Il Castello di Dublino

Uno dei simboli dello Stato Irlandese e sede di rappresentanza della Presidenza della Repubblica.

Il Castello di Dublino
Il Castello di Dublino

Sull’altura di Cork, a Dublino, non lontano da Temple Bar, una torretta circolare (Record Tower) ed alcune parti di mura sono tutto quel che resta della fortificazione anglo-normanna voluta da Re Giovanni per la difesa della città, la gestione della giustizia e la custodia del suo Tesoro. 

Architettura del castello

In origine le torri erano quattro, una in ogni angolo dello spazio quadrangolare entro il quale sorgeva la roccaforte duecentesca protetta da mura possenti e fossati dove, un tempo, scorreva l’acqua del fiume Poddle. Tra ‘700 ed ‘800, in seguito a un terribile incendio e alla conseguente ricostruzione, poco o nulla rimaneva del castello medioevale che, con la realizzazione di due nuove ali in stile georgiano, finì con l’assomigliare ad un’elegante sede di rappresentanza, immagine che conserva tutt’ora.

Nel corso del tempo, il complesso difensivo, più volte assediato e, persino incendiato, è stato prima fortezza, in alcuni casi prigione, in seguito palazzo di corte, infine residenza dei viceré d’Inghilterra, senza però mai smettere di essere, per oltre 700 anni, il simbolo del potere britannico in Irlanda. Dal 1922 (nascita dello Stato Libero d’Irlanda), il Castello di Dublino è uno dei simboli dello Stato irlandese e sede di rappresentanza della Presidenza della Repubblica.

Un'ora nel baluardo difensivo

Le visite guidate conducono alla scoperta di alcuni luoghi del Castello raccontandone storia e curiosità. Belli e di grande interesse, gli State Apartments settecenteschi, un tempo residenza dei luogotenenti inglesi, oggi utilizzati dal governo in occasione di celebrazioni ed eventi, tra cui la cerimonia d’insediamento dei Presidenti d’Irlanda. Gli Appartamenti di Stato sono una serie di ambienti (piuttosto sfarzosi), decorati con stucchi, mobili d’epoca, arazzi e tappeti.

Il tour include l’antica sala da ballo, ovvero il Salone di San Patrizio, decorato con stendardi dell’ordine dei Cavalieri di San Patrizio e con il soffitto impreziosito da un dipinto, molto significativo per la storia dell’Irlanda, che descrive l’incoronazione di re Giorgio III, la diffusione del Cristianesimo in Irlanda per opera di San Patrizio e l’omaggio dei capi irlandesi ad Enrico II.

Si continua con l’Apollo Room abbellita con un frontale di camino originale del XVIII sec. e un soffitto che celebra Apollo; la Sala del Trono con affreschi raffiguranti Giove, Giunone, Marte e Venere, decori in oro  ed enormi candelieri;la Wedgwood Room che prende il nome proprio dai quattro pannelli neri che la adornano; la Picture Gallery dove si susseguono i ritratti dei 12 viceré inglesi in Irlanda.

Affascinante la Church of the Most Holy Trinity, la chiesa che sorge laddove c’era la piccola Cappella Reale, la quale presenta un esterno decorato con oltre 100 teste scolpite in pietra calcarea che rappresentano illustri personaggi irlandesi. Infine, nella cripta si possono vedere le fondamenta della Torre delle Polveri (Powder Tower) del castello medioevale e alcuni tratti della cinta muraria e del fossato della Dublino vichinga che recenti restauri hanno portato alla luce.

Orari, prezzi e altre info per il Castello di Dublino

Indirizzo: Dame Street
Come arrivare: Autobus: 77, 77A, 56A, e 49 (da Eden Quay), 123 (da O’Connell Street) fermata Palace Street Gate; 54 (Burgh Quay), 50, 50A, 77B (Aston Quay)
Orari di apertura: Dal lunedì al venerdì: dalle 10.00 alle 16.45
Sabato e domenica: dalle 14.00 alle 16.45
Prezzi dei biglietti: Adulti: 4,50 €; bambini: 2 €