Il Ponte Romano e la Torre De La Calahorra a Cordoba

Tutte le informazioni sul Ponte Romano e la Torre de la Calahorra a Cordoba. Storia, cosa vedere, costo del biglietto, orari, come arrivare.

Sul fiume Guadalquivir si trova l’unico ponte di Cordoba lasciato dai Romani alla città a testimonianza della vivida presenza di questo straordinario popolo. Il ponte, lungo ben 240 metri, poggia su 16 arcate e venne costruito dall’imperatore Augusto come parte della Via Augusta. Ancora oggi rappresenta, dopo le sue restaurazioni, una delle principali vie di transito e unica strada di accesso alla città. Il ponte è stato più volte danneggiato in una serie di violente battaglie e per questo è riuscito a conservare ben poco della sua forma originaria. Al centro si trova la statua dell’Arcangelo Raffaele patrono di Cordoba.

Torre De La Calahorra

All’altro lato del fiume e a sud del ponte romano, si alza questa torre merlata fatta costruire da Enrique II de Trastamara per difendersi da suo fratello Pedro I detto “Il Crudele”. Il suo nome deriva probabilmente dall’arabo kalat (fortezza) e horr (all’esterno), che in effetti può essere riconducibile anche al ruolo della fortezza in difesa del ponte romano dagli attacchi esterni. E’ formata da 2 torri, fatte costruire da Alfonso XI a cui successivamente Enrique II de Trastamara volle aggiungerne un’altra rettangolare, per rafforzare le preesistenti mura dagli attacchi del fratello. Al suo interno oggi si trova, grazie alla Fundaciòn Roger Garaudy, il Museo de las Tres Culturas, realizzato dallo stesso Garaudy e che presenta una panoramica culturale e artistica della storia medievale di Cordoba, basato sulla convivenza delle culture cristiana, giudaica e musulmana. Attraverso i numerosi percorsi audiovisivi proposti dal museo è possibile notare i modelli plastici della moschea e della’Alhambra di Granada.

Orari di apertura e prezzo del biglietto

Orari: 10:30-11:30-12:30-17:00-18:00-19:00
Dal 1/05 al 30/09: 10:00 – 14:00 e 16:30 – 20:30
Biglietti: adulti 4.50 €
Bambini 3.00 €