Amsterdam

Amsterdam-Tramonto sui canali

10 cose da fare e vedere ad Amsterdam

Il fascino di Amsterdam sta nell'aver conservato l'atmosfera di un villaggio, e non di una grande e grigia metropoli, nonostante sia una delle città più famose e visitate al mondo. Le principali aree commerciali sono il centro della vita e del trambusto cittadino, ma basta voltare l'angolo per ritrovarsi a passeggiare nella quiete dei viali alberati, riscoprendo l'incanto di un passato che ancora vive. Versatile, come l'acqua da cui è attraversata, Amsterdam cela mille sfaccettature che riuscirete a scoprire solo trattenendovi qualche giorno in più e lasciandovi contagiare dall'eclettismo e dalla socialità dei suoi abitanti. Ecco alcune tappe da non perdere per vivere i colori, le contraddizioni, le trasgressioni che animano la "Venezia del Nord".

Se invece state cercando un hotel, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 400 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai a Booking.com.

Amsterdam-Piazza Dam-Foto di elektronhjarnan

Piazza Dam ad Amsterdam

Una distesa di ciottoli invasa da piccioni ricopre questo importante spazio pubblico. Piazza Dam è la piazza principale della città e il luogo dove potrete vivere il divertimento che Amsterdam offre durante il giorno. In Piazza Dam non ci si annoia mai: artisti di strada, fiere, giostre intrattengono i turisti e la gente del posto in qualsiasi stagione e a qualunque ora del giorno. Negozi, ristoranti e venditori rendono questo posto il fulcro della vita commerciale della città, dal quale si diramano altre strade ideali per lo shopping. Non solo divertimento, ma anche tante attrazioni culturali: il Palazzo Reale e il Nationaal Monument, per esempio, si affacciano direttamente sulla Piazza.
Come arrivare: con i tram n° 1, 2, 5, 14 alla fermata Paleisstraat
Amsterdam-Palazzo Reale-Foto di Robert Scarth

Palazzo Reale di Amsterdam

Costruito nel XVII secolo come Municipio per testimoniare la ricchezza della Repubblica Olandese, l'edificio venne trasformato nel 1808 da Luigi Bonaparte in Palazzo Reale. Per evitare attacchi dai rivoltosi, l'ingresso è ben nascosto sotto il portico destro e, sia l'interno che l'esterno, per la raffinatezza delle decorazioni, sono una prova tangibile del prestigio di cui ha goduto Amsterdam. Le sculture della facciata sono opera dell'artista fiammingo Artur Quellijn, mentre alle decorazioni dei soffitti all'interno hanno contribuito artisti come Ferdinand Bol, Jan Lievens, Jacob Jordaens e Govert Flinck. Nomi importanti per quello che è stato il più grande edificio amministrativo d'Europa.
Amsterdam-Museo Van Gogh-Foto di Ewen Roberts

Il Museo Van Gogh di Amsterdam

Tra favolose ville neo-gotiche, sorge un edificio che s'impone con la sua brutale semplicità, è il Museo che Amsterdam ha dedicato a Van Gogh: inaugurato nel 1973, contiene una vasta collezione delle opere dell'artista. In nessun altro posto al mondo avrete la possibilità di visitare una così ricca collezione di opere. Disegni, dipinti e lettere offrono al visitatore l'opportunità di conoscere più a fondo la personalità di questo folle genio dell'arte. Organizzato su tre piani, il Museo preserva anche una serie di dipinti da cui Van Gogh traeva ispirazione ed una serie di opere di artisti suoi contemporanei. Preparatevi a file interminabili alla biglietteria, perché il Museo Van Gogh è il più visitato di Amsterdam.
Quando: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 18.00, venerdì dalle ore 10.00 alle 22.00
Mai: a Capodanno
Come: con i tram n° 2, 3, 5 e 12 o con i bus n° 170, 171 e 172
Quanto: Intero 12,50 euro; Ridotto 2,50 euro.
Amsterdam-Quartiere a Luci Rosse

Il Quartiere a Luci Rosse di Amsterdam

Ecco la Amsterdam più tollerante e trasgressiva. Il Quartiere a Luci Rosse è una delle maggiori attrazioni turistiche, prende il nome dalle luci rosse delle vetrine dove sono esposte le prostitute. La prostituzione, così come le droghe leggere, qui è perfettamente legale. Amsterdam ha portato allo scoperto l'industria del sesso, regolarizzandola. Le prostitute hanno regolare licenza, sono sottoposte a continui controlli medici e hanno rappresentanti presso la Camera di Commercio. La parte più vecchia della città ne ospita il lato più liberale e permissivo, ma è sempre bene prestare molta attenzione quando ci si addentra in questa zona.
Come: con i bus n° 22, 359, 361 e 363 alla fermata Cs/Nicolaaskerk

Amsterdam-Casa di Anna Frank-Foto di Grant

La Casa di Anna Frank ad Amsterdam

È la casa dove Anna Frank e la sua famiglia, insieme ad un'altra famiglia ebrea, si rifugiarono, dal 1942 al 1944, prima di essere scoperti dai nazisti e deportati in diversi campi di concentramento. Attraverso un passaggio segreto, nascosto da una libreria, si accede alle due stanze dove Anna scrisse il suo diario. Dal 1960 l'edificio è stato adibito a Museo che, attraverso filmati, fotografie, documenti storici ed oggetti personali, testimonia non solo gli avvenimenti della casa ma anche le vicende dell'Olanda di quegli anni. Per evitare di aspettare all'esterno il proprio turno, conviene programmare la visita al Museo di mattina o nel tardo pomeriggio.

Quando: 1 gennaio dalle 12.00 alle 19.00. Dal 2 gennaio al 14 marzo tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00. Dal 15 marzo al 30 giugno tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 21.00, il sabato fino alle 22.00. In luglio e agosto tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.00. Dal 1 al 14 settembre tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00. dal 15 settembre al 14 marzo dalle 9.00 alle 19.00. Il 31 dicembre dalle 12.00 alle 19.00. Il 4 maggio dalle 9.00 alle 19.00; 8 giugno e 2 luglio dalle 9.00 alle 17.00; 21 agosto dalle 9.00 alle 20.30; 25 dicembre dalle 12.00 alle 17.00
Quanto: Intero 8,50 euro; Ridotto 4 euro
Come: con i tram n° 13 e 17 o con i bus n° 170, 171 e 172 alla fermata Westermarkt

Amsterdam-Canali-Foto di Metro Centric

Un giro sui canali di Amsterdam

Conosciuta come la "Venezia del Nord", Amsterdam è la città costruita sulle palafitte. Con un sofisticato sistema di dighe, i pescatori hanno fermato il mare e permesso la costruzione di questa florido centro che dal mare ha tratto la sua ricchezza. Uno dei modi più efficaci per orientarsi in quest'intreccio di acque e di strade, è un giro in battello lungo i canali nei quali si riflettono i capolavori di cinque secoli di architettura. Tra gli alberi rigogliosi è possibile ammirare scorci di vedute che hanno ispirato per secoli molti artisti. Si può scegliere tra giri in battello di giorno e i più suggestivi giri serali con, perché no, annessa cena a bordo a lume di candela.
Amsterdam-Shopping-Foto di Maxpax

Cosa comprare ad Amsterdam

Diamanti, tulipani, porcellane, oggetti di antiquariato insieme a spezie, formaggi e stoffe sono i prodotti che fin dal 1600 hanno caratterizzato il commercio di Amsterdam e sono gli stessi che oggi potrete tranquillamente acquistare nei negozi. Dal centro commerciale alla bottega d'antiquariato, passando tra i tanti mercatini che riempiono le strade, la città offre diverse possibilità di acquisto. Caratteristica di Amsterdam è una forte specializzazione: i negozi sono indirizzati verso la vendita di prodotti particolari ed è difficile trovare "di tutto un pò" in un singolo posto. Fare shopping nelle aree pedonali del centro è un piacere a cui è difficile rinunciare: qui troverete di tutto, dal prodotto tipico all'oggetto più bizzarro.
Amsterdam-Gastronomia-Foto di Titanas

Cosa mangiare ad Amsterdam

Ad Amsterdam uno stesso piatto può presentarsi sotto diverse varianti, a seconda dell'influenza culinaria che riceve. La gastronomia, infatti, subisce gli influssi del passato coloniale della città: dalla cucina francese a quella portoghese fino a quella asiatica, ristoranti e locali offrono sapori e profumi multietnici. Carne e pesce sono gli alimenti base, solitamente accompagnati da patate e verdure e arricchiti con pancetta abbrustolita. Da non tralasciare le crêperie, che offrono infinite varianti di crêpes dolci e salate. Il tutto innaffiato con birra o acquavite di ginepro: le bevande tipiche olandesi.
Amsterdam-Uscire la sera-Foto di Poom!

Uscire la sera ad Amsterdam

Se le giornate di Amsterdam sono vivaci, le sue notti non hanno eguali. Quando chiudono i negozi, si comincia con l'aperitivo in uno dei tanti caffè del centro, ma è dopo cena che inizia il vero divertimento. Non c'è che da scegliere tra le varie serate che i tantissimi locali offrono. Si inizia non prima delle 23.00 e si continua a ballare, a ritmo di house music o techno, fino al giorno successivo. Il Leidseplein e il Quartiere a luci rosse rappresentano il fulcro della vita notturna: non vi resta che lanciarvi nel divertimento e lasciarvi andare alle trasgressioni che fanno di Amsterdam la meta prediletta dai giovani.
Amsterdam-Dove dormire-Foto di Lyn Gateley

Dove dormire ad Amsterdam

Alberghi, bed & breakfast, camping, ostelli, appartamenti e case galleggianti sono le diverse soluzioni di alloggio che Amsterdam propone. Gli alberghi, nella maggior parte dei casi, sono ben arredati e puliti ma, al di là dell'opzione che sceglierete, l'intima e accogliente ospitalità olandese renderà assolutamente piacevole il vostro soggiorno. Data l'affluenza di turisti in ogni periodo dell'anno, è consigliabile prenotare un bel po' di tempo prima della partenza e se trovate grandiosa l'idea di alloggiare vicino all'acqua, pensateci bene perché potreste ritrovarvi a lottare contro le zanzare. Per prenotare un hotel vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 400 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.
Vai a Booking.com.