Le mura storiche della Città Vecchia di Tallinn

Oltre 2 km di possenti mura di cinta alte quasi 16 metri e 46 torri difensive proteggevano la città nel lontano Medioevo. Oggi, i resti sono tra i migliori conservati d'Europa.

Le mura storiche della Città Vecchia di Tallinn
Le mura storiche della Città Vecchia di Tallinn

Un’antica cinta muraria punteggiata da bastioni e torri di guardia circonda il centro storico di Tallinn donandogli un aspetto fiabesco. Le mura medioevali della capitale estone sono tra le migliori conservate in Europa e questo ne fa una tra le maggiori attrazioni turistiche della città. Ripetutamente minacciata d’invasione o sotto assedio, Tallinn fu costretta a proteggersi dai nemici con oltre 2 km di possenti mura alte quasi 16 metri e 46 torri (di queste alcune funzionavano come porte) visibili da ogni parte della città e dal mare, tanto che, nel Medioevo, era conosciuta come “uno dei borghi più fortificati del Nord Europa“.

Anche i cittadini, indossate le armature e impugnate le armi, erano chiamati a difendere la città. I turni di guardia sulle mura a cui venivano obbligati avevano lo scopo di non lasciarsi trovare mai impreparati in caso di attacco.

Storia e architettura delle Mura

Le mura difensive furono erette a partire dal XIII secolo ed ulteriormente rafforzate nei punti più sensibili, fino a raggiungere i 3 m. di spessore, nei secoli successivi. La città bassa ha conservato una buona parte delle potenti strutture difensive e, precisamente 1,85 km. di mura (la piattaforma panoramica Patkuli sulla collina di Toompea è il punto migliore per vederle) e una ventina di torri, alcune delle quali ospitano musei, altre sono state trasformate in ristoranti, hotel, residenze e uffici.

La porzione del muro aperta al pubblico collega, attraverso un camminamento in legno, le torri Kuldjala, Sauna e Nunna. La passeggiata sulla cinta muraria cittadina regala uno scorcio pittoresco sui tetti rossi della Città Vecchia.

Dall'alto della Torre Kiek in de kök, scrutando la città

Una delle torri di avvistamento più famose di Tallinn è Kiek in de kök, che in basso tedesco significa “sbircia in cucina“.
La Torre fu costruita sulla collina di Toompea nel 1475 per ospitare i cannoni e le munizioni, successivamente fu ampliata e rafforzata fino a raggiungere i 4 m. di spessore. La torre deve il suo nome al fatto che dalla sua sommità (38 metri), i soldati di guardia riuscivano a controllare tutte le abitazioni della città bassa, giungendo persino a guardare nelle cucine delle stesse.

Il baluardo diede buona prova di resistenza durante la guerra di Livonia alla fine del 1500, quando nonostante i ripetuti attacchi delle forze di Ivan il Terribile, non crollò (nelle mura sono ancora visibili alcune delle palle di cannone sparate durante l’assedio). Oggi Kiek in de kök ospita il museo che illustra i sistemi di fortificazioni sviluppati in città nel corso dei secoli, una raccolta di armi utilizzate nel Medioevo e una mostra sui crimini e il sistema punitivo nella vecchia Tallinn.
La torre è anche il punto di partenza per la visita (guidata e su prenotazione) al sistema di gallerie sotterranee costruite nel 1600 sotto la dominazione svedese.

Komandandi tee

A piedi nella Città Vecchia

Dal 1 marzo al 31 ottobre: da martedì a domenica 10.30-18.00
Dal 1 novembre al 28 febbraio: da martedì a domenica 10.00 alle 17.30; mai: lunedì.

5 €

La Torre più ammirata: "Margherita la grassa"

Tra le torri più caratteristiche, un posto di rilievo spetta ad “Ermanno il lungo” (Pikk Herman) sulla collina di Toompea, su cui sventola la bandiera estone, e a “Margherita la Grassa” (Paks Margareeta), la torre alta 20 metri, con un diametro di 25 metri e le mura spesse 5.

Molto probabilmente è proprio nell’insolito diametro delle pareti che va ricercato l’origine del suo bizzarro nome anche se per alcuni deriverebbe, invece, dal nomignolo dato ad uno dei suoi più grandi cannoni.