Il Museo di Belle Arti di Budapest

Il Museo di Belle Arti di Budapest: niente da invidiare a Louvre, Prado e Uffizi

1583
Il Museo di Belle Arti di Budapest
Il Museo di Belle Arti di Budapest è uno dei più ricchi musei d’arte del mondo ed è certamente una delle 10 cose da vedere assolutamente a Budapest. Al suo interno sono custoditi tesori ed opere di immenso valore storico ed artistico, tanto da essere considerata una delle raccolte più importanti del mondo, con nulla da invidiare a musei più rinomati come il Louvre, il Prado o gli Uffizi di Firenze.

Il Museo di Belle Arti è chiuso da febbraio 2016 fino alla fine del 2017. Una selezione delle opere è esposta alla Galleria Nazionale di Arte Ungherese nel Palazzo Reale di Budapest.

Nulla da invidiare ai più famosi musei del mondo

La nascita del Museo risale al 1896, anno del millenario anniversario della fondazione della nazione ungherese ma fu inaugurato nel 1906. Concepito in principio come contenitore di collezioni già esistenti, nel corso degli anni si arricchì di nuove opere, molte donate da munifici collezionisti privati, altre acquistate dalla Stato. La facciata esterna dell’imponente edificio in stile classicheggiante si presenta con un portico a otto colonne ed un frontone copia di quello del tempio di Zeus ad Olimpia. L’interno è sontuoso con belle sale di marmo con soffitti ornati da stucchi e maestose scalinate. Le collezioni ospitate sono divise in 6 sezioni.

La Collezione egizia, quella Antica e il Gabinetto di disegni e sculture

Anche se è strano ritovrare tante testimonianze dell’Egitto nel centro dell’Europa, qui ci sono più di 4000 reperti (sarcofagi, statue, gioielli) che illustrano le diverse epoche dell’antico Egitto. La ricca Collezione Antica vanta circa 5000 opere tra statue in marmo ed oggetti in vetro, bronzo, argilla; la sezione delle Sculture presenta lavori di maestri italiani del medioevo e del rinascimento e di artisti tedeschi del gotico; ilGabinetto dei disegni e delle stampe racconta la storia della grafica e dell’arte del disegno in Europa.

La Pinacoteca con Raffaello, Rubens, Durer, Goya e altri

La Pinacoteca con Raffaello, Rubens, Durer, Goya e altri
La Pinacoteca con Raffaello, Rubens, Durer, Goya e altri

La Galleria degli antichi Maestri è il vero fiore all’occhiello del Museo. Nella Pinacoteca è, infatti, possibile ammirare 3000 dipinti, tra i quali spiccano eccellenti opere della pittura europea dal Duecento al Settecento. La collezione comprende una sezione di pittura italiana con opere di Giotto, Raffaello con la celebre Madonna(foto), Tiziano, Tintoretto, Veronese, Caracci; una sezione di pittura olandese e fiamminga con opere di Memling, Rubens, Van Dyck; una di pittura francese con lavori di Lorrain, Vouet; una di pittura tedesca comprendente opere di Holbein il Vecchio (la Morte di Maria), Dürer e Cranach il Vecchio; molto famosa la collezione d’arte spagnola, la più ampia fuori dalla Spagna, con opere di Ribera, Velázquez, El Greco, Goya e Murillo di grandissimo pregio.

La Collezione moderna con Gauguin, Monet e Chagall

Il Buffet di Cezanne al Museo di Belle Arti di Budapest.
Il Buffet di Cezanne al Museo di Belle Arti di Budapest.

La Collezione Moderna si fregia di pregevoli dipinti e sculture dell’Ottocento e Novecento di autorevoli esponenti di quel periodo, come CezanneDelacroix, Manet, Monet, Gauguin, Chagall, Severini.