Budapest

Una guida di Budapest con tutte le informazioni utili sulla capitale. Come arrivare, muoversi, cosa visitare, info pratiche e numeri di emergenza.

Budapest è considerata una delle più belle città dell’Europa orientale. Città dalla storia millenaria con un passato di grandi dominazioni, ognuna delle quali ha lasciato il proprio segno, e un presente vivace ed accattivante. Una lettura veloce delle 10 cose da fare e vedere a Budapest vi chiarirà subito la meraviglia che vi aspetta. Budapest è una città dall’identità complessa, una metropoli in cui diversi stili architettonici, ereditati da secoli di storia, coesistono in perfetta armonia tra loro e si fondono con le realizzazioni più moderne. Budapest è l’ideale punto di incontro della cultura orientale ed occidentale, il luogo in cui la tradizione sapientemente custodita si mescola alla voglia di aprirsi al nuovo e di guardare al futuro.

I Bagni Gellert di Budapest
Bagni Gellert di Budapest

Budapest: una capitale europea piena di sorprese

Una meta attraente dunque che non lascia senza sorprese. Budapest conserva il fascino e la grazia di un tempo, non nasconde la sua grandezza imperiale, seduce con la sua atmosfera romantica. Non è un caso che sia stata definita “la Parigi dell’Est”. Un vero tesoro di monumenti originali, opere d’arte, incantevoli panorami ma anche tanto divertimento, eventi, locali, vita notturna. Una combinazione perfetta capace di richiamare ogni anno più di 20 milioni di visitatori. E non è tutto. Budapest è anche l’ideale per chi desidera rilassarsi. Famosa per le sue acque termali e curative, la capitale ungherese si è guadagnata l’appellativo di “Città delle terme” in quanto unica città al mondo con 100 sorgenti naturali e 12 bagni termali, molti dei quali con acqua medicinale. Luoghi meravigliosi, dalla straordinaria architettura (si va dalla antichissime terme musulmane a veri e propri gioielli dell’Art nouveau) regalano momenti di grande benessere. Una tappa che non avrete difficoltà ad inserire tra le vostre visite, un’esperienza da fare, almeno una volta, se non altro per sperimentare una tipica usanza locale.

La dolce vita di Budapest, tra caffè e pasticcerie

La vostra presenza nella città “impone” il rispetto di un’altra antica tradizione, quella delle pasticcerie e dei caffè. Budapest conserva bellissimi caffè, luogo d’incontro di intellettuali, studenti, artisti fin dai primi dell’800, dove si ha la sensazione di tornar indietro nel tempo e pasticcerie leggendarie. Tra le più celebri: Gerbeaud (1858) con l’elegante sala da thé (foto) e Ruszwurm, la più antica pasticceria ungherese (1827), la preferita dalla principessa Sissi, dove si possono gustare ottimi dolci preparati secondo le ricette originali. Ebbene, si sa la vita del turista è dura ….

Buda, Obuda e Pest i quartieri da non perdere

La prima cosa che colpisce di Budapest è la sua posizione sul Danubio “con il quale forma uno dei più bei paesaggi della città fluviale, forse il più bello d’Europa”. Tre isole punteggiano il fiume: Obuda, Csepel e la più nota isola Margherita, deliziosa oasi di verde, anche chiamata “lo scrigno della metropoli”. La capitale ungherese è divisa in due parti dal fiume e si compone di tre zone storiche ben distinte: sulla sponda collinosa del fiume si trovano Obuda (la Vecchia Buda), il nucleo dei primi insediamenti e Buda, la zona antica (ed oggi residenziale) mentre Pest, la parte commerciale e amministrativa della città, si affaccia sulla riva orientale pianeggiante. Obuda, Buda e Pest rimasero autonome fino al 1873 anno in cui vennero unite in una sola città con il nome di Budapest.

Una capitale moderna ma dal fascino antico

Lo sviluppo che ne seguì ha conferito alla città un’atmosfera di primo 900, che è quella che più la caratterizza, senza però oscurare le splendide testimonianze di epoca classica e barocca ereditate da un passato più lontano. Una serie di ponti (ben 7), il più famoso e fotografato è il Ponte della Catene, simbolo di Budapest, collegano le due rive contribuendo ad accrescere il fascino particolare di questa città. Un fascino che il visitatore scopre poco a poco, passeggiando, ad esempio lungo il Danubio o girovagando per le stradine del quartiere del Castello, oppure ammirando gli edifici del sontuoso viale Andràssy, tutti luoghi di particolare interesse e bellezza e, per questo inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Tutte cose da vedere che trovate in questa nostra guida.