli e fiamminghi, fino all’arte moderna di Andy Warhol e Joseph Beuys, in queste tre pinacoteche vengono accontentati davvero tutti i gusti. Ma il quartiere Kunstareal ospita anche il Lenbachhaus, il museo dedicato all’impressionismo, l’espressionismo e l’art nouveau. Il complesso museale di Monaco di Baviera offre anche un’importante sguardo alla storia dell’arte antica, con le collezioni di opere delle culture greche e romane, ospitate nella Glyptothek e nello Staatliche Antikensammlungen. Resterete sorpresi ed estasiati dalla ricchezza dei musei ospitati al Kunstareal, dove potrete affermare che a Monaco di Baviera non si va di certo soltanto per bere tanta buona birra.

Deutsches Museum a Monaco di Baviera

5

Il Deutsches Museum di Monaco di Baviera è il più grande museo dedicato alla scienza e alla tecnologia, mai realizzato al mondo. Si contano circa 28000 oggetti esposti agli occhi incantati dei tantissimi visitatori che, in ogni periodo dell’anno affollano, le sale del Museo.

Deutsches Museum a Monaco di Baviera
Deutsches Museum a Monaco di Baviera

La costruzione di questa monumentale attrazione di Monaco di Baviera risale al 1903, e fu voluta dall’ingegner Oskar Von Miller, che aveva già realizzato la prima linea ferroviaria ad alta tensione che collega Monaco a Misebach, in occasione dell’esposizione di tecnologia elettronica al Glaasplatast del 1882. Oltre alla grandezza, alla bellezza e alla vastità dell’esposizione, un’altra particolarità del Deutsches Museum di Monaco di Baviera sta nell’essere costruito sulla piccola isola Kohleinsel (isola del carbone), poi ribattezzata in Museumsinsel (isola del museo). La sede centrale del museo, infatti, sorge in mezzo al fiume Isar che attraversa tutta la città di Monaco di Baviera. Il Deutsches Museum di Monaco di Baviera è un’attrazione speciale sia per i grandi che per i più piccini, per i quali sono state allestite particolari attrazioni, sorprese e giochi all’interno del museo. Passeggiando nelle sale potrete vedere i primi modelli di invenzioni, che oggi sono parte integrante della vita di tutti i giorni: dalla prima automobile a motore di Benz, al primo motore diesel, fino alla prima apparecchiatura utilizzata per scoprire la fissione nucleare.

Museumsinsel

Metro S-Bahn: tutte le linee in direzione Isartor

Metro U-Bahn: linea 1 e 2 fermata Fraunhoferstrasse

dalle 9 alle 17.
Mai 1 gennaio, 24 febbraio, 10 aprile, 1 maggio, 1 novembre, 24, 25 e 31 dicembre.

biglietto intero comprensivo di trasporto, visita al Museo centrale, e al Flugwerft 17 €. Ridotto, fino ai sedici anni, € 8,50.

Englischer Garten a Monaco di Baviera

6

Il giardino inglese di Monaco è il bellissimo polmone verde della città bavarese, che si estende per circa quattro chilometri. E’ uno dei parchi più grandi del mondo ed è molto apprezzato sia dai cittadini di Monaco che dai turisti.

Englischer Garten a Monaco di Baviera
Englischer Garten a Monaco di Baviera

Fu realizzato nel 1789 come giardino destinato ai militari, ma ai primi dell’ottocento l’ingresso fu consentito anche ai civili, trasformando l'”Englischer Garten” nel primo parco pubblico della Germania. Una delle particolarità del parco è che al suo interno, vicino all’ingresso, ospita un’area riservata ai nudisti. In estate, infatti, il parco è ideale per godersi un po’ di sole, nuotare o passare semplicemente qualche ora a contatto con la natura. In alcune zone è possibile vedere giovani appassionati che fanno addirittura surf, sfruttando i salti dei ruscelli. Nel giardino inglese di Monaco di Baviera ci sono delle costruzioni particolari che vale la pena visitare. Una di queste è la struttura giapponese che si trova all’ingresso, denominata “Japanische Teehaus“, offerta dal governo di Tokyo alla città di Monaco per le Olimpiadi del 1972. Da non perdere anche il tempio in stile greco e la “Chinesischer Turm” che ospita il ristorante Monopteros.

a dieci minuti dalla fermata Odeonsplatz su linee metro U4, U5 e U6.

7:00 – 19:00

Oktoberfest a Monaco di Baviera

7

Per festeggiare il matrimonio del principe Ludwing I di Baviera fu organizzata una grande festa che durò dal 12 al 17 ottobre del 1810. Le attrazioni principali dei giorni di festeggiamento furono la corsa dei cavalli e la celeberrima birra bavarese.

Oktoberfest di Monaco di Baviera
Oktoberfest di Monaco di Baviera

Il successo della festa fu tale che si decise di ripeterla ogni anno: nacque così l’Oktoberfest di Monaco di Baviera. La manifestazione raccoglie circa sei milioni di visitatori all’anno sotto gli immensi tendoni allestiti nell’area del Theresienwiese (giardini), dove vengono serviti litri e litri delle più famose marche di birra bavarese. La formula attuale dell’Oktoberfest prevede che i festeggiamenti si svolgano nell’arco di sedici giorni, concludendosi con la prima domenica di ottobre, ad eccezioni di quando questa cade l’uno o il due di ottobre. In questo caso l’Oktoberfest si allunga per concludersi il 3 ottobre, giorno in cui si festeggia la riunificazione della Germania. Il rituale di apertura della cerimonia vede il sindaco di Monaco di Baviera inserire a poderose martellate il rubinetto nella botte scelta per l’inaugurazione. Una volta spillata la prima birra, il sindaco apre le danze al tradizionale urlo di “O’Zapft is!”, frase tipica del dialetto bavarese che significa più o meno “è stappata!”. L’Oktoberfest è una festa a cui partecipare senza dubbio se vi trovate a Monaco in quel periodo, ma tenete presente due cose fondamentali: la birra costa molto e sotto i capannoni può succedere davvero di tutto!

Theresienwiese

stazione Theresienwiese su linee metropolitane U4 e U5

dall’ultimo sabato di settembre alla prima domenica di ottobre

Cosa compare a Monaco di Baviera

8

La strada che collega la centralissima Marienplatz alla seconda piazza di Monaco di Baviera, la Stachus, si chiama Kaufingerstrasse (e cambia nome in Neuhauserstrasse nella metà del tragitto) ed è il luogo dedicato allo shopping. In questa strada c’è davvero di tutto: dai centri commerciali ai negozi di diamanti. Particolarmente amati dai turisti che animano le città è Max Krug, il negozio specializzato in souvenir ed oggetti tipicamente bavaresi. Per tutte le donne che impazziscono per la moda, le porte di Ludwig Beck sono sempre aperte, anche se i prezzi possono essere a volte proibitivi. Ma Monaco di Baviera non ha soltanto megastore e grandi negozi: una delle cose più divertenti da fare, è passeggiare tra le bancarelle dell’Auer Dult, il mercatino delle pulci che si svolge in Marienplatz. Il mercato ha un valenza storia di grande importanza, tanto è vero che si svolge dal 1310, e che nel corso del 900 è stato addirittura triplicato. Nei giorni finali di luglio, fino all’inizio di agosto, infatti, si tiene il Jakobidult, al quale seguono il Maidult, che si svolge tra aprile e maggio, e il Kirchweihdult, durante la seconda metà di ottobre.

Uscire la sera a Monaco di Baviera

9

Non potete andare a Monaco di Baviera e non passare una serata in una birreria a mangiare würstel e bere tanta birra chiara. Sarà banale, scontato e anche un po’ fuori moda, ma è una cosa da fare assolutamente. Quindi, se decidete di concedervi una serata in pieno stile bavarese, fatelo all’Hofbräukeller, l’antica birreria reale che ha dato l’avvio alla leggendaria produzione di birra di Monaco. L’Hofbräukeller non è, ovviamente, il solo luogo in cui potrete passare le vostre serata nella capitale della Baviera. La Kultfabrik è un’area di ben 60.000mq in cui sorgeva la zona industriale di Monaco. Dopo molti anni di bonifica la zona ospita discoteche, pub, ristoranti, club, sale per concerti e spazi espositivi. Nella Kultfabrik potete trovare ogni genere di divertimento, dagli spettacoli erotici alle mostre d’arte: consultate la programmazione per evitare di ritrovarvi ad ammirare una ballerina di lap dance, quando cercavate l’esposizione di un giovane artista. Infine, per vedere la faccia giovane e creativa di Monaco, fate un giro allo Schwabing, il quartiere degli artisti, dove il fermento sembra non conoscere mai sosta, né di giorno, né di notte. Quando passeggerete nello Schwabing, ricordate che fu illuminato per la prima volta con la corrente elettrica da un certo Hermann Einstein, padre del futuro Premio Nobel per la Fisica Albert.

Dove dormire a Monaco di Baviera

10

Monaco di Baviera è una città molto ricca e trovare alberghi economici è davvero difficile. Non diciamo che è impossibile soltanto per non scoraggiare i volenterosi che volessero provarci: anche gli alberghi con solo due stelle hanno prezzi da hotel di lusso, e non offrono neanche la colazione nel prezzo.

Dove dormire a Monaco di Baviera
Dove dormire a Monaco di Baviera

A Monaco di Baviera non vale neanche la regola non scritta del viaggiatore: qui gli alberghi un po’ più fuori mano non hanno prezzi molto inferiori a quelli del centro. A questo punto è meglio scegliere un albergo vicino ai principali luoghi d’interesse e mettersi l’anima in pace. La spesa per dormire a Monaco di Baviera sarà una delle voci più alte del budget del vostro viaggio: consolatevi con il fatto che il servizio sarà all’altezza del pagamento. Se siete disposti a tutto per risparmiare sull’alloggio, una soluzione economica c’è: potete trovare qualche parcheggio notturno a pochi euro all’ora. Se vi accontentate di dormire in macchina, qualche euro riuscirete a risparmiarlo, ma siete sicuri di averci guadagnato?

Se quindi state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 320 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com