10 cose da fare e vedere a Formentera

Una guida completa e dettagliata alle 10 cose da fare e vedere sull'isola di Formentera in Spagna.

Formentera

Gli oltre 5.500 abitanti di Formentera diventano molti di più durante il periodo estivo. È un’isola piccola e tranquilla, perfetta per chi vuole rilassarsi magari dopo essersi scatenato in una delle notti della vicina Ibiza. Lunghe spiagge, cale dorate, mare limpido e campi di cereali fanno di Formentera un vero e proprio paradiso terrestre, tanto che, come Minorca, l’isola è stata dichiarata Riserva Naturale e Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Oltre allo spettacolare panorama naturalistico, Formentera presenta divertimenti molto vicini allo stile di vita degli anni ’70: feste sulla spiaggia, abbigliamento alternativo e piccoli club. Nulla a che vedere con la moda, le discoteche, la folla e la confusione. L’unico elemento di disturbo sono gli italiani, chiamati scooter dagli abitanti per l’uso smodato e rumoroso che fanno di motorini e moto. Il problema si presenta solo in alta stagione, quando i VIP italiani colonizzano le spiagge seguiti a ruota dagli “italiani comuni” in cerca di una foto con il calciatore o la velina di turno. Dura poco, quindi ecco le 10 cose da fare e da vedere a Formentera per viversi il mare e la natura in tutta rilassatezza, senza rinunciare di sera alle atmosfere dolci e raffinate dei locali all’aperto.

Se invece state cercando un hotel a Formentera, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 80 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com

Le spiagge di Formentera

1

Le spiagge di Formentera sono tutte bellissime, e in pochi giorni riuscirete a visitarle tutte.

Spiagge di Formentera
Spiagge di Formentera

Le spiagge di Illetes e Llevant sono le più note e frequentate dai turisti, oltre che per la sabbia bianchissima e il mare caraibico anche per i servizi che offrono. All’opposto, Cala Sahona e la spiaggia di Migjorn si caratterizzano per la privacy e la tranquillità che qui si respira. La prima, con l’azzurro del mare che si staglia contro il rosso degli scogli, dona un panorama naturale davvero raro; la seconda è tra le più grandi dell’isola ma, poiché posizionata nell’estremo sud dell’isola, è anche la meno frequentata. Merita poi una visita l’isolotto di Espalmador dove troverete solo mare, natura e un grande quantità di specie animali.

I villaggi di Formentera

2

Il principale nucleo urbano di Formentera è San Francesc Xavier de Formentera. La vita cittadina qui si svolge tutta intorno alla piazzetta, dominata dalla Chiesa del XVIII secolo.

I villaggi di Formentera
I villaggi di Formentera

La Chiesa è stata la prima di tutta l’isola ed in passato ha svolto la funzione di fortezza per difendersi dagli attacchi dei pirati. San Ferran de ses Roques, El Pilar de la Mola, Es Pujols e la Savina sono gli altri centri di Formentera. San Ferran è ricco di bar e ristoranti, ma qui potrete visitare uno dei luoghi storici dell’isola: il Fonda Pepe, famoso ritrovo degli hippies degli anni ’70. Da San Ferran si raggiunge El Pilar de la Mola, dove di mercoledì e di domenica potrete fare acquisti nel mercato hippie, e Es Pujols che nasce a ridosso di una cala naturale racchiusa tra due isolotti. La Savina, invece, ospita il porto di Formentera e dispone di tutti i servizi utili al navigante.

Gli itinerari naturali di Formentera

3

Lo splendido paesaggio naturale di Formentera merita di essere vissuto fino in fondo. Il Comune ha infatti predisposto 20 itinerari che i turisti possono percorrere a piedi o in bici per raggiungere e conoscere le più belle località dell’isola.

Gli itinerari naturali di Formentera
Gli itinerari naturali di Formentera

Il percorso più lungo è il Camì Vell de la Mola (3000 metri), seguito dal Camì de s’Estany (2700 metri) e da quello de Dalt de Porto Salè(2500 metri). Alcuni di questi cammini possono essere percorsi a piedi o in bici, altri obbligatoriamente a piedi, come il Camì de Sa Pedrera o il Camì d’Es Cap. In base agli itinerari che deciderete di seguire, potrete ammirare la vegetazione tipica, l’architettura popolare, le specie animali o ancora gli splendidi panorami sull’isola. Allora zaino in spalla e partite alla volta della favolosa ed incontaminata natura dell’isola.

Le Saline di Formentera

4

Un tempo l’economia di Formentera era basata sull’estrazione e sulla conservazione del sale del mare. Attualmente la Riserva delle Saline è una meta turistica bella da visitare soprattutto dei periodi di cristallizzazione del sale.

Le Saline di Formentera
Le Saline di Formentera

Le pozze, durante questo processo, assumono un colore roseo, lo stesso che contagia le piume dei fenicotteri che si nutrono dei microrganismi presenti nelle pozze stesse. Alcune zone più belle di Formentera appartengono alla Riserva delle Saline ed i fondali marini intorno ad essa sono tanto spettacolari quanto fragili. Proprio per questo motivo, le immersioni qui sono consentite solo dietro autorizzazione del Consiglio Insulare. Gli spettacolari giochi di colore che le Saline offrono, soprattutto al mattino e al tramonto, sono uno spunto interessante per escursioni fotografiche.

I fari di Formentera

5

Tre sono i fari di Formentera: quelli di Es Cap de La Mola e di Es Cap de Barbaria e, nel porto, quello di La Savina. Dei tre, il Faro di La Mola è il più antico ed il più alto dell’isola.

I fari di Formentera
I fari di Formentera

Sorge su una scogliera di 120 metri ed ammirare l’alba ed il tramonto da questo punto è uno spettacolo unico e magico. Al lato del Faro è posta una lapide commemorativa in onore dello scrittore Jules Verne che ha ambientato qui il suo romanzo “Le avventure di Hector Servadac”. A Es Cap de Barbaria il faro si erge da terra ed il suo fascio di luce arriva ad illuminare le rocce e le scogliere all’orizzonte. Vicino al faro, potrete visitare la torre di vigilanza che un tempo fungeva da punto di osservazione per proteggere l’isola dagli attacchi degli invasori. Infine, il terzo faro è situato nel porto di La Savina, il primo posto che vedrete nel momento in cui giungerete a Formentera. Purtroppo è anche la vostra ultima visione quando la nave vi porterà via da questo piccolo paradiso.

Cose da non fare a Formentera

6

Ecco alcune cosucce da evitare per rendere perfetta la vostra vacanza a Formentera.

Cose da non fare a Formentera
Cose da non fare a Formentera

È bene sottolineare che gli isolani non vedono di buon occhio gli italiani che da diversi anni hanno preso d’assalto l’isola, minando la sua tranquillità. Evitate, quindi, di sfrecciare con i motorini lungo i 21 chilometri di strada asfaltata e di gridare come pazzi: un po’ di rispetto per quest’oasi di pace. Vista la dimensione dell’isola e lo stato delle strade, siete obbligati a muovervi in scooter o bici. Se usate motorini, fatelo con criterio. Se siete alla ricerca di privacy, relax e mare pulito è da evitare la spiaggia di Es Pujols che, soprattutto ad agosto, è la più frequentata sia di giorno che di notte. I mesi ideali per godersi l’isola spagnola sono maggio e giugno: da metà luglio e per tutto il mese di agosto, infatti, è presa d’assalto dai turisti. Infine, non fate come molti italiani che vanno a Formentera: non meravigliatevi se gli spagnoli non capiscono l’italiano, si chiamano spagnoli perché sono nati in Spagna e usano un’altra lingua. Inoltre, se chiedete pasta e pizza nei ristoranti, non lamentatevi che non siano come quelle che si mangiano a Napoli. Che ne dite di gustare i prodotti tipici della gastronomia locale?

Cosa comprare a Formentera

7

Gli acquisti più raccomandabili a Formentera riguardano i prodotti dell’artigianato locale. Ceramiche, bigiotteria, vestiti e dipinti lavorati a mano sono le cose che potrete acquistare girando tra i mercatini e i negozietti dell’isola.

Cosa comprare a Formentera
Cosa comprare a Formentera

La tradizione artigianale risente ancora oggi della cultura alternativa degli anni ’70 e gli stessi hippie che vivono qui sono i creatori di molti oggetti: questi piccoli capolavori sono il frutto di chi unisce l’estro creativo al rigore del mestiere. Di particolare interesse il mercatino hippie che si tiene a La Mola tutti i mercoledì e le domeniche, da giugno ad ottobre. Es Pujols, invece, è il posto in cui si concentrano la maggior parte dei negozi tradizionali e dove, anche di sera, potrete intrattenervi nei vari bar e localini. Quindi, toglietevi dalla testa di trovare a Formentera negozi d’alta moda, al massimo dovrete accontentarvi dei grossi maglioni di lana grezza intrecciati a mano dai maestri artigiani.

Uscire la sera a Formentera

8

Se vi aspettate le notti sfrenate come quelle di Ibiza, allora resterete delusi: Formentera offre un divertimento molto meno frenetico e più vicino alla cultura hippie.

Uscire la sera a Formentera
Uscire la sera a Formentera

Per cui se siete alla ricerca di confusione, locali alla moda e discoteche ad ogni angolo di strada, dovrete recarvi nella vicina Ibiza per poi fare ritorno al mattino. La tranquillità e la pace sono gli elementi che caratterizzano Formentera, anche di notte. I centri dell’isola in cui anche di sera riuscirete a trovare un po’ di movimento sono Es Pujols, dove potrete trascorrere la serata intrattenendovi in qualche bar, gelateria o birreria, e San Ferran, dove svariati punti d’incontro offrono svago a chi non ha voglia di andare a letto presto e dove si trova il mitico Fonda Pepe, punto di ritrovo storico degli hippies. Formentera va goduta per la bellezza delle spiagge e dei lidi e non ha nulla a che vedere con gli eccessi di Ibiza che si è venduta alla trasgressione e ai cambiamenti del turismo di massa.

Cosa mangiare a Formentera

9

I sapori del mare sono quelli più diffusi nella gastronomia di Formentera. Il pesce, in tutte le sua varianti, è l’elemento che compare nella maggior parte delle ricette dell’isola:

Cosa mangiare a Formentera
Cosa mangiare a Formentera

dal guisat (bollito con patate) alle preparazioni con il riso, senza disdegnare le fritture o la semplice preparazione “alla brace”. Un componente della tradizione culinaria di Formentera è il peix sec: pesce essiccato al sole che viene utilizzato nelle insalate o in molti altri piatti. Altro elemento della tradizione gastronomica è la mattanza: le famiglie una volta l’anno si riuniscono per uccidere il maiale e preparare piatti, come il bollito o la frittura di mattanza e la sobresada. I dolci sono un’altra specialità del posto, in particolare le orelletes, fatte con pasta sfoglia e zucchero a velo, e i bunyols, dolcetti fritti con succo d’arancia, sono assolutamente da provare.

Dove dormire a Formentera

10

Formentera, come Minorca, continua a salvaguardare la sua natura splendida ed incontaminata; motivo per cui non ci sono tantissime strutture ricettive per ospitare i turisti.

Dove dormire a Formentera
Dove dormire a Formentera

Se a questo aggiungete che l’isola non è molto grande, va da sé che conviene prenotare qualche mese prima della vacanza per non rischiare di dormire sotto le stelle. Poche strutture ma per tutti i gusti: hotel, agriturismi, residence, campeggi e ostelli da scegliere anche in base al prezzo che siete disposti a pagare. A partire dalla metà degli anni ’60 l’isola ha dovuto fare i conti con un forte incremento del turismo, ma nonostante tutto non si è lasciata trasformare e potrete godervi tutto la bellezza di un mare limpido, di spiagge pulite e di una natura incontaminata: un piacere per gli occhi e per lo spirito.

Se state cercando un hotel a Formentera, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 80 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com