Parigi

Parigi-La Torre Eiffel vista dal Muro della Pace-Foto di Pedro J Pacheco

10 cose da non perdere a Parigi

Dopo aver letto le 10 cose da vedere a Parigi, proseguiamo il nostro viaggio nella capitale francese.

Tanto romanticismo a Parigi, ma anche tanta vitalità. Musa ispiratrice per tanti artisti fin dai tempi passati, Parigi si presenta, in realtà, sotto diverse sfaccettature e, per poterne conoscere tutti gli aspetti, occorre trattenersi qualche giorno in più nella capitale francese. Dopo aver visitato le 10 cose da vedere durante una vacanza a Parigi, ecco un altro elenco di posti che vi permetteranno di assaporare sia l'aspetto più smielato della città, facendo un giro in battello sulla Senna per esempio, sia l'aspetto più dinamico e creativo, con un visita alla Città delle Scienze o al Centro Pompidou. Attrezzatevi di scarpe comode, allora, e continuate a vivere il fascino della città.

Se invece state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. 1800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com

Parigi-Arco di trionfo-Foto di Leo-setä!

L'Arco di trionfo di Parigi

Come Napoleone Bonaparte non poteva non erigere un monumento in onore delle sue vittorie militari? L'Arco di Trionfo, infatti, fu innalzato proprio per ricordare la vittoria nella battaglia di Austrerlitz, e non è altro che una versione neoclassica degli antichi archi di trionfo dell'Impero Romano. Purtroppo l'Imperatore e i suoi soldati non passarano sotto quest'arco al ritorno della battaglia, perché ci vollere altri 30 anni per costruirlo. Di Napoleone qui passarono le ceneri quando venne portato a Les Invalides, ma l'arco ha visto anche altri avvenimenti storici di Francia: qui passò il corteo funebre che rese omaggio a Victor Hugo, si festeggiò la vittoria nella Prima Guerra Mondiale, la cacciata dei nazisti e la liberazione della Francia alla fine della Seconda Guerra Mondiale. L'Arco custodisce un piccolo museo in cui sono conservati oggetti della prima guerra mondiale e cimeli appartenuti a Napoleone. Alla sua base una fiamma commemorativa, per i caduti nella prima guerra mondiale, viene ravvivata ogni sera alle 18.30 dal 1923 dai membri dell'Associazione dei Combattenti o delle Vittime di Guerra.

Quando: dal 1 aprile al 30 settembre dalle 10:00 alle 23:00. Dal 1 ottobre al 31 marzo dalle 10:00 alle 22:30
Mai:: 1 gennaio, 1 maggio, mattine dell'8 maggio e dell'11 dicembre, 25 dicembre
Quanto: intero 8 euro, ridotto 5 euro
Come: con le linee della metro 1, 2 e 6, fermata Charles de Gaulle – Étoile. Con i bus n° 22, 30, 31, 52, 73, 92 e con la linea A della RER, fermata Charles de Gaulle – Étoile
Parigi-Basilica Sacro Cuore-Foto di Vito Manzari

La Basilica del Sacro Cuore di Parigi

Sulla collina di Montmartre si erge la Basilica del Sacro Cuore. Voluta dai cattolici francesi dopo la sconfitta nella guerra franco-prussiana, è oggi uno dei luoghi più visitati di Parigi. Ciò che colpisce è l'aspetto: in una mescolanza di stili la Basilica ha la forma di croce greca, decorata da quattro cupole e il colore bianco dei marmi la fa splendere ancora di più. All'interno, il più grande mosaico del mondo fa da decorazione all'abside e molti gli elementi simbolici che rappresentano un forte richiamo alla storia della nazione: le statue di Giovanna DArco e Re Luigi IX il Santo, ma anche la campana, chiamata Savoiarda, con un chiaro riferimento all'annessione della regione del Savoy. La basilica prende il nome dal Cuore di Gesù, che dovrebbe essere custodito nella cripta, anche se questo non è mai stato confermato ufficialmente dalla Chiesa. Nella basilica c'è un preghiera permanente, portata avanti da pellegrini in arrivo da tutto il mondo, che si alternano giorno e notte, tutto l'anno, davanti all'altare. La Basilica del Sacro Cuore di Parigi merita una visita, non solo per l'architettura e per la storia che custodisce, ma anche per il panorama spettacolare che da qui si può ammirare. Quando il cielo è limpido si riesce a vedere fino a 50 km di distanza.

Quando: dalle ore 6.00 alle ore 23.00. La cripta e la cupola sono aperte dalle ore 9.00 alle ore 18.45
Quanto: l'ingresso alla basilica è libero, visitare la cupole e la cripta costa 5 euro.
Come: con le linee 2, 4 e 12 della metro, fermata, rispettivamente, Anvers, Chateau Rouge e Jules Joffrin; poi salire a piedi la collina. Altrimenti è possibile prendere la funicolare che porta fino al quartiere o i bus 30, 31, 54, 80, 85, Montmartrobus.
Parigi-Champs Élysées-Foto di Agostino Fedeli

Gli Champs-Élysées a Parigi

Sicuramente gli Champs-Élysées non sono il luogo ideale per chi ama la tranquillità e per chi si reca a Parigi per conoscerne il vero spirito. Alle origini erano dei semplici campi, fin quando la Regina Maria Antonietta non volle far costruire un lungo viale alberato. Verso la fine del XVIII secolo, i Campi Elisi si erano trasformati nella strada più alla moda della città, e la stessa Regina amava passeggiarvi con le amiche. **Oggi percorrere gli Champs-Élysées significa mischiarsi tra circa 500.000 persone che ogni giorno passano di qui e districarsi tra negozi di lusso e bar per turisti, maxi-cinema e boutique d'alta moda, fast food e sedi di multinazionali. Nonostante siano la zona "meno francese" della città, i parigini ne sono molto affezionati: qui si festeggiano tutti i grandi avvenimenti di Parigi, dalle vittorie ai mondiali di calcio al capodanno. Può essere interessante allungarsi fino a Place de la Concorde, dove la ghiogliottina dei rivoluzionari fece cadere la testa di Maria Antonietta, Luigi XVI, i rivoluzionari Robespierre e Danton e altre 2800 anonimi parigini.

Come: con le linee 1 e 9 della metropolitana, fermata Franklin D. Roosevelt; con la linea 1, fermata George V; con le linee 1, 2 e 6 della metropolitana o con la linea A della RER, fermata Charles de Gaulle – Étoile.
Parigi-Bateau Mouche-Foto di Conny Liegl

Il tour sulla Senna a Parigi

C'è chi lo considera una semplice banalità per turisti, chi, invece, lo reputa interessante e piacevole. Sicuramente, il giro in battello sulla Senna (i famosi Bateaux-Mouche) è un modo diverso di ammirare la città, soprattutto se siete stanchi di macinare chilometri a piedi. Partendo dalla Tour Eiffel fino all'Île St. Louis si possono ammirare dall'acqua alcuni dei monumenti e dei panorami più belli di Parigi, passando sotto i più celebri ponti. Di Bateau-Mouche ce ne sono di diversi tipi: delle semplici chiatte all'aperto dove si fa il giro della Senna nei punti più turistici a vere e proprie mini-navi da crociera dove è possibile cenare e ballare. Di sera, scivolare sulle acque della Senna, magari cenando a bordo del battello, e vedere la città illuminata riflessa nell'acqua è di certo, per quanto sdolcinato che sia, uno spettacolo mozzafiato. In tutti i casi la visita dura circa 1 ora e passa vicino ai luoghi turistici più importanti del Lungo Senna: Louvre, Museo d'Orsay, Ile de la Citè e Ile St-Louis, Place de La Concorde e così via. In tutti i casi c'è una guida che racconta (in inglese o francese) i monumenti che si vedono e vengono consegnate cartine e mappe, anche in italiano.
Parigi-Centro Pompidou-Foto di Serge Melki

Il Centro Pompidou di Parigi

In uno dei quartieri più antichi di Parigi, il Beaubourg, il presidente Goerges Pompidou volle creare un centro culturale che desse spazio all'arte moderna e contemporanea oltre che alla moda, al design, al cinema e alla letteratura. È nato così il Centro Pompidou che racchiude una biblioteca pubblica, il Museo Nazionale d'Arte Moderna, un centro per la musica e un settore cinematica. Un architetto italiano, Renzo Piano, insieme a Richard Rogers hanno progettato quest'opera dell'architettura moderna che racchiude in sé l'arte in tutte le sue espressioni. Il Centro Pompidou venne inaugurato nel 1977 e, in un mix di innovazione e tradizione, oggi è uno dei luoghi più visitati di Parigi.

Quando: tutti i giorni 11.00 - 22.00, alcune mostre si protraggono fino alle 23.00. L'Atelier Brancusi è aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 14.00 alle ore 18.00
Mai:: martedì, 1 maggio
Quanto: museo e mostre: alta stagione intero 12 €, ridotto 9 €; bassa stagione intero 10 €, ridotto 8 €.
Concerti: alta stagione intero 18 €, ridotto 14 €; bassa stagione intero 14 €, ridotto 10 €.
Cinema: intero 6 €, ridotto 4 €.
Galleria dei piccoli: intero 3 €, ridotto 2 €.
Come: bus n° 21, 29, 38, 47, 58, 69, 70, 72, 74, 75, 76, 81, 85, 96. Linea 11 della metro, fermata Rambuteau; linee 1 o 11, fermata Hôtel de Ville; linee 1, 4, 7, 11 o 14, fermata Châtelet. Linee A, B o D della RER, fermata Châtelet-Les Halles
Parigi-Città delle Scienze e dell'Industria-Foto di ..colb..

La Città delle Scienze e dell'Industria di Parigi

Il Gèode, un'enorme sfera dalle superfici di acciaio riflettenti il cielo e l'acqua è il simbolo della Città delle Scienze e dell'Industria. Nel Parco de la Villette, dove era l'antico mattatoio di Parigi, nasce questo enorme Museo della Scienza che introduce, soprattutto gli adolescenti e i bambini, nel fantastico mondo delle conoscenze scientifiche e tecnologiche. Le attrazioni principali sono l'Explora che, con presentazioni interattive, offre un viaggio ai confini dell'universo; il Planetarium per vedere e studiare le stelle; e la Città dei Bambini, dove giocando si impara a costruire una casa o a programmare un computer.

Quando: dal martedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 18.00. La domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00
Mai:: il lunedì
Quanto: a seconda del percorso scelto il costo varia da 17,50 € a 8 € per la tariffa piena, da 14 € a 6 € per la tariffa ridotta
Come: con la linea 7 della metropolitana, fermata Porte de la Villette o con i bus n° 75, 139, 150, 152, 249
Parigi-Museo Picasso-Foto di Daniel Lobo

Museo Nazionale Picasso di Parigi

Picasso si definiva "il più grande collezionista di opere di Picasso al mondo". Il museo a lui dedicato contiene, infatti, oltre 3.000 opere che l'artista stesso aveva accumulato nell'arco della sua vita: dai semplici schizzi ai più grandi capolavori tra disegni, dipinti e ceramiche. Oltre ai suoi lavori, il museo contiene dipinti di Cézanne, Matisse, Degas, De Chirico, Rousseau e Seurat che facevano parte della collezione privata dell'artista, più una serie di opere dell'arte primitiva. Il Museo Picasso è ospitato nel Palazzo Salé, costruito per conto di un esattore che si arricchì riscuotendo, appunto, la tassa sul sale.

Quando: dal 1 ottobre al 31 marzo dalle ore 9.30 alle ore 17.30. Dal 1 aprile al 30 settembre dalle ore 9.30 alle ore 18.00
Mai:: il martedì, 1 gennaio, 25 dicembre
Quanto: intero 8,50 euro, ridotto 6,50 euro
Come: con la linea 1 della metropolitana, fermata Saint-Paul; con la linea 8, fermata Chemin Vert o Saint Sébastien-Froissart. Oppure con i bus n° 29, 69, 75 e 96
Parigi-Marais-Foto di strelitzia ---

Il Marais a Parigi

Prima area paludosa, oggi uno dei quartieri più alla moda di Parigi. Il Marais sorge sulla riva destra della Senna e si presenta come un delizioso labirinto di stradine medievali con capolavori architettonici del XVII e del XVIII secolo. Questo quartiere di Parigi è l'unico sopravvissuto alle trasformazioni del Barone Haussmann che nel 1800 rivoluzionò l'architettura di ampie zone di Parigi. Per scoprire come era la Parigi medievale e durante la Rivoluzione Francese, basta quindi andare nel Marais. Oggi botteghe, showroom, gallerie d'arte, negozi e locali di tendenza lo rendono il quartiere più alla moda di Parigi dove molteplici sono le occasioni di svago e di shopping. Qui vive da secoli una grande comunità ebraica (da provare la loro cucina in uno dei ristoranti) a cui negli ultimi decenni si sono aggiunte persone di molte altre etnie accanto a una vasta comunità di intellettuali francesi ed italiani e di gay. Questo panorama umano piuttosto variopinto fa del Marai uno dei quartieri più interessante e innovativo di Parigi.

Come: con la linea 7 della metropolitana, fermata Pont Marie o con le linee 1, 5 e 8, fermata Bastille
Parigi-Dama con Unicorno-Foto di Gautier Poupeau

Museo de Cluny di Parigi

All'interno dell'Hôtel de Cluny, sorge il Museo Nazionale del Medioevo. Sui resti degli antichi bagni romani, si erge quest'edificio dell'architettura gotica che ospita una delle più grandi raccolte di opere d'arte medievali. Il Museo si sviluppa intorno alla collezione privata di Alexandre de Sommerard e custodisce tessuti, mobili, accessori medievali. Interessante la serie di arazzi della Vie Seigneuriale che racconta alcuni momenti della vita di un nobile medievale. Da non perdere anche i sei arazzi della Dama con l'Unicorno: nei primi cinque la Dama sperimenta i suoi cinque sensi, il sesto, enigmatico, la raffigura di fronte al motto "Al mio unico desiderio".

Quando: tutti i giorni dalle ore 9.15 alle ore 17.45
Mai:: il martedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre
Quanto: intero 8 euro, ridotto 6 euro
Come: con la linea 10 della metropolitana, fermata Cluny-La Sorbonne; con le linee C o B della RER, fermate Saint Michel o Cluny-La Sorbonne; con i bus n° 21, 27, 38, 63, 85, 86 e 87
Parigi-Catacombe-Foto di Luis Villa del Campo

Le fogne e le catacombe di Parigi

A Parigi tutto ciò che si può vedere non si spiana solo davanti i nostri occhi, ma anche sotto i nostri piedi. Sotto la città si estende, infatti, un sistema fognario lungo ben 2.300 chilometri: una rete di cunicoli sotterranei in cui vengono raccolte le acque piovane e non della città. Per lo più ad ogni strada corrisponde una galleria che porta il suo nome. Non solo fogne, ma anche Catacombe nel sottosuolo parigino: una serie di gallerie in cui sono depositati oltre sei milioni di scheletri. Vicino alla macabra sfilata di teschi e ossa, lastre con incisi versi biblici e riflessioni sulla vita e sulla morte.

Catacombe
Quando: da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 17.00
Mai:: il lunedì e nei giorni festivi
Quanto: intero 7 euro, ridotto 5,50 euro
Come: con la linea 4 della metropolitana, fermata Denfert-Rochereau o con la linea B della RER, fermata Denfert-Rochereau

Fogne
Quando: dal 1 ottobre al 30 aprile dal sabato al mercoledì dalle ore 11.00 alle ore 16.00. Dal 1 maggio al 30 settembre dal sabato al mercoledì dalle ore 11.00 alle ore 17.00
Mai:: giovedì e venerdì, due settimane di gennaio, 1 gennaio e 25 dicembre
Quanto: intero 4,30 euro; ridotto 3,50 euro
Come: con la linea C della RER, fermata Pont de l'Alma

Dove dormire a Parigi

Per prenotare un hotel a Parigi vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com.

Ci sono 1800 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.

Vai a Booking.com