Il Museo del fumetto di Bruxelles

Un viaggio nel mondo fantastico dei fumetti, vero e proprio culto per i belgi, celebrato come "nona arte".

354
Il Museo del fumetto di Bruxelles
Il Museo del fumetto di Bruxelles
Se il Belgio è considerato la patria della “Nona arte”, come molti definiscono il fumetto, Bruxelles con il suo Centre Belge de La Bande Dessinèe può essere definita il tempio del fumetto. Nella città esiste un vero e proprio culto per la fumettistica considerata espressione di un’arte vera, la nona appunto, tanto da decidere di dedicarle un museo.

Il Museo del Fumetto (Centre Belge de La Bande Dessinèe) familiarmente chiamato Cèbébédé, o in inglese Comic Strip Center, è sicuramente una tappa imperdibile per gli appassionati delle “strisce di cartoni” ma anche un luogo di divertimento per i bambini e per quanti desiderano liberare la propria fantasia e ritrovarsi, anche se solo per il tempo di una visita o di una lettura, in un mondo magico ed entusiasmante, lontano dalla realtà, qual è appunto il mondo dei fumetti.

Il Centro Belga del Fumetto

Il Centro Belga del Fumetto è il regno dei famosi eroi nati dalla matita di Hergé, Peyo, Franquin, Morris e altri autori: chi non conosce Tintin, i Puffi, Gaston Lagaffe, Lucky Luke, Spirou?
Il Centro è la finestra su un mondo fantastico, un omaggio alla forma d’arte più amata dai belgi, una vetrina eccezionale che, parafrasando Hergé, “dà enfasi alle immagini”. Attraverso mostre permanenti e temporanee ed una “fumettoteca” con una collezione di oltre 25.000 volumi, viene illustrata la storia del fumetto, dalle origini ai più recenti sviluppi, analizzandone il processo creativo attraverso il quale un concetto di base diventa una storia a strisce.

Il Centro, inaugurato nel 1986, si trova all’interno degli ex Grandi Magazzini di tessuti Waucquez, un edificio in Art Nouveau progettato nel 1906 dal famoso architetto Victor Horta. Uno spazio giocoso di oltre 4.000 metri quadri in cui si celebrano i personaggi della carta stampata ed i loro creatori, in cui si possono ammirare disegni e schizzi originali e dove ci si può immergere in letture incredibili. Completano il Centro una boutique con simpatici gadget e un ristorante-birreria in perfetto stile Art Nouveau.

L'arte del fumetto sui muri di Bruxelles

La cultura del fumetto va però ben oltre le mura del Centro del Fumetto. Bruxelles, infatti, è piena di negozi di fumetti, articoli da collezione e gadget ispirati agli eroi delle “nuvolette“. Sono assidui frequentatori di alcune stazioni del metrò (Stockel, Ribacourt, Port de Hal) passeggeri d’eccezione come Tintin, Lucky Luke e Grande Puffo. Gironzolando per alcune strade di Bruxelles vi capiterà invece, di trovarvi di fronte ad enormi pagine di fumetti, ovvero gigantesche vignette disegnate sui muri e sulle facciate di alcuni edifici che giocando con l’ambiente urbano creano divertenti illusioni ottiche. Il progetto (Percorso del Fumetto), nato nel 1991 per celebrare l’arte del fumetto ed i suoi protagonisti, ha portato alla realizzazione, fino ad oggi, di 35 murales (31 nelle vie centrali e 4 a Laeken) dedicati a tanti fantasiosi personaggi, conosciuti ed amati da grandi e piccini. Il particolare itinerario che si snoda tra i vicoli e le strade cittadine, ravvivati dal tocco dei fumettisti, porta alla scoperta di un universo meraviglioso fatto di colori, immagini, fantasia ed arte.

Rue des Sables

A piedi o in metro: fermate Botanique, Gare Centrale, Rogier.

Tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00.
Mai: 1 gennaio e 25 dicembre.

Adulti: 10 €
Da 12 a 25 anni: 7 €
Minori di 12 anni: 3,50 €