Roma

Una guida di Roma con tutte le informazioni utili sulla capitale italiana. Come arrivare, muoversi, cosa visitare, info pratiche e numeri di emergenza.

Non è facile dire qualcosa di nuovo su Roma. Forse la cosa più semplice da dire è: visitatela. Può sembrare una banalità, ma molti italiani hanno girato il mondo senza mai mettere piede a Roma. Contrariamente a milioni di turisti che sognano una vita intera di visitare la Città Eterna, molti italiani hanno una conoscenza di Roma molto superficiale se non del tutto assente. Per chi non c’è mai stato, è utile partire dalle 10 cose da vedere assolutamente.

Mille meraviglie della Città Eterna

La visita di Roma dovrebbe iniziare dai Fori Imperiali, in particolare dalle lastre di marmo appese al muro proprio a metà strada, poco prima di arrivare al Colosseo. Illustrano l’ascesa di Roma a partire dal I secolo prima di Cristo, quando questa piccola e sconosciuta cittadina del centro Italia iniziò la conquista del mondo, arrivando a possedere territori che nessun altro paese avrebbe mai più avuto. Pochi passi e si arriva al Colosseo, il luogo in cui la Roma ricca e forte festeggiava le proprie vittorie e rendeva gloria ai sovrani, tenendo buono il popolo con spettacoli di belve feroci in lotta contro i gladiatori. Da qui è facile ritornare nella Roma contemporanea. Superata Piazza Venezia con l'(orrendo?) ma maestoso Altare della Patria, si entra nelle vie dello shopping: Via del Corso, dove turisti e romani si incrociano, e da qui nelle vie delle boutique più esclusive: Via di Ripetta, Via del Babuino, Via Frattina. Sempre da Via del Corso, in pochi minuti si arriva in alcuni dei luoghi più belli di Roma: la Fontana di Trevi, il Pantheon, uno dei monumenti più imitati e meglio conservati di Roma Antica. Dal Pantheon, la tappa obbligata è Piazza Navona, splendida piazza rettangolare, capolavoro del Barocco romano, da sempre amata da artisti, romani e turisti.

Roma, città dalle mille chiese

Non si può parlare di Roma senza pensare a questa città come centro della Cristianità. Anche volendo, non è possibile farlo: non c’è solo il “Cupolone” di San Pietro a ricordarlo. Ci sono San Giovanni in Laterano, Santa Maria del Popolo e altre mille chiese a ricordare che qui è morto Pietro, il primo Papa e apostolo, e da allora Roma è il simbolo universale della più seguita religione del mondo.